Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Contraddizione Biblica numero 11

Sezione dove porre domande sulla Bibbia e sulla sua interpretazione

Moderatore: Achille

Contraddizione Biblica numero 11

Messaggiodi Romagnolo » 15/07/2019, 12:36

No tranquilli,..non sono stato preso dalla smania di cercare contraddizioni nel testo biblico, è solo che durante le ricerche per la N.10 mi sono involontariamente imbattuto in quest' altra contraddizione nei testi Sinottici; dunque incominciamo...notate qualche differenza tra Matteo e gli altri due evangelisti?

Matteo 19:16-17
16 Ora, ecco, un tale, accostatosi, gli disse: “Maestro, che devo fare di buono per ottenere la vita eterna?” 17 Gli disse: “Perché mi interroghi intorno a ciò che è buono? Uno solo è buono. Se, però, vuoi entrare nella vita, osserva di continuo i comandamenti”.
Marco 10:17-18
17 E mentre usciva per mettersi in cammino, un uomo corse e cadde in ginocchio davanti a lui e gli fece la domanda: “Maestro buono, che devo fare per ereditare la vita eterna?” 18 Gesù gli disse: “Perché mi chiami buono? Nessuno è buono, tranne uno solo, Dio.
Luca 18:18-19
18 E un capo lo interrogò, dicendo: “Maestro buono, facendo che cosa erediterò la vita eterna?” 19 Gesù gli disse: “Perché mi chiami buono? Nessuno è buono, tranne uno solo, Dio.


E' più che palese che la richiesta che in Matteo l' uomo fà a Gesù è sostanzialmente differente da quella riportata da Marco e Luca, in questi ultimi si avvicina a Gesù lusingandolo di essere buono, mentre in Matteo domanda quali azioni buone egli debba compiere per ottenere la vita eterna; una differenza non da poco!
La domanda diventa quindi quanto mai legittima,...come si svolse realmente la conversazione tra i due?
Nell' impossibilità di saperlo non resta che prendere atto dell' ennesima contraddizione.
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Utente Master
 
Messaggi: 5468
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi Studente Biblico » 16/07/2019, 21:47

Matteo 19:16-17

16 Ora, ecco, un tale, accostatosi, gli disse: “Maestro, che devo fare di buono per ottenere la vita eterna?” 17 Gli disse: “Perché mi interroghi intorno a ciò che è buono? Uno solo è buono. Se, però, vuoi entrare nella vita, osserva di continuo i comandamenti”.

Marco 10:17-18

17 E mentre usciva per mettersi in cammino, un uomo corse e cadde in ginocchio davanti a lui e gli fece la domanda: “Maestro buono, che devo fare per ereditare la vita eterna?” 18 Gesù gli disse: “Perché mi chiami buono? Nessuno è buono, tranne uno solo, Dio.

Luca 18:18-19

18 E un capo lo interrogò, dicendo: “Maestro buono, facendo che cosa erediterò la vita eterna?” 19 Gesù gli disse: “Perché mi chiami buono? Nessuno è buono, tranne uno solo, Dio.


In Matteo si parla di "un tale" che si accostò a Gesù chiedendogli quali buone azioni gli avrebbero concesso di ottenere la vita eterna. La risposta di Gesù fu evidente. Non sappiamo se questo "tale" dopo il suo rifiuto di vendere tutti i suoi averi, si sia poi pentito ed abbia osservato tali comandamenti, ma vi garantisco che in ogni caso è attualmente morto e sepolto... a quanto pare (secondo Matteo) questo "tale" desiderava in cuor suo prendere per i fondelli Cristo facendo pubblicamente delle buone azioni in modo da ottenere con l'inganno il miracolo della vita eterna...

In Marco, un semplice "uomo" pare corresse per poi inginocchiarsi ipocritamente dinanzi a Gesù (quindi non si accostò). Stavolta non parla di buone azioni ma è più generico chiedendo cosa avrebbe dovuto fare per ottenere la vita eterna... inoltre ipocritamente chiama Gesù "Maestro buono", credendo di corromperlo o aggraziarlo con i complimenti (ed ecco il perchè della risposta di Gesù e della sua successiva reazione). Inoltre Gesù afferma che soltanto Dio è buono, a dimostrazione del fatto che Gesù non sarebbe ciò che ha dimostrato di essere se non grazie all'educazione ricevuta dal Padre.

In Luca, "un capo" (di chi? di cosa?... probabilmente non lo sapremo mai) interroga Cristo (qui non sappiamo se gli si accostò o si inginocchiò dinanzi a lui, il testo lo omette) chiamandolo ipocritamente "Maestro buono" e chiedendo il da farsi per ereditare la tanto ambita vita eterna. La risposta ovviamente è tutta dedicata alla sua ipocrisia... Di questo "capo" sappiamo solo che era un uomo molto ricco, infatti la Bibbia versione CEI indica che costui era "un notabile".

In conclusione, è probabile che in Matteo ci sia stato un evidente errore di traduzione...

Buona giornata!
“Non c’è infatti niente di nascosto che non sarà rivelato, e non c’è nulla di accuratamente occultato che non verrà allo scoperto.” (Marco 4:22)

La mia Presentazione - Link al mio sito "La Torre ti Guarda!" - Opuscolo Un aiuto per chi rischia di cadere nella trappola del geovismo (PDF)
Avatar utente
Studente Biblico
Nuovo Utente
 
Messaggi: 94
Iscritto il: 25/05/2018, 20:28
Località: Provincia di Caserta


Torna a Domande sulla Bibbia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici