Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

1914: "...molti fratelli unti si aspettavano..."

Un'analisi delle pubblicazioni passate e presenti dei TdG

Moderatore: Achille

1914: "...molti fratelli unti si aspettavano..."

Messaggiodi Socrate69 » 12/05/2019, 7:32

Nella Torre di Guardia ed. studio 8.19 è scritto:

"Tuttavia, quando le nostre speranze non sembrano realizzarsi nel momento in cui ce lo aspettiamo, potremmo perdere il nostro entusiasmo e addirittura scoraggiarci (Prov. 13:12). Questo è ciò che avvenne all’inizio del XX secolo. A quel tempo molti fratelli unti si aspettavano di ricevere la ricompensa celeste nel 1914."

Ancora una volta, mancano di onestà, perché come si sà grazie ad ampie prove che troviamo anche su questo sito, queste aspettative fallite sono state colpa di CT Russell, che con calcoli fantasiosi, aveva falsamente profettizzato l'anno 1914 come quello in cui la fine sarebbe venuta e gli unti sarebbero stati "rapiti".

Ma è vero che molti tdg ignari che leggeranno queste parole continueranno ad essere ingannati, pensando che le aspettative sbagliate del passato sono state solo frutto di interpretazioni personali, quando tali aspettative sono state tutte create da sedicenti rappresentanti divini in terra, con lo scopo di sfruttare la credulità della gente.

Meno male, molti se ne stanno rendendo conto...
L'ignorante afferma, il saggio dubita, il sapiente riflette - Aristotele

Presentazione
Avatar utente
Socrate69
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3989
Iscritto il: 18/12/2013, 15:44

Messaggiodi deliverance1979 » 12/05/2019, 10:52

Non solo, continuano ad avere tale data come punto di riferimento, ed è per questo che sono ridicoli.
Tutti i loro intendimenti, pre 1914 e post 1914 hanno sempre e comunque questa data come punto di arrivo o di partenza della loro fanta vaccate.

Ma, analizziamo bene il tutto, e mettiamo una pietra tombale definitiva sulla loro ipocrisia ed inutile esistenza.

I Testimoni di Geova hanno una natura ipocrita, basata su delle false speranze partite bene o in buona fede con il pastor Russell nel lontano 1874, ma trasformatesi in mero marketing nei decenni successivi.

La prima cosa da chiarire è che questa è una religione millenaristica, ovvero nasce con uno scopo e per compiere un'opera.

Secondo loro, la venuta di questa religione è voluta dall'alto, da Geova (Dio) che attraverso il suo spirito santo ha fatto si che questo movimento sia venuto all'esistenza.

Secondo i Testimoni di Geova, (o per meglio dire secondo le loro ridicole interpretazioni bibliche) da quando morì l'ultimo apostolo di Gesù, San Giovanni, iniziò la grande apostasia, che fece allontanare i fedeli cristiani dai principi di Gesù e fece cosi nascere da quelle congregazioni del primo secolo, tutte le correnti filosofiche della cristianità che conosciamo oggi, di cui la principale esponente apostata è la Chiesa Cattolica ed Ortodossa immagino (visto che sono le più antiche).

Non ci hanno mai spiegato però, i cervelloni del Corpo Direttivo, quale tra queste prime congregazioni, fosse quella che rappresentava il grano, ovvero la giusta interpretazione biblica che Gesù intendeva e che sarebbe dovuto crescere insieme alle zizzanie, ovvero le congregazioni apostate che nel corso del tempo avrebbero oscurato questo grano.

In un intervento che ora non ricordo in quale discussione di questo forum, sia Polymetis che Valentino, illustrarono in numerosi passaggi e con fonti storiche come tra tutte le prime congregazioni ci fu un "duello" filosofico sulla prosecuzione delle giusta interpretazione biblica.

Ora, ammettendo che ci fossero molte congregazioni, di cui alcune divennero parte della cristianità apostata, mentre altre scomparirono, non riusciamo a capire quale linea di continuità dell'unica vera religione sia iniziata nel I secolo dopo Cristo e sia giunta ai giorni nostri, tale da essere identificata negli Studenti Biblici di Russell che poi divennero i Testimoni di Geova sotto Rhuterford nel XX° secolo.

Perchè questo punto è fondamentale...

Cosa centra con il 1914....

E' molto semplice.
La scrittura biblica del grano e delle zizzanie spiegata dai Testimoni di Geova in questa loro stessa pubblicazione ufficiale:

[url]https://www.jw.org/it/pubblicazioni/guida-attivita-adunanza/guida-adunanza-febbraio-2018/programma-adunanza-5-11-feb/parabola-grano-e-zizzanie/#?insight[search_id]=6d7dc9cc-34f0-44ee-a25d-6f221d3dc32a&insight[search_result_index]=0[/url]

Dimenticano di accennare ad un piccolo passaggio.... ovvero che la vera religione e quella falsa, sarebbero cresciute insieme fino al tempo della mietitura, che loro indicano con un periodo relativo a quale data?

He, he, al 1914.

Ma un momento, ragioniamo, come mai la Chiesa Cattolica e quella Ortodossa o altre, hanno una loro continuità storica che parte dal primo secolo dopo Cristo, e rappresentano le zizzanie, mentre invece, per l'unica e vera religione che sarebbe dovuta crescere insieme a loro, non esiste nessun documento, o cronologia che identifichi questo gruppo?

Mi spiego meglio, se i cattolici hanno una loro continuità nello sparare vaccate apostate da 2000 anni (passatemela questa voi cattolici), perchè l'unica religione depositaria di questo sapere, scompare con la morte dell'ultimo apostolo, non ha continuità storica e riappare come per magia nel 1874 quando pastor Russell decide di fondare il movimento degli studenti biblici?

I testimoni di geova spiegano in maniera rabberciata ed approssimativa che nel corso di tutti questi 2000 anni, ci siano stati liberi pensatori o fondatori di movimenti religiosi, distanti tra di loro molti chilometri, o appartenenti a diverse epoche, e con convinzioni personali e culturali profondamente diverse, che però hanno rappresentato questo grano, solo perchè si sono opposti per interessi personali o di visioni religiose alla Chiesa Cattolica o altre forme religiose apostate della cristianità.

Ma questa è una vaccata pazzesca, perchè la scrittura dice chiaramente che grano e zizzanie sarebbero cresciute "INSIEME" fino al tempo della fine, e se ha avuto una continuità logica e filosofica l'apostasia, doveva avere la stessa continuità logica anche la vera religione.
Ora, che questa religione fosse sconosciuta, fosse piccola di numero questo non importa, ma, doveva adempiere la parabola del grano e delle zizzanie.
Purtroppo qui c'è un problema, i TDG essendo una religione millenarista, hanno trasformato molti passi biblici da parabole a profezie.
Infatti, quella di Gesù era una parabola e non una profezia, motivo per cui, non poteva avere una portata di cosi ampio respiro che dal primo secolo avrebbe portato ad un percorso storico futuro di ben 1774 anni.

Tale salto logico lo hanno fatto solo i TDG, con tutti i problemi del caso, ovvero mancanza di prove per colmare dei dettagli di non poco conto, come questo del grano e delle zizzanie.

Ora arriviamo al punto focale....
Calma, non vi annoiate a leggere...

Ma come mai, nel 1874 a questo benedetto Russell viene in mente di formare un gruppo di studio degli studenti biblici, per capire meglio la bibbia?
Facendo un pò di dietrologia geovista, con il senno di poi, il motivo era perchè si stavano avvicinando gli ultimi giorni di questo mondo, che secondo i TDG iniziano (con calcoli biblici, presi a prestito anche da altri movimenti religiosi precedenti a Russell) nel 1914.
Inoltre Russell era molto attirato da movimenti millenaristici che vedevano nella bibbia una sorta di libro con grandi eventi profetici che potevano rivelarsi in tutta la loro portata distruttiva nel periodo storico in cui loro vivevano.
Non dimentichiamoci che la storia è piena di predicatori, ciarlatani e momenti bui in cui si fa dire alla bibbia di tutto e si usano eventi terreni e scritture bibliche per alimentare false aspettative di un ritorno di Cristo o rivelazione apocalittica divina.

Ora, chi stimolò Russell in questa ricerca della vera interpretazione biblica?
Geova tramite lo spirito santo?
Un auto convincimento di Russell in preda ad una crisi mistico esistenziale di cercare uno scopo nella sua vita?

E che fine ha fatto quel grano che Gesù descrisse, "sarebbe cresciuto insieme alle zizzanie per 2000 anni"?
Russell faceva parte di un gruppo che poteva datare una continuità storica che partiva dal 33 E.V. ed arrivare fino al XIX° secolo?
Mmmm, mi sa tanto di no....

Ed allora?

Ecco, qui iniziano a venire fuori i primi grossi problemi del millenarismo geovista.
Russell appassionato di una certa visione apocalittica iniziò a rileggere la bibbia con una chiave di lettura più terrena, auto convincendosi e convincendo molti altri che lo seguivano, che loro facevano parte di un proposito divino, ovvero quello di far conoscere a tutto il mondo la loro interpretazione biblica che differiva da quella delle religioni che loro stessi definivano "apostate"....

I TDG hanno sempre definito apostate le altre religioni perchè le hanno giudicate con i parametri biblici, quindi siccome si fanno le immagini scolpite, hanno partecipato a guerre, e via dicendo, tutte sono apostate meno che la loro.
Certo è, che si potrebbe anche rispondere loro, che anche l'Israele di Dio nel vecchio testamento era apostata e compiva atti tremendi contro Dio, ma Dio li tollerava perchè li considerava umani ed imperfetti.

Ora, per stabilire se la Chiesa fosse veramente approvata da Dio, che tollera comunque le sue debolezze umane, oppure se potremmo definirla apostata, si dovrebbe avere un'altra religione che dopo 2000 anni di tempo su questa terra, abbia dimostrato di essere migliore, e quindi sostenuta da Dio.
La famosa parabola del grano e delle zizzanie.
Ma questo non è possibile dimostrarlo, ed i TDG non fanno parte di tutto questo.

Tuttavia Russell si era auto convinto che il 1914 era una data molto importante e che loro, da persone umili e timorate di Dio, sarebbero state rapite in cielo.
Ora, ci si potrebbe chiedere, ma Russell che prove pratiche aveva di tutto questo?

Aveva sentito voci?
Visto fiammelle in testa?
Parlato in lingua?

No, solo perchè loro cercavano di applicare la bibbia in maniera letterale nella loro vita, pensavano che quello che stavano vivendo era un tempo speciale e che loro erano stati scelti da Dio per compiere un compito supremo.
Ma tolto questo loro auto convincimento non rimane nulla.

Infatti, quando nel 1914 speravano di essere rapiti in cielo, ebbero la loro prima delusione.

Ma, pensarono che qualcosa andò storto e che forse avevano nutrito false aspettative...
Si auto convinsero che forse dovevano predicare questa loro visione biblica in tutto il mondo in maniera maggiore, e solo allora, quando tale testimonianza di giudizio verso un mondo che si era allontanato da Dio, poteva iniziare il giudizio universale.

Bene, diamogli questo primo beneficio del dubbio...

Poi scoppio la Prima Guerra Mondiale e penso che gli studenti biblici di pastor Russell si auto convinsero che forse vivevano veramente in un periodo straordinario.

Il seguito lo conosciamo tutti.... si cambia la data del 1914 da punto di arrivo (dove si pensava che gli studenti biblici dovessero essere rapiti in cielo con Gesù, a punto di partenza per gli ultimi giorni del dominio umano auto gestito in governi e lontano dalla sottomissione a Dio)

Gli studenti biblici qualche anno dopo, nel 1931, sotto il secondo presidente di questo movimento, il giudice Rhuterford diventano Testimoni di Geova, ma continuano ad interpretare la bibbia in maniera letterale, proprio come avevano fatto prima.

Ora, arrivati a questo punto e capito tutto il percorso storico che va da Gesù fino a Russell dobbiamo farci delle domande secche...

1 - Chi ha spinto Russell a compiere quel suo percorso di studio della bibbia?
Se è stata volontà di Dio, significa che allora c'è veramente un proposito nascosto dentro la bibbia che doveva essere capito proprio in questo periodo.
Se è stata volontà di Russell e della sua auto suggestione o voglia di realizzare se stesso attraverso un avvicinamento alla lettura biblica, la questione è profondamente diversa.

2 - Che fine ha fatto quella continuità storica ed interpretativa del grano e delle zizzanie?
Se questa parabola era anche una profezia e se Russell faceva parte di questo disegno supremo, doveva essere entrato in contatto con dei membri di questa organizzazione, che, attraverso lui, ora, potevano dare inizio alla predicazione su scala globale in vista di Harmagheddon, in sostanza i testimoni di geova dovevano essere la manifestazione ultima del grano.
Se però tutto si basa sugli auto convincimenti di Russell e del millenarismo fai da te senza sostegno divino, questa scrittura viene spiegata alla meno peggio con una coerenza appunto millenaristica fine a se stessa.

3 - Quanto è importante il 1914?
Ora, questa data è rimasta un punto cardine dei TDG, perchè rappresenta per loro un momento importantissimo per la storia dell'uomo.
E' proprio da questo anno, calcolato con l'aiuto di altri passi biblici ed eventi storici del passato (tra cui la distruzione di Gerusalemme del 607 A.E.V storicamente discutibile poi, ma per i TDG è cosi punto e basta), che Dio inizia ad interessarsi all'uomo ed alla suo famoso diritto di auto governarsi.
I tempo dell''uomo stanno per finire ed iniziano gli ultimi giorni.

Ora, se quest'anno fosse veramente importante, la fine sarebbe già venuta, mentre invece, oggi stiamo qui a sentire le vaccate del corpo direttivo che continua a posticipare la fine di tale data.
Questo problema di tale data, della sua importanza e di tutte le speranze deluse dei TDG è un segnale molto forte per capire l'inutilità di questa religione millenaristica.

Già Russell, quando fondò gli studenti biblici nel lontano 1874, capì l'importanza di quell'anno ma che poi quando avvenne non si verificò nulla.
Ora, perchè un Dio che ha pazienza di aspettare 2000 anni, fa nascere una religione che deve proclamare una distruzione planetaria, per fargli sparare un mare di vaccate e dopo 145 anni, nel 2019, ancora credere che la fine sia imminente?

Qui torniamo alle domande di prima, ma questa religione è nata per volere di Dio con un suo piano ben definito, oppure per auto convincimenti umani basati su un'interpretazione affascinante della bibbia?

Perchè delle giustificazioni che poi i TDG hanno scritto, sul fatto che la fine di questo mondo dopo 145 anni di attesa non sia ancora venuta, le loro pubblicazioni sono piene.
Forse dovrebbero fare pace con il loro millenarismo ed ammettere di aver sbagliato molto.
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Master
 
Messaggi: 5395
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi Jeff » 12/05/2019, 11:12

Del "1975" io bambino proclamatore all'inizio degli anni 80 non sapevo nulla.A dir la verità capitava che qualcuno in servizio dicesse che noi avevamo profetizzato che in quell'anno doveva venire la fine del mondo. Nessun TdG più grande mi spiegò mai la vera storia del 1975. Ero giunto alla conclusione che erano solo farneticazioni di persone che volevano screditare l'opera di predicazione. Io rispondevo sempre "nessuno sa né il giorno né l'ora" :inca:
Avatar utente
Jeff
Nuovo Utente
 
Messaggi: 156
Iscritto il: 24/04/2018, 6:42

Messaggiodi deliverance1979 » 12/05/2019, 11:40

Jeff ha scritto:Io rispondevo sempre "nessuno sa né il giorno né l'ora"


Questa è la risposta evasiva che i TDG utilizzano per salvarsi per cosi dire in calcio d'angolo, ma poi si smentiscono con la loro stessa esistenza millenaristica.

Hanno scritto migliaia di pagine sul 1914, hanno associato decine di scritture bibliche a questo o quell'evento storico che portava al 1914, e che dal 1914 doveva praticamente dimostrare che si viveva negli ultimi giorni.
Quando si andava e vanno in servizio a predicare alla gente fanno leva sugli eventi geopolitici internazionali, infarcendo tali spunti con scritture apocalittiche che parlano della fine del mondo, di Harmgheddon e delle promesse bibliche.

La presa in giro dove sta, che loro usano queste vaccate di marketing millenaristico per dire che viviamo negli ultimi giorni ed attirare l'attenzione.

Ora, se si fosse capito veramente l'intendimento e questa religione era veramente opera di Dio, una volta identificato l'anno del 1914, la unica e sola interpretazione da dare a quella data doveva essere la più logica, ovvero quella che i TDG dissero nel 1995, dopo due fallimenti predittivi precedenti (quello di Russell che pensava che la fine doveva venire nel 1914, e quello successivo della generazione).
Quindi nel 1995 si pensava alla generazione come ad un arco di tempo.
Ecco, se Geova guidava veramente queste persone, almeno, su questa cosa di fondamentale importanza per la loro credibilità e per la predicazione, doveva già fin da subito far dare al Corpo Direttivo la più corretta forma interpretativa, ovvero un breve periodo di tempo.

Non che a forza di tentativi, ed errori futuri, messi come toppe ad interpretazioni sbagliate del passato si tira a campare.

Secondariamente che il giorno e l'ora nessuno lo sapeva ci può stare, ma è il tempo di attesa che non riporta con gli eventi biblici simili.
Il diluvio venne dopo 120 anni da che Dio stabilì tale suo proposito, ma dopo 40 anni da che Noè predicò e costruì l'arca.
La liberazione degli israeliti dall'Egitto per opera di Mosè, si verificò poco dopo che venne capito il liberatore.
La distruzione di Gerusalemme ed il ritorno dall'esilio per opera dei babilonesi avvennero dopo 70 anni, la seconda distruzione di Gerusalemme al tempo di Cristo avvenne 37 anni dopo.

Tutti eventi che furono ricordati da chi li predicava.
Qui stiamo ad oltre 145 anni di attesa, e per quanto i TDG ed il loro corpo direttivo vogliano inventarsi queste frasi fatte prese da carotaggi biblici "il giorno e l'ora nessuno la sa" (parole di Cristo), utili per coprire e giustificare i loro fallimenti interpretativi, basati a loro volta su altri carotaggi biblici.... significa che non sanno più che pesci prendere :fronte:
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Master
 
Messaggi: 5395
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi Romagnolo » 12/05/2019, 14:08

Interessante disquisizione la tua Deliv, ti faccio i miei complimenti :strettamano:
Del resto già l' esperienza narrata da Barbara Handerson riportata qui nel sito alla voce Esperienze, ci insegna come i vertici dell' Organizzazione abbiano cercato di trovare questo fantomatico collegamento col grano che per secoli avrebbe convissuto con le zizzanie fino ad arrivare ai giorni di Russel:
Secondo l'insegnamento dei Testimoni di Geova, dopo la morte degli apostoli alla fine del primo secolo, si sviluppò una grande apostasia che produsse falsi cristianesimi dai quali poi nacque la chiesa cattolica romana. Ciononostante, secondo i Testimoni, vi sono sempre stati "veri" cristiani sulla terra dalla morte dell'ultimo apostolo cristiano fino ai giorni di Charles Taze Russell e dei suoi associati, i quali aderirono agli insegnamenti originali di Gesù e dei suoi apostoli. Uno dei lavori più estenuanti e impegnativi di Karl fu quello di identificare chi erano tali veri cristiani.

Il mio esame si basava su quattro criteri di base che i "figli del regno" dovevano avere in comune e che li collegassero fra di loro; tre di questi criteri erano il rifiuto della Trinità, dell'inferno di fuoco e dell'immortalità dell'anima umana. Il quarto criterio era più difficile, riguardava l'accettazione del sacrificio di riscatto di Cristo secondo la dottrina dei Testimoni. Per mesi il Reparto Scrittori rastrellò libri da grandi librerie specializzate d'Europa, del Regno Unito e anche dagli Stati Uniti. Io lessi le traduzioni di opere specialistiche sui gruppi scismatici e non conformisti antecedenti e posteriori la Riforma Ortodossa, inclusi i gruppi del periodo noto come Riforma Radicale. Devo dire che rimasi letteralmente affascinata studiando con occhio critico i primi movimenti Ariani, oltre ai Lollardi, i Valdesi, i Sociniani e gli Anabattisti.

La mia accurata analisi dei fatti convinse quindi Karl che non esisteva nessuna generazione di veri cristiani che si collegasse alla successiva in base ai quattro criteri sopra menzionati, e quindi chiuse il progetto di ricerca promettendo però che questo non lo avrebbe mai detto, sebbene a tutt'oggi quest'insegnamento sia ancora in vigore. A pagina 44 del libro I Testimoni di Geova - Proclamatori del regno di Dio, ciò che di meglio Karl riuscì a fare per rispondere alla domanda, "Cosa accadde al vero Cristianesimo dopo il I secolo?" fu "Il vero cristianesimo quindi non fu mai veramente soffocato". E poi aggiunse "Nel corso dei secoli ci sono sempre stati amanti della verità", e inserì un elenco di alcuni ben noti sostenitori della Bibbia.
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Utente Master
 
Messaggi: 5423
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi VictorVonDoom » 13/05/2019, 7:40

deliverance1979 ha scritto:Ora, ci si potrebbe chiedere, ma Russell che prove pratiche aveva di tutto questo?

Aveva sentito voci?
Visto fiammelle in testa?
Parlato in lingua?

No, solo perchè loro cercavano di applicare la bibbia in maniera letterale nella loro vita, pensavano che quello che stavano vivendo era un tempo speciale e che loro erano stati scelti da Dio per compiere un compito supremo.
Ma tolto questo loro auto convincimento non rimane nulla.


Questo è un punto fondamentale.
I TdG affermano di essere l'unica vera religione perchè fanno e insegnano x,y . Cioè, loro sono quelli "veri" perchè, ad esempio, non credono alla trinità, all'inferno, non vanno in guerra, predicano, si amano l'un l'altro ecc.ecc.
Ora, a parte che questi requisiti sono scelti arbitrariamente tra quelli che i TdG soddisfano (o danno l'impressione di soddisfare) e non vengono considerati tanti altri, il problema di tutto questo è che è replicabile da qualsiasi altro gruppo o religione. Cioè, se io domani fondassi un gruppo di persone che, ad esempio, non sostiene la Trinità, non va in guerra, si mostra amore l'un l'altro, blablabla, allora, per definizione, sarei l'unica vera religione.
Ma ovviamente tutto questo non ha senso.
L'unico requisito per cui una religione può dirsi "vera" (qualsiasi cosa voglia dire) è che sia stata scelta in maniera tangibile, dimostrabile ed inequivocabile da Dio in persona.
Ma è qui che casca l'asino... e non solo per i TdG! :occhiol:
L'unica cosa che i TdG possono dire su questo "requisito" (l'unico che abbia davvero importanza), infatti, è che nel 1919 Cristo è venuto sulla terra in maniera INVISIBILE e tanto INVISIBILMENTE avrebbe scelto loro come suoi rappresentanti.
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Senior
 
Messaggi: 2051
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25


Torna a Pubblicazioni della WatchTower

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici