Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Paolo l'apostolo dei gentili: lezione di Gabriele Boccaccini

Sezione dove porre domande sulla Bibbia e sulla sua interpretazione

Moderatore: Achille

Paolo l'apostolo dei gentili: lezione di Gabriele Boccaccini

Messaggiodi Valentino » 02/06/2020, 10:40



Immagine
Presentazione: http://forum.infotdgeova.it/viewtopic.php?f=7&t=17403
"Gesù era un uomo e non Dio; Gesù era un ebreo, non un cristiano; gli ebrei non hanno mai respinto Gesù l'ebreo; i cristiani nel loro insieme in fondo non hanno accettato Gesù l'ebreo, e non lo hanno seguito". cit. Stephen S. Wise
Avatar utente
Valentino
Veterano del Forum
 
Messaggi: 2301
Iscritto il: 15/01/2014, 6:40

Grazie per queste lezioni

Messaggiodi Annafor » 14/06/2021, 11:13

Grazie per queste bellissime lezioni che continuerò a seguire! Molto interessanti e arricchenti sia per un interesse personale di approfondimento sia perché mi permettono di preparare meglio le lezioni di presentazione della Bibbia ai bambini, lezioni che cerco di impostare come conversazioni aperte (per illustrare i concetti, propongo disegni da colorare sul tema che trovo generalmente su Cose per Crescere).
Annafor
Nuovo Utente
 
Messaggi: 1
Iscritto il: 11/06/2021, 15:48

Messaggiodi Mario70 » 14/06/2021, 16:22

A completamento del tema in questione è interessante sentire cosa ha da dire sul Gesù-Dio di Giovanni, condivido pienamente le sue considerazioni che vedono in Giovanni il vero punto di svolta, il messia divino si trasforma in Dio increato, al logos-Dio, come ho sempre sostenuto anche io, è vero che ancora non si parla di trinità, ma sicuramente è presente la binità, concetto che sarà sviscerato nel corso dei due secoli futuri per cercare di tenere in piedi il monoteismo e al contempo la presenza di due déi.

Dal minuto 30:45

"La cosa più triste è che molto spesso chi viene ingannato, o illuso, tende a rimanere strettamente ancorato a quello in cui crede nonostante le evidenze indichino chiaramente che la realtà è diversa. Forse è talmente affezionato alle sue credenze che preferisce chiudersi gli occhi e tapparsi le orecchie di fronte a qualunque cosa possa farle vacillare."
(Torre di Guardia 1/9/2010 p 10)
Avatar utente
Mario70
Utente Gold
 
Messaggi: 6085
Iscritto il: 10/06/2009, 20:28
Località: Roma

Messaggiodi Adelfos » 16/06/2021, 15:27

Interessante conferenza, sollevo due sole obiezioni al prof Boccaccini:

Egli afferma che il titolo kyrios applicato a Gesù indicherebbe una sua “semi-divinità, per il Kittel invece “ Il nome di Kyrios presuppone in chi lo porta un grado pari a quello di Dio” ( GLNT Vol 5 col 1470)

Per il prof Boccaccini Paolo non definisce mai Gesù come Theos, per il Kittel relativamente a Rom 9,5 “ “Cristo non solo riceverebbe la qualifica di Dio, ma pure quella dossologia che nel giudaismo e anche in Paolo è riservata soltanto a Dio” ( GLNT Vol 4 col 426)
Adelfos
Nuovo Utente
 
Messaggi: 75
Iscritto il: 17/01/2010, 10:28


Torna a Domande sulla Bibbia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici