Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Inizia il processo ai testimoni di Geova accusati di abusi sessuali aggravati

Segnalazioni di giornali, riviste, trasmissioni radio-televisive che riguardino i TdG

Moderatore: Cogitabonda

Inizia il processo ai testimoni di Geova accusati di abusi sessuali aggravati

Messaggiodi Achille » 10/03/2021, 18:37

Succede in Argentina

https://www.diariojunio.com.ar/comenzo- ... l-agravado

Il processo a due membri dei Testimoni di Geova di Santa Elena, Pedro Matías Vargas (42) e Vito Luciano Panza (36), accusati del reato di "Abuso aggravato violenza sessuale gravemente oltraggiosa, corruzione di minori e abusi sessuali". Secondo DIARIOJUNIO, il caso risale all'aprile 2017 quando una ragazza di 18 anni ha denunciato sui social l'accusato di aver aggredito lei e suo cugino quando avevano 8 e 11 anni. L'avvocato difensore dell'imputato, Roberto Alsina, ha chiesto l'assoluzione dell'imputato, ritenendo che 'i reati sono prescritti dal passare del tempo'

Come dettagliato dall'area stampa STJ, il tribunale è composto dal giudice Carolina Castagno e dai giudici Gustavo Pimentel ed Elvio Garzón, membri della Corte di prova e d'appello del Paraná.

Intanto la Procura della Repubblica rappresenterà il procuratore Facundo Barbosa; Il reclamo privato sarà esercitato dall'avvocato Valeria Burkhardt; mentre l'avvocato Roberto Alsina eserciterà la difesa tecnica dell'imputato.

Per le caratteristiche dei tre eventi, il dibattito si svolgerà a porte chiuse e durerà fino a venerdì, quando si ascolteranno gli argomenti delle parti.

I fatti

Il caso è stato aperto nell'aprile 2017 quando una ragazza di 18 anni ha denunciato l'abuso dell'imputato sui social network. La pubblicazione ha sollecitato l'intervento della Segreteria per le Donne del Comune di Santa Elena, che ha dato moderazione alla giovane donna e alla cugina, che hanno anche denunciato gli abusi. Entrambi hanno confermato le loro dichiarazioni in ambito giudiziario, dove hanno riferito che i fatti sono avvenuti quando avevano tra gli 8 e gli 11 anni.

L'indagine penale preparatoria è stata condotta dal procuratore di La Paz, Facundo Barbosa, che ha accusato Vargas e suo cognato Panza.

Al primo ha attribuito i crimini di abuso sessuale aggravato gravemente oltraggioso, ripetuti abusi sessuali semplici, aggravati dall'essere commessi da un ministro del culto, oltre alla corruzione di minori; nel frattempo, suo cognato è stato accusato di abusi sessuali oltraggiosi gravemente aggravati e corruzione di minori.

Nella sua sottomissione al processo, il procuratore Barbosa ha chiesto una pena di 18 anni di carcere per Vargas e 15 per Panza. Nel frattempo, l'avvocato attore Valeria Burckhard, che rappresenta uno dei giovani denuncianti, ha chiesto 20 anni di reclusione per entrambi gli imputati.

Secondo La Sexta in quella località, Vargas era un servitore di ministero, che è un predicatore, guida spirituale e collaboratore diretto degli anziani - il nome dato ai dirigenti della congregazione. Quella posizione o "privilegio" - come viene chiamata nella congregazione - è stata ritirata quando è stata denunciata. Per quella condizione che ha saputo esibire, la pena è maggiore di quella del cognato Panza.

Gli imputati sono difesi dall'avvocato Roberto Alsina, che chiede l'assoluzione perché ritiene che i reati siano prescritti dal passare del tempo.

L'indagine si è conclusa nel novembre 2018, quando il pubblico ministero ha chiesto il rinvio del caso al processo. L'avvocato della parte attrice Valeria Burckhard si è unita a tale richiesta. Il 20 febbraio 2020 il giudice delle Garanzie di La Paz, Walter Carballo, ha accolto la richiesta
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 15159
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Tranqui » 11/03/2021, 13:54

in Italia ci sono stati processi simili ? :boh:
PRESENTAZIONE

Non ci sono vecchi senza dolori, giovani senza amori e maggio senza fiori.

Immagine
Avatar utente
Tranqui
Utente Gold
 
Messaggi: 5922
Iscritto il: 14/02/2013, 16:32

Messaggiodi Achille » 13/03/2021, 19:07

Nuovo articolo sullo svolgimento del processo:

https://www.diarioelargentino.com.ar/no ... o-silencio

Traduzione automatica:

Processo per abuso: la leadership dei testimoni di Geova tacque

La leadership della Chiesa dei Testimoni di Geova di Santa Elena, ha optato per il silenzio e la segretezza nel processo di Matías Vargas e Luciano Vito Panza, due membri di quella congregazione religiosa, accusati di abusi sessuali aggravati e corruzione di minori a danno di due giovani.

Il caso è stato aperto nel 2017, quando una ragazza di 18 anni ha denunciato Vargas e Panza su Facebook. Nel post li ha accusati di essere molestatori di bambini.

Nella seconda giornata del processo contro i membri della congregazione, che si svolge presso i Tribunali di La Paz - che sono composti dai giudici Carolina Castagno, Gustavo Pimentel ed Elvio Garzón -, sette persone hanno deposto, tra i fedeli e le autorità del Sala del Regno di Sant'Elena. La giornata è iniziata alle 9 e si è conclusa intorno a mezzogiorno, quando la difesa si è ritirata da alcuni testimoni.

Durante la giornata è stata evidenziata la posizione di tre anziani (questo è il nome della massima autorità locale dei Testimoni di Geova), che hanno evitato di dare informazioni e si sono rifugiati nell'articolo 289 del codice di procedura penale di Entre Ríos, che dice letteralmente: “I ministri di una setta ammessa, gli avvocati, gli avvocati e gli scribi devono astenersi dal dichiarare in base ai fatti segreti di cui sono venuti a conoscenza in ragione del loro stato, mestiere o professione; medici, farmacisti, ostetriche e altri assistenti dell'arte della guarigione; militari e funzionari pubblici sui segreti di stato ”.

L'avvocato Valeria Burkhard, che rappresenta una delle vittime, si è rammaricata per la posizione assunta dalla leadership dei Testimoni di Geova. "La posizione era peggiore di quella che avevano nelle indagini preliminari, erano più riluttanti e fin dall'inizio hanno chiarito che ciò che era confidenziale non potevano dichiararlo", ha detto.

“Hanno cercato di evitare le domande il più direttamente possibile. Quando hanno dovuto rispondere sì o no, hanno subito sollevato la questione della riservatezza. Possono fare molti articoli sugli abusi, ma in pratica non collaborano con un caso specifico. Le loro parole e quello che fanno veramente lasciano molto a desiderare ”, ha detto l'avvocato.

Per quanto riguarda il caso di Matías Vargas, uno degli imputati espulso poche settimane dopo la denuncia - nel 2017 -, l'avvocato ricorrente ha sottolineato che gli Anziani hanno confermato tale espulsione, ma hanno evitato di motivarla. “Lo ammettono, ma non dicono mai perché. Sicuramente lo sanno perché se no, non lo avrebbero espulso. Capisco che lo sappiano, ma non lo vogliono dire ”, ha concluso.

"Sono complici"

Anche Natalia Cabrera, avvocato e membro della militanza verde di La Paz, si è rammaricata che la congregazione sia stata riluttante a collaborare con la giustizia. “Abbiamo appreso che si credeva che gli Anziani avrebbero collaborato con la causa, principalmente dopo aver espulso Vargas dalla congregazione, ma sfortunatamente non erano d'accordo. Si sono rifugiati nel segreto che li garantisce di essere membri di alto rango di una Chiesa. Si sono rifiutati di fornire le ragioni per cui Vargas è stato espulso. E per esporre le informazioni che sono riuscite a raccogliere, perché sappiamo che ci sono altre vittime che non hanno avuto il coraggio di sporgere denuncia ", ha detto.

Ieri si sono svolti gli argomenti conclusivi del processo. In questo caso, il procuratore Facundo Barbosa ha chiesto una pena di 18 anni di carcere per Vargas e 15 anni per Panza. Nel frattempo, l'avvocato attore Valeria Burkhard, che rappresenta la vittima, ha chiesto 20 anni di reclusione per entrambi gli imputati.

Gli imputati sono difesi dall'avvocato Roberto Alsina, che ha chiesto l'assoluzione considerando che i reati sono prescritti dal passare del tempo.
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 15159
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Achille » 14/03/2021, 11:15

Tranqui ha scritto:in Italia ci sono stati processi simili ?
Un caso di cui si è parlato anni fa si trova nel sito:

https://www.infotdgeova.it/giustizia-teocratica.html

Se ci fossero stati altri casi ne avremmo parlato.
Non è che in Italia i TdG siano diversi dalle altre parti del mondo.
Evidentemente se ci sono dei casi - e statisticamente ci saranno - non sono ancora venuti allo scoperto.
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 15159
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Achille » 22/03/2021, 8:39

L'esito del processo: https://www.r2820.com/notas/condenaron- ... sexual.htm

I testimoni di Geova sono stati condannati per abusi sessuali

Pedro Vargas è stato condannato a 12 anni di carcere e Vito Panza è stato ritenuto responsabile del reato di abuso sessuale.

La Corte di Processo e d'Appello del Paraná, composta da Carolina Castagno, Gustavo Pimentel ed Elvio Garzón, ha deciso di dichiarare Pedro Matías Vargas l'autore e la persona responsabile dei crimini di "abuso sessuale gravemente oltraggioso aggravato dalla qualità di ministro di un riconosciuto culto o no, e perché lui era incaricato dell'affidamento - fatto principale - e di ripetuti abusi sessuali semplici, nella sua modalità aggravata dalla qualità di ministro di un culto riconosciuto o meno - fatto secondario - in concorrenza reale, come autore ”.

È stato condannato a 12 anni di carcere da scontare.

Nel frattempo, il Tribunale ha dichiarato imputabile il minore alla data della commissione del fatto, Vito Luciano Panza, autore e responsabile del reato di "Abuso sessuale gravemente oltraggioso come autore" e ha deciso di inoltrare le testimonianze al Tribunale penale per bambini, bambine e adolescenti competenti ai fini del procedimento di integrazione della pena.

Allo stesso modo, la Corte non ha accolto la richiesta di detenzione preventiva di Vargas richiesta dall'accusa, e ha ordinato che la privazione della libertà della stessa sia effettiva una volta che la sentenza è definitiva (considerando che era sempre conforme alla legge e al lo smaltimento della giustizia e mai infastiditi vittime di auto).

Ha inoltre disposto le seguenti misure cautelari: mantenere un indirizzo che non può essere spostato senza autorizzazione giudiziaria; divieto di avvicinarsi entro un raggio di 300 metri alle abitazioni delle vittime; divieto di compiere atti fastidiosi con qualsiasi mezzo o da parte di altre persone; obbligo di ritirarsi da qualsiasi luogo pubblico in cui si trovano le vittime; divieto di lasciare il paese e recarsi ogni venerdì alla stazione di polizia più vicina a casa propria.

Il tribunale ha accolto la richiesta della procura di istituire al minore imputabile, Vito Panza, le misure cautelari per mantenere un indirizzo che non può essere spostato senza autorizzazione giudiziaria, il divieto di avvicinarsi alle abitazioni delle vittime entro un raggio di 300 metri, e di atti fastidiosi verso di loro.

Il 26 marzo alle 13:00 la frase verrà letta per intero. I giorni del processo si sono svolti nella sala del dibattito del tribunale cittadino di La Paz.

La Procura della Repubblica era rappresentata dal procuratore Facundo Barbosa; la denuncia privata è stata presentata dall'avvocato Valeria Burkhardt; mentre l'avvocato Roberto Alsina ha difeso gli imputati.

Per le caratteristiche dei tre eventi, segnalati nel 2017, il dibattito si è svolto a porte chiuse.
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 15159
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22


Torna a Rassegna stampa

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici