Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Filippesi 4,3 ,Paolo era sposato?

Sezione dove porre domande sulla Bibbia e sulla sua interpretazione

Moderatore: Achille

Filippesi 4,3 ,Paolo era sposato?

Messaggiodi Vera Icona » 11/09/2019, 22:51

Qual è il significato di gnēsie syzyge?
Avatar utente
Vera Icona
Utente Junior
 
Messaggi: 842
Iscritto il: 02/09/2017, 14:29

Messaggiodi Luciano » 13/09/2019, 7:39

riporto da un vocabolario:
---------------------------------------
suzugos sÚzugoj
aggettivo

Significati
1) assoggettato insieme
1a) di coloro che sono uniti dal legame del matrimonio, rapporto, ufficio, lavoro, studio, affari,
o simile
1b) di qualcuno sotto lo stesso giogo, consorte, compagno, collega, partner
---------------------------------------
gnêsios gn»sioj


Significati
1) legittimamente nato, non spurio
2) vero, genuino, sincero
---------------------------------------

ciao
Avatar utente
Luciano
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3391
Iscritto il: 25/08/2009, 16:59

Messaggiodi Quixote » 13/09/2019, 12:17

La vecchia TNM lo traduce letteralmente, «genuino compagno di giogo”, non sto a discutere lo stile, perché dovrei confrontare altre traduzioni, e ad ogni modo non è errato, e rende bene il senso del greco. Syzygos o suzugos, come preferite (la u greca si pronuncia alla francese, e traslitterata si rende con Y, non lo dico per contestare Luciano, che anzi ringrazio, ma solo per precisare le ragioni della grafia: in effetti mi capita spesso di incontrare traslitterazioni con U, ma sono meno accademiche) è un aggettivo che si rifà al giogo dei buoi, quindi significa ‘appaiato, unito’, e sostantivato può rendersi come ’compagno, collega, consorte’ e naturalmente ‘coniuge’, che oltretutto ha la stessa origine etimologica, "chi condivide il giogo". Nel testo greco è maschile, ma può essere considerato una specie di nome comune, quindi può riferirsi anche a una donna. L’ipotesi di un Paolo sposato è stata portata avanti da parecchi scrittori, in antico, ma sembra cozzare con alcuni passi della prima ai Corinzi, e mi pare che oggi sia minoritaria. Ve ne direi piú in dettaglio, ma dovrei documentarmi meglio, e in questo momento proprio non ho tempo.
Καὶ ἠγάπησαν οἱ ἄνθρωποι μᾶλλον τὸ σκότος ἢ τὸ φῶς.
E gli uomini vollero piuttosto le tenebre che la luce.
GIOVANNI, III, 19. (G. Leopardi, La ginestra, esergo)
======================================
Primo postPresentazioneStaurós: palo o croce? (link esterno)
Avatar utente
Quixote
Moderatore
 
Messaggi: 4159
Iscritto il: 15/08/2011, 22:26
Località: Cesena

Messaggiodi Vera Icona » 13/09/2019, 21:50

Quixote ha scritto:La vecchia TNM lo traduce letteralmente, «genuino compagno di giogo”, non sto a discutere lo stile, perché dovrei confrontare altre traduzioni, e ad ogni modo non è errato, e rende bene il senso del greco. Syzygos o suzugos, come preferite (la u greca si pronuncia alla francese, e traslitterata si rende con Y, non lo dico per contestare Luciano, che anzi ringrazio, ma solo per precisare le ragioni della grafia: in effetti mi capita spesso di incontrare traslitterazioni con U, ma sono meno accademiche) è un aggettivo che si rifà al giogo dei buoi, quindi significa ‘appaiato, unito’, e sostantivato può rendersi come ’compagno, collega, consorte’ e naturalmente ‘coniuge’, che oltretutto ha la stessa origine etimologica, "chi condivide il giogo". Nel testo greco è maschile, ma può essere considerato una specie di nome comune, quindi può riferirsi anche a una donna. L’ipotesi di un Paolo sposato è stata portata avanti da parecchi scrittori, in antico, ma sembra cozzare con alcuni passi della prima ai Corinzi, e mi pare che oggi sia minoritaria. Ve ne direi piú in dettaglio, ma dovrei documentarmi meglio, e in questo momento proprio non ho tempo.



Grazie intanto, ho avuto una discussione con un mormone che si rifaceva proprio alla traduzione di questo Termine per valorizzare il credo dei LDS.
Avatar utente
Vera Icona
Utente Junior
 
Messaggi: 842
Iscritto il: 02/09/2017, 14:29


Torna a Domande sulla Bibbia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici