Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

tdg e l'università degli studi

Un'analisi delle pubblicazioni passate e presenti dei TdG

Moderatore: Achille

tdg e l'università degli studi

Messaggiodi Jon Konneri » 16/02/2010, 19:18

In questo link la WTS si giustifica dicendo che non è vero che incoraggia hai suoi adepti di non frequentare le università , difatti c'è scritto : " Fra le accuse mosse ai testimoni di Geova merita una menzione quella secondo cui la loro organizzazione distoglierebbe i propri giovani dal proposito di frequentare l'universita' o esorterebbe chi vi fosse gia' iscritto ad abbandonarla.
"http://www.tdgonline.net/indice/articoli/universita.htm
Addirittura c'è scritto che sono delle accuse fatte contro di loro ,io ho visto dei video è delle prove del contrario mi sapete indicare dove?.-
Jon Konneri
Nuovo Utente
 
Messaggi: 11
Iscritto il: 16/07/2009, 18:43

Messaggiodi Gabriella Prosperi » 16/02/2010, 19:44

La cosa più difficile a questo mondo? Vivere! Molta gente esiste, ecco tutto.Oscar Wilde
Presentazione
Avatar utente
Gabriella Prosperi
Utente Platinium
 
Messaggi: 14678
Iscritto il: 11/06/2009, 5:16

Ops...

Messaggiodi deep-blue-sea » 16/02/2010, 19:53

Gabriella solerte e attenta ci ha già pensato a scriverti il link del famigerato discorso, non di un semplice anziano, ma di un membro del Corpo Direttivo!!!

Questa è grossa allora; negare le evidenze più chiare. Oppure Löesch parlava giusto per l'uditorio di quella città, dunque non era una direttiva mondiale? Oppure si é dato la zappa sui piedi senza consultarsi con i suoi 'amichetti'??? ...Quello che é stato detto...è stato detto!!!!
Presentazione
"Il vero dialogo consiste nell'accettare l'idea che l'altro sia portatore di una verità che mi manca..."
Mgr Claverie
it's better to have questions you cannot answer than it is to have answers you cannot question.
Meglio avere domande alle quali non puoi rispondere, che avere risposte che non puoi mettere in questione
Avatar utente
deep-blue-sea
Utente Master
 
Messaggi: 3353
Iscritto il: 16/07/2009, 17:38

Messaggiodi Citocromo » 16/02/2010, 19:56

:quoto100: Gabriella. Volevo aggiungere una cosa. Se hai la possibilità leggiti l'articolo a pag. 20 della w1-11-09. Non si parla dell'Università però il discorso che fanno vuole scoraggiare le persone a studiare le lingue antiche. Qui ho inserito alcune frasi ma ti conviene leggere tutto l'articolo viewtopic.php?f=21&t=1701" target="_blank
:grazie: :ciao:
Le verità della fede sono una collana di perle preziose, tenute insieme da un filo che è la divinità di Cristo. Tagliato il filo perdete tutta la collana. (padre A. Gasparino)
Presentazione: viewtopic.php?f=7&t=78
Citocromo
Utente Senior
 
Messaggi: 635
Iscritto il: 18/07/2009, 9:36

Messaggiodi Gabriella Prosperi » 16/02/2010, 20:29

Citocromo ha scritto::quoto100: Gabriella. Volevo aggiungere una cosa. Se hai la possibilità leggiti l'articolo a pag. 20 della w1-11-09. Non si parla dell'Università però il discorso che fanno vuole scoraggiare le persone a studiare le lingue antiche. Qui ho inserito alcune frasi ma ti conviene leggere tutto l'articolo viewtopic.php?f=21&t=1701" target="_blank" target="_blank
:grazie: :ciao:

Grazie a te! :strettamano:
Gabriella
La cosa più difficile a questo mondo? Vivere! Molta gente esiste, ecco tutto.Oscar Wilde
Presentazione
Avatar utente
Gabriella Prosperi
Utente Platinium
 
Messaggi: 14678
Iscritto il: 11/06/2009, 5:16

Messaggiodi ilnonnosa » 17/02/2010, 6:57


Il punto di vista dei testimoni di Geova e la scuola.


“Noi sappiamo che questo vecchio sistema di cose sarà ben presto distrutto ad Armaghedon, perciò, che ragione c'è di frequentare la scuola secondaria mentre potremmo essere liberi per avvertire gli altri?”.
(La Torre di Guardia 15/8/1953 p. 260)

“Il liceo e l’università… potrebbero distogliere la mente dall’ammaestramento teocratico e dai suoi principi.… Dio non approva nessuna parte del vecchio mondo, comprese anche le sue istituzioni d’istruzione che divulgano le sue filosofie”.
(La Torre di Guardia 1/11/1956 pp. 662, 663)

“l’aperta immoralità degli studenti universitari oggi non è un segreto e le indicazioni mostrano che peggiora. Volete trascorrere parte dei pochi anni rimasti prima di Armaghedon in tale atmosfera pericolosa?”
(Schema discorso N. 45 1/67 p. 2)

“Benché sia vero che l’istruzione universitaria possa metterla maggiormente in grado di acquistare importanza nella società, o guadagnare più denaro, la donna cristiana si rende conto che queste non sono le cose che recano vera felicità e soddisfazione. Quant’è meglio che ella edifichi forte fede, basata sulla conoscenza della Parola di Dio, e scelga un compagno che ha fatto la stessa cosa!”.
(Svegliatevi! 8/2/1967 pp. 17, 18)

“Se siete giovane, dovete anche considerare il fatto che non invecchierete mai in questo attuale sistema di cose. Perché no? Perché ogni evidenza in adempimento della profezia biblica indica che questo corrotto sistema deve finire fra pochi anni… Perciò, da giovane, non potete mai adempiere alcuna carriera che questo sistema offre. Se siete nella scuola superiore e pensate all’istruzione universitaria, significa almeno quattro anni, forse anche sei o otto anni ancora per laurearvi e intraprendere una professione. Ma dove sarà allora questo sistema di cose? Sarà molto avanzato nella strada che porta alla sua fine, se non in effetti scomparso!”.
(Svegliatevi! 8/11/1969 p. 15)

“ ‘Ma per quanto tempo un ragazzo dovrebbe andare a scuola?’ possono chiedere. I genitori devono deciderlo. Se la legge del paese richiede un certo numero d’anni di istruzione, i cristiani sanno che devono “essere ubbidienti ai governi e alle autorità quali governanti”. Ma se è stato raggiunto il minimo legale, i genitori devono determinare che cosa farà il ragazzo”.
(La Torre di Guardia 15/9/1971 p. 574)

“Un anziano della Corea incoraggiò i suoi quattro figli a fare i pionieri… La figlia maggiore narrò come nella sua scuola superiore ella fosse la più brava. A un certo punto ella stessa voleva andare all’università. Comunque, il padre la informò che, benchè fosse libera di scegliere tale condotta, non poteva attendersi che egli la sostenesse pecuniariamente. Ella cambiò idea riguardo all’università… Il secondo figlio narrò come un tempo anch’egli volesse andare all’università e seguire un corso mondano. Ma suo padre si mise a sedere con lui ed esaminarono le Scritture. Il padre disse anche a lui che, se insisteva a seguire un corso mondano, avrebbe anche dovuto trovare un altro posto in cui vivere… il figlio minore ha rinunciato a frequentare la scuola superiore per fare il pioniere”.
(Ministero del Regno 6/1973 p. 6)

“… i figli… hanno l’obbligo di adeguarsi alle decisioni dei genitori per quanto riguarda il numero di anni di scuola che dovranno frequentare… Sarebbe incoerente che un giovane, di sua spontanea volontà, prolungasse eccessivamente gli studi secolari oltre ciò che richiedono la legge e i suoi genitori… altri anni di istruzione universitaria possono essere un laccio… Inoltre, l’atmosfera delle università esercita una corruttrice influenza sulla morale, incluso il pericolo del vizio della droga”.
(La Torre di Guardia 15/7/1977 p. 447)

“Completati i suoi anni d’istruzione secolare obbligatoria, che farà della sua vita? Rispondendo a questa domanda, il libro [Organizzazione] mostra che nel caso di una persona dedicata e battezzata non dovrebbe esserci dubbio”.
(Ministero del Regno 9/81 p. 3)

“Ma, si potrebbe obiettare, non tutti i cristiani che vanno all’università perdono la fede o muoiono per un’overdose. Questo è vero. Alcuni laureati sono diventati validi e operosi componenti della congregazione cristiana. Ma è anche vero che non ogni bambino che gioca in mezzo al traffico di una strada finirà sotto una macchina. Alcuni ne escono indenni e diventano adulti. Ma è un motivo sufficiente per lasciare che i vostri figli giochino per la strada in mezzo al traffico?”.
(La Torre di Guardia 1/1/1983 p. 14)

“Andare all’università… o imparare un mestiere?… non c’è nulla di male se i genitori incoraggiano i figli a imparare un mestiere anziché andare all’università”.
(Svegliatevi! 8/4/1985 p. 15)

“Spetta al locale corpo degli anziani determinare il da farsi quando una certa situazione può mettere in dubbio i requisiti scritturali di un nominato. Nel caso specifico ci parli del figlio di un anziano che sembra frequenti l’università. Ci chiedi se questo potrebbe dare una cattiva impressione dell’anziano quale nominato in considerazione di quanto è stato detto nelle recenti assemblee di distretto riguardo al frequentare l’università… Se tale fratello perderà la fiducia della congregazione ritenendolo non rispettoso e non libero di parola rispetto alla direttiva provveduta dallo schiavo fedele e discreto, probabilmente si dovranno rivedere i suoi requisiti”:
(Lettera della Società SCE:SSH 18/2/1987)

“ La Società impone al genitore testimone di Geova, un atto di fede, per la futura formazione culturale del figlio secondo le sue direttive.
”Ho accettato ciò che l’organizzazione ha detto in merito all’istruzione superiore? Insegno ai miei figli in modo conforme?”.
(La Torre di Guardia 1/12/1987 p. 14)

“Molti giovani cristiani hanno deciso di non andare all’università. Molti riscontrano che l’addestramento offerto nelle congregazioni dei testimoni di Geova – in particolare la settimanale Scuola di Ministero Teocratico – li pone in netto vantaggio”.
(I giovani chiedono… Risposte pratiche alle loro domande 1989 p. 178)

“I testimoni di Geova riconoscono l’importanza dell’istruzione… i nostri ragazzi… per questa ragione leggono… Svegliatevi! Che tratta in pratica tutti i campi dello sciabile”. Che “ingenuità” credere che la Scuola di Ministero Teocratico oppure la rivista “Svegliatevi!” forniscano un sapere superiore all’università
(I Testimoni di Geova e la scuola 1983 p. 4)

“Che dire però dell’istruzione superiore che si riceve al college o all’università? Un’idea diffusa è che sia indispensabile per riuscire nella vita. Tuttavia molti che intraprendono tali studi finiscono per riempirsi la mente di idee deleterie. Per ricevere tale istruzione si sprecano preziosi anni della gioventù che si potrebbero usare meglio nel servizio di Geova. (Eccl. 12:1) Forse non c’è da stupirsi se, nei paesi dove molti hanno conseguito questo tipo di istruzione, quelli che credono in Dio hanno raggiunto il minimo storico. Anziché cercare la sicurezza nell’istruzione superiore di questo mondo, il cristiano confida in Geova”.
(La Torre di Guardia 15/4/08 p. 4 §10 – rivista per lo studio)

Ciao, Ilnonnosa
Presentazione

“Non c’è nulla di male se una persona cerca di confutare gli insegnamenti e le pratiche di un gruppo religioso che ritiene in errore”. (Svegliatevi! 8 settembre 1997, pagina 6)
Avatar utente
ilnonnosa
Veterano del Forum
 
Messaggi: 1067
Iscritto il: 26/08/2009, 12:03

Messaggiodi Achille » 17/02/2010, 7:03

deep-blue-sea ha scritto:Gabriella solerte e attenta ci ha già pensato a scriverti il link del famigerato discorso, non di un semplice anziano, ma di un membro del Corpo Direttivo!!!

Questa è grossa allora; negare le evidenze più chiare. Oppure Löesch parlava giusto per l'uditorio di quella città, dunque non era una direttiva mondiale? Oppure si é dato la zappa sui piedi senza consultarsi con i suoi 'amichetti'??? ...Quello che é stato detto...è stato detto!!!!
I TdG internettiani farebbero meglio a stare zitti. Scrivono pagine su pagine nel tentativo di negare i fatti, quando poi basta un discorsetto di 5 minuti di un membro del loro CD per confermare quello che tutti sanno, ma che loro (i TdG internettiani) cercano di negare. Quando leggo certe loro argomentazioni mi viene in mente il passo biblico che parla di "maestri di inganno"...
La WTS, nei suoi siti ufficiali e nelle sue pubblicazioni per lo meno è più ceoerente: non cerca di negare quello che ha sempre insegnato.

Achille
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 15357
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Giovanni da Fasano » 17/02/2010, 16:13

cari "fratelli"mio figlio il prossimo anno vuole iscriversi all'università come mi devo comportare? :strettamano: giovanni
Avatar utente
Giovanni da Fasano
Veterano del Forum
 
Messaggi: 1145
Iscritto il: 21/09/2009, 14:53
Località: Fasano (BR)

Reazione di difesa

Messaggiodi deep-blue-sea » 17/02/2010, 17:13

spontanea da parte dei TG, nel vano tentativo di difendere la Watchtower. Sotto sotto si rendon conto che non è sano insegnare di restare nell'ignoranza. Ma ormai, quel che é scritto...è scritto! Ilnonnosà ce ne ha dato una bella dimostrazione! Bravo e Grazie, forse avendo la sfilza completa dei commenti negativi comparsi sulle pubblicazioni della Watchtower, tutti, e dico tutti (speriamo anche qualche rappresentante della pubblica istruzione), possono rendersi conto di che livello è l'insegnamento della Watchtower.
Quando penso che in qualche discorso o pubblicazione si permisero di asserire che la Scuola di Galaad poteva esser paragonata all'Università!!!! :risatina: :risatina:

Giovanni: Tuo figlio all'Università? Anche oggi se possibile....mandalooooooo!
Presentazione
"Il vero dialogo consiste nell'accettare l'idea che l'altro sia portatore di una verità che mi manca..."
Mgr Claverie
it's better to have questions you cannot answer than it is to have answers you cannot question.
Meglio avere domande alle quali non puoi rispondere, che avere risposte che non puoi mettere in questione
Avatar utente
deep-blue-sea
Utente Master
 
Messaggi: 3353
Iscritto il: 16/07/2009, 17:38

Messaggiodi Giovanni da Fasano » 17/02/2010, 17:27

ho fatto una battuta ironica ,siccome 2 tdg che scrivono sul forum mi hanno detto che io mi prendo troppo sul serio ,volevo cercare di sherzare un pò ma purtroppo prendo tutto seriamente :strettamano: giovanni
Avatar utente
Giovanni da Fasano
Veterano del Forum
 
Messaggi: 1145
Iscritto il: 21/09/2009, 14:53
Località: Fasano (BR)

Messaggiodi Gabriella Prosperi » 17/02/2010, 17:27

deep-blue-sea ha scritto:Giovanni: Tuo figlio all'Università? Anche oggi se possibile....mandalooooooo!

Mi associo!
Anche se aspettavi risposta da qualche "fratello" :sorriso:
Gabriella
La cosa più difficile a questo mondo? Vivere! Molta gente esiste, ecco tutto.Oscar Wilde
Presentazione
Avatar utente
Gabriella Prosperi
Utente Platinium
 
Messaggi: 14678
Iscritto il: 11/06/2009, 5:16

Messaggiodi Jon Konneri » 17/02/2010, 17:54

ilnonnosa ha scritto:
Il punto di vista dei testimoni di Geova e la scuola.


“Noi sappiamo che questo vecchio sistema di cose sarà ben presto distrutto ad Armaghedon, perciò, che ragione c'è di frequentare la scuola secondaria mentre potremmo essere liberi per avvertire gli altri?”.
(La Torre di Guardia 15/8/1953 p. 260)

“Il liceo e l’università… potrebbero distogliere la mente dall’ammaestramento teocratico e dai suoi principi.… Dio non approva nessuna parte del vecchio mondo, comprese anche le sue istituzioni d’istruzione che divulgano le sue filosofie”.
(La Torre di Guardia 1/11/1956 pp. 662, 663)

“l’aperta immoralità degli studenti universitari oggi non è un segreto e le indicazioni mostrano che peggiora. Volete trascorrere parte dei pochi anni rimasti prima di Armaghedon in tale atmosfera pericolosa?”
(Schema discorso N. 45 1/67 p. 2)

“Benché sia vero che l’istruzione universitaria possa metterla maggiormente in grado di acquistare importanza nella società, o guadagnare più denaro, la donna cristiana si rende conto che queste non sono le cose che recano vera felicità e soddisfazione. Quant’è meglio che ella edifichi forte fede, basata sulla conoscenza della Parola di Dio, e scelga un compagno che ha fatto la stessa cosa!”.
(Svegliatevi! 8/2/1967 pp. 17, 18)

“Se siete giovane, dovete anche considerare il fatto che non invecchierete mai in questo attuale sistema di cose. Perché no? Perché ogni evidenza in adempimento della profezia biblica indica che questo corrotto sistema deve finire fra pochi anni… Perciò, da giovane, non potete mai adempiere alcuna carriera che questo sistema offre. Se siete nella scuola superiore e pensate all’istruzione universitaria, significa almeno quattro anni, forse anche sei o otto anni ancora per laurearvi e intraprendere una professione. Ma dove sarà allora questo sistema di cose? Sarà molto avanzato nella strada che porta alla sua fine, se non in effetti scomparso!”.
(Svegliatevi! 8/11/1969 p. 15)

“ ‘Ma per quanto tempo un ragazzo dovrebbe andare a scuola?’ possono chiedere. I genitori devono deciderlo. Se la legge del paese richiede un certo numero d’anni di istruzione, i cristiani sanno che devono “essere ubbidienti ai governi e alle autorità quali governanti”. Ma se è stato raggiunto il minimo legale, i genitori devono determinare che cosa farà il ragazzo”.
(La Torre di Guardia 15/9/1971 p. 574)

“Un anziano della Corea incoraggiò i suoi quattro figli a fare i pionieri… La figlia maggiore narrò come nella sua scuola superiore ella fosse la più brava. A un certo punto ella stessa voleva andare all’università. Comunque, il padre la informò che, benchè fosse libera di scegliere tale condotta, non poteva attendersi che egli la sostenesse pecuniariamente. Ella cambiò idea riguardo all’università… Il secondo figlio narrò come un tempo anch’egli volesse andare all’università e seguire un corso mondano. Ma suo padre si mise a sedere con lui ed esaminarono le Scritture. Il padre disse anche a lui che, se insisteva a seguire un corso mondano, avrebbe anche dovuto trovare un altro posto in cui vivere… il figlio minore ha rinunciato a frequentare la scuola superiore per fare il pioniere”.
(Ministero del Regno 6/1973 p. 6)

“… i figli… hanno l’obbligo di adeguarsi alle decisioni dei genitori per quanto riguarda il numero di anni di scuola che dovranno frequentare… Sarebbe incoerente che un giovane, di sua spontanea volontà, prolungasse eccessivamente gli studi secolari oltre ciò che richiedono la legge e i suoi genitori… altri anni di istruzione universitaria possono essere un laccio… Inoltre, l’atmosfera delle università esercita una corruttrice influenza sulla morale, incluso il pericolo del vizio della droga”.
(La Torre di Guardia 15/7/1977 p. 447)

“Completati i suoi anni d’istruzione secolare obbligatoria, che farà della sua vita? Rispondendo a questa domanda, il libro [Organizzazione] mostra che nel caso di una persona dedicata e battezzata non dovrebbe esserci dubbio”.
(Ministero del Regno 9/81 p. 3)

“Ma, si potrebbe obiettare, non tutti i cristiani che vanno all’università perdono la fede o muoiono per un’overdose. Questo è vero. Alcuni laureati sono diventati validi e operosi componenti della congregazione cristiana. Ma è anche vero che non ogni bambino che gioca in mezzo al traffico di una strada finirà sotto una macchina. Alcuni ne escono indenni e diventano adulti. Ma è un motivo sufficiente per lasciare che i vostri figli giochino per la strada in mezzo al traffico?”.
(La Torre di Guardia 1/1/1983 p. 14)

“Andare all’università… o imparare un mestiere?… non c’è nulla di male se i genitori incoraggiano i figli a imparare un mestiere anziché andare all’università”.
(Svegliatevi! 8/4/1985 p. 15)

“Spetta al locale corpo degli anziani determinare il da farsi quando una certa situazione può mettere in dubbio i requisiti scritturali di un nominato. Nel caso specifico ci parli del figlio di un anziano che sembra frequenti l’università. Ci chiedi se questo potrebbe dare una cattiva impressione dell’anziano quale nominato in considerazione di quanto è stato detto nelle recenti assemblee di distretto riguardo al frequentare l’università… Se tale fratello perderà la fiducia della congregazione ritenendolo non rispettoso e non libero di parola rispetto alla direttiva provveduta dallo schiavo fedele e discreto, probabilmente si dovranno rivedere i suoi requisiti”:
(Lettera della Società SCE:SSH 18/2/1987)

“ La Società impone al genitore testimone di Geova, un atto di fede, per la futura formazione culturale del figlio secondo le sue direttive.
”Ho accettato ciò che l’organizzazione ha detto in merito all’istruzione superiore? Insegno ai miei figli in modo conforme?”.
(La Torre di Guardia 1/12/1987 p. 14)

“Molti giovani cristiani hanno deciso di non andare all’università. Molti riscontrano che l’addestramento offerto nelle congregazioni dei testimoni di Geova – in particolare la settimanale Scuola di Ministero Teocratico – li pone in netto vantaggio”.
(I giovani chiedono… Risposte pratiche alle loro domande 1989 p. 178)

“I testimoni di Geova riconoscono l’importanza dell’istruzione… i nostri ragazzi… per questa ragione leggono… Svegliatevi! Che tratta in pratica tutti i campi dello sciabile”. Che “ingenuità” credere che la Scuola di Ministero Teocratico oppure la rivista “Svegliatevi!” forniscano un sapere superiore all’università
(I Testimoni di Geova e la scuola 1983 p. 4)

“Che dire però dell’istruzione superiore che si riceve al college o all’università? Un’idea diffusa è che sia indispensabile per riuscire nella vita. Tuttavia molti che intraprendono tali studi finiscono per riempirsi la mente di idee deleterie. Per ricevere tale istruzione si sprecano preziosi anni della gioventù che si potrebbero usare meglio nel servizio di Geova. (Eccl. 12:1) Forse non c’è da stupirsi se, nei paesi dove molti hanno conseguito questo tipo di istruzione, quelli che credono in Dio hanno raggiunto il minimo storico. Anziché cercare la sicurezza nell’istruzione superiore di questo mondo, il cristiano confida in Geova”.
(La Torre di Guardia 15/4/08 p. 4 §10 – rivista per lo studio)

Ciao, Ilnonnosa

Grazie
Jon Konneri
Nuovo Utente
 
Messaggi: 11
Iscritto il: 16/07/2009, 18:43

Messaggiodi Sal80 » 17/02/2010, 18:01

Ilnonnosa: “Se siete giovane, dovete anche considerare il fatto che non invecchierete mai in questo attuale sistema di cose. Perché no? Perché ogni evidenza in adempimento della profezia biblica indica che questo corrotto sistema deve finire fra pochi anni… Perciò, da giovane, non potete mai adempiere alcuna carriera che questo sistema offre. Se siete nella scuola superiore e pensate all’istruzione universitaria, significa almeno quattro anni, forse anche sei o otto anni ancora per laurearvi e intraprendere una professione. Ma dove sarà allora questo sistema di cose? Sarà molto avanzato nella strada che porta alla sua fine, se non in effetti scomparso!”.
(Svegliatevi! 8/11/1969 p. 15)


Uhmm, 1969, giovani, 1+1=5, uhm il torno non conta, cioè volevo dire, il conto non torna..
Ci sono due errori che si possono fare lungo la via verso la verità...non andare fino in fondo, e non iniziare.
Confucio

Presentazione
Avatar utente
Sal80
Utente Senior
 
Messaggi: 993
Iscritto il: 16/07/2009, 17:42
Località: Friburgo (Germania)

Messaggiodi ilnonnosa » 17/02/2010, 20:29

deep-blue-sea ha scritto:spontanea da parte dei TG, nel vano tentativo di difendere la Watchtower. Sotto sotto si rendon conto che non è sano insegnare di restare nell'ignoranza. Ma ormai, quel che é scritto...è scritto! Ilnonnosà ce ne ha dato una bella dimostrazione! Bravo e Grazie, forse avendo la sfilza completa dei commenti negativi comparsi sulle pubblicazioni della Watchtower, tutti, e dico tutti (speriamo anche qualche rappresentante della pubblica istruzione), possono rendersi conto di che livello è l'insegnamento della Watchtower.
Quando penso che in qualche discorso o pubblicazione si permisero di asserire che la Scuola di Galaad poteva esser paragonata all'Università!!!! :risatina: :risatina:

Giovanni: Tuo figlio all'Università? Anche oggi se possibile....mandalooooooo!


“I primi studenti ritenuti idonei furono invitati a recarsi alla Scuola Biblica Torre di Guardia di Galaad il 31 gennaio 1943. Per l’ammissione alla nuova scuola si richiedeva che avessero fatto almeno due anni di servizio continuo come pionieri e una istruzione basilare quasi pari all’ammaestramento di una scuola superiore. … Il giorno seguente, il 1° febbraio 1943, la scuola fu dedicata, con un programma semplice ma solenne. Fu dedicata come scuola di alta istruzione del nuovo mondo, con la sacra Parola di Dio, la Bibbia, quale fondamentale libro di testo. … Il corso di studi della scuola comprende un programma completo di ventisei settimane d’istruzione superiore, equivalente a un anno di studio universitario. La maggior parte degli studi disponibili in questa Scuola Biblica del nuovo mondo è basata sulla Bibbia, compreso il corso avanzato e completo di ministero teocratico e di servizio missionario. Nei cinque mesi e mezzo di intensa istruzione, vengono provveduti studi di contabilità inerente all’attività teocratica, servizio missionario, ministero teocratico, verità bibliche, racconti scritturali, storia dell’adorazione, profezie del Regno, Legge Suprema, discorsi biblici e una lingua straniera. … Per incrementare questo corso la Società pubblicò in seguito altri eccellenti libri di testo, come Aiuto teocratico per i proclamatori del Regno nel 1945 e Preparato per ogni opera buona nel 1946.”
(La Torre di Guardia – 15/7/1956, pp. 441, 442, 444)

“Nel maggio 1953, dieci anni dopo l’istituzione della Scuola Biblica Torre di Guardia di Galaad dei testimoni di Geova, la Scuola fu ufficialmente riconosciuta dal Ministero dell’Istruzione degli Stati Uniti a Washington, nel Distretto di Columbia, poiché essa offre un’istruzione paragonabile a quella offerta dalle scuole professionali del mondo e da altre istituzioni educative”.
(La Torre di Guardia – 1/7/1963, p. 391)
Ciao. Ilnonnosa
Presentazione

“Non c’è nulla di male se una persona cerca di confutare gli insegnamenti e le pratiche di un gruppo religioso che ritiene in errore”. (Svegliatevi! 8 settembre 1997, pagina 6)
Avatar utente
ilnonnosa
Veterano del Forum
 
Messaggi: 1067
Iscritto il: 26/08/2009, 12:03

Messaggiodi Gabriella Prosperi » 18/02/2010, 12:10

I nostri fratelli convinti che l'organizzazione WTS non precluda gli studi universitari, dovrebbero partecipare in massa alle prossime assemblee dove, la rappresentazione del mattino, dovrebbe chiarire loro le idee.
Gabriella
La cosa più difficile a questo mondo? Vivere! Molta gente esiste, ecco tutto.Oscar Wilde
Presentazione
Avatar utente
Gabriella Prosperi
Utente Platinium
 
Messaggi: 14678
Iscritto il: 11/06/2009, 5:16


Torna a Pubblicazioni della WatchTower

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici