Buone Feste (by MatrixRevolution)

Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

W l'avanzata del "progresso".....

Per discutere di temi ed argomenti di vario genere.

Moderatore: Quixote

W l'avanzata del "progresso".....

Messaggiodi Vieri » 07/01/2019, 10:18

Da La Stampa di oggi:
https://www.lastampa.it/2019/01/07/este ... agina.html

Arabia Saudita, stop ai divorzi segreti “Le donne verranno avvertite con un sms”
Finora gli uomini potevano separarsi senza nemmeno dirlo alla propria moglie e così non pagarle, per esempio, gli alimenti

Un sms avvertirà le saudite che il loro marito ha ottenuto il divorzio. Quello che in Occidente suona come un insulto è in Arabia Saudita una conquista importante, perché mette fine alla pratica dei «divorzi segreti» che consentiva agli uomini di godere della separazione senza avvertire la moglie e dover, per esempio, pagare gli alimenti. Il nuovo regolamento fa seguito ai decreti reali emessi nell’aprile del 2017 da Re Salman e si inserisce nella modernizzazione dei costumi e dell’economia voluta dal principe ereditario Mohammed bin Salman.

La legge vuol mettere fine anche agli abusi dei giudici e allo stato di minorità delle donne nei casi di divorzio. È stata con grande soddisfazione dalle avvocatesse. «È una garanzia che le divorziate potranno ottenere gli alimenti e altri diritti», hanno sottolineato. Il regolamento nasce dagli appelli nei tribunali da parte di donne che avevano scoperto di aver divorziato senza saperlo, una pratica non più tollerabile nel nuovo clima sociale che il principe vuole imporre che le sue riforme a ritmo forzato.

Il «guardiano di famiglia»

Ed è soprattutto un’altra picconata al sistema del «tutore», il guardiano di famiglia - padre, marito, fratello - che fino a un anno e mezzo fa prendeva tutte le decisioni importanti che riguardavano la vita della donna. Il guardiano, o «wali», è uno dei pilastri della corrente wahhabita dell’islam, ufficiale in Arabia Saudita e Qatar, una delle più conservatrici. Ora il «guardiano» saudita ha dovuto ingoiare la libertà di guida da parte delle donne, dal giugno dell’anno scorso, e altri allentamenti, come la possibilità di praticare sport all’aperto o assistere a eventi sportivi e concerti.

Gli altri divieti

Resta la separazione fra donne e uomini single in pubblico, per esempio alla stadio, un aspetto emerso in occasione della finale di Supercoppa italiana che si giocherà il 16 gennaio a Gedda. E altre limitazioni più gravi. Questo perché un decreto reale dell’aprile del 2017 ha abolito l’obbligo del consenso da parte del «guardiano» a meno che non ci sia una «norma di legge esplicita» a imporlo. Una formula ambigua, che potrebbe portare a una grande apertura, ma si presta anche a interpretazioni restrittive.

Lo stesso vale per l’obbligo di indossare il velo, lo hijab, e il copri-abito nero, l’abaya. Il principe, in un discorso dello scorso marzo, ha detto che non era più «necessario». Ma non sono arrivate disposizioni precise e soltanto le più audaci escono senza. Un altro aspetto controverso diritto di viaggiare all’estero senza previo consenso del «guardiano». Molte saudite, soprattutto delle famiglie agiate, hanno ottenuto il passaporto e sono partite da sole, fatto prima impensabile. Le norme però non sono ancora chiare e la questione è emersa in modo drammatico nel caso della 18enne Rahaf Mohammed al-Qunun.

La fuga di Rahaf

La sua storia è emersa ieri, dopo un appello su Twitter. La ragazza ha denunciato di essere bloccata all’aeroporto di Bangkok, dopo che un funzionario saudita le ha sequestrato il passaporto su richiesta del padre. Rafah voleva raggiungere l’Australia con scalo nella capitale thailandese. «Ho abbandonato l’islam - ha rivelato - e voglio vivere all’estero».

La ragazza ha commesso l’errore di raccontare tutto sui social e ha scatenato la reazione del genitore. Ora è bloccata in hotel nella zona transiti dell’aeroporto. Un agente della polizia thailandese ha però riferito alla Bbc che Rafah sta in realtà scappando da un matrimonio combinato. Un caso che conferma le preoccupazioni delle ong internazionali, come il Committee on the Elimination of Discrimination against Women (Cedaw): i decreti reali non hanno eliminato i poteri del «guardiano» su aspetti cruciali, come matrimonio, viaggi all’estero, possibilità di ottenere un lavoro pagato

Ci rendiamo conto che abbiamo ancora il medioevo (ricco) a due passi....e dove le donne sono considerate solo ed esclusivamente un "oggetto sessuale usa e getta" e dove ricevere un SMS per sapere che ti hanno cacciato da casa diventa una conquista sociale ?
Non ho parole ...... :piange:
Ma è tutta legge islamica ?
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 6267
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi mr-shadow » 07/01/2019, 12:46

nelly24 21/08/2018, 13:37 ha scritto:
Vieri ha scritto:Appunto personale. Quello che mi disturba un po' è certe volte notare ( come da esperienza personale.....) l'assoluto carrierismo di certe dirigenti aziendali femmine che per puro femminismo, per comandare e fare cattiera, alla fine non guardano in faccia nessuno lasciando perdere umanità, famiglia, figli, amici....con orari impossibili......


L'uomo puó farlo, la donna no?


Vieri 26/11/2015, 19:00 ha scritto:er me il matrimonio civile o
religioso e' e rimarra' sempre per me quello tra Adamo ed Eva.
La disgregazione di una nazione parte dalla disgregazione della famiglia tradizionale poiche' ha
rappresentato sempre nei millenni il cardine principale l' elemento essenziale di crescita umana..
Quindi diritti per coloro che prima erano " ignorati" dalla societa' ma anche netta e precisa
suddivisione dei ruoli all'interno della socita' dove due persone di sesso diverso si "integrano"
sia fisicamente che spiritualmente per creare tramite la generazione e l'educazione dei figli lo
sviluppo sociale ed il proseguimento della specie umana.
Questo non e' ne' una considerazione cattolica ne' politica ma una semplice constatazione sulla natura e dei ruoli precisi dell'uomo e della donna imposti per chi ci crede da Dio...


Ah, ti ricordo le parole di San Paolo
«Le mogli siano sottomesse ai mariti come al Signore; il marito infatti è capo della moglie, come anche Cristo è capo della Chiesa, Lui che è il Salvatore del suo corpo. E come la Chiesa sta sottomessa a Cristo, così anche le mogli siano soggette ai loro mariti in tutto» (Ef 5, 22-24)
mr-shadow
 

Messaggiodi MatrixRevolution » 07/01/2019, 12:48

Medio Evo? A me sembra il paradiso! Io uomo che comando e faccio come mi pare sia a ragione che a torto e lei muuuuuuuta! Cosa c'è di meglio? :felice: :felice:
Iscriviti al gruppo: Testimoni di Geova su Facebook
Avatar utente
MatrixRevolution
Responsabile Tecnico del Forum
 
Messaggi: 1614
Iscritto il: 14/06/2009, 18:42
Località: Roma

Risposta breve.

Messaggiodi Vieri » 07/01/2019, 15:57

In questo articolo ed in questo caso il "carrierismo" sfrenato con orari impossibili da ambo i sessi è una cosa vergognosa specie quando si ha una famiglia con dei figli che poi si lasciano allo sbando.....

Seconda cosa nella lettera di San paolo si dice esattamente ( CEI)
Efesini 5,21-33
21 Siate sottomessi gli uni agli altri nel timore di Cristo.
22 Le mogli siano sottomesse ai mariti come al Signore; 23 il marito infatti è capo della moglie, come anche Cristo è capo della Chiesa, lui che è il salvatore del suo corpo. 24 E come la Chiesa sta sottomessa a Cristo, così anche le mogli siano soggette ai loro mariti in tutto.
25 E voi, mariti, amate le vostre mogli, come Cristo ha amato la Chiesa e ha dato se stesso per lei,,,,,,

Sbaglio o c'è qualche piccola differenza.? :ironico:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 6267
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Giovanni64 » 07/01/2019, 17:01

Non è una novità che anche in Occidente alcune conquiste sacrosante sulla parità dei sessi siano un fatto recente. E' evidente comunque che c'é una diffrenza abissale anche e soprattutto da questo punto di vista tra il mondo occidentale e quello islamico. Io però penso che noi non abbiamo il diritto di pretendere che gli altri, che hanno seguito persorsi e storie diverse, debbano essere sincronizzati con la nostra percezione del sacrosanto.

Con questo non voglio dire che debba essere proibito criticare l'Islam. Sempre di recente ho visto qualche video di un apostata e, visto quello che rischia, mi sono chiesto con che coraggio riesce ad esporsi pubblicamente su youtube. Io onestamente non ne sarei capace.

Fra l'altro, secondo questo apostata, la misoginia contenuta nel Corano va anche molto oltre ciò che era immaginabile per varie ragioni (non ultima quella di mrshadow: le altre due religioni di riferimento (tormentato) al tempo per l'Islam non erano certo un esempio di attenzione per le donne).

Va oltre, secondo questo apostata, perché era Maometto stesso ad essere particolarmente misogino e, ancora più di lui, lo era il suo amico Omar. Più volte è stato Omar a chiedere delle cose anti femminili a Maometto e dopo una iniziale titubanza puntualmente Allah rivelava a Maometto ciò che era stato richiesto da Omar.
Avatar utente
Giovanni64
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3001
Iscritto il: 09/01/2010, 8:59

Messaggiodi mr-shadow » 07/01/2019, 17:24

Vieri ha scritto:il "carrierismo" sfrenato con orari impossibili da ambo i sessi è una cosa vergognosa specie quando si ha una famiglia con dei figli che poi si lasciano allo sbando.....


questo l'hai risposto a Nelly per rimediare alla grezza fatta. Per il resto, prima di guardare ai difetti degli altri rifletti un po' sui tuoi.

Immagine
mr-shadow
 

Grazie "padre" Shadow di ricordare i miei peccati....

Messaggiodi Vieri » 07/01/2019, 19:12

Senti, caro, io con te la prendo sempre nel "ridendo e scherzando" per non incorrere nel regolamento esprimendo apertamente le mie opinioni sul tuo costante comportamento che alla fine su qualsiasi argomento possa postare, trovi sempre da ridire con osservazioni sempre poco edificanti.

Io ho molta più pazienza di te ma tu dovresti anche pensare di più ai fatti tuoi, non credi ?
Pace e bene e arrivederci.....
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 6267
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi deliverance1979 » 07/01/2019, 19:30

Giovanni64 ha scritto:Non è una novità che anche in Occidente alcune conquiste sacrosante sulla parità dei sessi siano un fatto recente. E' evidente comunque che c'é una diffrenza abissale anche e soprattutto da questo punto di vista tra il mondo occidentale e quello islamico. Io però penso che noi non abbiamo il diritto di pretendere che gli altri, che hanno seguito persorsi e storie diverse, debbano essere sincronizzati con la nostra percezione del sacrosanto.

Con questo non voglio dire che debba essere proibito criticare l'Islam. Sempre di recente ho visto qualche video di un apostata e, visto quello che rischia, mi sono chiesto con che coraggio riesce ad esporsi pubblicamente su youtube. Io onestamente non ne sarei capace.

Fra l'altro, secondo questo apostata, la misoginia contenuta nel Corano va anche molto oltre ciò che era immaginabile per varie ragioni (non ultima quella di mrshadow: le altre due religioni di riferimento (tormentato) al tempo per l'Islam non erano certo un esempio di attenzione per le donne).

Va oltre, secondo questo apostata, perché era Maometto stesso ad essere particolarmente misogino e, ancora più di lui, lo era il suo amico Omar. Più volte è stato Omar a chiedere delle cose anti femminili a Maometto e dopo una iniziale titubanza puntualmente Allah rivelava a Maometto ciò che era stato richiesto da Omar.


Il discorso è molto lungo ed articolato, e volendolo tagliare con l'accetta, possiamo dire che il nostro amato rinascimento, ed illuminismo, erano comunque intrisi di una cultura cristiana, visto il mondo da cui venivano, che a loro volta, comunque, poggiavano su una cultura greco-romana stratificata da secoli nella società.

Ora, l'islam, non mi sembra questa pozzo di scienze, ne per il fatto che è arrivata terza alla gara dei monoteisti, ne tanto meno come si è trasformata nel tempo chiudendosi su se stessa.

Purtroppo, da quello che vedo in occidente, ad una notizia del genere, il conato di vomito delle femministe di sinistra doveva essere pubblico e spontaneo, e la presa per il culo di tale visione religioso oscurantista anche.
Mentre invece il silenzio è stato siderale, e qualsiasi cenno di protesta visibile, se mai lo si è fatto, questo è stato lontano, lontano proprio come la galassia di Guerre Stellari....

Forse è proprio questo il declino dell'occidente.
Noi accettiamo tutto, anche l'ideologia che ci metterà il cappio al collo.
Alla fine, per non far torto a nessuno, faremo un grosso torto a noi stessi...
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Master
 
Messaggi: 5136
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi mr-shadow » 07/01/2019, 19:37

Vieri ha scritto:dovresti anche pensare di più ai fatti tuoi, non credi ?


Cocco mio, si chiama libertà. E' un frutto del..... progresso. Un concetto che voi credenti non potete capire. Libertà di darti ragione (e l'ho fatto), o di criticarti. Te la poi girà quanto te pare, ma tu sei un maschilista e della peggior specie, perché sei ancor ammorbato di concetti tipo "la moglie pura e l'amante corrotta". Se non vuoi essere criticato non dare spettacolo d'ipocrisia come hai fatto in questa discussione. Se anche non arrivate agli eccessi islamici voi cattolici non siete migliori in questo campo.

PS: Se, per fare un esempio, postavi questa notizia

https://www.ilmessaggero.it/salute/stor ... zBEgh9kW6k

e ci facevi un pistolotto sopra pensi ti avrei dato torto? O che avrei scritto che i cattolici sostengono la sanità elitaria all'americana (se non hai soldi puoi anche morire)?
mr-shadow
 

Messaggiodi deliverance1979 » 07/01/2019, 21:42

Si, si, La moglie pura e l'amante corrotta.....
è il sogno di ogni uomo.... :ironico:
Ma solo una di amante si può avere?
Due non si possono? :cer: :ironico:
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Master
 
Messaggi: 5136
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Caro figliolo.....

Messaggiodi Vieri » 07/01/2019, 21:45

mr-shadow ha scritto:
Vieri ha scritto:dovresti anche pensare di più ai fatti tuoi, non credi ?


Cocco mio, si chiama libertà. E' un frutto del..... progresso. Un concetto che voi credenti non potete capire. Libertà di darti ragione (e l'ho fatto), o di criticarti. Te la poi girà quanto te pare, ma tu sei un maschilista e della peggior specie, perché sei ancor ammorbato di concetti tipo "la moglie pura e l'amante corrotta". Se non vuoi essere criticato non dare spettacolo d'ipocrisia come hai fatto in questa discussione. Se anche non arrivate agli eccessi islamici voi cattolici non siete migliori in questo campo.

PS: Se, per fare un esempio, postavi questa notizia

https://www.ilmessaggero.it/salute/stor ... zBEgh9kW6k

e ci facevi un pistolotto sopra pensi ti avrei dato torto? O che avrei scritto che i cattolici sostengono la sanità elitaria all'americana (se non hai soldi puoi anche morire)?


Senti caro figliolo, quest'anno faccio 50 anni tondi tondi di felice matrimonio con due figli e tre nipoti e quando tu con i tuoi "divertimenti" avrai raggiunto tali risultati potrai insegnarmi qualche cosa in fatto di famiglia (vera naturalmente.....e come quelle di una volta......) ma ora statte bbuono......che stai raccontando un sacco di balle su una persona che non conosci affatto.....
Ma non pensi di stancare le persone con questi tuoi soliti attacchi ad personam?
Buona serata .....
Scusa ma di quali bufale stai parlando se è la prima volta che leggo questa notizia dato che non leggo mai il Messaggero? :boh: :boh:
Se, per fare un esempio, postavi questa notizia

https://www.ilmessaggero.it/salute/stor ... zBEgh9kW6k
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 6267
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi mr-shadow » 07/01/2019, 22:10

Vieri ha scritto:stai raccontando un sacco di balle su una persona che non conosci affatto.....


A me non interessa proprio conoscerti. Io parlo di quello che leggo, il resto sta bene li a Pavone Canavese. Sei (per usare le parole di una persona che citi spesso) un sepolcro imbiancato. Un ipocrita che guarda la pagliuzza degli altri senza badare alla trave che si porta dietro. Ma chi ti credi di essere per poter affermare che sei tu a decidere chi critica cosa? Per quello che hai scritto (e che nonostante il tuo correre ai ripari pensi) e per quello che hai costantemente ripetuto non puoi permetterti di giudicare nessuno. Non ti sta bene? C*** tuoi. Devi rassegnarti che l'epoca del pensiero unico appartiene al passato e che non stai a casa tua, dove tutti devono pendere dalle tue labbra.

Vieri ha scritto:Scusa ma di quali bufale stai parlando se è la prima volta che leggo questa notizia dato che non leggo mai il Messaggero? :boh: :boh:
Se, per fare un esempio, postavi questa notizia

https://www.ilmessaggero.it/salute/stor ... zBEgh9kW6k


https://dizionari.repubblica.it/Italiano/E/esempio.html
http://www.treccani.it/vocabolario/esempio/
http://dizionari.corriere.it/dizionario ... mpio.shtml
mr-shadow
 

Pace e bene , figliolo pace e bene....

Messaggiodi Vieri » 08/01/2019, 0:33

Dire dove sto non é buona cosa poiché dei fatti tuoi a me non ne frega niente e non ti pare di esagerare,....?
Ma perché devo anche dare ascolto ai tuoi sproloqui .
Dormi sereno ragazzo, dormi sereno che domani é un altro giorno ..... :ciao:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 6267
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Giovanni64 » 08/01/2019, 7:03

Il fatto che nella storia dell'Illuminismo vi sia stata la ghigliottina non vuol dire che chi si ritiene di idee illuministe non possa criticare, ad esempio, chi taglia la testa degli apostati o chi è particolarmente intollerante. Il fatto che il Buddismo non abbia o non abbia avuto (tanto per dire, non lo so) una concezione pienamente paritaria dei sessi non vuol dire che un buddista non possa criticare la concezione della donna nell'Islam.
Per carità se un mormone criticasse l'Islam per la questione femminile potrei dire anch'io ma guarda che anche fra i mormoni...ma certamente non ne farei un chiodo fisso o una obiezione sistematica tale da dirottare qualsiasi discussione del forum.
Avatar utente
Giovanni64
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3001
Iscritto il: 09/01/2010, 8:59

Messaggiodi Giovanni64 » 08/01/2019, 10:02

deliverance1979 ha scritto:
Il discorso è molto lungo ed articolato, e volendolo tagliare con l'accetta, possiamo dire che il nostro amato rinascimento, ed illuminismo, erano comunque intrisi di una cultura cristiana, visto il mondo da cui venivano, che a loro volta, comunque, poggiavano su una cultura greco-romana stratificata da secoli nella società.

Ora, l'islam, non mi sembra questa pozzo di scienze, ne per il fatto che è arrivata terza alla gara dei monoteisti, ne tanto meno come si è trasformata nel tempo chiudendosi su se stessa.

Purtroppo, da quello che vedo in occidente, ad una notizia del genere, il conato di vomito delle femministe di sinistra doveva essere pubblico e spontaneo, e la presa per il culo di tale visione religioso oscurantista anche.
Mentre invece il silenzio è stato siderale, e qualsiasi cenno di protesta visibile, se mai lo si è fatto, questo è stato lontano, lontano proprio come la galassia di Guerre Stellari....

Forse è proprio questo il declino dell'occidente.
Noi accettiamo tutto, anche l'ideologia che ci metterà il cappio al collo.
Alla fine, per non far torto a nessuno, faremo un grosso torto a noi stessi...


Parto da questo: intuisco che ci sono delle cose su cui, magari anche per motivi diversi, siamo d'accordo. Sicuramente sono d'accordo con te quando parli del cattolicesimo e della cultura greco romana. E' stata anche e soprattutto questa "multiculturalità intrinseca" che ha scongiurato il formarsi di un sistema totalitario come quello dell'antico israele o come quello islamico. Il sistema attuale, basato essenzialmente sul binomio "potere morale e culturale" - "potere democratico," replica in chiave più moderna il sistema basato sul sistema "Chiesa" - "Impero" che c'è "sempre" stato in Occidente.
Preciso che sono mie personalissime idee non basate su nessuna lettura.

Quello che "rimprovero" sia alla Chiesa che al potere morale e culturale corrente non sono i principi, sui quali sono generalmente e quasi sempre fortemente d'accordo, ma il modo ipocrita, pretestuoso e strumentale con il quale sono spesso propagandati. Insomma ho appena criticato mrshadow e scopro che sono un po' mrshadow anch'io...
Prendiamo per esempio il tema dell'accoglienza, dell'altruismo, della solideraietà: se fosse per me firmerei subito per la parità di risorse e di opportunità per tutti gli abitanti del pianeta, e forse non ci perderei nemmeno molto visto che pur abitando in Occidente faccio parte di quelli più poveri. Tuttavia riconosco agli altri il diritto di essere meno accoglienti di me. Il livello giusto di accoglienza, secondo me, lo può legittimamente decidere il gioco democratico piuttosto che essere stabilito in forma dogmatica dal potere morale e culturale in dipendenza di quale fatto porta sotto i riflettori o in dipendenza del fatto a cui tale potere è strumentalmente più sensibile. C'è insomma uno strapotere arrogante e imbiancato, una intolleranza davvero poco sopportabile, travestiti da altruismo e solidarietà.

Però i miei fratelli africani hanno tutto il diritto di sfruttare le ipocrisie dell'Occidente per raggiungere il miraggio dell'Occidente, anche se questo purtroppo comporta rischi enormi. Più umano sarebbe stabilire democraticamente un tetto anche numerico all'accoglienza per farla poi avvenire in modi meno bestiali.
Però l'Occidente è un miraggio. Un miraggio che ha le sue guerre e le sue vittime, un miraggio fatto di spreco enorme ed enorme disperazione, un miraggio fatto di lussi enormi e povertà costruite con enormi fatiche. Sarebbe anche giusto non far intossicare di Occidente le persone ma capisco, come dicevo, che ognuno ha diritto ad avere i suoi miraggi.


Tu parli di "noi". Il discorso che ho fatto in precedenza potrebbe anche significare che io e te abbiamo un concetto diverso del "noi". Se per noi intendi coloro che meno ipocritamente e più realisticamente si ispirano a certi principi di democrazia, di ugualianza e di libertà, allora valgono grosso modo le cose che ho detto. Se per noi intendi l'Occidente nel suo complesso allora penso che è prima di tutto l'Occidente a costituire un grosso pericolo per l'Islam e non il viceversa: la forza economica e culturale dell'Occidente sta erodendo in maniera lenta ma inesorabile il potere morale e culturale islamico. Alle classi islamiche dominanti risultano vantaggiosi certi scambi: aperture formali e petrolio in cambio di lusso e progresso. Al potere morale e culturale occidentale conviene invece usare la cultura islamica in un gioco di sponda teso a sconfiggere definitivamente il principale nemico interno. Il prezzo da pagare è qualche contorsione retorica di troppo, ma non è un problema. Alla fine la donna occidentale rispetta il potere culturale islamico mettendo un velo di rispetto quando va in Arabia e la donna islamica vissuta in Occidente e che se lo può permettere ricambia partecipando alla marcia delle feministe e dicendo che non c'è religione più femminista dell'Islam.

Spesso parliamo di Occidente e di Islam come se fossero dei monoliti ma in realtà essi sono divisi al loro interno e i giochi di sponda soprattutto a fini di propaganda sono la cosa più normale che esista.

Facciamo un esempio di complessità e di contraddizione: la cultura ebraica prevalente è per tutta una serie di ragioni schierata col potere morale e culturale occidentale corrente e di conseguenza, in Italia, potrà solitamente fare riferimento a giornali come laRepubblica per sostenere certi tesi. Tuttavia quando si parla di conflitto israelo-palestinese accade che il potere morale e culturale corrente è filo palestinese. Allora cosa si fa? O si cerca qualche giornale più di nicchia oppure si diventa più filopalestinesi dei palestinesi.
La realtà non è semplice.
Avatar utente
Giovanni64
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3001
Iscritto il: 09/01/2010, 8:59

Messaggiodi mr-shadow » 08/01/2019, 10:37

Vieri ha scritto:Dire dove sto non é buona cosa poiché dei fatti tuoi a me non ne frega niente e non ti pare di esagerare,....?
Ma perché devo anche dare ascolto ai tuoi sproloqui .


Sei titolare di un dominio internet, e come tale i tuoi dati sono pubblici.
mr-shadow
 

Non è nemmeno buona cosa .......

Messaggiodi Vieri » 08/01/2019, 11:51

mr-shadow ha scritto:
Vieri ha scritto:Dire dove sto non é buona cosa poiché dei fatti tuoi a me non ne frega niente e non ti pare di esagerare,....?
Ma perché devo anche dare ascolto ai tuoi sproloqui .


Sei titolare di un dominio internet, e come tale i tuoi dati sono pubblici.

Non è nemmeno buona cosa....fare la serva andando in giro a dire chi sono, dove sono e cosa faccio,.....ma ce l'hai con me :boh: :risata: :risata: :risata: :risata:
Pax vobiscum..... :addio:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 6267
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi VictorVonDoom » 08/01/2019, 12:14

Beh, comunque anche da noi, con le dovute proporzioni, la zavorra di una medioevale (se non troglodita) ideologia religiosa ci impedisce di riconoscere pienamente ed accettare coppie di fatto, coppie omosessuali e relativi diritti, discussioni e leggi sul fine-vita e aborto, ad esempio...
Dico "fatte le dovute proporzioni" perchè sono già argomenti più "avanzati" rispetto al considerare la donna uno zerbino o una bella donna una strega e bruciarla sul rogo e qualcosa, vivaddio (il riferimento è voluto), inizia a muoversi anche nella "cattolicissima" (solo la Domenica, però) Italia.
Mi sarei aspettato, nell'Anno Domini 2019, una maggiore emancipazione da certe ideologie ma... meglio di niente, dai.
Auspico che i nostri nipoti (o figli perchè no?) possano vivere una situazione migliore sotto questo aspetto.
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Senior
 
Messaggi: 1837
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25

Victor, con me te le vai a cercare.....

Messaggiodi Vieri » 08/01/2019, 12:46

Mi sarei aspettato, nell'Anno Domini 2019, una maggiore emancipazione da certe ideologie ma... meglio di niente, dai.
Auspico che i nostri nipoti (o figli perchè no?) possano vivere una situazione migliore sotto questo aspetto.

Auspico ai miei nipoti la possibilità di assumersi le loro responsabilità sia civili che affettive sposandosi ( in chiesa) e non "convivendo finchè dura..", auspico ai miei nipoti una maggiore attenzione ai valori cristiani, di avere più figli ed offrire una maggiore disponibilità e tolleranza verso il prossimo, auspico ai miei nipoti di vivere sereni senza avere l'unico obiettivo del "dio denaro" e di mettere sempre al primo posto i valori della vera famiglia, auspico ai miei nipoti di "non girare mai la testa dall'altra parte" e di vivere in un contesto sociale di maggiore responsabilità e partecipazione alla vita pubblica.
:grazie:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 6267
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Giovanni64 » 08/01/2019, 13:05

VictorVonDoom ha scritto:Beh, comunque anche da noi, con le dovute proporzioni, la zavorra di una medioevale (se non troglodita) ideologia religiosa ci impedisce di riconoscere pienamente ed accettare coppie di fatto, coppie omosessuali e relativi diritti, discussioni e leggi sul fine-vita e aborto, ad esempio...
Dico "fatte le dovute proporzioni" perchè sono già argomenti più "avanzati" rispetto al considerare la donna uno zerbino o una bella donna una strega e bruciarla sul rogo e qualcosa, vivaddio (il riferimento è voluto), inizia a muoversi anche nella "cattolicissima" (solo la Domenica, però) Italia.
Mi sarei aspettato, nell'Anno Domini 2019, una maggiore emancipazione da certe ideologie ma... meglio di niente, dai.
Auspico che i nostri nipoti (o figli perchè no?) possano vivere una situazione migliore sotto questo aspetto.

Percorsi storici migliori esistono solo nel mondo dei "se". Fatto è che la stessa "massa storica" che ha portato una civiltà in un certo punto, ora, con la sua inerzia, si oppone ad aumento non tollerato di velocità, almeno a giudicare dalla velocità e dalla direzione preferita di alcuni. Non esiste alcun livello o tipo di civiltà a cui si sarebbe dovuti arrivare entro il 2019. Non esistono velocità prestabilite al riguardo. Non esistono circostanze o tempi stabiliti nella roccia entro cui è possibile abortire e oltre il quale no. Non esiste, nemmeno nel potere morale e culturale corrente, un solo modo di intendere molte di queste cose.

A quale potere vorresti affidare queste decisioni? Alla maggioranza stabilita all'interno del potere morale e culturale? O a cos'altro? Cosa è stabilito per il 2019 al riguardo? Se uno manca una sola cosa è strega o troglodita lo stesso oppure può fare tranquillamente outing? Se uno fa parte di una minoranza non religiosa che ritiene ingiusto l'aborto per come lo intendi tu, in un senso o nell'altro, lo può dire o deve essere per forza beccarsi l'ingiuria di "religioso", "troglodita" o "strega"? O conta la (eventuale) religiosità della maggioranza che è contro un certo tipo di aborto per etichettare tutti e basta e non si discute?

Anch'io, però, mi sarei aspettato per il 2019 una maggiore emancipazione da certa ideologia. Ma forse non tanto. Anzi forse no.

Tutto sommato, come dicevo, ci va anche bene perché bastava anche essere appena un po' diversamente liberi per meritarsi la ghigliottina e non solo quella più classica e meno recente.
Avatar utente
Giovanni64
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3001
Iscritto il: 09/01/2010, 8:59

Messaggiodi VictorVonDoom » 08/01/2019, 13:47

Giovanni64 ha scritto:Se uno fa parte di una minoranza non religiosa che ritiene ingiusto l'aborto per come lo intendi tu, in un senso o nell'altro, lo può dire o deve essere per forza beccarsi l'ingiuria di "religioso", "troglodita" o "strega"? O conta la (eventuale) religiosità della maggioranza che è contro un certo tipo di aborto per etichettare tutti e basta e non si discute?


Lo può dire ed è liberissimo di vivere secondo le sue ideologie. Il problema è quando la minoranza, o maggioranza, religiosa impone questa sua visione del mondo alla maggioranza, o minoranza che la pensa diversamente.
Inoltre, se è vero che fin quando parliamo di argomenti molto delicati come il fine-vita o l'aborto non mi sognerei mai di chiamarti troglodita, se sei convinto che un gay va contro natura o l'unione omosessuale sia "peccaminosa" sono libero di etichettarti come "troglodita", pur rispettando la tua libertà di pensarla come vuoi e vivere di conseguenza, rispetto che mi sento autorizzato a non concederti più se, ripeto, imponi la tua visione al resto del mondo.
Mentre concedere questi, o altri, diritti non è un'imposizione, negarli si. Per fare qualche esempio: autorizzare i matrimoni o le unioni gay non significa che tutti saremo costretti a sposare una persona dello stesso sesso. Come regolamentare il diritto di porre fine alla propria vita non significa che saremo tutti gettati nei forni crematori.
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Senior
 
Messaggi: 1837
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25

Victor scusami

Messaggiodi Vieri » 08/01/2019, 15:07

Nonostante i suoi problemi ed i suoi difetti in Italia vige un sistema democratico e dove la maggioranza ( 50 % + 1) degli italiani stabilisce le leggi.
Uno può avere pertanto tutte le ideologie di questo mondo ma deve anche rispettare o meglio accettare queste leggi. Punto e basta.

Quindi non ci sono per me centri di potere occulto e minoranze cattoliche che IMPONGONO scelte diverse ma solo e semplicemente OPINIONI diverse da altri.
Questo non inibisce però il fatto che anche a leggi in vigore, uno non possa esprimere il proprio dissenso e possa procedere anche a fare una campagna di informazione ( come per l'aborto) per cambiare o modificare tali leggi.

Sulla faccenda del "QUORUM" mi sembra poi una emerita fesseria democratica pensare che una minoranza risicata di votanti su una certa legge o provvedimento di interesse nazionale morale e civile possa alla fine stabilire per TUTTI gli altri le regole....
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 6267
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi VictorVonDoom » 08/01/2019, 15:55

Vieri ha scritto:Nonostante i suoi problemi ed i suoi difetti in Italia vige un sistema democratico e dove la maggioranza ( 50 % + 1) degli italiani stabilisce le leggi.
Uno può avere pertanto tutte le ideologie di questo mondo ma deve anche rispettare o meglio accettare queste leggi. Punto e basta.

Quindi non ci sono per me centri di potere occulto e minoranze cattoliche che IMPONGONO scelte diverse ma solo e semplicemente OPINIONI diverse da altri.
Questo non inibisce però il fatto che anche a leggi in vigore, uno non possa esprimere il proprio dissenso e possa procedere anche a fare una campagna di informazione ( come per l'aborto) per cambiare o modificare tali leggi.

Sulla faccenda del "QUORUM" mi sembra poi una emerita fesseria democratica pensare che una minoranza risicata di votanti su una certa legge o provvedimento di interesse nazionale morale e civile possa alla fine stabilire per TUTTI gli altri le regole....


La democrazia è anche, e SOPRATUTTO oserei dire, il rispetto delle minoranze. Quella che intendi tu si chiama dittatura (della maggioranza).
Inoltre ti sbagli, spesso le minoranze sono più rumorose, organizzate, politicamente orientate ed influenti della maggioranza (disinteressata). Dato che la politica liscia il pelo a questi gruppi per interesse elettorale, spesso le minoranze riescono a raggiungere i loro obiettivi (vedasi il "caso vaccini" in Italia).
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Senior
 
Messaggi: 1837
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25

Victor ma che discorsi fai ?

Messaggiodi Vieri » 08/01/2019, 16:46

La democrazia è anche, e SOPRATUTTO oserei dire, il rispetto delle minoranze. Quella che intendi tu si chiama dittatura (della maggioranza).
Inoltre ti sbagli, spesso le minoranze sono più rumorose, organizzate, politicamente orientate ed influenti della maggioranza (disinteressata). Dato che la politica liscia il pelo a questi gruppi per interesse elettorale, spesso le minoranze riescono a raggiungere i loro obiettivi (vedasi il "caso vaccini" in Italia)

Ma che discorso è: dittatura della maggioranza.....Se c'è una legge la devi rispettare. Punto e basta. Se a me per esempio le "unioni civili" le vedo solo come "contratto fra due persone di mutua assistenza" non posso accettare degli stravolgimenti della legge come un "matrimonio" con pari diritti a coppie "uomo-donna" in termini di figli che non sono previsti nella attuale magistratura.

Poi scusami ma se ci sono delle "minoranze vocianti" devono per forza avere ragione loro solo per il fatto che fanno casino più degli altri ?
Ma per favore....se vuoi avere allora sempre ragione, preditela ma rispetta anche le opinioni altrui....
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 6267
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi mr-shadow » 08/01/2019, 16:54

Vieri ha scritto:Sulla faccenda del "QUORUM" mi sembra poi una emerita fesseria democratica pensare che una minoranza risicata di votanti su una certa legge o provvedimento di interesse nazionale morale e civile possa alla fine stabilire per TUTTI gli altri le regole....


Ma se la gente non va a votare è del tutto normale che a determinare il risultato della consultazione sia il 26 o il 29 o il 31% del 51 o 55% degli elettori che ha espresso la propria scelta. Nei referendum costituzionali, dove non può esserci un quorum, può bastare una minima parte del corpo elettorale a scegliere per tutti. E' un problema che sta per porsi in tutta la sua complessità per la determinazione dell'attuale governo di introdurre una modifica della Costituzione per l'introduzione del referendum propositivo. Se andiamo a votare per sostituirci al Parlamento sull'introduzione di una nuova legge quale dovrà essere la soglia minima per riconoscere il risultato? Dovrebbe bastare il 50% + 1?

Vieri ha scritto:Se a me per esempio le "unioni civili" le vedo solo come "contratto fra due persone di mutua assistenza" non posso accettare degli stravolgimenti della legge come un "matrimonio" con pari diritti a coppie "uomo-donna" in termini di figli che non sono previsti nella attuale magistratura.


E in questo caso che fai? Dove va a finire il principio "Se c'è una legge la devi rispettare. Punto e basta."?
mr-shadow
 

Messaggiodi VictorVonDoom » 08/01/2019, 17:15

Vieri ha scritto:
La democrazia è anche, e SOPRATUTTO oserei dire, il rispetto delle minoranze. Quella che intendi tu si chiama dittatura (della maggioranza).
Inoltre ti sbagli, spesso le minoranze sono più rumorose, organizzate, politicamente orientate ed influenti della maggioranza (disinteressata). Dato che la politica liscia il pelo a questi gruppi per interesse elettorale, spesso le minoranze riescono a raggiungere i loro obiettivi (vedasi il "caso vaccini" in Italia)

Ma che discorso è: dittatura della maggioranza.....Se c'è una legge la devi rispettare. Punto e basta. Se a me per esempio le "unioni civili" le vedo solo come "contratto fra due persone di mutua assistenza" non posso accettare degli stravolgimenti della legge come un "matrimonio" con pari diritti a coppie "uomo-donna" in termini di figli che non sono previsti nella attuale magistratura.

Poi scusami ma se ci sono delle "minoranze vocianti" devono per forza avere ragione loro solo per il fatto che fanno casino più degli altri ?
Ma per favore....se vuoi avere allora sempre ragione, preditela ma rispetta anche le opinioni altrui....


Certo che le leggi vanno rispettate, anche se ci possono essere leggi ingiuste (che vanno combattute e disobbedite) decise dalla maggioranza... E noi dovremmo avere una memoria storica a monito di quello che può succedere con la ragione della maggioranza.

Inoltre... Se una cosa non piace a te non la fai tu, non imponi il tuo gusto agli altri.

Per minoranze, poi, intendevo il contrario di quello che pensi tu. Probabilmente i trogloditi alla Adinolfi che osteggiano certi diritti civili sono una minoranza, ma sono piu rumorosi e politicamente compatti della maggioranza disinteressata al problema. Per questo hanno, purtroppo, voce in capitolo.

La sfida è coinvolgere la maggioranza apatica a prendere posizione.
Ultima modifica di VictorVonDoom il 08/01/2019, 17:22, modificato 3 volte in totale.
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Senior
 
Messaggi: 1837
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25

Sempre bastian contrario...

Messaggiodi Vieri » 08/01/2019, 17:16

E in questo caso che fai? Dove va a finire il principio "Se c'è una legge la devi rispettare. Punto e basta."?

L'accetto anche se non la condivido o meglio condivido la "mutua assistenza " ma non certo l'equiparazione ad una famiglia vera ( dai tempi di Adamo ed Eva,....con la "realizzazione" di figli non con "l'amore vero" ma non con la "provetta"...)
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 6267
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi mr-shadow » 08/01/2019, 17:23

La rispetti o no?
mr-shadow
 

Certo...

Messaggiodi Vieri » 08/01/2019, 18:26

mr-shadow ha scritto:La rispetti o no?

Certamente fra due persone che hanno deciso di fare un "contratto di mutua assistenza" ma sicuramente non chiamatelo "matrimonio"....

Per Victor:
Tu pensi ad un "Adinolfi" ( direi innocuo...) ma tutti quelli dei centri sociali che sono sempre contro il "sistema".....in maniera direi mai "non molto pacifica".....?
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 6267
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi mr-shadow » 08/01/2019, 18:35

Vieri ha scritto:
mr-shadow ha scritto:La rispetti o no?

Certamente fra due persone che hanno deciso di fare un "contratto di mutua assistenza" ma sicuramente non chiamatelo "matrimonio"....


Ma io ti sto chiedendo cosa fai se il contratto matrimoniale (ovviamente senza il suggello del sacramento) viene esteso anche a noi gay.
mr-shadow
 

Prossimo

Torna a Fuori Tema

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici