Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Il senso d'urgenza e la generazione sovrapposta

Sezione in cui si analizzano le vicende storiche dell'organizzazione

Moderatore: Achille

Il senso d'urgenza e la generazione sovrapposta

Messaggiodi Metallo Pesante » 30/04/2021, 16:42

Parlavo con deliverance1979 e siamo arrivati ad una riflessione comune, e cioè che i vertici watchtoweriani abbiano reinserito la generazione (ma sovrapposta stavolta) per mettere una sorta di fine, comunque, sempre di tipo biologico, alla durata temporale in vista di Armaghedon, e rimettere cos' un pò di pepe al TdG medio, perché, dopotutto, l'odierno CD non è composto da Highlander l'Ultimo degli Immortali e l'Apocalisse, pur più volte rinviata, dovrà pur venire, e tu, caro TdG, non puoi perder tempo in cose frivole.

Mi spiego meglio: con la trovata del novembre 1995 che aboliva "la generazione del 1914" era come se dicessero: "Si, la fine viene, non sappiamo quando ma viene..." e tu intanto ti fai (come molti hanno notato da fuori, primo fra tutti Massimo Introvigne nel suo libro) i fatti tuoi, mandi i figli all'università, fai carriera ecc. Infatti dopo il 1992 (con l'ingresso della WTS all'ONU) e dal 1995 la Torre di Guardia s'è ammorbidita un pelo sull'università.

Però, dal maggio 2005 (e l'ONU lo mollano nel 2001) col discorso di Gerrit Lösch a Monza, cui seguirà una particolare Torre di Guardia uscita se non sbaglio nel mese di ottobre di quell'anno, che conferma quanto detto dal membro del Corpo Direttivo, ricominciano a menarla sull'università, cui seguirà la generazione sovrapposta ecc., rimettono di nuovo il pepe ai TdG col senso d'urgenza ...

Credo che l'insieme di "fine della profezia della generazione del 1914" e l'ingresso dell'ONU abbiano ammorbidito (ma era comunque marketing, percHè se sei una ONG dell'ONU non puoi palesemente vietare l'univerisità ai tuoi adepti), i Testimoni di Geova, e l'uscita dall'ONU gli abbia dato il permesso di ritornare ciò che erano realmente.
Metallo Pesante
Utente Junior
 
Messaggi: 334
Iscritto il: 29/06/2020, 8:17

Messaggiodi Romagnolo » 30/04/2021, 17:45

Raga,....bastava che domandavate a me che già vi rispondevo alla stessa maniera. :risata:
Comunque se si nota, tutte le previsioni profetiche (fallite ) dei tdg sono temporalmente predisposte affinché da una all' altra almeno due generazioni di tdg potessero sperare di essere ancora in vita per vedersi avverare la fine, con quella del 1995 questa aspettativa veniva interrotta introducendo la possibilità di un epoca di durata indeterminata , dal 1914 iniziano gli ultimi giorni e tutte le generazioni in vita da allora possono essere quella buona che vedrà armaghedon ma senza limiti temporali così si può andare avanti anche di secoli, e quindi chi si sbatte più per l' organizzazione se magari il nuovo mondo potrebbe anche arrivare decenni dopo essere morto?
Ecco che con la generazione sovrapposta, nella mente del tdg si riapre la possibilità di incominciare a rifarsi due conti... :blu:
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Utente Gold
 
Messaggi: 6629
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi deliverance1979 » 30/04/2021, 22:17

Secondo me, i TDG con queste manovre, si sono messi dentro la greppia da soli.

Infatti, se è vero che il passaggio dell'intendimento 1914 - 1994 dove i nati intorno all'anno 1914, nella durata della loro vita, avrebbero ricordato la venuta del Regno di Geova (cosa poi non accaduta), a cui fece poi seguito il revisited del 1995, non fece poi tra le fila dei TDG chissà quale scandalo teologico, con defezioni di massa ed abbandoni... come invece anni prime si ebbe a vedere con la mancata venuta della fine nel 1975, quando invece lì si ebbero cali di nuovi adepti e copiose fuoriuscite di TDG delusi.

Ma forse, questo passaggio, ha lasciato dentro questa religione delle ferite invisibili che sono a mio avviso molto più dirompenti...
Infatti a minato la credibilità della visione millenaristica tanto cara al Corpo Direttivo.

Non a caso nel periodo pre 1995, i TDG erano molto più zelanti, aggressivi e pronti a spendersi per tale religione.

Con le nuove generazioni post 1995, che alla fine che cosa aspetterebbero?

La fine imminente? :ironico: :ironico: :ironico:

Detta e ripetuta quante volte?

No, nel 1995 si rompe veramente qualcosa qui in occidente...

Questa religione cresce solo grazie ai nuovi nati, indottrinati a forza e quindi costretti a seguire i ridicoli precetti teocratici dispensati dal Corpo Direttivo tramite i loro genitori.

Quindi tale religione alla fine sarebbe formata da "coscritti obbligati" dal fatto di essere nati in una famiglia di TDG.

Quindi, la doppia vita dilaga, le scappatoie da responsabilità teocratiche (contribuzioni, ore di servizio, carriere spirituali) diventano sempre più la norma.
Senza contare la doppia vita di molti TDG.

Questo porta inevitabilmente ad una futura generazione di TDG ancora peggiore della precedente.

Se poi quelli del Corpo Direttivo hanno provato a correre ai ripari con la "barzelletta teocratica" delle generazioni che si sovrappongono, hanno solo messo la cravatta al porco, o fatto lo shampoo al somaro, come di dice dalle mie parti...

Infatti provano a mantenere in piedi quello che hanno edificato dopo 150 anni (a partire da Russell) di prese per il c..o dottrinali, dove la fine è puntualmente imminente, ma non viene mai...

La prima volta dal 1874 al 1914 con Russell...
Poi dal 1914 al 1994... dopo 80 anni di attesa... ma niente neanche stavolta...
Poi cercano di allungare il brodo con l'intendimento del 1995 (il meno di impatto, ma il più credibile) che arriverà fino al 2007 con l'ultimo revisited sulla sovrapposizione delle generazioni...

Ora che cosa vorrebbero dare d'intendere questi buffoni del Corpo Direttivo, che dopo tutti questi anni, cambi di intendimento, ed esistenze di intere generazioni sacrificate per prepararsi per la venuta di Hamraghedon, la soglia di allerta può essere ancora alta?

Sono come un esercito sbandato e logoro dopo mille sforzi falliti, che ora cercano di andare avanti verso non si sà cosa...

Più passano gli anni, più la loro inadeguatezza teologica e sociale si rivela sempre più marcata...mentre la doppia vita praticata dai molti TDG e il loro disinteresse teologico verso i sacrifici che invece dovrebbero fare i servitori di Dio in periodi apocalittici, li farà prima o poi implodere.
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Gold
 
Messaggi: 6601
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi Giovanni64 » 01/05/2021, 14:27

Come ho detto penso più volte in passato, a me sembra che sia campata per aria tutta la faccenda relativa a questo fantomatico senso di urgenza. Cosa avrebbe fatto Geova secondo la watchtower e di riflesso secondo i tdg? Non solo Geova avrebbe lasciato che la sua parola fosse scritta non da lui né dal suo inviato, non solo avrebbe lasciato che essa fosse poi individuata, propagata e ratificata come tale da un'organizzazione religiosa fondata dal diavolo, ma avrebbe anche privato volutamente del senso di urgenza la gran parte della storia negli ultimi duemila anni, scrivendo esplicitamente che prima del 1914 si poteva stare tranquilli, che Gesù avrebbe tardato di decine di secoli. Certo la Watchtower potrebbe dire che Geova aveva scritto una data contando sul fatto che tanto, pur molto evidente, non l'avrebbero capita. Ma il risultato non cambia: a Geova, secondo la Watchtower, per secoli e secoli non interessava il senso di urgenza, poi improvvisamente si fissa con questo fantomatico senso di urgenza. Ora che senso logico ha mettere in testa a Geova delle cose così strampalate? Perché uno potrebbe anche dire che Geova voleva il senso di urgenza proprio quando ci sarebbe stata davvero urgenza. Ma così non è stato perché ha fatto sì, reiteratamente, che ci fosse senso d'urgenza quando non c'era urgenza. Potrebbe essere logico creare senso di urgenza anche in mancanza di urgenza ma se fosse così allora, come già dicevo, secondo quale logica i tdg fanno dire a Geova che prima del 1914 o insomma prima dell'ottocento non c'era urgenza? Cioè che senso ha tutto questo? Che figura fanno fare a Geova... Ma cose dell'altro mondo...
Avatar utente
Giovanni64
Utente Master
 
Messaggi: 3273
Iscritto il: 09/01/2010, 8:59

Messaggiodi VictorVonDoom » 01/05/2021, 16:08

deliverance1979 ha scritto:Se poi quelli del Corpo Direttivo hanno provato a correre ai ripari con la "barzelletta teocratica" delle generazioni che si sovrappongono


Sei stato troppo educato :risata:

Diciamolo su, è una presa per il culo sfacciata. Chissà come se la ridono li dietro le quinte pensando che c'è chi se la beve davvero e difende questa spiegazione (fino al prossimo cambiamento, ovvio)!
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Master
 
Messaggi: 3413
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25

Il 1914

Messaggiodi Necche » 01/05/2021, 16:29

A voi tutti,
l'ultima domenica di aprile ho assistito per la prima volta ad un discorso, tenuto da un tdg napoletano, dopo l'invito di una tdg. L'oratore ha cominciato con l'insistere ad aver coraggio di battezzarsi, ha parlato delle tentazioni di Gesù nel deserto da parte del diavolo e come Gesù non è sceso a compromessi così dovrebbero i fedeli tdg seguirne l'esempio. E fin qui ci siamo. La solita lezione domande e risposte che si trovano nella torre di guardia e poi la seconda parte del discorso dove si è toccata la famosa data del 1914. Terminata l'adunanza la tdg che mi ha dato l'indirizzo per poter accedere, mi ha telefonato per sapere cosa ne pensavo .Ho puntato il dito sul 1914 e le ho chiesto il versetto in cui è scritta questa data dal momento che si vantava di tutti i versetti che l'oratore aveva citato nella prima parte del suo discorso. Era convintissima che ci fosse e mi ha nominato una Bibbia antica che una signora aveva regalato alla figlia che porta proprio questa data. OK, fammela vedere! Mi ha promesso che mi avrebbe ritelefonato, E' passata una settimana, ma ancora non si è fatta viva.Vi saluto
Necche
Utente Junior
 
Messaggi: 483
Iscritto il: 05/03/2011, 21:20

Messaggiodi Romagnolo » 01/05/2021, 21:44

Ma tu guarda che strano....sta data starebbe in una Bibbia antica (di chissà quale epoca )....ma quindi però non sarebbe nella TnM della Watchtower? Ma che fatto strano...strano veramente. :fronte: :lovebibbia:
Ps:
Se hai assistito a due discorsi tenuti dallo stesso individuo ...allora quello era un sorvegliante viaggiante di Circoscrizione; li fanno solo loro così.
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Utente Gold
 
Messaggi: 6629
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi Giovanni64 » 02/05/2021, 7:31

C'è un gruppo comico su youtube che nonostante faccia delle battute o delle trovate il più delle volte molto "scarse" o banali, pure mi ruba qualche momento e mi regala qualche risata. Non ho ritrovato il video relativo alla battuta che grosso modo ricordo, anche perché probailmente la battuta era contenuta in una serie di altre battute brevi e quindi è difficile da rintracciare.

Comunque sia si tratta di un tema in qualche modo collegato all'argomento in discussione e di cui parlai qualche anno fa su questo forum con romagnolo e cioè del tirare il ballo il fatto che le "misure di tempo" (o di altro) hanno un significato per Dio e un altro significato per gli uomini.

Provo a riassumere la battuta:

Un tizio parla con Dio:

Tizio: Ma è vero che per te un millennio dura quanto un minuto?
Dio: Certo!
Tizio: Ed è vero che per te un milione vale quanto un euro?
Dio: Certo!
Tizio: Oh mio Dio, mi puoi dare un euro?

Dio: Certo! Aspetta un minuto...
Avatar utente
Giovanni64
Utente Master
 
Messaggi: 3273
Iscritto il: 09/01/2010, 8:59

Messaggiodi Morpheus » 02/05/2021, 9:56

Necche ha scritto: mi ha nominato una Bibbia antica che una signora aveva regalato alla figlia che porta proprio questa data. OK, fammela vedere!


Il problema è che la signora l'ha regalata alla figlia che poi ne ha parlato con il cugino il cui padre adottivo è religioso. Quindi il cugino ha preso la Bibbia antica per farla vedere al padre che ha voluto fare una fotocopia e ha chiesto alla figlia di andare da Rocco il tabaccaio a farla, ma Rocco nel vedere quella data '1914' così chiara ed espressa nel calendario gregoriano, stampata sulla Bibbia antica, si è ricordato che sua madre è cabalista e voleva conoscerne il significato. Avendo poco tempo prima del ritorno del padre del cugino della figlia, ha mandato Carlo, il suo secondo genito, dalla madre (di Rocco... non perdetevi e tentare di seguire!), ma Carlo, molto veloce ma sfortunato dalla nascita, è inciampato ed è stato portato in ambulanza all'ospedale dove il dottore ha visto l'antica Bibbia e se l'è intascata per portarla dalla sorella che insegna archeologia, ma non era in casa e la lasciata sul pianerottolo dove un barbone l'ha presa e l'ha venduta ad un rigattiere del mercato delle pulci.
Ora la sorella deve aspettare che venga l'angelo della morte sul macellaio che uscisse il bue che bevve l'acqua che spense il fuoco che bruciò il bastone del cane del gatto del topo, prima che la figlia possa mandare il padre che al mercato la Bibbia comprò.
“I nostri nemici sono stati l’ignoranza e la rassegnazione”. Non so perché, ma ormai è andata così.

Presentazione
Avatar utente
Morpheus
Veterano del Forum
 
Messaggi: 1517
Iscritto il: 13/01/2014, 10:52

Messaggiodi deliverance1979 » 02/05/2021, 10:19

VictorVonDoom ha scritto:Sei stato troppo educato

Diciamolo su, è una presa per il culo sfacciata. Chissà come se la ridono li dietro le quinte pensando che c'è chi se la beve davvero e difende questa spiegazione (fino al prossimo cambiamento, ovvio)!


Vero, se fossero stati intelligenti, quelli del Corpo Direttivo dovevano rimanere con l'intendimento del 1995, forse l'unico a salvare capro e cavolo e far iniziare ai TDG un'epoca di transizione verso una secolarizzazione più morbida.
Ma come ha giustamente fatto notare Metallo Pesante, poi sarebbe mancato il senso di urgenza...

Quindi, nel tentativo di aggiustare il tiro, hanno fatto un doppio danno.

Il primo, facendo un terzo revisited, quello del 2007, con le generazioni sovrapposte, hanno cercato in maniera goffa di dare un'accelerazione millenaristica ad una religione i cui membri, stanno aspettando da 150 anni sto famoso "Nuovo Mondo"....

Il secondo danno è che non accettando una secolarizzazione che ormai è sfacciatamente evidente nelle nuove generazioni, mi immagino tutti coloro che hanno 60 anni o meno, nati in famiglie di TDG, i quali non hanno scelto questo religione, ma gli è stata imposta dai propri genitori o parenti, ormai questi danno per scontate molte cose e cercano di vivere una spiritualità fatta di compromessi, avendo dovuto adattare la propria vita ai diktat imposti loro.
Infatti la doppia vita dilaga, il senso di urgenza è ormai sopito nella massa geovista di seconda o terza generazione, dove ritorna in mente solo allo scoppiare di un nuovo evento geopolitico che ammicca a un qualche "segno dei tempi" biblico, per poi ritornare in letargo qualche mese dopo, ad evento ormai passato.

E qui veniamo ad un punto di non poco conto menzionato da Necche nel suo intervento....

Necche ha scritto:L'oratore ha cominciato con l'insistere ad aver coraggio di battezzarsi, ha parlato delle tentazioni di Gesù nel deserto da parte del diavolo e come Gesù non è sceso a compromessi così dovrebbero i fedeli tdg seguirne l'esempio.


Come mai questa esortazione a battezzarsi?

Hè, semplice...
Perchè una volta fatto il passo, poi i cialtroni del Corpo Direttivo di tengono per le palle, con lo spauracchio dell'ostracismo.
Costringendoti a vivere secondo i loro dettami...

Mentre invece, rimanendo un proclamatore non battezzato, al massimo ti possono togliere i privilegi, ma non possono comminarti "la morte sociale" che invece toccherebbe poi ad un disassociato.
Quindi, prima ti battezzi e prima firmi il patto con il diavolo, ovvero la WTS....(se fosse stato il diavolo quello vero, magari, almeno avevi anche dei vantaggi.... :diablo: :diablo: :diablo: )...

Infatti, la WTS che cosa fa, prima ti fa orbitare con la tua vita (o da neo adepto), o da nato in una famiglia di TDG, intorno al pianeta TDG, dove ti danno dei tempi scanditi da adunanze e incontri religiosi, ti consigliano di frequentare la sola comunità geovista, di sposarti e vivere all'interno di questa comunità, ti sconsigliano di frequentare quelli del mondo, ti mettono addosso mille sensi di colpa e censure che ti faranno evitare molte ambizioni, passioni e opportunità del mondo...
Quindi, quando sei bello che intortato, e dipendente da questo mondo geovista, cosa ti manca?
Il battesimo...
E una volta compiuto questo passo, sei sotto ricatto...perchè se ti ribelli, verrai di colpo escluso, grazie alla disassocione da quanto da te richiesto (se sei un nuovo adepto), oppure obbligato (se sei nato in una famiglia di TDG, cosa che la stragrande maggioranza dei TDG under 50 anni è)

E quelli della WTS, sanno molto bene che ormai, per coloro che sono nati e cresciuti nella WTS, e che quindi non hanno scelto nulla, ma a loro è stato richiesto e obbligato molto, non vogliono responsabilità, o adoperarsi per questa religione, perchè loro imposto.
E cosi torniamo al punto iniziale della discussione.

Il Corpo Direttivo prima, con quelli di noi nati nel 1960-90 e cresciuti in una famiglia di TDG, quindi educati a pane ed Harmagheddon, ci ha "motivato", ad accettare l'educazione con le vaccate teocratiche grazie alla paura dell'Harmagheddon imminente, che doveva avvenire entro il 1994... quindi alla fine noi lo facevamo in vista della fine imminente...
Ma questo leggevamo nelle pubblicazioni come il libro "Potete vivere per sempre su una terra paradisiaca" (del 1982), oppure su "Rivelizazione! Il suo grandioso culmine è vicino" (del 1988)...
Nelle congregazioni di quel tempo si aveva questo senso di urgenza.

Poi nel 1995 qualcosa si è rotto.
Molti di noi, me compreso, all'epoca ancora sedicenne, forse non compresero minimamente tale passaggio, anche perchè nei 16 anni precedenti eri stato educato ad immaginare che la fine fosse veramente prossima.
Molti di noi, presero quel nuovo intendimento come un revisited che serviva per prolungare l'attesa di qualche anno, d'altronde, per la fine del XX secolo mancavano ancora pochi anni...

Ma i danni di quel passaggio, che infransero di un colpo, l'attesa tanto sperata dai TDG, che abbracciava un periodo di 80 anni, dal 1914 al 1994, lasciò comunque degli strascichi psicologici di non poco conto, che si stanno vedendo oggi.

La mossa goffa del Corpo Direttivo, compiuta nel 2007, di dare una sterzata millenaristica, con un nuovo senso di urgenza, è appunto stata una presa per il culo, come giustamente dice Victor, per due motivi...
Il primo perchè hanno sconfessato il vecchio conteggio degli Unti, che per 72 anni era stato dato per certo come "FINITO NEL 1930-35"...
Il secondo è perchè la parola IMMINENZA prendeva l'ennesima strada del ridicolo...
La fine era stata dichiarata imminente nei 137 anni prima, quando dal 1870 Russell fonda questo movimento evangelico-millenaristico...

Quante generazioni sono state quindi intortate da questa motivazione relativa all'imminenza della fine, senza poi ricordare "una beneamata cippa di ca..o"? :ciuccio: :ciuccio: :ciuccio:

Che pagliacci, che buffoni...
E questi sono sempre quelli che ogni anno ricevono la testimonianza dello Spirito Santo, non scordiamocelo mai...
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Gold
 
Messaggi: 6601
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36


Torna a La storia dei Testimoni di Geova

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici