Pagina 1 di 1

Vale la pena vivere?

MessaggioInviato: 05/02/2021, 20:12
di Vieri
Ragazzi, sapete ormai tutti come la penso e sicuramente nel video allegato che è una riflessione di Don Luigi Maria Epicoco, mi assalirete tutti dicendo che faccio la solita e "noiosa" propaganda.

Agli effetti pratici anche se le conclusioni sono ovviamente cattoliche, ho trovato invece una importante riflessione che riguarda sicuramente tutti: dai credenti agli agnostici agli atei per la semplicissima ragione che la morte rappresenta un evento che ci riguarda tutti indistintamente.

Se avrete pertanto la pazienza di ascoltare questo breve filmato, troverete sicuramente degli importanti elementi di riflessione che riguardano la nostra vita.
Grazie

MessaggioInviato: 05/02/2021, 21:04
di MatrixRevolution
Io ribalterei la domanda a lui: Prima di nascere come te la passavi?

MessaggioInviato: 05/02/2021, 21:15
di Sandro
Caro Vieri, tu sai quanto ti apprezzi e ti stimi. Non volermene, ma a Epicoco preferisco Epicuro.

MessaggioInviato: 05/02/2021, 22:41
di deliverance1979
Mah, che dire caro Vieri.
Ognuno ha il suo punto di rottura, oltre il quale non ha senso andare oltre.

C'è chi si deprime e si lascia andare alla prima difficoltà, e chi, nonostante malattie gravi, mille problemi e varie disgrazie o difficoltà, trova la forza (nella religione, o in una propria visione di vita oppure obiettivo), per andare avanti.
Ma se una persona non ha tali capacità, non le vuole, o si è semplicemente stancato di vivere, poichè non trova nessuno scopo nella vita (visto che non ha chiesto ne scelto di nascere), allora, che se ne possa andare via soffrendo il meno possibile, proprio come è venuto al mondo.

Perchè alla fine della fiera, quello che fa paura della morte, è la sofferenza (fisica ed emotiva).

Quindi, alla tua domanda.... Vale la pena vivere?
La risposta più corretta sarebbe: Non sempre. :strettamano:

Grazie caro Deliverance

MessaggioInviato: 06/02/2021, 17:36
di Vieri
Perchè alla fine della fiera, quello che fa paura della morte, è la sofferenza (fisica ed emotiva).

Quindi, alla tua domanda.... Vale la pena vivere?
La risposta più corretta sarebbe: Non sempre. :strettamano:

Caro Deliverance. alla fine anche se la tua risposta finale rappresenta un concetto tragico della vita, rispecchia in effetti tutta la fragilità umana che in molte occasioni notiamo, dalla vita stessa, sembra portata ad un vero e proprio "accanimento verso l'individuo".

Come ben sai, sia dal punto di vista: caratteriale, di fede e di "croci" non si può assolutamente dare dei giudizi su nessuno ed in specialmodo su quelli che al massimo dello sconforto decidono anche verso l'attuazione del suicidio.

Posso dire però che la "fede" intesa anche come accettazione della propria esistenza e speranza in "un qualche cosa di diverso" che non sia la semplice fine della propria vita terrena possa rappresentare un aiuto importante.

Quello che distrugge veramente l'uomo nell'anima è alla fine il sentirsi solo, assolutamente solo e ciò che puo' dare conforto e sicurezze è la speranza di non esserlo mai
Sentimenti questi che solo nella fede puoi trovare.
:strettamano: