Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

"Senza fallo"

La Bibbia dei Testimoni di Geova è davvero una traduzione fedele ed accurata delle Sacre Scritture?

Moderatore: polymetis

"Senza fallo"

Messaggiodi Achille » 30/06/2020, 17:11

Se cercate nell'indice delle pubblicazioni della WTS, questa espressione ricorre 224 volte.
Anche qui, la vecchia TNM anziché tradurre "certamente", "di sicuro", usando termini italiani moderni e comprensibili, usava questo strano modo di esprimersi che suona anche abbastanza ridicolo.
Per esempio, ecco cosa si legge in un articolo:

*** w70 1/12 p. 729 parr. 18-19 Una nazione felice e prospera sotto la Legge di Dio ***
18 La vita era considerata sacra sotto la Legge. L’assassino volontario non poteva in nessun modo essere prosciolto. Doveva esser messo a morte senza fallo. Difatti in Numeri 35:30-33 leggiamo riguardo a quelli che fuggivano nelle città di rifugio: “Ognuno che colpisca mortalmente un’anima dovrebbe essere ammazzato come assassino per bocca di testimoni, e un solo testimone non può attestare contro un’anima per farla morire. E non dovete prendere nessun riscatto per l’anima di un assassino che merita di morire, poiché senza fallo dovrebbe esser messo a morte. ... (Si veda Numeri 35:9-15, 26-29)... Il rapitore nelle cui mani era trovata una persona o che aveva venduto il rapito come schiavo doveva esser messo a morte senza fallo. — Eso. 21:16; Deut. 24:7.


In italiano sembra quasi che si dica che la persona dovesse essere prima evirata e poi messa a morte :blu:

Comunque nessuno oggi, nel comune linguaggio moderno, sia scritto che parlato, dice "senza fallo" per riferirsi a qualcosa di sicuro.
Per esempio:

Domanda: "Ci vediamo domani?"
Risposta: "Senza fallo!"

Se qualcuno vi rispondesse in questo modo, gli ridereste in faccia :risata:
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 13707
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Hanno troppi falli per la testa.

Messaggiodi sandrosolustri » 30/06/2020, 19:53

Se il Corpo D. dovesse avere traduttrici femmine, possiamo capire, altrimenti è una traduzione fallace.
Num. 35:31 <...deve essere fatto morire>
Eso. 21:16 <...sarà messo a morte>
Consulto molto spesso la traduzione della Bibbia ebraico-italiano di Rav Disegni in quanto Maestro di ebraismo e traduttore, coadiuvato da un pool di analoghi esperti. Quanto sopra è tratto dalla sua traduzione senza falli.
sandrosolustri
Utente Junior
 
Messaggi: 505
Iscritto il: 30/06/2019, 11:55

Messaggiodi MatrixRevolution » 30/06/2020, 21:37

Dai, cerchiamo di non infierire. Io li proscioglierei dalle accuse per insufficienza... Penale! :risata: :risata: :risata:
Iscriviti al gruppo: Testimoni di Geova su Facebook
Avatar utente
MatrixRevolution
Responsabile Tecnico del Forum
 
Messaggi: 1724
Iscritto il: 14/06/2009, 18:42
Località: Roma

Messaggiodi Socrate69 » 30/06/2020, 21:42

Achille, questa la potevi tranquillamente mettere in "Umorismo" :ironico:
L'ignorante afferma, il saggio dubita, il sapiente riflette - Aristotele

Presentazione
Avatar utente
Socrate69
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4218
Iscritto il: 18/12/2013, 15:44

Messaggiodi Achille » 01/07/2020, 5:01

Achille ha scritto:... Difatti in Numeri 35:30-33 leggiamo riguardo a quelli che fuggivano nelle città di rifugio: “Ognuno che colpisca mortalmente un’anima dovrebbe essere ammazzato come assassino per bocca di testimoni, e un solo testimone non può attestare contro un’anima per farla morire. E non dovete prendere nessun riscatto per l’anima di un assassino che merita di morire, poiché senza fallo dovrebbe esser messo a morte. ...
La TNM inglese diceva "whitout fail", che viene reso "senza fallo". Ancora una volta il traduttore automatico ha colpito. Provate anche voi ad inserire il testo inglese in google translator:

And YOU must take no ransom for the soul of a murderer who is deserving to die,+ for without fail he should be put to death

Google translator:

E tu non devi riscattare l'anima di un assassino che merita di morire, + poiché senza fallo dovrebbe essere messo a morte

Praticamente identico alla versione pubblicata in "italiano" dalla WTS.
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 13707
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Achille » 01/07/2020, 8:06

Le stesse osservazioni si possono fare in merito ad un'espressione simile che veniva usata diverse volte (23 per l'esattezza) nella TNM: "Per certo".

Alcuni esempi:

(Genesi 37:7-10) .... 8 E i suoi fratelli gli dicevano: “Regnerai per certo su di noi, o dominerai per certo su di noi?”... Dovremo io e anche tua madre e i tuoi fratelli venire per certo a inchinarci a terra davanti a te?”

Nessuno si esprime in questo modo in italiano.
Nella TNM del 2017 il "per certo" è scomparso:

(Genesi 37:8-10) .... 8 Allora i suoi fratelli gli dissero: “Vuoi forse dire che regnerai su di noi e ci dominerai?” ... Vuoi dire davvero che io, tua madre e i tuoi fratelli dovremmo venire a inchinarci a terra davanti a te?”

Nel versetto 8, dove "per certo" ricorreva due volte, non c'è più niente. Nel versetto 10 c'è un "davvero" al posto di "per certo".

Anche qui il traduttore automatico ha fatto danni. Ecco il testo inglese:

And his brothers began to say to him: “Are you going to be king over us for certain?+ or, Are you going to dominate over us for certain?”... “What does this dream that you have dreamed mean? Am I and also your mother and your brothers for certain going to come and bow down to the earth to you?”

L'edizione inglese del 2013 dice:

His brothers said to him: “Are you really going to make yourself king over us and dominate us?”... “What is the meaning of this dream of yours? Am I as well as your mother and your brothers really going to come and bow down to the earth to you?”

Nella nuova traduzione ora non seguono più pedissequamente il testo inglese. In questo caso hanno omesso un "really" (davvero) nel versetto 8, mettendoci un "forse" che ha un significato piuttosto diverso.

Comunque, anche in questo caso, la TNM 1967 e successive edizioni non era certo scritta in un italiano moderno, chiaro e comprensibile.
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 13707
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Tranqui » 01/07/2020, 17:57

mia nonna pensava che silo fosse il silos :felice: :risatina:
Presentazione
Immagine


La notte d’estate ha un sorriso leggero e si siede su un trono di zaffiro.

Barry Cornwall
Avatar utente
Tranqui
Utente Master
 
Messaggi: 5371
Iscritto il: 14/02/2013, 16:32

Messaggiodi Neca » 01/07/2020, 18:00

sandrosolustri ha scritto:Se il Corpo D. dovesse avere traduttrici femmine, possiamo capire, altrimenti è una traduzione fallace.
Num. 35:31 <...deve essere fatto morire>
Eso. 21:16 <...sarà messo a morte>
Consulto molto spesso la traduzione della Bibbia ebraico-italiano di Rav Disegni in quanto Maestro di ebraismo e traduttore, coadiuvato da un pool di analoghi esperti. Quanto sopra è tratto dalla sua traduzione senza falli.

Probabilmente guardano parecchie partite di calcio! Lì si parla molto di falli! :risata:
Presentazione Se violenti una donna o un bambino, violenti te stesso! Ma tu non vuoi farti del male, vero? Allora smettila di violentare ed uccidere donne e bambini! Solo i vigliacchi lo fanno!
Avatar utente
Neca
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3269
Iscritto il: 18/04/2012, 10:56

Messaggiodi Quixote » 01/07/2020, 20:38

Sono anche questi casi di forme asseverative che cercano di rendere un infinito assoluto ebraico, che abbiamo notato a proposito di «positivamente» in Gn. 2, 17. Nel caso di «senza fallo», anzi, il verbo è lo stesso, muth, ‘morire’. Mi ricorda un po’ i Promessi sposi, quando Manzoni fa dire a Renzo «posso aver fallato», che verrà poi ripreso testualmente nella trasposizione televisiva del romanzo diretta da Sandro Bolchi, nel 1966. A distanza di anni Nino Castelnuovo, che interpretava Renzo, ebbe a dire che ci fu una lunga discussione se mantenerlo o meno, proprio perché era un arcaismo che suonava intollerabile al gusto moderno. Il «per certo» invece di “davvero” (ingl. indeed, actually, dunque nella Riveduta, donc nella Darby, pur nella Diodati, ma anche spesso omesso) mi pare meno grave. Quanto a «forse» è chiaramente retorico, e lo si trova in alcune Bibbie spagnole o portoghesi (¿Acaso reinarás sobre nosotros? ecc. La Biblia de las Américas); potrebbe anche starci, ma sarebbe meglio non alternarlo a «davvero», perché viene eliminato il parallelismo originario (infatti la Biblia de las Americas, coerentemente a 37,10 traduce «¿Acaso yo, tu madre y tus hermanos vendremos a inclinarnos hasta el suelo ante ti?». La TNM 2017 è disarmante, per la sua ingenua e dispersiva corrività.
Καὶ ἠγάπησαν οἱ ἄνθρωποι μᾶλλον τὸ σκότος ἢ τὸ φῶς.
E gli uomini vollero piuttosto le tenebre che la luce.
GIOVANNI, III, 19. (G. Leopardi, La ginestra, esergo)
======================================
Primo postPresentazioneStaurós: palo o croce? (link esterno)
Avatar utente
Quixote
Moderatore
 
Messaggi: 4370
Iscritto il: 15/08/2011, 22:26
Località: Cesena

Messaggiodi Giovanni64 » ieri, 7:17

Achille ha scritto:Comunque nessuno oggi, nel comune linguaggio moderno, sia scritto che parlato, dice "senza fallo" per riferirsi a qualcosa di sicuro.
Per esempio:

Domanda: "Ci vediamo domani?"
Risposta: "Senza fallo!"

Se qualcuno vi rispondesse in questo modo, gli ridereste in faccia :risata:


Però c'è da dire anche questo...

Domanda: "Ci vediamo domani?"
Risposta: "Col cavolo!"

"Col cavolo!" è un modo per dire "Certamente no!"

Ne consegue che un modo per dire "Certamente sì!" potrebbe essere: "Senza cavolo!" o "Altro che cavolo!", ovvero sia, in maniera forse più cruda: "Senza fallo!"
:sorriso:
Avatar utente
Giovanni64
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3193
Iscritto il: 09/01/2010, 8:59

Messaggiodi Quixote » ieri, 7:53

No. Potrebbe esserlo logicamente ma non lo è di fatto, Di fatto nessuno ti risponderà, «senza cavolo» o «altro che cavolo», perché non è nell’uso, né nella storia della lingua. Viceversa potrebbe risponderti «senza fallo», ma, considerato l’arcaismo, capiresti a volo che sta ironizzando. Nemmeno è da tutti: potrei dirlo io, che queste cose le conosco bene, ma quanti altri? Come potrei anche dire, in un raptus occasionale «senza cavolo». Ma sarebbe troppo occasionale per entrare nella langue, ovvero nel sistema linguistico condiviso. Esistono termini ed espressioni, di effimera moda che andavano 20 anni or sono, ma che già si van perdendo. Roba per storici della lingua. Ad ogni modo non leggo la connessione fra «col cavolo» (che è negativo), e con «senza fallo» (che viceversa è positivo, vale per sí, come OK, certo, mi sta bene o altre mille espressioni di questo tipo). Beninteso cavolo è un eufemismo per non dire caxxo…
Καὶ ἠγάπησαν οἱ ἄνθρωποι μᾶλλον τὸ σκότος ἢ τὸ φῶς.
E gli uomini vollero piuttosto le tenebre che la luce.
GIOVANNI, III, 19. (G. Leopardi, La ginestra, esergo)
======================================
Primo postPresentazioneStaurós: palo o croce? (link esterno)
Avatar utente
Quixote
Moderatore
 
Messaggi: 4370
Iscritto il: 15/08/2011, 22:26
Località: Cesena

Messaggiodi Giovanni64 » ieri, 9:13

Ma infatti le mie "connessioni" erano tirate fuori solo per sorriderci su, nessuna seria pretesa. Lo dico nel caso in cui ci fosse qualche dubbio al riguardo. In ogni caso il mio intervento scherzoso è servito se non altro a stimolare le tue interessanti osservazioni.
Avatar utente
Giovanni64
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3193
Iscritto il: 09/01/2010, 8:59

Messaggiodi Mario70 » ieri, 13:33

Achille ha scritto:Se cercate nell'indice delle pubblicazioni della WTS, questa espressione ricorre 224 volte.
Anche qui, la vecchia TNM anziché tradurre "certamente", "di sicuro", usando termini italiani moderni e comprensibili, usava questo strano modo di esprimersi che suona anche abbastanza ridicolo.
Per esempio, ecco cosa si legge in un articolo:

*** w70 1/12 p. 729 parr. 18-19 Una nazione felice e prospera sotto la Legge di Dio ***
18 La vita era considerata sacra sotto la Legge. L’assassino volontario non poteva in nessun modo essere prosciolto. Doveva esser messo a morte senza fallo. Difatti in Numeri 35:30-33 leggiamo riguardo a quelli che fuggivano nelle città di rifugio: “Ognuno che colpisca mortalmente un’anima dovrebbe essere ammazzato come assassino per bocca di testimoni, e un solo testimone non può attestare contro un’anima per farla morire. E non dovete prendere nessun riscatto per l’anima di un assassino che merita di morire, poiché senza fallo dovrebbe esser messo a morte. ... (Si veda Numeri 35:9-15, 26-29)... Il rapitore nelle cui mani era trovata una persona o che aveva venduto il rapito come schiavo doveva esser messo a morte senza fallo. — Eso. 21:16; Deut. 24:7.


In italiano sembra quasi che si dica che la persona dovesse essere prima evirata e poi messa a morte :blu:

Comunque nessuno oggi, nel comune linguaggio moderno, sia scritto che parlato, dice "senza fallo" per riferirsi a qualcosa di sicuro.
Per esempio:

Domanda: "Ci vediamo domani?"
Risposta: "Senza fallo!"

Se qualcuno vi rispondesse in questo modo, gli ridereste in faccia :risata:


All'epoca dei giudici e dei re, gli israeliti si divertivano a tagliare i prepuzi di chi uccidevano:

1 Samuele 18:25 Allora Saul disse: «Riferite a Davide: Il re non pretende il prezzo nuziale, ma solo cento prepuzi di Filistei, perché sia fatta vendetta dei nemici del re». Saul pensava di far cadere Davide in mano ai Filistei. 26 I ministri di lui riferirono a Davide queste parole e piacque a Davide tale condizione per diventare genero del re. Non erano ancora passati i giorni fissati, 27 quando Davide si alzò, partì con i suoi uomini e uccise tra i Filistei duecento uomini. Davide riportò i loro prepuzi e li contò davanti al re per diventare genero del re. Saul gli diede in moglie la figlia Mikal

Me li immagino li con le spade a spogliarli uno per uno e zac... Alla faccia del Dio amorevole...
In questi casi quindi "essendo messo a morte senza fallo" glielo tagliavano proprio tutto? :risatina:
«Ortodossia vuol dire non pensare, non aver bisogno di pensare. Ortodossia e inconsapevolezza son la stessa cosa.»

(1984) George Orwell
Avatar utente
Mario70
Utente Master
 
Messaggi: 5964
Iscritto il: 10/06/2009, 20:28
Località: Roma

Messaggiodi Giovanni64 » ieri, 18:10

Mario70 ha scritto:All'epoca dei giudici e dei re, gli israeliti si divertivano a tagliare i prepuzi di chi uccidevano

Meno male che dopo tanti secoli certe scritture, pur essendo ancora ritenute sacre, svolgono quasi solo una funzione simbolica o ornamentale, mentre è rifiutata l'atroce violenza che spesso veicolano e promuovono.
Avatar utente
Giovanni64
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3193
Iscritto il: 09/01/2010, 8:59


Torna a La Traduzione del Nuovo Mondo, la Bibbia dei Testimoni di Geova

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici