Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Revisione sul Re del nord, violentate le Scritture

Un'analisi delle pubblicazioni passate e presenti dei TdG

Moderatore: Achille

Revisione sul Re del nord, violentate le Scritture

Messaggiodi Romagnolo » 14/07/2020, 12:03

Recentemente è stato trattato alle adunanze il primo articolo di studio della Torre di Guardia di Maggio 2020 edizione per lo studio.
https://www.jw.org/it/biblioteca-digita ... ggio-2020/
Questo articolo tratta una revisione su quanto creduto fino ad ora riguardo la sequenza dei re del nord e del sud descritti nel libro biblico di Daniele, la revisione si è imposta inquanto l' Organizzazione Geovista ha depennato le figure di Aureliano e Zenobia dall' essere stati ai loro tempi i rispettivi re del nord e del sud.
I versetti che li riguardavano erano Daniele 11:25 e 26, una trattazione al loro riguardo la si può trovare nel libro edito dalla Watchtower "Prestate attenzione alle profezie di Daniele" alle pagine 240 e 241.
https://www.jw.org/it/biblioteca-digita ... i-Daniele/
Questo depennamento ha obbligato l' Organizzazione dei Testimoni di Geova a rimediare al buco così creatosi e a cosa sono ricorsi per riattribuire l' identità ai due re descritti in quei versetti?
Ecco la spiegazione tratta dalla Torre di Guardia considerata qualche giorno fa:

COMPARE DI NUOVO IL RE DEL NORD
9 Nel 1871, un anno dopo che Russell e i suoi collaboratori avevano formato il loro gruppo di studio biblico, il re del nord fece di nuovo la sua comparsa. Quell’anno Otto von Bismarck ebbe un ruolo determinante nella formazione dell’impero tedesco. Il re di Prussia Guglielmo I ne diventò il primo imperatore e nominò Bismarck cancelliere. * Negli anni successivi la Germania diventò una potenza coloniale che controllava diversi paesi in Africa e nell’area del Pacifico, e iniziò a sfidare il potere della Gran Bretagna. (Leggi Daniele 11:25.) L’impero tedesco si dotò di un potente esercito e di una flotta che divenne la seconda tra le più grandi del mondo, e li utilizzò contro i suoi nemici durante la Prima guerra mondiale.

10 A questo punto la profezia di Daniele fa riferimento a ciò che accadrà all’impero tedesco e alle sue forze militari. Parlando del re del nord, dice: “Non resisterà, perché trameranno complotti contro di lui. Gli stessi che mangeranno i suoi cibi prelibati causeranno la sua caduta” (Dan. 11:25b, 26a). Al tempo di Daniele tra coloro che mangiavano i “cibi prelibati” del re c’erano funzionari di corte “al servizio del re” (Dan. 1:5). A chi si riferisce la profezia? Ad alti funzionari dell’impero tedesco, tra cui generali e consiglieri militari dell’imperatore, che contribuirono a rovesciare la monarchia. * Comunque, oltre a parlare della caduta dell’impero, Daniele predisse anche l’esito della guerra contro il re del sud. Riguardo al re del nord, la profezia dice: “Il suo esercito sarà spazzato via, e molti cadranno uccisi” (Dan. 11:26b). Come predetto, nella Prima guerra mondiale l’esercito tedesco fu “spazzato via” e gli “uccisi” furono davvero molti. Quella guerra fece più vittime di qualsiasi altra guerra combattuta fino ad allora.

11 Descrivendo il periodo immediatamente precedente la Prima guerra mondiale, Daniele 11:27, 28 dice del re del nord e del re del sud: “Siederanno alla stessa tavola mentendosi l’un l’altro”. Dice pure che il re del nord accumulerà “una gran quantità di beni”. Questo è proprio ciò che accadde: la Germania e la Gran Bretagna si dissero di volere la pace ma, quando nel 1914 scoppiò la guerra, quelle dichiarazioni si rivelarono delle menzogne. Negli anni precedenti il 1914 la Germania diventò ricca, arrivando a essere la seconda potenza economica mondiale. Poi, in adempimento del versetto 29 e della prima parte del versetto 30 di Daniele 11, combatté contro il re del sud e fu sconfitta.

Ecco la Watchtower ha rimediato non facendo altro che appioppare quei versetti a quello che secondo il suo intendimento passato era il re del nord successivo, ovvero la Germania del secondo Reich.
Per quanto possa sembrare un passo logico, questa scelta ha portato l' organizzazione a scrivere un obbrobrio che và a snaturare la sequenza degli eventi descritti in Daniele 11 dal verso 25 in poi, ma vediamo cosa dice lì Daniele:
Daniele 11: 25 “Desterà il suo potere e il suo cuore contro il re del sud con un grande esercito, e il re del sud si preparerà alla guerra con un esercito straordinariamente grande e potente. Ed egli non resisterà, perché trameranno complotti contro di lui. 26 Gli stessi che mangeranno i suoi cibi prelibati causeranno la sua caduta.
“Il suo esercito sarà spazzato via, e molti cadranno uccisi.
27 “Il cuore di questi due re sarà incline a fare il male; siederanno alla stessa tavola mentendosi l’un l’altro. Ma niente avrà successo, perché la fine è ancora per il tempo stabilito.
28 “E tornerà al suo paese con una gran quantità di beni, e il suo cuore sarà contro il patto santo. Agirà e tornerà al suo paese.
29 “Al tempo stabilito tornerà e verrà contro il sud, ma questa volta non sarà come in precedenza, 30 perché verranno contro di lui le navi di Chittìm, e sarà umiliato.

( Questo secondo la nuova TnM)
E' interessante come invece viene reso il versetto 25 in altre bibbie:
Diodati: 25 Poi egli moverà le sue forze, e il cuor suo, contro al re del Mezzodì, con grande esercito; e il re del Mezzodì, verrà a battaglia, con grande e potentissimo esercito; ma non potrà durare; perciocchè si faranno delle macchinazioni contro a lui.
Riveduta : 25 Poi raccoglierà le sue forze e il suo coraggio contro il re del mezzogiorno, mediante un grande esercito. E il re del mezzogiorno s’impegnerà in guerra con un grande e potentissimo esercito; ma non potrà tener fronte, perché si faranno delle macchinazioni contro di lui.
Cei : 25 La sua potenza e il suo ardire lo spingeranno contro il re del mezzogiorno con un grande esercito e il re del mezzogiorno verrà a battaglia con un grande e potente esercito, ma non potrà resistere, perché si ordiranno congiure contro di lui
Come si può notare tutte queste bibbie lasciano capire che la sconfitta la subisce il re del sud, mentre la TnM si tiene piuttosto ambigua, quasi a voler far capire che è il re del Nord invece colui che ne esce sconfitto.
Peccato che il versetto 29 ci svela la corretta sequenza dei fatti "29 “Al tempo stabilito tornerà e verrà contro il sud, ma questa volta non sarà come in precedenza, 30 perché verranno contro di lui le navi di Chittìm, e sarà umiliato."
Già da questo si capisce che lo scontro descritto al verso 25 era invece volto a favore del re del Nord, ma togliendo Zenobia e Aureliano la WT si è trovata a dover creare un vero obbrobrio storico-dottrinale per far ritornare i conti, infatti se prima era Aureliano a non poter "resistere" ( apro letteralmente una parentesi...E' Aureliano a non resistere cioè a subire la disfatta, perchè benchè sconfigga a più riprese Zenobia, poi verrà ucciso da dei congiurati durante una spedizione contro la Persia, così la Watchtower ci spiega la sua interpretazione scritturale infatti sempre nel libro sulle Profezie di Daniele a pag 240 specifica mettendolo tra parentesi quadre che è il re del nord a non resistere allo scontro contro il re del sud [ anche questo comunque è un obbrobrio interpretativo che meriterebbe un post a parte]), e poi appioppavano i versi 29 e 30 alla Germania del Kaiser ora invece si trovano a dover spiegare come quel re del nord germanico ottenga ben due sconfitte.
Il paragrafo 11 della rivista è nella sua brevità la risposta a questo dilemma,....se nei versetti 29 e 30 perde la prima guerra mondiale così come spiegato nel libro Prestate attenzione alle Profezie di Daniele, come fà a perdere anche la guerra prima nel versetto 25, dato che la Germania del Kaiser non subì mai precedenti sconfitte?
Semplice..alla WT hanno risolto andando a sostenere che i due eventi...sono il medesimo evento...sempre cioè la prima guerra mondiale! :sor:
Facendo ciò sono andati a creare una interpretazione ancora più antiscritturale della precedente, infatti non solo prima interpretavano erroneamente chi vinceva e perdeva nel versetto 25, ma ora vanno a sostenere contrariamente all' evidenza del versetto 29 che si tratti sempre della medesima campagna militare.
Quanti TdG si saranno accorti dell' abile ( ma neanche tanto....io direi quasi quasi patetica) forzatura operata sulle Scritture?
Conoscendo come studia la maggior parte dei TdG penso veramente in pochissimi e comunque questa non è stata la sola forzatura che troviamo in quei tre paragrafi ve ne sono altre che....ho scoperto solo durante le ricerche fatte per questo post, non vengono enunciate per la prima volta ma che anzi già venivano spiegate similarmete nel libro sulle profezie di Daniele ma si sà....mica mi potevo ricordare tutto di un libro studiato 20 anni fà!
Allego riprendendolo dal sito di Achille come la storia invece ci riveli il corretto evolversi dei passi in questione e di come gli eventi storici si dipanino logicamente e linearmente in armonia con i versetti di Daniele.
http://www.infotdgeova.it/daniele2.html
Prima campagna di Antioco IV contro l’Egitto

25 “E desterà il suo potere e il suo cuore contro il re del sud con grandi forze militari; e il re del sud, da parte sua, si ecciterà per la guerra con forze militari straordinariamente grandi e potenti. Ed egli[44] non resisterà, perché trameranno contro i suoi disegni.

26 E i medesimi che mangeranno i suoi cibi prelibati lo infrangeranno. [“i suoi stessi commensali saranno causa della sua rovina”(CEI)].“E in quanto alle sue forze militari, saranno inondate, e molti certamente cadranno uccisi.

Si tratta della prima campagna di Antioco contro Tolomeo VI Filometore di Egitto (figlio di sua sorella Cleopatra).
Questi era istigato dai suoi ministri (“i suoi stessi commensali”) a rivendicare il possesso della Celesiria. Antioco IV volle prevenire la minaccia, invase l’Egitto e occupò Menfi. «Con un’imponente armata di carri, di elefanti e di cavalli e con una grande flotta invase l’Egitto». Tolomeo VI cadde nelle mani del suo aggressore: questi lo trattò con finta amicizia e saccheggiò l’Egitto. «Fece guerra contro Tolomeo, re d’Egitto, e davanti a lui Tolomeo prima si ritirò, poi fuggì e molti dei suoi caddero feriti a morte».[45]

27 “E riguardo a questi due re, il loro cuore sarà incline a fare ciò che è male, e a una stessa tavola continueranno a pronunciare una menzogna. Ma nulla riuscirà, perché la fine è ancora per il tempo fissato.

Possiamo immaginare questi due re, imparentati fra loro, seduti alla stessa tavola, apparentemente in rapporti amichevoli, mentre in realtà tramano complotti. La fine di queste lotte comunque, nonostante gli intrighi, sarebbe giunta “al tempo fissato”, cioè alla morte di Antioco.

28 “E tornerà al suo paese con una gran quantità di beni, e il suo cuore sarà contro il patto santo. E agirà con efficacia e certamente tornerà al suo paese.

Dopo aver sconfitto l’Egitto, Antioco ritornò indietro, covando nel cuore progetti malvagi contro “il santo patto”, cioè contro il popolo del patto della Legge, i giudei. Anche questo è documentato dalla storia: «Ritornò quindi Antioco dopo aver sconfitto l’Egitto nell’anno centoquarantatre, si diresse contro Israele e mosse contro Gerusalemme con forze ingenti. Entrò con arroganza nel santuario e ne asportò l’altare d’oro e il candelabro dei lumi con tutti i suoi arredi e la tavola dell’offerta e i vasi per le libazioni, le coppe e gli incensieri d’oro, il velo, le corone e i fregi d’oro della facciata del tempio e lo sguarnì tutto; si impadronì dell’argento e dell’oro e d’ogni oggetto pregiato e asportò i tesori nascosti che riuscì a trovare; quindi, raccolta ogni cosa, fece ritorno nella sua regione. Fece anche molte stragi e parlò con grande arroganza».[46] Si può notare chiaramente come lo scrittore del libro di Maccabei descriva gli stessi avvenimenti del versetto.

Seconda campagna di Antioco contro l’Egitto

29 “Al tempo fissato tornerà, e in effetti verrà contro il sud; ma l’ultima volta non sarà come la prima.
Il “re del nord” invade nuovamente l’Egitto. I dettagli corrispondono anche in questo caso con l’operato di Antioco IV. «In questo periodo di tempo Antioco organizzò la seconda spedizione in Egitto».[47] La seconda campagna di Antioco IV contro l’Egitto doveva terminare però con uno scacco umiliante.

30 E certamente verranno contro di lui le navi di Chittim, e se ne dovrà contristare.

Occupata Menfi, si dirigeva verso Alessandria, quando venne incontro ad Antioco – a bordo di navi triremi – nei pressi di Alessandria, il console Gaio Popilio Lenate che gli intimò a nome del Senato Romano di lasciare immediatamente l’Egitto. Questo evolversi degli eventi è riconosciuto anche nel commentario della Società: «Su richiesta del sovrano egiziano Tolomeo VI, Roma invia in Egitto l’ambasciatore Caio Popilio Lenate. Questi arriva con una flotta imponente e con gli ordini del senato romano che Antioco IV rinunci al regno d’Egitto e si ritiri dal paese … Antioco IV chiede tempo per consultare i suoi consiglieri, ma Popilio Lenate traccia un cerchio intorno al re e gli intima di rispondere prima di oltrepassarlo. Umiliato, Antioco IV aderisce alle richieste di Roma e nel 168 a.E.V. torna in Siria».[48] Sorge spontaneo l’interrogativo su come il CD, conoscendo questi fatti storici, possa poi spiegare l’adempimento del passo in tutt’altra maniera.
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Utente Master
 
Messaggi: 6146
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi Achille » 14/07/2020, 15:21

Romagnolo ha scritto:Come si può notare tutte queste bibbie lasciano capire che la sconfitta la subisce il re del sud, mentre la TnM si tiene piuttosto ambigua, quasi a voler far capire che è il re del Nord invece colui che ne esce sconfitto.
Peccato che il versetto 29 ci svela la corretta sequenza dei fatti "29 “Al tempo stabilito tornerà e verrà contro il sud, ma questa volta non sarà come in precedenza, 30 perché verranno contro di lui le navi di Chittìm, e sarà umiliato."
Già da questo si capisce che lo scontro descritto al verso 25 era invece volto a favore del re del Nord, ma togliendo Zenobia e Aureliano la WT si è trovata a dover creare un vero obbrobrio storico-dottrinale per far ritornare i conti, infatti se prima era Aureliano a non poter "resistere" ( apro letteralmente una parentesi...E' Aureliano a non resistere cioè a subire la disfatta, perchè benchè sconfigga a più riprese Zenobia, poi verrà ucciso da dei congiurati durante una spedizione contro la Persia, così la Watchtower ci spiega la sua interpretazione scritturale infatti sempre nel libro sulle Profezie di Daniele a pag 240 specifica mettendolo tra parentesi quadre che è il re del nord a non resistere allo scontro contro il re del sud [ anche questo comunque è un obbrobrio interpretativo che meriterebbe un post a parte]), e poi appioppavano i versi 29 e 30 alla Germania del Kaiser ora invece si trovano a dover spiegare come quel re del nord germanico ottenga ben due sconfitte.
Il paragrafo 11 della rivista è nella sua brevità la risposta a questo dilemma,....se nei versetti 29 e 30 perde la prima guerra mondiale così come spiegato nel libro Prestate attenzione alle Profezie di Daniele, come fà a perdere anche la guerra prima nel versetto 25, dato che la Germania del Kaiser non subì mai precedenti sconfitte?
Una ventina di anni fa avevo fatto notare come il CD stravolgesse anche i poli geografici con le sue a dir poco bizzarre e assurde interpretazioni.
E' evidente che nel versetto 25 è il "re del sud" a subire la sconfitta. Copio/incollo dal sito ( https://www.infotdgeova.it/daniele3.html ):

Immagine

Contraddizioni e manipolazioni
Come il Sud può diventare il Nord
Daniele 11:25, 26

Immagine

Questo è il passo di Daniele, così come è riportato nella traduzione dei Testimoni di Geova.
È molto chiara la successione degli eventi narrati:

Il re del nord attacca il re del sud.

Il re del sud si prepara alla difesa con forze «grandi e potenti».

Egli (il re del sud), nonostante il grande esercito ‘non resiste’ all’attacco del re del nord, a causa dei complotti tramati nei suoi confronti.

Le forze militari del re del sud vengono travolte.

Questo svolgersi degli avvenimenti è reso evidente in tutte le traduzioni. Ecco alcuni esempi:

“25 La sua potenza e il suo ardire lo spingeranno contro il re del mezzogiorno con un grande esercito e il re del mezzogiorno verrà a battaglia con un grande e potente esercito, ma non potrà resistere, perché si ordiranno congiure contro di lui: 26 i suoi stessi commensali saranno causa della sua rovina; il suo esercito sarà travolto e molti cadranno uccisi” (CEI).

“25 Sicuro della sua forza e del suo coraggio, con un grande esercito muoverà contro il re del sud. Questi si difenderà con un esercito ancora più grande e potente, ma non riuscirà a resistere perché sarà vittima di congiure. 26 Sarà tradito dai suoi più stretti collaboratori, il suo esercito sarà sconfitto e un gran numero di soldati verrà ucciso” (PS).

25 Poi spiegherà le sue forze e il suo coraggio contro il re del mezzogiorno, alla testa di un grande esercito. Il re del mezzogiorno si impegnerà nella guerra con un grande e potentissimo esercito; ma non potrà resistergli, perché si ordiranno delle congiure contro di lui.

26 Quelli che mangeranno alla sua tavola saranno la sua rovina. Il suo esercito si dileguerà come un torrente e molti cadranno uccisi. (Nuova Riveduta).

25 Con un grande esercito spronerà le sue forze e il suo cuore contro il re del sud. Il re del sud si impegnerà in guerra con un grande e potentissimo esercito, ma non potrà resistere, perché si ordiranno complotti contro di lui.

26 Quegli stessi che mangeranno dei suoi cibi squisiti lo distruggeranno, il suo esercito sarà spazzato via, ma molti cadranno uccisi. (Nuova Diodati).

Come spiega questo passo la Società? Nel commentario di Daniele, il versetto 25 è riportato in questo modo: «Ed egli [il re del nord] non resisterà, perché...».[79] Abbiamo notato che il soggetto è indiscutibilmente il re del sud. Invece, con estrema disinvoltura, il CD adatta la Bibbia alle proprie interpretazioni facendo violenza alla grammatica e alla logica e, torcendo il testo biblico, fa diventare sud il nord e nord il sud! [80]

Nessuno, leggendo la Bibbia da sé, per quanto si possa sforzare di analizzare il testo e approfondire l’argomento, arriverebbe mai a questa conclusione. Dobbiamo riconoscere quindi che “il canale costituito da Dio”, “lo schiavo fedele e discreto” deve godere davvero di qualche speciale illuminazione divina che gli permette perfino di invertire i poli geografici per adattare, oltre che la Bibbia e la storia, anche la geografia ai propri “intendimenti”!

Note:

[79] Dp-I, p.241, §16. Il grassetto è mio.

[80] Non solo, il v.26 viene diviso in due parti, tra la prima (che termina con “...lo infrangeranno”) e la seconda (che inizia “e in quanto alle sue forze…”). Questo dovrebbe dare l’impressione che l’argomento sia cambiato. Secondo la Società, la seconda parte del versetto descriverebbe nientemeno che le “invasioni delle tribù germaniche dal nord” iniziate con i Goti nel IV secolo e continuate per secoli fino allo “sfacelo dell’impero romano”(dp-I, p.242, §§.20,21). E tutto questo è descritto in due sole righe! Come abbiamo notato invece, il versetto parla della sconfitta del re del sud Tolomeo IV Filometore, fatto riportato in maniera pressoché identica nel libro di 1 Maccabei (1:17, 18. Vedi anche nota 45).


L'interpretazione attuale è ancora più strampalata, come ha ben fatto notare Romagnolo.
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 13994
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Interpretazioni strampalate

Messaggiodi sandrosolustri » 14/07/2020, 19:36

Chiare interpretazioni strampalate. Allora ti arriva la nuova Torre di guardia, la leggi, non la capisci ma la sottolinei "per far vedere che l'hai studiata". Poi vai in Sala del Regno dove il conduttore che l'ha capita quanto te la spiega all'uditorio :mirror: che logicamente non ci capisce un tubo. Poi si prega Geova per ringraziarlo del meraviglioso "cibo spirituale" pervenuto grazie allo Schiavo f. e d. Intanto da lassù Dio :boh: ci capisce meno del conduttore. Ergo? milioni di ore buttate per che cosa? Per ascoltare benemerite idiozie.
sandrosolustri
Utente Junior
 
Messaggi: 726
Iscritto il: 30/06/2019, 11:55

Messaggiodi Achille » 15/07/2020, 10:39

Il versetto 29 dice che “Al tempo fissato tornerà, e in effetti verrà contro il sud; ma l’ultima volta non sarà come la prima". I fatti storici dicono che il "re del nord" la prima volta vinse mentre la seconda volta se ne tornò umiliato indietro.

Come spiega il CD questo passo, cioè che il re del nord 'questa volta' perde?

*** dp cap. 15 p. 262 par. 12 I re rivali nel XX secolo ***
Nei precedenti conflitti tra i due re l’impero romano, in qualità di re del nord, era sempre uscito vittorioso. Ma questa volta ‘non fu come la prima’. Il re del nord perse la guerra.

Quindi 'la prima volta' sarebbero tutti i precedenti conflitti in cui il re del nord uscì sempre vincitore.

In realtà qui si parla di una "prima volta", non di numerosi e generici conflitti. La "prima volta" fu la prima invasione vittoriosa del'Egitto (il re del sud) da parte di Antico IV (il re del nord).
La seconda volta Antioco non riuscì ad invadere l'Egitto perché venne contro di lui, nel 169 a.C. un''ambasciata inviata da Roma a bordo di navi triremi (le "navi di Chittim), che gli impose di tornare indietro.
Questa cosa il CD la sa molto bene, ma sceglie di ignorare l'ovvia e semplice spiegazione per arrampicarsi sugli specchi delle sue stramberie esegetiche.
Che il CD sia a conoscenza di questi fatti storici lo si legge nel loro libro su Daniele:

*** dp cap. 14 p. 231 par. 1 Cambia l’identità dei due re ***
ANTIOCO IV, monarca siro, invade l’Egitto e si incorona suo re. Su richiesta del sovrano egiziano Tolomeo VI, Roma invia in Egitto l’ambasciatore Caio Popilio Lenate. Questi arriva con una flotta imponente e con gli ordini del senato romano che Antioco IV rinunci al regno d’Egitto e si ritiri dal paese. Il re siro e il legato romano si incontrano a Eleusi, sobborgo di Alessandria. Antioco IV chiede tempo per consultare i suoi consiglieri, ma Popilio Lenate traccia un cerchio intorno al re e gli intima di rispondere prima di oltrepassarlo. Umiliato, Antioco IV aderisce alle richieste di Roma e nel 168 a.E.V. torna in Siria. Così finisce il braccio di ferro tra il siro re del nord e l’egiziano re del sud.

Leggete queste parole della WTS e poi rileggete Daniele 11:28,29:

29 Al tempo determinato verrà di nuovo contro il paese del mezzogiorno, ma quest'ultima impresa non riuscirà come la prima. 30 Verranno contro lui navi dei Kittìm ed egli si sentirà scoraggiato e tornerà indietro. (CEI).

Come dicono i TdG? "La Bibbia si interpreta da sola"... Appunto.

Se non ci fossero le astruse ed assurde "spiegazioni" del CD nessuno vedrebbe in questi versetti quello che i TdG riescono a leggervi.
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 13994
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Achille » 15/07/2020, 10:47

Achille ha scritto:*** dp cap. 15 p. 262 par. 12 I re rivali nel XX secolo ***
Nei precedenti conflitti tra i due re l’impero romano, in qualità di re del nord, era sempre uscito vittorioso. Ma questa volta ‘non fu come la prima’. Il re del nord perse la guerra.

Quindi 'la prima volta' sarebbero tutti i precedenti conflitti in cui il re del nord uscì sempre vincitore.

In realtà qui si parla di una "prima volta", non di numerosi e generici conflitti.
Visto che nella TNM ed. 1984 si parlava di una (singola) "prima volta", e questo contrastava con la "spiegazione" del CD che ci si riferisse a tutti i molti conflitti avvenuti nel passato fra il re del nord e il re del sud, nella nuova edizione della TNM del 2017 hanno pensato bene di "manipolare" questo passo per non farlo contrastare con le loro "spiegazioni". Ora si legge:

(Daniele 11:29, 30) 29 “Al tempo stabilito tornerà e verrà contro il sud, ma questa volta non sarà come in precedenza, 30 perché verranno contro di lui le navi di Chittìm, e sarà umiliato....

"Come in precedenza" può voler dire come in tutte le guerre avvenute prima. Tutto risolto quindi.
Se la Bibbia non dice quello che noi vogliamo, basta cambiare quale parola...
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 13994
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Romagnolo » 15/07/2020, 12:06

Grazie Achille, non avevo notato questa finezza.
Sarebbe interessante sapere cosa dice esattamente il testo in ebraico così da capire se la Wt si appiglia a qualche margine di manovra o se può essere sbugiardata definitivamente. :blu:
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Utente Master
 
Messaggi: 6146
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi Achille » 15/07/2020, 13:46

Romagnolo ha scritto:Grazie Achille, non avevo notato questa finezza.
Sarebbe interessante sapere cosa dice esattamente il testo in ebraico così da capire se la Wt si appiglia a qualche margine di manovra o se può essere sbugiardata definitivamente. :blu:

In ebraico si usa l'aggettivo ri'shown che significa primo, primario, precedente.
Poi nel testo ebraico si usano due aggettivi, che sono appunto ri'shown (primo) e 'acharown che significa successivo, dietro, più indietro, più tardi, ultimo, ultimo (di tempo).

Per cui c'è un contrasto tra la seconda volta ('acharown) e la prima (ri'shown).

Vedi qui: https://www.blueletterbible.org/lang/le ... 7223&t=KJV

e qui: https://www.blueletterbible.org/lang/le ... H314&t=KJV

Comunque, anche se potrebbe essere possibile o corretto dal punto di vista linguistico tradurre "in precedenza", tale traduzione, che si differenzia dalla precedente, serve molto bene ad adattare il passo all'interpretazione geovista.
Perché, come avviene in altri casi, prima viene la dottrina e poi si traduce la Bibbia in maniera tale che si adatti agli attuali intendimenti del CD.

Come traducono altre Bibbie:

29 Al tempo stabilito, egli marcerà di nuovo contro il mezzogiorno, ma quest'ultima volta l'impresa non riuscirà come la prima; (Nuova Riveduta);

29 Al tempo determinato verrà di nuovo contro il paese del mezzogiorno, ma quest'ultima impresa non riuscirà come la prima. (CEI);

29 Al tempo stabilito egli andrà di nuovo contro il sud, ma quest'ultima volta la cosa non riuscirà come la prima, (Nuova Diodati).

Quindi si mette in contrasto l'esito della seconda campagna di Antioco IV contro l'Egitto (campagna che andò molto male) con l'esito della prima campagna, nella quale invece vinse.
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 13994
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Achille » 17/07/2020, 14:52

Romagnolo ha scritto:Grazie Achille, non avevo notato questa finezza.
Nota come "spiegavano" questo passo nel libro "Prestate attenzione alle profezie di Daniele":

*** dp cap. 15 p. 262 par. 12 I re rivali nel XX secolo ***
Nei precedenti conflitti tra i due re l’impero romano, in qualità di re del nord, era sempre uscito vittorioso. Ma questa volta ‘non fu come la prima’. Il re del nord perse la guerra.


Qui parlano di "precedenti conflitti", dai quali il re del nord (l'impero romano, secondo la WTS) ne uscì sempre vittorioso.
Solo che nel libro di Daniele si menziona - secondo le interpretazioni (assai mutevoli, anche in questo caso) del CD - solo un conflitto fra il re del nord (Roma) e il re del sud (la regina Zenobia).
Non ci sono altri conflitti menzionati, solo quello di cui si parla nei versetti 25 e 26, che riporto di nuovo qui:

25 [il re del nord] Con un grande esercito spronerà le sue forze e il suo cuore contro il re del sud. Il re del sud si impegnerà in guerra con un grande e potentissimo esercito, ma non potrà resistere, perché si ordiranno complotti contro di lui. 26 Quegli stessi che mangeranno dei suoi cibi squisiti lo distruggeranno; il suo esercito sarà spazzato via, ma molti cadranno uccisi. (Nuova Diodati).

In tale conflitto - contrariamente a quello che fa pensare la WTS con la sua strampalata "esegesi" - il re del nord vinse contro il re del sud, come si legge chiaramente nei succitati versetti.

E' ovvio che nei versetti seguenti (28,29) si dice che, contrariamente a questa prima volta, in cui il re del nord fu vittorioso, la seconda volta non sarebbe stata "come la prima", perché il re del nord non avrebbe trionfato ma gli sarebbe andata male.

E' così semplice da capire.

E meno male che lo "schiavo" dovrebbe illuminare, far capire meglio la Bibbia... :conf:
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 13994
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi deliverance1979 » 17/07/2020, 17:20

Ma che poi una domanda che sorge spontanea, ma perchè il re del Nord non è la Cina?
In Cina i TDG sono al bando da decenni o comunque non possono professare liberamente la propria religione.
In Russia la situazione è più altalenante.
La Cina ha raggiunto un grado di risorse economiche e militari da potersi permettere un confronto con gli USA, proprio come prima di lei era l'URSS.
Mah, misteri della fede.
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Master
 
Messaggi: 6107
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi sandrosolustri » 17/07/2020, 19:30

deliverance1979 ha scritto:Ma che poi una domanda che sorge spontanea, ma perchè il re del Nord non è la Cina?
In Cina i TDG sono al bando da decenni o comunque non possono professare liberamente la propria religione.
In Russia la situazione è più altalenante.
La Cina ha raggiunto un grado di risorse economiche e militari da potersi permettere un confronto con gli USA, proprio come prima di lei era l'URSS.
Mah, misteri della fede.

Se i T.d.G. avessero attinenza con le profezie... Ma una cosa è certa: I veri profeti con i falsi profeti T.d.G. non hanno proprio nulla a che fare. Quindi supposizioni e parole al vento.
sandrosolustri
Utente Junior
 
Messaggi: 726
Iscritto il: 30/06/2019, 11:55


Torna a Pubblicazioni della WatchTower

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici