Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Rutherford: galanteria con le donne e rispetto per la mamma? No, grazie!

Sezione in cui si analizzano le vicende storiche dell'organizzazione

Moderatore: Achille

Rutherford: galanteria con le donne e rispetto per la mamma? No, grazie!

Messaggiodi Metallo Pesante » 20/05/2021, 15:12

Ieri parlavamo della misoginia di Rutherford. Lo sapevate che per il presidente della Watch Tower Bible and Tract Society of Pennsylvania, non solo l'emancipazione femminile era un disegno demoniaco, ma serviva per rammollire e rendere effeminati i maschi della congregazione con smancerie romantiche? Dove viene riportato? Nel libro Vindication, vol. I, che citeremo nell'edizione italiana:

Le donne rendono gli uomini simili a scimmie o a dei gonzi. Gli uomini sono diventati effeminati, si lasciano facilmente influenzare e hanno perduto la loro virilità e la loro fermezza negli affari dello stato come nella famiglia. Quando, per esempio, una donna entra in una stanza dove gli uomini stanno seduti a tavola, tutti si alzano in piedi per renderle omaggio, e così le danno un posto superiore all’uomo. Gli uomini si levano il cappello entrando in ascensore se una donna è presente; queste cose sono considerate come atti di rispetto che dinotano buona educazione nell’uomo. Ma è cosa artificiosa, ed il vero significato di tale comportamento è molto diverso da quello confessato. È uno stratagemma di Satana per allontanare gli uomini da Dio e dalla sua regola che prescrive quale dev’essere la posizione dell’uomo e della donna. Il Signore ha dichiarato che nessun effeminato erediterà il Regno del cielo. (1 Cor. 6:9) Ciò dimostra che la consuetudine di rendere omaggio alle donne non proviene da Dio, ma bensì dal suo irreducibile nemico. È una verniciatura di ossequio, e perciò è pratica più che artificiosa.[1]


Mi chiedo se Rutherford, l’autore di quello che all’epoca era percepito dai seguaci come “cibo spirituale a suo tempo” – o forse il suo probabile “ghostwriter”, Frederick William Franz, dal 1920 alla Betel di Brooklyn e dal 1926 nel comitato editoriale in veste di ricercatore biblico e autore per le pubblicazioni della Società –[2] abbia mai meditato su 1 Pietro 3:7 (“Similmente voi, mariti, vivete con le vostre mogli con la comprensione dovuta alla donna, come al vaso più debole, e onoratele perché sono coeredi con voi della grazia della vita, affinché le vostre preghiere non siano impedite”), brano molto citato dai moderni Testimoni. Non solo: nel 1938 esortò i sostenitori a posticipare il matrimonio e la gravidanza dopo Armaghedon,[3] il che, secondo lo studioso Tony Wills, provocò un forte pregiudizio comunitario tra i Testimoni di Geova dell'epoca contro il matrimonio. Coloro che erano sposati, dice Wills, erano considerati deboli nella fede.[4] In una convention del Missouri del 1941 citò la descrizione delle donne usata da Rudyard Kipling come "uno straccio, un osso e una ciocca di capelli".[5] Ma il brano più sconcertante di Vindication è quello in cui l’autore, condizionando tutt’oggi il comportamento dei moderni Testimoni, si scaglia contro la festa della mamma, descritta come parte di un piano per allontanare le persone da Dio:

Il cosiddetto ‘Giorno della Madre’ fu osservato in America per la prima volta nel 1914, precisamente l’anno che il mondo di Satana finì ed egli seppe che gli rimaneva poco tempo per prepararsi per la grande battaglia d’Harmaghedon. Inducendo il popolo a rendere onore e culto speciale alle madri, il Diavolo faceva un passo molto marcato verso lo scopo a cui mirava, che era quello di allontanare il popolo dal culto a Dio… In tutte le chiese oggi si festeggia il ‘Giorno della Madre’, ma in nessuna viene insegnato che Geova Iddio è il Padre, che la ‘madre’ è la sua organizzazione e che tutto l’onore e la gloria sono dovuti a Lui… La celebrazione del ‘Giorno della Madre’ sembra cosa del tutto innocente, anzi, benefica. Ma il popolo ignora che l’astuta mano di Satana vi ha influenza.[6]


Sulla festa della mamma, tutt’oggi vietata ai Testimoni, si parla inffatti dell’

“Antiscritturale adorazione della madre e del padre – [dato che] In nessun punto della Bibbia si trova che i genitori debbano essere adorati, o che si debba osservare un Giorno del Padre e un Giorno della Madre in loro onore. (…) il Giorno della Madre, prende nome da Maia, demone adorata dai pagani. (…) I veri uomini hanno grande rispetto e grande amore per tali madri, ma la loro adorazione essi la tributano a Geova Dio. (…) Né l’uomo né la donna dovrebbero essere adorati se fanno il bene, perché fare il bene è un dovere”.[7]


“Le feste che tendono a idoleggiare certi uomini (padri, madri, “santi”, e così via), richiamando tutta l’attenzione su di loro, sono contrarie ai principi biblici”.[8]


Infatti, i TdG non "adorano" né la mamma, né il papà, né i nonni, nonostante nella Bibbia si dica di onorarli. Ma adorano sin dai tempi di Rutherford una multinazionale editoriale che pubblica certe cose...

Note

[1] Joseph Franklin Rutherford, Rivendicazione, vol. I, Brooklyn, NY, International Bible Students Association, 1931, p. 146.
[2] Sono ipotesi fatte da Barbara Anderson, Testimone di Geova dal 1954 al 1997 e, dal 1982 al 1992 membro della Famiglia Betel di Brooklyn, dove negli ultimi suoi tre anni di attività alla sede mondiale ha svolto ricerche per la stesura del libro Testimoni di Geova, proclamatori del Regno di Dio (1993), scrivendo anche per la rivista Svegliatevi! Ora si occupa degli abusi sessuali sui minori all'interno della sua ex religione, e ciò ha avuto come risultato una serie di interviste presso le maggiori reti televisive e radiofoniche degli Stati Uniti in qualità di voce critica della politica di abusi sessuali fra i Testimoni di Geova. Nella sua autobiografia la Anderson scrive che, durante le ricerche in vista della stesura del libro Proclamatori, “Ci fu poi quella volta in cui dovetti fare ricerche in un grande armadio d'archivio nell'ufficio del quarto presidente della Watchtower Society, Fred Franz; a quel tempo lui era già in cattive condizioni di salute e cieco e non usava più il suo ufficio. Vi trovai delle lettere che gli aveva scritto il Presidente Rutherford negli anni trenta. In una c'era una domanda che Rutherford aveva posto a Franz, la cui risposta gli serviva per il numero in uscita della rivista. In ogni edizione vi era una colonna contenente le risposte di Rutherford a domande che riguardavano specifiche questioni bibliche; e la lettera mi confermò il fatto che era Franz, che nel 1926 divenne membro del comitato editoriale in qualità di ricercatore biblico e di scrittore della Società, il vero autore delle risposte alle domande delle quali Rutherford poi si prendeva il merito. La lettera era precisa. Non chiedeva a Franz di fare ricerche in merito, ma di rispondere alla domanda per la successiva pubblicazione nella colonna della rivista. Mi chiesi allora quanti dei ventitré libri e sessantotto opuscoli che Rutherford diceva di aver scritto fossero veramente usciti dalla sua penna, e quanti, invece, fossero in realtà stati scritti da Franz?” - Barbara Anderson, Le scoperte di Barbara Anderson. Un’ex Testimone di Geova informata dei fatti e diretta testimone degli inganni, trad. di Sergio Pollina, Infotdgeova.it, https://www.infotdgeova.it/le-scoperte-di-barbara-anderson.html
[3] The Watchtower, 15 novembre 1938, p. 346.
[4] Tony Wills [Timothy White], A People for His Name: A History of Jehovah's Witnesses and an Evalutation, Lulu, 2007, p. 138
[5] Barbara Grisutti Harrison, Visions of Glory – A History and Memory of Jehovah's Witnesses, Simon & Schuster, 1978, cap. 3.
[6] Joseph Franklin Rutherford, Rivendicazione, vol. I, cit., p. 146.
[7] Svegliatevi!, 8 ottobre 1956, pp. 24, 25.
[8] Accertatevi di ogni cosa. Attenetevi a ciò che è eccellente, Brooklyn, NY, Watch Tower Bible and Tract Society of Pennsylvania, 1974, p. 187.
Metallo Pesante
Utente Junior
 
Messaggi: 395
Iscritto il: 29/06/2020, 9:17

Messaggiodi Tranqui » 20/05/2021, 15:20

Vogliono far sparire le vecchie pubblicazioni wts che strano :test:

Presentazione


Dicono che la distanza fortifichi, non lo so se è così, so solo che la voglia di rivederti è tanta, di stringerti a me e non lasciarti andare più


Immagine
Avatar utente
Tranqui
Utente Gold
 
Messaggi: 6287
Iscritto il: 14/02/2013, 17:32

Messaggiodi Gocciazzurra » 20/05/2021, 15:34

Una notevole e vergognosa forma di razzismo! :bleah:
Immagine

Le parole troveranno credito quando i fatti daranno certezze. (Socrate)

Un po' di me Immagine
Avatar utente
Gocciazzurra
Moderatore
 
Messaggi: 5851
Iscritto il: 10/06/2009, 22:09

Messaggiodi Metallo Pesante » 20/05/2021, 16:32

Tranqui ha scritto:Vogliono far sparire le vecchie pubblicazioni wts che strano :test:


Mah, facci caso: nel database della Biblioteca Online della Watchtower, e mi limito alla lingua italiana, le Torre di Guardia le abbiamo dal 1950, e stranamente le Svegliatevi! dal 1970. E prima? Beh, con argomentazioni di questo tipo, sarebbe veramente imbarazzante spiegare le cose ai propri adepti. E chi ha la premura di leggersi materiale del giudice Rutherford o del pastore Russell? Pochissimi. Non è vietato, ma il TdG medio non è avvezzo a certe cose, e senz'altro l'organizzazione non lo incoraggia: per sapere la storia della Società, bastano alcuni articoli, alcune rubriche fotografiche sulle riviste o libri che ricostruiscono, a modo loro, la storia del geovismo.
Metallo Pesante
Utente Junior
 
Messaggi: 395
Iscritto il: 29/06/2020, 9:17

Messaggiodi Mauro1971 » 23/05/2021, 10:54

Rutherford non ha voluto svelarlo ai tempi, ma gli uomini che si levano il cappello in ascensore portano pantaloni attillati.
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)
"Io riconosco di essere un dilettante nella misura in cui io cerco ricavare diletto da tutto ciò che faccio" (Philo Vance)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Platinium
 
Messaggi: 10563
Iscritto il: 11/01/2011, 14:44


Torna a La storia dei Testimoni di Geova

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici