Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Trasfusione di sangue a un TdG solo se la sua vita è in pericolo: Corte costituzionale

Segnalazioni di giornali, riviste, trasmissioni radio-televisive che riguardino i TdG

Moderatore: Cogitabonda

Trasfusione di sangue a un TdG solo se la sua vita è in pericolo: Corte costituzionale

Messaggiodi Achille » 14/04/2021, 10:19

https://www.bluradio.com/judicial/trans ... titucional

Traduzione automatica:

La Corte ha avvertito che solo se è in pericolo di morte viene autorizzata la trasfusione di sangue o altrimenti va rispettata la volontà della minore e dei suoi genitori, che ritengono che i Testimoni di Geova non possano ricevere trasfusioni di sangue.

La Corte costituzionale ha protetto provvisoriamente il diritto di un minore di rifiutare trasfusioni di sangue nonostante soffra di leucemia linfoide , perché ritiene che, essendo testimone di Geova, la sua religione non lo consenta.

La Corte ha avvertito che solo se è in pericolo di morte viene autorizzata la trasfusione di sangue o altrimenti va rispettata la volontà della minore e dei suoi genitori, che ritengono che i Testimoni di Geova non possano ricevere trasfusioni di sangue.

Il caso che è allo studio presso la Corte Costituzionale è stato protetto con un provvedimento provvisorio fino a quando non sarà prodotta una decisione sostanziale e ha a che fare con un minore che soffre di cancro del sangue e al quale i medici dell'Hospital de la Misericordia de Bogotá hanno avvertito che a un certo punto dovrebbe ricevere un qualche tipo di trasfusione.

Il minore ha presentato una tutela in modo che la sua volontà sia rispettata e ha chiesto alla Corte un provvedimento provvisorio, mentre studia la petizione in profondità, che può richiedere un paio di mesi.
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 15159
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Esperienza personale...

Messaggiodi Vieri » 14/04/2021, 15:29

Il fatto di autorizzare una trasfusione di sangue solo se uno è in pericolo di vita, potrebbe essere anche accettabile in casi particolarmente eccezionali, specie quando c'è una grossa emorragia con valori di emoglobina molto, molto bassi di 4,5 - 5
Nel reparto di ematologia dove mi reco disgraziatamente spesso, ci sono con me malati di cancro o di leucemia che necessitano come me di trasfusioni di sangue per avere una vita decente.
Se io fossi allora un tdG, (praticamente impossibile) invece di fare delle trasfusioni periodiche partendo da un livello di emoglobina di circa 8,5 e con due trasfusioni arrivare a 10.5, cosa secondo loro dovrei aspettare ?
Dovrei aspettare di arrivare a livelli bassissimi ed essere allora in pericolo di vita per avere delle trasfusioni?

Per questo genere di malattie mieloblastiche dove il livello di emoglobina scende gradatamente sempre, cosa dovrebbero allora fare?
Per me è un fesseria.
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Gold
 
Messaggi: 8309
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi deliverance1979 » 14/04/2021, 19:44

Vieri ha scritto:Il fatto di autorizzare una trasfusione di sangue solo se uno è in pericolo di vita, potrebbe essere anche accettabile in casi particolarmente eccezionali, specie quando c'è una grossa emorragia con valori di emoglobina molto, molto bassi di 4,5 - 5
Nel reparto di ematologia dove mi reco disgraziatamente spesso, ci sono con me malati di cancro o di leucemia che necessitano come me di trasfusioni di sangue per avere una vita decente.
Se io fossi allora un tdG, (praticamente impossibile) invece di fare delle trasfusioni periodiche partendo da un livello di emoglobina di circa 8,5 e con due trasfusioni arrivare a 10.5, cosa secondo loro dovrei aspettare ?
Dovrei aspettare di arrivare a livelli bassissimi ed essere allora in pericolo di vita per avere delle trasfusioni?

Per questo genere di malattie mieloblastiche dove il livello di emoglobina scende gradatamente sempre, cosa dovrebbero allora fare?
Per me è un fesseria.


Esatto, praticamente ogni volta giochi alla roulette russa, sperando che nel premere il grilletto, non ci sia il colpo in canna.
Infatti, tale azione, per un malato bisognoso di trasfusioni, sarebbe come praticare uno sport ultra estremo.
Infatti, se fosse che, la trasfusione te la fai solo quando sei in pericolo di vita, non sai però come reagirà il tuo corpo, che astenendosi da una trasfusione utile a farti vivere, potrebbe collassare e farti morire.
Il corpo umano non è un videogioco "vecchio stile", dove alla morte dell'eroe, inserendo il gettone entro i 10 secondi dalla sconfitta, la partita ricomincia da dove la si era lasciata.
Se ti dice male crepi.
E penso che la trasfusione, per tali patologie, è come un medicinale salvavita, da prendere sempre, per avere una soglia di sopravvivenza adeguata.
Poi, il TDG duro e puro, ti direbbe che tale rifiuto è un atto di fede, che, per non fare compromesso, accetterebbe il "martirio sanitario"...
Ma tantè
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Gold
 
Messaggi: 6560
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

In effetti....

Messaggiodi Vieri » 14/04/2021, 21:48

Poi, il TDG duro e puro, ti direbbe che tale rifiuto è un atto di fede, che, per non fare compromesso, accetterebbe il "martirio sanitario"...

In effetti quando dissi ad un anziano che era venuto a trovarmi con un giovincello spaesato che non disse una parola, che mi facevo allora 2 sacche di sangue al mese.....mi disse; "ah....io mi sarei lasciato morire....! :piange:
Non gli dissi per gentilezza, ma lo pensai,...... che sarebbe stato uno di meno..... :ironico:
Non so poi se mi salutò. ma scappò abbastanza in fretta da "Satana"....
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Gold
 
Messaggi: 8309
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Achille » 15/04/2021, 13:42

Vieri ha scritto:In effetti quando dissi ad un anziano che era venuto a trovarmi con un giovincello spaesato che non disse una parola, che mi facevo allora 2 sacche di sangue al mese.....mi disse; "ah....io mi sarei lasciato morire....! :piange:
Non gli dissi per gentilezza, ma lo pensai,...... che sarebbe stato uno di meno..... :ironico:
Non so poi se mi salutò. ma scappò abbastanza in fretta da "Satana"....
La tua è una di quelle situazioni che mettono in evidenza l'assoluta erroneità di quanto insegnano i TdG. Per loro tu dovresti lasciarti morire se vuoi essere un "vero cristiano".
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 15159
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Achille, ridendo e scherzando....

Messaggiodi Vieri » 15/04/2021, 16:08

Per loro dovrei essere morto da almeno 5 anni....e dovresti inserire nel forum anche un emoticon "con un gestaccio..." :risata:
:non mollare:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Gold
 
Messaggi: 8309
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55


Torna a Rassegna stampa

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici