Pagina 1 di 1

Se un TdG espulso cambia città lo riconoscono?

MessaggioInviato: 23/07/2010, 19:53
di francitk
1) Se ad esempio in una congregazione scoprono per puro caso che un giovane TdG è omosessuale e lo espulgono però poi quello cambia città (ad esmepio da Palermo va a Trento), nella nuova città gli anziani come fanno a scoprire che è stato espulso?
Telefonano alla precedente Congregazione per ogni nuovo TdG arrivato da altre città?

2) E poi un'ultima cosa: cos'è il libro nero dei testimoni di Geova? Ora lo tengono on-line?

Vorrei due risposte a entrambe queste due domande che ho posto.

MessaggioInviato: 23/07/2010, 20:30
di deliverance1979
Dunque, per quanto riguarda il primo punto, se gli anziani della congregazione nella quale il TDG è stato disassociato conoscono la zona doeve và, La risposta è SI......comunicano alla congregazione del territorio il fatto che il TDG è disassociato....

Oppure se nel servizio di campo dei TDG in predicazione suonano alla porta del disassociato ed egli dice la sua condizione.....i TDG sono tenuti a riferlo agli anziani.......

Se non si verificano questi casi, in teoria il disassociato è come uno qualsiasi del mondo......poi possono verificarsi casi paradossali di fratelli che si trasferiscono in quella zona e che conoscono il disassociato, fratelli che sono in vacanza e vedono il disassociato parlare con altri TDG ed allora da fratelli amorevoli vanno a ficcanasare con gli anziani per sapere (o riferire) quando il fratello è stato riassociato, visto che nella loro congregazione aveva subito un comitato....e bla e bla e bla......e boiate varie.....nel fantastico mondo dei TDG può accadere di tutto.... :balla:

Per quanto riguarda il secondo punto, il libro nero degli anziani di congregazione, i quali sono tenuti a restituirlo se dovessero perdere la nomina, è un riassunto con tanto di scritture e trafiletti di come trattare i vari casi passibili di comitato giudiziario, segnatura, riprensione e disassociazione.....

E' una sorta di manuale....però ogni volta che ci sono delle circolari o le famose riunioni speciali degli anziani con i sorveglianti viaggianti, l'anziano diligente si segna la circonale che amplia uno o più aspetti da comitato giudiziario......

Sono le circolari, spiegate dai sorveglianti viaggianti o di distretto che apprifondiscono in maniera dettagliata le varie situazioni che possono accadere del tipo......

Penso che cia siano alcune circolari valevoli a livello planetario e redatte direttamente da Brooklin, mentre altre circolari sono scritte dalle filiali di zona o chi per loro e forse queste circolari possono riguardare le problematiche culturali di usi e costumi dei TDG di quella zona, cultura o nazione.....ma di questo non sono sicuro e comunque lo zampino della WTS di Brooklin c'è sempre penso..... :boh:

Loro solitamente iniziano cosi....una sorella ed un fratello hanno commesso immoralità......e di lì incominciano le varie ipotesi.....

Ipotesi uno, la sorella non ha parlato ed ha tenuto nascosto il peccato fino alla fine, mentre il fratello no o viceversa.....sentenza numero uno

La sorella non ha parlato perchè incoraggiata a non farlo dal fratello, ma la cosa è venuta comunque fuori perche altri della congregazione li hanno comunque visti....sentenza numero due.....

Entrambi hanno parlato spontanenamente della problematica, e dall'indagine è emerso che hanno praticato immoralità una o due volte....quindi non era una pratica.....sentenza numero tre

Hanno commesso immoralità molte volte per cui la cosa era una pratica, però alla fine entrambi hanno confessato il peccato....sentenza numero quattro...

e di lì tutte le varie ipotesi che possono aggravare o peggiorare la loro situazione tipo.....hanno mostrato reale pentimento?

Hanno cercato di giustificarsi in tutti i modi?

Hanno coinvolto o incoraggiato altri fare le stesse pratiche?

la cosa in congregazione o nel territorio era risaputa????

Per lo meno questi erano i comitati giudiziari anni 70-80 e forse parte del 90....oggi non sò se applicano gli sconti da grandi magazzini......vista la penuria di nuove leve.... :strettamano:

MessaggioInviato: 23/07/2010, 20:30
di Gocciazzurra
francitk ha scritto:1) Se ad esempio in una congregazione scoprono per puro caso che un giovane TdG è omosessuale e lo espulgono però poi quello cambia città (ad esmepio da Palermo va a Trento), nella nuova città gli anziani come fanno a scoprire che è stato espulso?
Telefonano alla precedente Congregazione per ogni nuovo TdG arrivato da altre città?

Ai "mie tempi" ogni battezzato aveva una scheda, rigorosamente cutodita dagli anziani, nella quale venivano annotate trasgressioni, confessioni, ecc. di ciascuno di essi.
Una volta che un Tdg si trasferisce in un'altra congregazione gli viene chiesto da quale congregazione proviene e la scheda viene trasferita ai nuovi anziani che in tal modo vengono a conoscenza del "curriculum" dell'interessato.
Penso che anche oggi la procedura sia la stessa.

MessaggioInviato: 23/07/2010, 20:44
di francitk
Gocciazzurra ha scritto:
francitk ha scritto:1) Se ad esempio in una congregazione scoprono per puro caso che un giovane TdG è omosessuale e lo espulgono però poi quello cambia città (ad esmepio da Palermo va a Trento), nella nuova città gli anziani come fanno a scoprire che è stato espulso?
Telefonano alla precedente Congregazione per ogni nuovo TdG arrivato da altre città?

Ai "mie tempi" ogni battezzato aveva una scheda, rigorosamente cutodita dagli anziani, nella quale venivano annotate trasgressioni, confessioni, ecc. di ciascuno di essi.
Una volta che un Tdg si trasferisce in un'altra congregazione gli viene chiesto da quale congregazione proviene e la scheda viene trasferita ai nuovi anziani che in tal modo vengono a conoscenza del "curriculum" dell'interessato.
Penso che anche oggi la procedura sia la stessa.


Qualcuno può confermarmi o smentire se è ancora così?

MessaggioInviato: 23/07/2010, 21:04
di lovelove84
ma se uno si trasferisce senza dire nulla? certo un po difficile, dovrebbe essere l unico a viviere in quel paese e che gli amici non conoscono familiari..

MessaggioInviato: 23/07/2010, 21:07
di Lucio
deliverance1979 ha scritto:Dunque, per quanto riguarda il primo punto, se gli anziani della congregazione nella quale il TDG è stato disassociato conoscono la zona doeve và, La risposta è SI......comunicano alla congregazione del territorio il fatto che il TDG è disassociato....


Ma non è contro la privacy questa comunicazione? Si tratta di dati sensibili, se io dico che sei un disassociato sto rivelando informazioni in merito a preferenze religiose. Se dico pure che sei omosessuale sto rivelando dati sensibili in merito a preferenze sessuali.

La cartolina del proclamatore credo venga distrutta. Schede o archivi di quel tipo mi sembra di aver letto che sono stati fatti sparire dopo avvenimenti poco piacevoli in certe congregazioni. Forse qualche anziano recente ci sa dare qualche dritta.

MessaggioInviato: 23/07/2010, 21:09
di sconvolta
francitk ha scritto:
Gocciazzurra ha scritto:
francitk ha scritto:1) Se ad esempio in una congregazione scoprono per puro caso che un giovane TdG è omosessuale e lo espulgono però poi quello cambia città (ad esmepio da Palermo va a Trento), nella nuova città gli anziani come fanno a scoprire che è stato espulso?
Telefonano alla precedente Congregazione per ogni nuovo TdG arrivato da altre città?

Ai "mie tempi" ogni battezzato aveva una scheda, rigorosamente cutodita dagli anziani, nella quale venivano annotate trasgressioni, confessioni, ecc. di ciascuno di essi.
Una volta che un Tdg si trasferisce in un'altra congregazione gli viene chiesto da quale congregazione proviene e la scheda viene trasferita ai nuovi anziani che in tal modo vengono a conoscenza del "curriculum" dell'interessato.
Penso che anche oggi la procedura sia la stessa.


Qualcuno può confermarmi o smentire se è ancora così?

Confermo che quando ti trasferisci da una congregazione ad un'altra ti "segue" (recapitata amano in busta chiusa o per posta)la "cartolina" con lettera degli anziani che scrivono quello che vogliono senza passarti convenienza;da qui se ne deduce che se non gli sei simpatico (cosa che spesso succede)possono introdurti male nella nuova congr4gazione fin dall'inizio ,per questo spesso si diventa leccapiedi di chi ha tutta questa autorità,purtroppo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! :inca: :inca: :inca: :cer: :cer: :cer: :uffa: :welcome:

MessaggioInviato: 23/07/2010, 21:17
di Gocciazzurra
lovelove84 ha scritto:ma se uno si trasferisce senza dire nulla? certo un po difficile, dovrebbe essere l unico a viviere in quel paese e che gli amici non conoscono familiari..

Beh.. se uno non dice nulla non potrebbe comunque frequentare la nuova "Sala del regno" perchè gli anziani/detectives inizieranno ad indagare!

MessaggioInviato: 23/07/2010, 21:18
di sconvolta
lovelove84 ha scritto:ma se uno si trasferisce senza dire nulla? certo un po difficile, dovrebbe essere l unico a viviere in quel paese e che gli amici non conoscono familiari..

nella nuova congregazione dove vai ,a meno che non dici bugie,dopo tre mesi devi far arrivare la tua cartolina dalla tua vecchia congregazione,quindi non si scappa dal controllo :fronte: :cer: :lingua: :lingua: :lingua:

MessaggioInviato: 24/07/2010, 0:00
di Linus
Poi pensa a quanto sono discreti e sensibili,quando ho cambiato congregazione gli anziani hanno scritto una lettera di presentazione credo agli anziani dell'altra congregazione che non avevo mai visto,e li hanno subito avvertiti che ero omosessuale.Hanno raccontato una cosa mia cosi' personale a degli estranei senza nemmeno avvertirmi prima comunque,immaginate l'imbarazzo.Sono sempre piu' schifato.

MessaggioInviato: 24/07/2010, 1:02
di Vincy
Gocciazzurra ha scritto:
francitk ha scritto:1) Se ad esempio in una congregazione scoprono per puro caso che un giovane TdG è omosessuale e lo espulgono però poi quello cambia città (ad esmepio da Palermo va a Trento), nella nuova città gli anziani come fanno a scoprire che è stato espulso?
Telefonano alla precedente Congregazione per ogni nuovo TdG arrivato da altre città?

Ai "mie tempi" ogni battezzato aveva una scheda, rigorosamente cutodita dagli anziani, nella quale venivano annotate trasgressioni, confessioni, ecc. di ciascuno di essi.
Una volta che un Tdg si trasferisce in un'altra congregazione gli viene chiesto da quale congregazione proviene e la scheda viene trasferita ai nuovi anziani che in tal modo vengono a conoscenza del "curriculum" dell'interessato.
Penso che anche oggi la procedura sia la stessa.


Da diversi anni è rimasta solo la cartolina da proclamatore con i dati del servizio svolto.
Questioni relative a confessioni comitati ecc non vengono più tenute.
Anche la cartolina di disassociazione che veniva tenuta in archivio non aveva alcun commento negli ultimi anni se non il nome della persona, la data della disassociazione, e come motivo veniva indicata semplicemente una scrittura biblica nella quale c'era una serie di peccati condannati tra cui quello della persona, ma in questo modo solo chi aveva trattato il caso poteva sapere di quale peccato si trattava tra tutti quelli indicati nella scrittura come motivazione.
Vincy