Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Grazie ai TdG!

In questa sezione si possono segnalare gli aspetti positivi esistenti sia negli insegnamenti che nel comportamento dei TdG

Moderatore: Francesco Franco Coladarci

Grazie ai TdG!

Messaggiodi Bicchiere mezzo pieno » 10/07/2010, 21:59

Parlavamo oggi con Reny2000 del fatto che spesso non vengono mai evidenziati gli aspetti positivi dei TdG all'interno di questo spazio virtuale. E' pur vero che a guardare bene le riviste e le pubblicazioni, se per questo, non troviamo mai una sola cosa positiva indicata dalla WTs nei confronti degli ex-TdG, perciò non vedo perchè i TdG dovrebbero essere elogiati dagli "apostati" che secondo loro sono solo malvagi e non hanno nessuna qualità positiva.

Però è anche vero che l'onestà intellettuale spinge a essere obiettivi. Perciò, sebbene non sia necessario perchè già ci pensano loro ad autoincensarsi, traggo spunto dall'osservazione di Reny per parlare di alcuni aspetti positivi legati al culto dei TdG.
Premetto che non intendo dire che negli stessi aspetti anche altri culti non diano il loro contributo, solo che nella mia vita e nella mia maturazione da infante ad adulto è stato proprio il culto dei TdG a darmi ottimi benefici.

Grazie ai TdG ho imparato a leggere la Bibbia. Certo qualcuno obietterà che se avessi fatto parte di un qualunque altro culto come gli Avventisti o gli Evangelici, avrei ottenuto lo stesso risultato. Può essere, io su questo non discuto, però intanto, sono stati loro ad accostarmi nella prima volta della mia vita alla lettura della Bibbia e alla meditazione su Dio e sulle risposte alle domande esistenziale (Chi siamo? Da dove veniamo? Qual è lo scopo della nostra vita?).

Grazie ai TdG ho imparato a stare lontano da vizi deleteri, come droga, fumo e alcool. E' vero che magari anche se non avessi fatto parte dei TdG, forse, essendo che sono comunque una persona con la testa sulle spalle, magari questi vizi non li avrei comunque presi. Però sta di fatto che la mia infanzia e la mia adolescenza le ho passate insieme ai TdG, ed è stato grazie all'influenza positiva dei loro insegnamenti che non sono entrato nelle trappole di vizi come questi.

Grazie ai TdG ho imparato per la prima volta anche il valore del sacrificio nei confronti di Dio. Infatti non è facile assistere tre volte la settimana alle adunanze (adesso due volte ma prima erano tre), fare lo studio personale, lo studio familiare, prepararsi per tutte le adunanze mentre stai andando a scuola o hai un lavoro secolare alle spalle. Erano sacrifici che ho imparato a fare per amore di Dio, e anche se adesso non faccio più parte del loro culto, sono contento dei sacrifici che ho fatto perchè so con certezza che Dio li ha apprezzati visto che con cuore sincero li facevo proprio per Lui.

Insomma aspetti positivi ce ne sono stati (almeno nello specifico della mia esperienza di vita personale) e sarei un disonesto intellettuale a non ammetterlo. Con questo ovviamente non voglio dire che se non fossi cresciuto con loro sarei stato un disgraziato che a Dio non ci teneva, drogato, fumatore e magari alcolizzato. Però sta di fatto che nella mia vita ci sono stati loro e la partenza per il cristianesimo l'ho fatta con loro.

D'altronde sarebbe sciocco pensare che tutto quello che abbiamo trascorso nella nostra vita all'interno della WTS sia tutto negativo senza nulla da salvare. E' come distruggere parte di noi stessi rigettando parte di ciò che siamo stati in passato. Invece ciò che siamo stati e il percorso che abbiamo fatto (bello o brutto che sia) ci hanno condotti a essere quello che siamo oggi e quindi non c'è assolutamente nulla di perso.

Ecco perchè bisogna sempre guardare il bicchiere mezzo pieno e non come mezzo vuoto, perchè lo spirito positivo è quello che fa la differenza fra una persona serena e una persona pessimista. Senza contare che lo spirito negativo a volte può anche diventare patologico e condurre, come molto spesso succede in questi ultimi tempi, a malattie come la depressione. Vedere il bene anche nel male è una filosofia che ogni persona dovrebbe fare propria. Sicuramente la qualità della vita ne ha molto di vantaggio.
Bicchiere mezzo pieno
Utente Senior
 
Messaggi: 753
Iscritto il: 20/09/2009, 18:11

Messaggiodi Linus » 11/07/2010, 3:13

Io ti dico sinceramente che visto come sto' adesso non ho proprio nulla da ringraziare ai TdG anzi.
Non trovo niente di positivo in una religione che crea gravi danni psicologici nelle persone,almeno nel mio caso.
Linus
 

Messaggiodi Gabriella Prosperi » 11/07/2010, 5:45

Bicchiere mezzo pieno ha scritto:D'altronde sarebbe sciocco pensare che tutto quello che abbiamo trascorso nella nostra vita all'interno della WTS sia tutto negativo senza nulla da salvare. E' come distruggere parte di noi stessi rigettando parte di ciò che siamo stati in passato. Invece ciò che siamo stati e il percorso che abbiamo fatto (bello o brutto che sia) ci hanno condotti a essere quello che siamo oggi e quindi non c'è assolutamente nulla di perso.
.

Vero!
E' il concetto che chi, uscito con le ossa rotte da questo movimento, non deve dimenticare.
Le esperienze non vanno mai rigettate, ci devono, anzi, servire per migliorarci, per non dimenticare che sacrifici, rigore morale, fede, non sono valori da buttare anche se impiegati in una società fallace.
Rimangono sempre nostri valori.
Gabriella
La cosa più difficile a questo mondo? Vivere! Molta gente esiste, ecco tutto.Oscar Wilde
Presentazione
Avatar utente
Gabriella Prosperi
Utente Platinium
 
Messaggi: 14678
Iscritto il: 11/06/2009, 5:16

Messaggiodi geronimo » 11/07/2010, 7:26

condivido pienamente quello che dici, e ti spiego il perchè.
Quando mi sono avvicinato ai TG, avevo 19 anni e mi sono interessato insieme a buona parte della mia compagnia.
Immaginate un ingresso in congregazione di un gruppo di giovani composto da quattro ragazze e quattro ragazzi (oggi la metà del gruppo è ancora tg).
Eravamo tutti ragazzi con le crisi esistenziali tipiche di quegli anni e alcuni di noi aveva seri problemi comportamentali e con problemi di varie dipendenze.
E' vero che se in quegli anni ci fossimo avvicinati a qualche altra religione o movimenti che insegnavano dei valori ci saremmo comunque lasciati plasmare, ma ciò non toglie che proprio entrando nei TG, quasi tutti noi abbiamo modificato pienamente alcuni comportamenti deleteri, e abbiamo imparato ad avere atteggiamenti più tolleranti e meno aggressivi.
Poi nel corso degli anni abbiamo comunque imparato varie cose positive come dici tu, fra cui leggere la Bibbia, essere persone affidabili come lavoratori, padri, mariti, figli.
Questo non cancella comunque anche tutta una serie di episodi negativi che hanno lasciato l'amaro in bocca e che sono comunque convinto si sarebbero potuti incontrare in qualsiasi altro ambiente che avremmo frequentato.
Lo dico perchè ho avuto amici ciellini, bambini di dio, alcuni hanno fatto parte di scientology, altri fatto carriera nello sport...
TUTTI, DICO... TUTTI, hanno in un modo o nell'altro descritto oggi la loro vita come la descriviamo noi fuoriusciti dai TG, cioè con aspetti positivi e altri negativi.
Vero che forse se hai un carattere un poco debole uscire dai Tg è più dannoso e difficile da sopportare per l'ostracismo a cui sei sottoposto, ma vi garantisco che parecchi miei amici hanno subito dei forti danni emotivi per delle VIGLIACCATE che hanno subito nel MONDO DELLO SPORT...
ciao
Avatar utente
geronimo
Nuovo Utente
 
Messaggi: 59
Iscritto il: 06/02/2010, 14:48

No ! Grazie !

Messaggiodi mancagraziella » 11/07/2010, 9:51

Non sono una tdg ,non sono un apostata ,sono semplicemente una madre ! Sò comprendere il bene dal male ,l'onestà dalla disonestà , ma non cè amore dove non cè rispetto ! Personalmente parlando con onestà intellettuale che mi spinge ad essere obiettiva ,devo dire che prima che diventasse tdg ,mia figlia non fumava ,non si drogava ,non beveva ,era una ragazza seria e onesta è se lei è così non è merito dei tdg !Quanti sogni infranti ! Quante amicizie lasciate ! certamente ora è molto istruita a riguardo della letteratura made Wts !Magra consolazione quando non è neanche libera di fare la sua vita ,fare le sue scelte in piena libertà !Quando mia figlia sè nè ando da casa sai cosa dissero i tdg : Non sei contenta ! Sicuramente tua figlia non farà una cattiva strada !!!!!!!!!!! :inca: :inca:
caro Bicky fammi dire un ultima cosa cè una grande differenza tra l'insegnare e il manipolare e il condizionare ,un arte a cui io dico : no ! grazie ! Quando si costruisce un edificio e guardi solo l'apparenza bella ,la parte esteriore , e non si guarda alle fondamenta su cui ci si basa ,prima o poi crollerà ! Grazia :timido:

Ps Far sentire le persone in colpa solo perchè non conoscono la Bibbia ,lasciamelo dire è ingiusto , si può essere anche buoni cristiani essendo semplicemente noi stessi ,amando il prossimo ,liberi di amare ,liberi di imparare ,liberi di sbagliare ,liberi di ricercare Dio non solo nei versetti imparati a memoria o nelle dottrine di uomini , o esempi di riviste ,ma semplicemente perchè amiamo e ricerchiamo Dio con semplicità ,col cuore .
Avatar utente
mancagraziella
Utente Senior
 
Messaggi: 665
Iscritto il: 18/07/2009, 10:06

Messaggiodi Bicchiere mezzo pieno » 11/07/2010, 11:05

Per mancagraziella e Lucius:

ho capito benissimo le vostre esperienze di vita così come capisco il fatto che in alcune esperienze ci possano essere stati solo dei risvolti negativi. D'altra parte ogni esperienza è a sè e sarebbe assurdo proiettarla sul conto di tutti gli altri. Io parlavo della mia esperienza e di come in alcuni casi ci siano stati degli effetti positivi all'interno del culto dei TdG. Parlo di me stesso e di altri che possono aver avuto, nonostante il male affrontato, comunque degli effetti positivi.
L'esperienza di Geronimo, che come me adesso non crede nella WTS e nel suo culto, è una prova che alcuni lati del culto dei TdG possono aver aiutato alcuni a migliorare il loro carattere.
Con questo non voglio ovviamente dire allora che tutto il negativo non esista.
Ciò che tu dici, Graziella, lo condivido, ma a come si dice "non tutto il male viene per nuocere".

Comunque questa sezione esiste per mettere in luce gli aspetti positivi del culto TdG. Se chi ha creato il forum ha messo questa sezione anche lui riconosce obiettivamente che degli aspetti positivi ci siano. Se non abbiamo riscontrato nulla di positivo si può anche evitare di postare nella sezione e scrivere la propria esperienza in altre sezioni del forum perchè altrimenti si perde l'obiettivo di questa sezione.

Mi dispiace molto ovviamente per la situazione tua familiare e per le difficoltà che si sono venute a creare per lo spirito fondamentalista che ha coinvolto tua figlia.
Bicchiere mezzo pieno
Utente Senior
 
Messaggi: 753
Iscritto il: 20/09/2009, 18:11

Messaggiodi Gabriella Prosperi » 11/07/2010, 11:13

Non tutte le esperienze si assomigliano, perchè ognuno di noi è unico, i trascorsi sono diversi, i nostri rapporti con famigliari ed amici dipendono dalla nostra personalità, dal nostro vissuto.
Da cui, anche una esperienza quale l'appartenenza a questo culto, può lasciare riconoscenza o rigetto, a seconda, appunto di come siamo.
Ma qualsiasi esperienza legata ad un obiettivo che ci siamo proposti (o, come nel caso dei Testimoni di seconda o terza generazione) che ci è stato imposto deve, una volta raggiunto un equilibrio, essere analizzata in tutte le sue sfaccettature.
Dobbiamo elaborarla, insomma, perchè, rigettandola in toto, butteremmo il bimbo con l'acqua sporca e, in questo caso, il bimbo siamo noi.
Ci vuole tempo, e il tempo varia per ognuno, ma credo ne valga la pena.
Gabriella
La cosa più difficile a questo mondo? Vivere! Molta gente esiste, ecco tutto.Oscar Wilde
Presentazione
Avatar utente
Gabriella Prosperi
Utente Platinium
 
Messaggi: 14678
Iscritto il: 11/06/2009, 5:16

Messaggiodi geronimo » 11/07/2010, 11:47

Gabriella, condivido pienamente, quello che tu esprimi è quanto vorrei che la mia bimba capisse!
E' lodevole infatti incoraggiare le persone alla positività... ogni esperienza di vita anche la più amara, può lasciare un insegnamento per proseguire la vita più completi, tutti dovremmo imparare ad essere in assoluto positivi, qualunche vissuto intraprendiamo, per mantenere o costruirci un equilibribrio saldo, specialmente con le negatività che la vita elargisce.
Essere positivi è un'essenza importante necessaria per percorrere un sano cammino in questa vita tanto difficile.
Ma purtroppo ognuno di noi è diverso, proprio per i suoi vissuti e per come percepisce e assimila sulla propria pelle le proprie esperienze, ci sono persone molto, molto sensibili a cui il negativo sentito sulla propria pelle è stato TROPPO!!! ed ora è INSORMONTABILE e... come è difficile far loro comprendere il lato positivo della vita vissuta, anche se sanno benissimo che possono rimetterci la vita non cambiando percezione delle cose! perchè .... quanto vale una vita così distrutta per loro? ...poco purtroppo o niente oramai!!

Moglie di Geronimo.
Avatar utente
geronimo
Nuovo Utente
 
Messaggi: 59
Iscritto il: 06/02/2010, 14:48

Messaggiodi Gabriella Prosperi » 11/07/2010, 12:09

geronimo ha scritto:Ma purtroppo ognuno di noi è diverso, proprio per i suoi vissuti e per come percepisce e assimila sulla propria pelle le proprie esperienze, ci sono persone molto, molto sensibili a cui il negativo sentito sulla propria pelle è stato TROPPO!!! ed ora è INSORMONTABILE e... come è difficile far loro comprendere il lato positivo della vita vissuta, anche se sanno benissimo che possono rimetterci la vita non cambiando percezione delle cose! perchè .... quanto vale una vita così distrutta per loro? ...poco purtroppo o niente oramai!!

Moglie di Geronimo.

Ed è qui che noi come società ed individui singoli dobbiamo impegnarci ad aiutare chi è sprofondato in questo abisso.
Dobbiamo, perchè lo sento come un dovere, impegnarci a far loro comprendere che ognuno è prezioso così come è e non è vero che le amarezze subite ci possono spegnere, ma devono darci la forza di superare i momenti bui.
Le stesse forze che ci opprimono sono di intensità uguale alle risorse che abbiamo a disposizione per rinascere.
Le malattie dell'anima si curano anche con l'amore.
Gabriella
La cosa più difficile a questo mondo? Vivere! Molta gente esiste, ecco tutto.Oscar Wilde
Presentazione
Avatar utente
Gabriella Prosperi
Utente Platinium
 
Messaggi: 14678
Iscritto il: 11/06/2009, 5:16

Messaggiodi geronimo » 11/07/2010, 12:19

Gabriella Prosperi ha scritto:
geronimo ha scritto:Ma purtroppo ognuno di noi è diverso, proprio per i suoi vissuti e per come percepisce e assimila sulla propria pelle le proprie esperienze, ci sono persone molto, molto sensibili a cui il negativo sentito sulla propria pelle è stato TROPPO!!! ed ora è INSORMONTABILE e... come è difficile far loro comprendere il lato positivo della vita vissuta, anche se sanno benissimo che possono rimetterci la vita non cambiando percezione delle cose! perchè .... quanto vale una vita così distrutta per loro? ...poco purtroppo o niente oramai!!

.... Le stesse forze che ci opprimono sono di intensità uguale alle risorse che abbiamo a disposizione per rinascere.
Le malattie dell'anima si curano anche con l'amore.
Gabriella



Grazie della profonda riflessione ... quante volte, stò pensando mentre scrivo queste cose, anch'io ben sapendo dell'utilità dell'essere positivi, dimentico (anche per sfinimento) di continuare ad esserlo...mentre è importantissimo farlo non solo per noi ma sopratutto per chi vicino e attorno a te non riesce a farlo!
Un abbraccio.
Moglie di Geronimo
:ok:
Avatar utente
geronimo
Nuovo Utente
 
Messaggi: 59
Iscritto il: 06/02/2010, 14:48

Messaggiodi elghorn84 » 11/07/2010, 12:20

Mi dispiace, ma non condivido l'impostazione di base del tuo ragionamento.

Dai per accertata la presenza di Dio, un Dio simile a quello inteso dai testimoni, un Dio che osserva quel che fai ed è lì con il lapis in mano che mette i segni "più" o "meno" sul foglietto in base a come ti comporti.

Dai per scontata la veridicità della Bibbia, lo intendi non come un testo letterario ma come fonte della Verità custode dei segreti del mondo.

Infine, dai per ovvia la bontà (e naturalmente la correttezza storica) del cristianesimo.

Se avessi queste certezze, quelle che mi pare di capire hai te, sinceramente sarei rimasto testimone. Cristianesimo per cristianesimo, verità assoluta per verità assoluta, allora tanto valeva restare lì dentro dove (mi dispiace per loro) la Bibbia viene studiata e presa alla lettera molto più che altrove.
elghorn84
Utente Junior
 
Messaggi: 211
Iscritto il: 24/09/2009, 12:07

Messaggiodi Trianello » 11/07/2010, 12:30

elghorn84 ha scritto:Se avessi queste certezze, quelle che mi pare di capire hai te, sinceramente sarei rimasto testimone. Cristianesimo per cristianesimo, verità assoluta per verità assoluta, allora tanto valeva restare lì dentro dove (mi dispiace per loro) la Bibbia viene studiata e presa alla lettera molto più che altrove.


E questo la dice lunga su quanto il tuo modo di pensare risenta dell'indottrinamento della WTS, nonostante il tuo ateismo conclamato.
Presentazione

Deus non deserit si non deseratur

Augustinus Hipponensis (De nat. et gr. 26, 29)
Avatar utente
Trianello
Utente Master
 
Messaggi: 3356
Iscritto il: 10/06/2009, 22:45

Messaggiodi Bicchiere mezzo pieno » 11/07/2010, 12:34

elghorn84 ha scritto:Mi dispiace, ma non condivido l'impostazione di base del tuo ragionamento.

Dai per accertata la presenza di Dio, un Dio simile a quello inteso dai testimoni, un Dio che osserva quel che fai ed è lì con il lapis in mano che mette i segni "più" o "meno" sul foglietto in base a come ti comporti.

Dai per scontata la veridicità della Bibbia, lo intendi non come un testo letterario ma come fonte della Verità custode dei segreti del mondo.

Infine, dai per ovvia la bontà (e naturalmente la correttezza storica) del cristianesimo.

Se avessi queste certezze, quelle che mi pare di capire hai te, sinceramente sarei rimasto testimone. Cristianesimo per cristianesimo, verità assoluta per verità assoluta, allora tanto valeva restare lì dentro dove (mi dispiace per loro) la Bibbia viene studiata e presa alla lettera molto più che altrove.


Caro Elghorn,

L'impostazione del mio ragionamento di base vale anche per coloro che non si sentono più cristiani, perchè il fatto di avere avuto una tutela da vizi quali il fumo, la droga e l'alcool è sempre un beneficio indipendentemente dalla strada "spirituale" intrapresa. Conosco molte persone atee e agnostiche che sono giudiziose e assennate; se sono diventate così grazie anche all'aiuto di un culto religioso non c'è nulla di male a dare i meriti a tale culto, qualunque esso sia, sia che sia una religione "normale" o una setta. Escludi quindi se vuoi il fatto che grazie ai TdG ho imparato le prime cose della Bibbia e il senso del valore del sacrificio verso Dio (che poi comunque mi ha anche aiutato a dare valore al sacrificio verso il prossimo perciò anche questo, da un punto di vista totalmente agnostico/ateo è sempre stato un risultato positivo).

Per quanto riguarda la scelta di fede, evidentemente tu hai perso fiducia nel cristianesimo in toto allontanandoti per questi motivi dai TdG, per questo non ti interessa fare dei distinguo fra una forma di cristianesimo e l'altro (rispetto il tuo modo di pensare ovviamente).
Ma questo è il tuo percorso, non il mio.
Personalmente ho compreso che il cristianesimo è diverso dagli insegnamenti dei TdG e quindi li ho abbandonati. Come dice Gabriella, ognuno ha il suo percorso.

Se però oggi non sono un fumatore, non sono un ubriacone, non sono un drogato, non sono un maleducato, ecc (cosa buone che credo che valgano anche al di fuori del cristianesimo stesso), essendo che l'infanzia e l'adolescenza (gli anni della mia formazione personale) li ho trascorsi all'interno dei TdG allora non posso riconoscere gli effetti benefici che mi ha dato la loro frequentazione.

Con questo, ripeto, non voglio dire che se fossi stato evangelico, avventista, musulmano o addirittura agnostico o ateo, non avrei coltivato questi giusti modi di fare; solo che nella mia esperienza personale ho conosciuto i TdG e ho tratto beneficio sul mio comportamento grazie ai consigli dati dalla WTS! L'onestà intellettuale mi obbliga a riconoscere questo fatto. Come dicevo "non tutto il male viene per nuocere".
Ultima modifica di Bicchiere mezzo pieno il 11/07/2010, 12:52, modificato 2 volte in totale.
Bicchiere mezzo pieno
Utente Senior
 
Messaggi: 753
Iscritto il: 20/09/2009, 18:11

Messaggiodi Bicchiere mezzo pieno » 11/07/2010, 12:37

Trianello ha scritto:
elghorn84 ha scritto:Se avessi queste certezze, quelle che mi pare di capire hai te, sinceramente sarei rimasto testimone. Cristianesimo per cristianesimo, verità assoluta per verità assoluta, allora tanto valeva restare lì dentro dove (mi dispiace per loro) la Bibbia viene studiata e presa alla lettera molto più che altrove.


E questo la dice lunga su quanto il tuo modo di pensare risenta dell'indottrinamento della WTS, nonostante il tuo ateismo conclamato.


Per Elghorn e Trianello:

vi prego di non trasformare questo topic in un confronto fra credenti e atei, perchè sarebbe decisamente OT. Lo scopo di questa sezione è parlare degli aspetti positivi che ci sono nel culto dei TdG, chiaramente per chi ne ha riscontrati nella propria esperienza di vita. Chi non ne ha riscontrati non ha senso che partecipi a questa sezione; ci sono tutte le altre sezioni dove ne può parlare.
Bicchiere mezzo pieno
Utente Senior
 
Messaggi: 753
Iscritto il: 20/09/2009, 18:11

Messaggiodi Trianello » 11/07/2010, 13:27

Bicchiere mezzo pieno ha scritto:
Per Elghorn e Trianello:

vi prego di non trasformare questo topic in un confronto fra credenti e atei, perchè sarebbe decisamente OT. Lo scopo di questa sezione è parlare degli aspetti positivi che ci sono nel culto dei TdG, chiaramente per chi ne ha riscontrati nella propria esperienza di vita. Chi non ne ha riscontrati non ha senso che partecipi a questa sezione; ci sono tutte le altre sezioni dove ne può parlare.


:piange: :piange: :piange:
Presentazione

Deus non deserit si non deseratur

Augustinus Hipponensis (De nat. et gr. 26, 29)
Avatar utente
Trianello
Utente Master
 
Messaggi: 3356
Iscritto il: 10/06/2009, 22:45

Messaggiodi Giovanni da Fasano » 11/07/2010, 13:49

Linus ha scritto:Io ti dico sinceramente che visto come sto' adesso non ho proprio nulla da ringraziare ai TdG anzi.
Non trovo niente di positivo in una religione che crea gravi danni psicologici nelle persone,almeno nel mio caso.

:quoto100: e ti diro di più, ci sono migliaia di casi come il tuo(tantissimi appunto di mia conoscienza)ma molte persone non pubblicano in "piazza" le loro esperienze, un pò x vergogna e un po per delusione che gli ha causato questa "religione", percio nn c'è niente di buono x mè :strettamano: giovanni
Avatar utente
Giovanni da Fasano
Veterano del Forum
 
Messaggi: 1145
Iscritto il: 21/09/2009, 14:53
Località: Fasano (BR)

Messaggiodi elghorn84 » 11/07/2010, 13:50

Bicchiere mezzo pieno ha scritto: Se però oggi non sono un fumatore, non sono un ubriacone, non sono un drogato, non sono un maleducato, ecc (cosa buone che credo che valgano anche al di fuori del cristianesimo stesso), essendo che l'infanzia e l'adolescenza (gli anni della mia formazione personale) li ho trascorsi all'interno dei TdG allora non posso riconoscere gli effetti benefici che mi ha dato la loro frequentazione.

Con questo, ripeto, non voglio dire che se fossi stato evangelico, avventista, musulmano o addirittura agnostico o ateo, non avrei coltivato questi giusti modi di fare; solo che nella mia esperienza personale ho conosciuto i TdG e ho tratto beneficio sul mio comportamento grazie ai consigli dati dalla WTS! L'onestà intellettuale mi obbliga a riconoscere questo fatto. Come dicevo "non tutto il male viene per nuocere".


Infatti, se hai visto, non ho avuto nulla da ridire su questo: neanche io fumo, non ho problemi con l'alcol o con la droga, sono una persona educata e rispettosa degli altri. Ed è grazie all'educazione che ho ricevuto, che mi hanno dato i miei genitori, testimoni ferventi e convinti. Lo dico sempre, e ne sono convinto. Anche se per i figli che un giorno avrò impartirò lo stesso tipo di educazione ma senza metterci di mezzo Dio, torri di guardia e comitati giudiziari. Perché si può crescere bene anche senza la religione.

Ho "contestato" il resto dei tuoi ragionamenti: ad esempio, dai per positivo il fatto che hai imparato a leggere la Bibbia; per me di positivo in un libro del genere c'è poco, il vecchio testamento è una specie di guerriglia continua dei buoni contro i cattivi, stermini di massa, razzismo, xenofobia, maschilismo, superstizione. teocrazia che quella iraniana se la mangia a colazione, continua delega del proprio libero arbitrio a un Dio vendicativo e geloso.
Insomma, per me è come dire "grazie perché nella mia infanzia nel Movimento Sociale mi hanno insegnato ad apprezzare il Mein Kampf".

Certo, poi c'è l'esempio del Cristo, quello possiamo anche salvarlo in buona parte, anche se restano questioni storiche (è mai esistito davvero?) da risolvere, e non so se mai ne saremo capaci. Ma per me resta tutto nell'ambito della letteratura, anche i Miserabili è un bel libro ma non ci fondo sopra una religione.

Trianello: non mi mettere in mezzo a questioni dottrinali perché, detto in simpatia, non me ne frega veramente nulla. Ho solo detto che se dobbiamo davvero prendere la Bibbia alla lettera, a me pare che i testimoni siano quelli più avanti. E per quanto mi riguarda non è certo una bella cosa. Senza considerare, poi, se l'interpretazione da loro portata avanti sia quella corretta o meno. Ma, ripeto, non me ne interessa per niente.
elghorn84
Utente Junior
 
Messaggi: 211
Iscritto il: 24/09/2009, 12:07

Messaggiodi mancagraziella » 11/07/2010, 17:23

Bicchiere mezzo pieno ha scritto:Per mancagraziella e Lucius:

ho capito benissimo le vostre esperienze di vita così come capisco il fatto che in alcune esperienze ci possano essere stati solo dei risvolti negativi. D'altra parte ogni esperienza è a sè e sarebbe assurdo proiettarla sul conto di tutti gli altri. Io parlavo della mia esperienza e di come in alcuni casi ci siano stati degli effetti positivi all'interno del culto dei TdG. Parlo di me stesso e di altri che possono aver avuto, nonostante il male affrontato, comunque degli effetti positivi.
L'esperienza di Geronimo, che come me adesso non crede nella WTS e nel suo culto, è una prova che alcuni lati del culto dei TdG possono aver aiutato alcuni a migliorare il loro carattere.
Con questo non voglio ovviamente dire allora che tutto il negativo non esista.
Ciò che tu dici, Graziella, lo condivido, ma a come si dice "non tutto il male viene per nuocere".

Comunque questa sezione esiste per mettere in luce gli aspetti positivi del culto TdG. Se chi ha creato il forum ha messo questa sezione anche lui riconosce obiettivamente che degli aspetti positivi ci siano. Se non abbiamo riscontrato nulla di positivo si può anche evitare di postare nella sezione e scrivere la propria esperienza in altre sezioni del forum perchè altrimenti si perde l'obiettivo di questa sezione.


Mi dispiace molto ovviamente per la situazione tua familiare e per le difficoltà che si sono venute a creare per lo spirito fondamentalista che ha coinvolto tua figlia.



No ,caro Bicky ,tu non puoi capire ! Scusa se il mio post è stato fuori luogo ! Grazia :timido:
Avatar utente
mancagraziella
Utente Senior
 
Messaggi: 665
Iscritto il: 18/07/2009, 10:06

Messaggiodi deliverance1979 » 11/07/2010, 18:40

Il concetto è molto semplice, si può trarre aspetti positivi da qualsiasi esperienza, anche la più negativa.....

I TDG per come li abbiamo conosciuti noi, tra chi è entrato di sua iniziativa e chi invece come mè è stato arruolato a forza, sono stati un'esperienza forte per molti campi della vita.....

Diversità dal mondo che ci circonda e quindi anticonformismo.....

Predicazione ed adunanze che se ripetute a sedute continue disciplinano......

Lettura di bibbia e pubblicazioni varie ed istruzione alla scuola di ministero, tutte cose che per quanto strampalate esse possano essere, se fatte con una certa costanza innalzano di un minimo la dialettica, la padronanza di linguaggio e la cultura della persona, a differenza di molti mediocri che eccetto i titoli della gazzetta dello sport affiancati da foto esplicative del titolo stesso oltre non vanno......

Il discutere e dibattere con le persone del campo su argomenti filosofici e teologici penso che in minima parte aiutino la persona a sviluppare delle qualità espositive....

Questi ed altri pochi aspetti, esercitati da persone che hanno comunque un minimo di capacità e che non vanno all'adunanza stile ebete che dopo 20 anni di frequentazione a tutte le adunanze e le assemblee non sanno spiccicare due parole o fare dei commenti più o meno logici senza ripetere a pappardella le solite cose stampate, sicuramente migliorano alcune abilità della persona....

Certo se consideriamo il prezzo pagato per i benefici ricevuti, notiamo che la disparità di qualità prezzo è disarmante, però visto che alla fine questo percorso volenti o noltenti lo abbiamo vissuto, per lo meno godiamone quel minimo di positivo che abbiamo appreso o che siamo stati in grado di sfruttare.... :strettamano:

PS per Elghorn84: Condivido su molti aspetti quanto detto da te, per quanto riguardo i TDG e la loro frequentazione, soprattuto negli anni 70-80, in famiglie e o congregazioni invasate, loro le chiamerebbero zelanti, è paragonabile psicologicamente alle esperienze di una guerra, dove al termine di un conflitto, ogni soldato trae le sue conlusioni in base alla sua personalità ed al suo carattere e dove tutti pur combattendo sullo stesso fronte hanno reazioni diverse....

Per quanto riguarda la bibbia per esempio io apprezzo molto di più la sana e vecchia giustizia del vecchio testamento e la capacità di rispondere occhio per occhio (quando serve e quando occorre)....ma forse questo perchè vivendo in una famiglia di mediocri e purtroppo di "timorosi" che sotto molti aspetti hanno scelto la via del cosidetto perdono e non violenza, ho visto il cristianesimo come un movimento da poveri sfigati figli dei fiori che, preferiscono scappare sempre di fronte a molti problemi e situazioni con lo lo slogan di pace e amore per non affrontare mai la situazione......o peggio, il cristiano non si vendica perchè la vendetta appare ad un Dio che non si sà se esite o meno....e per questo inutile..... :strettamano:

scusate lo sfogo
Ultima modifica di deliverance1979 il 11/07/2010, 18:55, modificato 1 volta in totale.
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Gold
 
Messaggi: 6653
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi Artemio Inarte Emio » 12/07/2010, 12:37

Mah! Penso che sia anche una questione di punti di vista. Se uno vuol vedere il male o il bene, li vede dappertutto. Quante volte, per fare un esempio, anche davanti ad un lutto grave, come la perdita di un figlio o di un genitore, il bravo fratello vede il buono anche dove manca. C'è chi, volendo incoraggiare, parla della risurrezione e consiglia di non fare "scene che potrebbero far pensare che noi non abbiamo alcuna speranza quando , invece, la speranza ce l'abbiamo...." In questo modo, se voglio vedere le cose in maniera positiva, penso che il mio caro sarà destato nel giorno stabilito da Dio e l'unico obiettivo che ho nella zucca è quello di fare il possibile per poterlo riabbracciare. Mi impegnerò maggiormente nelle attività cristiane ecc... Può essere un bene. In questo modo, però, a mio avviso, non posso "metabolizzare" bene questo grave dolore. Non posso sentirmi "perso" per la mancanza di chi amavo e mi manca, perchè non dimostrerei fede nel provvedimento divino. Non posso disperarmi liberamente, perchè sarei "misurato" su quanta fede ho ecc... Risultato: perdi chi amavi e, se non stai attento, ti dimentichi di andare a trovarlo al cimitero, perchè tanto , prima o poi lo riincontrerai. La WT ti fa vivere sempre al futuro, facendoti dimenticare il presente! Se davvero ha influenzato così positivamente la nostra vita con i suoi insegnamenti, mi domando perchè, ancora oggi, molti di noi stanno così male... E questione di punti di vista... Io non ho mai fumato in vita mia: ringrazio chi me l'ha insegnato. Non mi sono mai preso una sbronza: faccio ancora un inchino a chi me l'ha insegnato. Come queste cose, non ne ho mai fatte altre, tipo rubare, mentire, fornicare ecc. Tutte cose che ancora adesso non faccio perchè ho la testa di non farle. D'altra parte, ci sono fratelli che praticano queste cose di nascosto. Quindi non è la WT in sè che ti porta ad essere un "cittadino meglio".... Siamo sempre noi a decidere. Altro esempio: "il fratello Donato, fratello quadrato". Quando si incontravano i fratelli "coi paraocchi", quelli che, abitualmente, venivano classificati "quadrati", come li consideravate? Degli invasati? O dei fratelli che avevano una spiritualità spiccatamente superiore alla vostra? Erano loro ad essere troppo quadrati o eravamo noi ad essere troppo "rotondi"? Poi mi sono reso conto che la vita è fatta anche di altre piccole cose. E, a volte, sono proprio quelle che la WT dipingeva come brutture del mondo (ad esempio le amicizie. Mi son sempre domandato se davvero mi mancasse la capacità di giudizio, visto che tutti si sentivano in obbligo ad avvisarmi del potenziale pericolo...) In definitiva, se volevo fare del male o comportarmi male, l'avrei potuto fare anche mentre frequentavo la Sala del Ragno. Viceversa, se voglio fare del bene e comportarmi di conseguenza, non sono libero di farlo se sono al di fuori della WT: solo loro sono nel giusto e possono farlo. NON MI PARE MOLTO POSITIVO... A voi la meditazione...
Il sonno della ragione genera mostri
Avatar utente
Artemio Inarte Emio
Nuovo Utente
 
Messaggi: 162
Iscritto il: 16/06/2010, 18:02
Località: BRIANZA!

Messaggiodi nelly24 » 12/07/2010, 21:30

Sono la prima che cerca lati positivi in tutti e in tutto.
Voi sapete che sono cresciuta durante il comunismo. Senza i miei nonni tdg non avrei mai conosciuto la Bibbia, Gesú Cristo, quello che insegnava e nemmeno Jehova (come avevo giá spiegato questo nome sta scritto nella mia Bibbia cattolica stampata in GB e in italiano si traduce Geova). :strettamano:
Conosco coppie che prima di diventare tdg avevano problemi: il marito picchiava la miglie, beveva. :piange: ...diventando tdg la situazione é cambiata del tutto, la vita matrimoniale é piú serena, niente litigi, niente alcool, niente percosse. :appl:
Dall´altra parte .....
Nel 1971 a Ljubljana c´era un sorvegliante che viaggiava tantissimo e a casa aveva un grosso pastore tedesco dal pelo lungo di 11 anni. Gli faceva pena e cosí decise di darlo via. Lo conoscevamo di vista e mio padre si era fatto avanti per adottare questo cagnolone :bacino: . Cosí é arrivato nella nostra vita il nostro primo cane. :ok: Questo sorvegliante disse a mia madre che AVREBBE POTUTO REGALARE IL CANE anche ad un unto di Zagabria ma non voleva farlo - perché sapeva che lo avrebbe PICCHIATO!!! :triste: :inca:
Dunque....essere o non essere tdg....qual´é la differenza? :conf:
Secondo me non c´é! Se siamo buoni o cattivi lo siamo sia quá che lá, abbiamo bisogno della spinta giusta e il bene in noi esce allo scoperto, ma se si é aggressivi, lo si rimane anche facendo salti mortali!!! Anche se ti definisci unto, puoi essere una persona spregevole. :uffa:
Personalmente sono convinta che sarei stata la stessa anche non avendo conosciuto i tdg - con la differenza che non avrei sofferto per 35 anni!!
«Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi.»
C'è una forza motrice più forte del vapore, dell'elettricità e dell'energia atomica: la volontà.Albert Einstein
"Mi piacciono le persone che....no, niente. Mi piacciono gli animali"

Presentazione
Avatar utente
nelly24
Moderatore
 
Messaggi: 4603
Iscritto il: 11/12/2009, 20:53
Località: Slovenia

Grazie ai TdG!

Messaggiodi luca(68) » 12/07/2010, 22:51

nelly24 ha scritto:Sono la prima che cerca lati positivi in tutti e in tutto.
Voi sapete che sono cresciuta durante il comunismo. Senza i miei nonni tdg non avrei mai conosciuto la Bibbia, Gesú Cristo, quello che insegnava e nemmeno Jehova (come avevo giá spiegato questo nome sta scritto nella mia Bibbia cattolica stampata in GB e in italiano si traduce Geova). :strettamano:
Conosco coppie che prima di diventare tdg avevano problemi: il marito picchiava la miglie, beveva. :piange: ...diventando tdg la situazione é cambiata del tutto, la vita matrimoniale é piú serena, niente litigi, niente alcool, niente percosse. :appl:
Dall´altra parte .....
Nel 1971 a Ljubljana c´era un sorvegliante che viaggiava tantissimo e a casa aveva un grosso pastore tedesco dal pelo lungo di 11 anni. Gli faceva pena e cosí decise di darlo via. Lo conoscevamo di vista e mio padre si era fatto avanti per adottare questo cagnolone :bacino: . Cosí é arrivato nella nostra vita il nostro primo cane. :ok: Questo sorvegliante disse a mia madre che AVREBBE POTUTO REGALARE IL CANE anche ad un unto di Zagabria ma non voleva farlo - perché sapeva che lo avrebbe PICCHIATO!!! :triste: :inca:
Dunque....essere o non essere tdg....qual´é la differenza? :conf:
Secondo me non c´é! Se siamo buoni o cattivi lo siamo sia quá che lá, abbiamo bisogno della spinta giusta e il bene in noi esce allo scoperto, ma se si é aggressivi, lo si rimane anche facendo salti mortali!!! Anche se ti definisci unto, puoi essere una persona spregevole. :uffa:
Personalmente sono convinta che sarei stata la stessa anche non avendo conosciuto i tdg - con la differenza che non avrei sofferto per 35 anni!!






Salve.
Quoto quanto sopra perchè lo ritengo l'intervento più vicino ai miei pensieri (.....anche se sono un pirla che fuma).
Aggiungo che io sono un normale cittadino e cerco di rispettare il prossimo e le leggi non perchè qualche anziano mi ha periodicamente additato qualche cittadino del "mondo" per il suo pessimo esempio , intimorendomi , ma solamente perchè sono stato educato normalmente .
Nota : si additano quelli del mondo perchè quello che combinano i "mitici fratelli" viene sempre messo a tacere o insabbiato... come fanno quelli del mondo (ops!)
Aggiungo che anche io ho dovuto sottostare alle leggi della mia religione (cristiana) sino ad una certa età , cioè sino a quando ho cominciato a decidere cosa fosse più o meno giusto dal mio punto di vista (senza comunque venir meno alle regole più importanti) ..... E NESSUNO E' MAI VENUTO A STRESSARMI , CONTROLLARMI , INTERROGARMI CON FALSAI PRETESTI O CON AUTORITA' NON COMPETENTE ma ho sempre avuto la certezza di trovare le porte aperte qual'ora volessi confortarmi o istruirmi meglio presso la mia chiesa.
Se poi la gente crede che la fede si tiri fuori perchè un fanatico (?) ti entra in casa e ti fà scoprire la "verità" imbrogliandoti ..beh . .preferisco il povero credente che solo soletto alza il fondoschiena dalla bella poltrona e se ne và in chiesa a dire una semplice preghierina.
MA COME SI FA ? Non capisco.
Sono dubbioso anche su quei casi ecclatanti dove si rende pubblico che certi smettono di rubare , picchiare , ecc... Tutte le sette e religioni vantano le stesse facoltà ...Credo si confonda troppo facilmente il fatto che ci sono molte persone che servono l' Altissimo e ci sono molte persone che servono solo sè stesse o altri uomini affermando di fare quello che fanno i primi e magari anche meglio.I peggiori di tutti sono quelli che affermano di servire mentre nella nascosta realtà ( a volte male) non sono altro che venditori di fumo ...magari fumo ... di verità comuni ma con falsi strumenti .
Che bicchiere mezzo pieno voglia dimostrare di aver scoperto un lato positivo mi stà bene , mi sia concesso di dire il mio punto di vista.
Domanda : mentre crescevi sano e felice quante vere verità ti hanno nascosto i tuoi "maestri "?In quante casa sei stato a portare dubbi , paure , incertezze non necessarie o discordia ?
Hai fatto dei sacrifici perchè ti hanno sbattuto la porta in faccia (medaglia) ? Ma quanti sacrifici (medaglie vere) hanno fatto quelle persone che solo per timore o omertà o per avere un pò di compagnia hanno ascoltato i tuoi brooklyniani insegnamenti ?
Non divaghiamo facendo paragoni con le presunte mancanze o inefficenze del resto del mondo perchè un conto è aiutare ed un conto è storpiare.
Scusa :strettamano:
Avatar utente
luca(68)
Utente Junior
 
Messaggi: 276
Iscritto il: 27/08/2009, 23:56
Località: S.Vito al Tagliamento

Messaggiodi Lukkis » 13/07/2010, 19:25

Geronimo scrive
Vero che forse se hai un carattere un poco debole uscire dai Tg è più dannoso e difficile da sopportare per l'ostracismo a cui sei sottoposto, ma vi garantisco che parecchi miei amici hanno subito dei forti danni emotivi per delle VIGLIACCATE che hanno subito nel MONDO DELLO SPORT...


Ciao a tutti.
Scusami tanto geronimo ma l'esempio calza pochissimo.
Si fa sport per passione e per scelta, la competizione e l'arrivismo fanno parte del gioco e spesso accadono cose "strane" negli spogliatoi. Ma nessuno tenterà mai di persuaderci che praticare quel tale sport è fondamentale per continuare a vivere e che se non giuri e mostri totale lealtà e fedeltà alla squadra, nn solo nessuno ti rivolgerà più la parola, ma sarai DISTRUTTO per sempre!!!!
Anche io se mi sforzo posso trovare buone ragioni per dire grazie ai TdG...ma quelle ragioni affogano, sommerse dai troppi motivi che ho per essere incaxxato con chi per 30 anni mi ha fatto fesso e mi ha spolpato, facendo leva sulla mia sincerità, la mia ingenuità e i miei sensi di colpa.

No, non ringrazierò i TdG, non ho il cuore per ringraziare chi con l'inganno provoca danni alla mente di persone per bene, chi copre azioni orribili (pedofilia) per il buon nome della causa, chi uccide vietando l'uso di terapie indispensabili alla vita per una convinzione che nn ha nessun reale fondamento, chi genera tristezza nei bambini, costringendoli ad essere diversi, negando loro il piacere di fare festa il giorno del loro compleanno, negandogli la gioia dei regali di natale. Quanti potrei aggiungerne di motivi.
Ringrazierò i TdG quando ammetteranno di essere in cattiva fede e si scuseranno con tutti coloro che hanno ingannato!!!!!!!

Lukkis
Lukkis
Nuovo Utente
 
Messaggi: 20
Iscritto il: 23/09/2009, 12:22

PAROLE CHE AVREI POTUTO SCRIVERE IO.........

Messaggiodi Dingus JJ » 14/07/2010, 13:54

Infatti, se hai visto, non ho avuto nulla da ridire su questo: neanche io fumo, non ho problemi con l'alcol o con la droga, sono una persona educata e rispettosa degli altri. Ed è grazie all'educazione che ho ricevuto, che mi hanno dato i miei genitori, testimoni ferventi e convinti. Lo dico sempre, e ne sono convinto. Anche se per i figli che un giorno avrò impartirò lo stesso tipo di educazione ma senza metterci di mezzo Dio, torri di guardia e comitati giudiziari. Perché si può crescere bene anche senza la religione.

Ho "contestato" il resto dei tuoi ragionamenti: ad esempio, dai per positivo il fatto che hai imparato a leggere la Bibbia; per me di positivo in un libro del genere c'è poco, il vecchio testamento è una specie di guerriglia continua dei buoni contro i cattivi, stermini di massa, razzismo, xenofobia, maschilismo, superstizione. teocrazia che quella iraniana se la mangia a colazione, continua delega del proprio libero arbitrio a un Dio vendicativo e geloso.
Insomma, per me è come dire "grazie perché nella mia infanzia nel Movimento Sociale mi hanno insegnato ad apprezzare il Mein Kampf".

Certo, poi c'è l'esempio del Cristo, quello possiamo anche salvarlo in buona parte, anche se restano questioni storiche (è mai esistito davvero?) da risolvere, e non so se mai ne saremo capaci. Ma per me resta tutto nell'ambito della letteratura, anche i Miserabili è un bel libro ma non ci fondo sopra una religione.

Trianello: non mi mettere in mezzo a questioni dottrinali perché, detto in simpatia, non me ne frega veramente nulla. Ho solo detto che se dobbiamo davvero prendere la Bibbia alla lettera, a me pare che i testimoni siano quelli più avanti. E per quanto mi riguarda non è certo una bella cosa. Senza considerare, poi, se l'interpretazione da loro portata avanti sia quella corretta o meno. Ma, ripeto, non me ne interessa per niente.[/quote]


...... :quoto100: O QUASI,PERCHE' CONSIDERO IMPORTANTISSIMO IL LAVORO CHE QUALCUNO FA PER APPURARE LA VERIDICITA' DI CIO' CHE AFFERMANO TROVARE I TDG NELLA BIBBIA,APPUNTO PER SVERGOGNARE LA MALAFEDE, LA' DOVE PRESENTE.
CHIAMIAMO CINICO CHI NON CONDIVIDE LE NOSTRE ILLUSIONI.
IL CINICO E' COLUI CHE CONOSCE IL PREZZO DI TUTTE LE COSE MA IL VALORE DI NESSUNA.
LA VERITA STA SPESSO NEL MEZZO, MA MAI NELLE SALE DEL REGNO!

Le origini del Dingus
Avatar utente
Dingus JJ
Utente Master
 
Messaggi: 3614
Iscritto il: 07/02/2010, 17:02

Messaggiodi sconvolta » 15/07/2010, 9:45

Lukkis ha scritto:Geronimo scrive
Vero che forse se hai un carattere un poco debole uscire dai Tg è più dannoso e difficile da sopportare per l'ostracismo a cui sei sottoposto, ma vi garantisco che parecchi miei amici hanno subito dei forti danni emotivi per delle VIGLIACCATE che hanno subito nel MONDO DELLO SPORT...


Ciao a tutti.
Scusami tanto geronimo ma l'esempio calza pochissimo.
Si fa sport per passione e per scelta, la competizione e l'arrivismo fanno parte del gioco e spesso accadono cose "strane" negli spogliatoi. Ma nessuno tenterà mai di persuaderci che praticare quel tale sport è fondamentale per continuare a vivere e che se non giuri e mostri totale lealtà e fedeltà alla squadra, nn solo nessuno ti rivolgerà più la parola, ma sarai DISTRUTTO per sempre!!!!
Anche io se mi sforzo posso trovare buone ragioni per dire grazie ai TdG...ma quelle ragioni affogano, sommerse dai troppi motivi che ho per essere incaxxato con chi per 30 anni mi ha fatto fesso e mi ha spolpato, facendo leva sulla mia sincerità, la mia ingenuità e i miei sensi di colpa.

No, non ringrazierò i TdG, non ho il cuore per ringraziare chi con l'inganno provoca danni alla mente di persone per bene, chi copre azioni orribili (pedofilia) per il buon nome della causa, chi uccide vietando l'uso di terapie indispensabili alla vita per una convinzione che nn ha nessun reale fondamento, chi genera tristezza nei bambini, costringendoli ad essere diversi, negando loro il piacere di fare festa il giorno del loro compleanno, negandogli la gioia dei regali di natale. Quanti potrei aggiungerne di motivi.
Ringrazierò i TdG quando ammetteranno di essere in cattiva fede e si scuseranno con tutti coloro che hanno ingannato!!!!!!!

Lukkis

:ok: :strettamano: :piange: :test: :bravo: :welcome: :welcome: :non mollare:
I principi di Brooklyn non possiedono la verità:questa è la causa reale che li ha costretti, e li costringe anche ora,a ritrattare continuamente ciò che hanno proclamato ieri o decine di anni addietro,come verità biblica e divina. (Gunther Pape)
Presentazione
Avatar utente
sconvolta
Veterano del Forum
 
Messaggi: 1718
Iscritto il: 07/07/2010, 22:50

Messaggiodi Daisy » 17/07/2010, 13:22

Ciao a tutti. Chi ha letto la mia esperienza mesi fa sà bene che ne sono uscita davvero molto confusa, ti crolla un mondo e con tanta forza di volontà te ne devi ricostruire un'altro, più vero, più sincero. In questi mesi di assenza dal forum ho letto diverse cose sulla dottrina sbagliata dei Testimoni, sul cattolicesimo proposto come religione di rifugio per gli ex testimoni, su tante esperienze negative...come la mia.
Ma a un certo punto ho detto basta. Un giorno in cui stavo veramente male, con l'anima a pezzi, mi è venuta in mente la scrittura che dice "dove due o più persone sono riunite nel mio nome io sono in mezzo a loro". E allora sono entrata nella chiesa vicino casa mia, stava iniziando la messa. Sono rimasta lì ad ascoltare, senza unirmi ai rituali cattolici di gestualità o recitazione, perchè proprio non li condivido, ma sapevo che Dio c'era, come ora sò che c'è in qualsiasi altra chiesa o congregazione. A volte incontro i miei ex confratelli, vedo le sorelle in servizio, (ovviamente non ci salutiamo) e rifletto sulle loro vite, a che tipo di persone sono, non si può non riconoscere che nella società sono quella fetta di poche persone che più di altre si comportano onestamente (parlo per quella fetta di testimoni che hanno fatto parte della mia sfera di conoscenze per 10 anni della mia vita).
E ci tengo a precisare che onestà non è sincerità, perchè magari nel profondo un testimone vorrebbe anche rubare i soldi allo stato, o sbottare con due parolacce, (non metto in dubbio che qualcuno anche lo faccia) ma si sente in dovere di comportarsi onestamente perchè questo compiace Dio e soprattutto non si deve mettere in discussione con la congregazione.
Qualunque sia la motivazione che li spinge ad essere onesti, quello che mi permette di non giudicare oltre ogni limite è proprio il loro modo di vivere. Personalmente non condivido molte cose dei tdG, ma ho capito che se smetto di giudicarli o etichettarli (come fanno loro nei confronti di noi mondani) mi avvicino molto di più a Dio di quanto abbia mai fatto prima passando giornate a leggere studiare e ricercare verità che non esistono. Questo è quello che penso che sò già non sarà condiviso da molti...ma su quanto non condividiamo noi tutti che giriamo in questo forum nell'aspetto dottrinale e costrittivo dei tdG come qualcuno ha già fatto notare se ne parla in altre sezioni.

Ciao
Avatar utente
Daisy
Nuovo Utente
 
Messaggi: 23
Iscritto il: 16/02/2010, 15:55

Messaggiodi geronimo » 17/07/2010, 14:03

Lukkis ha scritto:Geronimo scrive
Vero che forse se hai un carattere un poco debole uscire dai Tg è più dannoso e difficile da sopportare per l'ostracismo a cui sei sottoposto, ma vi garantisco che parecchi miei amici hanno subito dei forti danni emotivi per delle VIGLIACCATE che hanno subito nel MONDO DELLO SPORT...

......No, non ringrazierò i TdG, non ho il cuore per ringraziare chi con l'inganno provoca danni alla mente di persone per bene, chi copre azioni orribili (pedofilia) per il buon nome della causa, chi uccide vietando l'uso di terapie indispensabili alla vita per una convinzione che nn ha nessun reale fondamento, chi genera tristezza nei bambini, costringendoli ad essere diversi, negando loro il piacere di fare festa il giorno del loro compleanno, negandogli la gioia dei regali di natale. Quanti potrei aggiungerne di motivi.
Ringrazierò i TdG quando ammetteranno di essere in cattiva fede e si scuseranno con tutti coloro che hanno ingannato!!!!!!!
Lukkis


Carissimo Lukkis, condivido pienamente il tuo approfondimento, in effetti io ho dato la mia esperienza da persona di mezz'età che rapportava il suo vissuto adolescenziale (da non tg) nello sport raffrontando il proprio vissuto da adulto tdg.
Ma sai nel raccontarsi delle volte non si riesce ad essere completi, perchè purtroppo le esperienze di ognuno sono fatte da mille sfaccettature ...se infatti devo descrivere il vissuto che ha avuto mia figlia che nei tdg (dove purtroppo l'ho fatta nascere e crescere... a metà fino all'adolescenza), la sua esperienza è molto vicina alla tua, la sua devastazione dura tutt'ora e lacera lei e la ns. famiglia, non troviamo modo per riparare e sbloccare la situazione.
Quindi è vero sono stato troppo sommario, quando si parla di problemi così seri e profondi non si dovrebbero commettere queste leggerezze, ma purtroppo ecco perchè di queste cose l'ottimale sarebbe parlarsi di persona, così oltre lo scritto i sentimenti verrebbero trasmessi anche con le espressioni, i chiarimenti sarebbero più simultanei e delle volte... è difficile essere buoni scrittori anche se si tratta di raccontarsi. Un abbraccio
Avatar utente
geronimo
Nuovo Utente
 
Messaggi: 59
Iscritto il: 06/02/2010, 14:48

Messaggiodi StellaDelMattino » 07/09/2010, 17:10

L'unico Grazie che potrei dire a quei settari scorre sulle note di una delle ultime canzoni di Irene Grandi: "GRAZIE PER AVERMI SPEZZATO IL CUORE...FINALMENTE LA LUCE RIESCE A ENTRARE!!!!!!!!!!!!!!"
Si ma non c'è niente di felice in quella frase ormai il cuore mio è rotto. Anche se c'è luce non c'è altro per colpa loro.
Mio marito non riesce a capire il dolore che ho dentro..e a volte mi sembra di scoppiare dalla rabbia e dalla tristezza di essere stata una tdg. Avrei solo bisogno di molto amore. Ma nessuno può colmare quel vuoto che solo nascere in quella setta si può avere.
Io ero una bambina così felice.....e mi hanno ucciso dentro.
13"Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che chiudete il regno dei cieli davanti agli uomini; perché così voi non vi entrate, e non lasciate entrare nemmeno quelli che vogliono entrarci.
15 Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che percorrete il mare e la terra per fare un solo proselito e, ottenutolo, lo rendete figlio della Geenna il doppio di voi." MATTEO 23,13e15
Avatar utente
StellaDelMattino
Utente Junior
 
Messaggi: 438
Iscritto il: 11/08/2010, 16:32

Messaggiodi Gabriella Prosperi » 07/09/2010, 17:17

StellaDelMattino ha scritto:L'unico Grazie che potrei dire a quei settari scorre sulle note di una delle ultime canzoni di Irene Grandi: "GRAZIE PER AVERMI SPEZZATO IL CUORE...FINALMENTE LA LUCE RIESCE A ENTRARE!!!!!!!!!!!!!!"
Si ma non c'è niente di felice in quella frase ormai il cuore mio è rotto. Anche se c'è luce non c'è altro per colpa loro.
Mio marito non riesce a capire il dolore che ho dentro..e a volte mi sembra di scoppiare dalla rabbia e dalla tristezza di essere stata una tdg. Avrei solo bisogno di molto amore. Ma nessuno può colmare quel vuoto che solo nascere in quella setta si può avere.
Io ero una bambina così felice.....e mi hanno ucciso dentro.

No, per carità, non dargliela vinta!
Hai dimostrato d'essere più forte, continua, non cedere.
Ti siamo compagni di lacrime, ma anche di gioia e insieme dobbiamo resistere.
Gabriella
La cosa più difficile a questo mondo? Vivere! Molta gente esiste, ecco tutto.Oscar Wilde
Presentazione
Avatar utente
Gabriella Prosperi
Utente Platinium
 
Messaggi: 14678
Iscritto il: 11/06/2009, 5:16

Messaggiodi StellaDelMattino » 07/09/2010, 17:22

Gabriella Prosperi ha scritto:
StellaDelMattino ha scritto:L'unico Grazie che potrei dire a quei settari scorre sulle note di una delle ultime canzoni di Irene Grandi: "GRAZIE PER AVERMI SPEZZATO IL CUORE...FINALMENTE LA LUCE RIESCE A ENTRARE!!!!!!!!!!!!!!"
Si ma non c'è niente di felice in quella frase ormai il cuore mio è rotto. Anche se c'è luce non c'è altro per colpa loro.
Mio marito non riesce a capire il dolore che ho dentro..e a volte mi sembra di scoppiare dalla rabbia e dalla tristezza di essere stata una tdg. Avrei solo bisogno di molto amore. Ma nessuno può colmare quel vuoto che solo nascere in quella setta si può avere.
Io ero una bambina così felice.....e mi hanno ucciso dentro.

No, per carità, non dargliela vinta!
Hai dimostrato d'essere più forte, continua, non cedere.
Ti siamo compagni di lacrime, ma anche di gioia e insieme dobbiamo resistere.
Gabriella



Di rientrare non mi sfiora nemmeno l'idea....tranquilla.
Grazie Gabriella.
13"Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che chiudete il regno dei cieli davanti agli uomini; perché così voi non vi entrate, e non lasciate entrare nemmeno quelli che vogliono entrarci.
15 Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che percorrete il mare e la terra per fare un solo proselito e, ottenutolo, lo rendete figlio della Geenna il doppio di voi." MATTEO 23,13e15
Avatar utente
StellaDelMattino
Utente Junior
 
Messaggi: 438
Iscritto il: 11/08/2010, 16:32

Prossimo

Torna a Non solo critica...

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici