Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

WTS ed ex TdG in Brasile

Segnalazioni di giornali, riviste, trasmissioni radio-televisive che riguardino i TdG

Moderatore: Cogitabonda

WTS ed ex TdG in Brasile

Messaggiodi Achille » 09/08/2011, 16:53



Reportagem e entrevista exibidas no dia 02/08/2011 no jornal Diário da Manhã, da TV Diário de Fortaleza, na qual a Procuradora da República Nilce Cunha explica como as Testemunhas de Jeová são ensinadas pelos líderes da organização a praticar o crime de discriminação religiosa, desestruturar famílias e denigrir a imagem do ex-membro que não acredita mais nos ensinamentos difundido pelo grupo de homens chamado Corpo Governante, que cria as leis supostamente divinas diretamente dos EUA.

Faça o Download e leia a Ação Civil Pública na íntegra no link http://www.4shared.com/document/sjWdhCI3/MPF.html

Objetivo do MPF é: A presente ação tem por esteio o procedimento administrativo nº 1.15.000.000171/2011-11, que segue em anexo, instaurado a partir de representação de Sebastião Ramos de Oliveira, servidor público federal, em que relata a ocorrência de graves violações aos seus direitos fundamentais pertinentes à igualdade, à liberdade de informação, à inviolabilidade de consciência e de crença, assim como à proteção à família patrocinadas pela ASSOCIAÇÃO TORRE DE VIGIA DE BÍBLIAS E TRATADOS, que representa as Congregações das Testemunhas de Jeová no Brasil, bem como pela ASSOCIAÇÃO BÍBLICA E CULTURAL DE FORTALEZA, entidade que representa, no Estado do Ceará, a dita congregação, situada na Rua João Cordeiro, Nº 2379, Fortaleza-CE.

Quero ver agora quem vai ser a Testemunha de Jeová fanática que vai vir aqui desmentir a procuradora. Tudo o que ela falou pode ser comprovado nas publicações da Torre de Vigia, portanto, cuidado com os desaforos aqui.

Fonte: http://extestemunhasdejeova.net/forum/v ... =16&t=9381

Traduzione con google:

Funzione e intervista su 2011/02/08 visualizzati sul quotidiano Diário da Manha, TV Diário Fortaleza, dove il procuratore generale Nilce Cunha spiega come i Testimoni di Geova viene insegnato dai leader dell'organizzazione di commettere il reato di discriminazione religiosa , distruggendo famiglie e denigrare l'immagine della ex membro che non crede più negli insegnamenti diffusi dal gruppo di uomini chiamato il Consiglio di amministrazione, che crea le leggi divine presumibilmente degli Stati Uniti direttamente.

Scaricare e leggere l'azione civile pubblica nella sua interezza sul http://www.4shared.com/document/sjWdhCI3/MPF.html collegamento

Scopo del MPF è: Questa azione è la n ° pilastro 1.15.000.000171/2011-11 procedimento amministrativo, che si allega, stabilito dalla rappresentazione Sebastian Ramos de Oliveira, un servitore pubblico federale, nel segnalare il verificarsi di gravi violazioni dei loro diritti fondamentali, che interessano l'uguaglianza, la libertà di informazione, l'inviolabilità della coscienza e di fede, come pure di tutelare la famiglia ospitata dalla Bibbia Torre di Guardia e Tract Society, che rappresenta le congregazioni dei testimoni di Geova in Brasile così come da BIBBIA E ASSOCIAZIONE CULTURALE dI FORTALEZA, che rappresenta, nel Ceará, la congregazione ha detto, che si trova a Rua Joao Cordeiro, n. 2379, Fortaleza-CE.

Vedo ora che sta per essere Testimone di Geova fanatici che verranno qui a negare il procuratore. Tutto quello che ha detto può essere visto nelle pubblicazioni della Torre di Guardia, quindi state attenti con gli insulti qui.
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 15257
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Achille » 10/08/2011, 6:03

Altro articolo su questo argomento:

Fatima Oliveira: l'intolleranza religiosa è una violazione dei diritti umani

Le guerre di religione mostrano quanto gli esseri umani possono essere irrazionali. E l'intolleranza religiosa, concettualmente una sorta di guerra di religione, è un veleno sociale incompatibile con le libertà democratiche.

Il 24/08/2010 ho scritto "Ricordate: in Brasile, nessuna religione è al di sopra della legge", in merito all'imposizione della morte sociale agli ex fedeli della denominazione dei Testimoni di Geova, con la scomunica (espulsione) e la dissociazione (abbandono e / o cambio di religione) - che si conclude con la morte sociale, un misto di disprezzo e disgusto, una sorta di ghiaccio che, in pratica, dice: "Tu non sei niente". Siamo di fronte a un crimine. ...
La morte sociale si concretizza nel divieto di contatto con i propri cari, chiesa e famiglia - che professano la stessa fede - al fine di distruggere l'onore e l'immagine della persona, ed è configurato come omicidio della reputazione - una violenza incommensurabile ed incalcolabili conseguenze emotive di una punizione immorale che ferisce i diritti umani fondamentali. E mi chiedo se sia lecito ed etico che una religione, anche se in nome di Dio, violi i diritti umani.
...

Il resto qui:
http://www.planetaosasco.com/oeste/inde ... manos.html
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 15257
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Mario70 » 10/08/2011, 6:45

Io invece non smetterò mai di meravigliarmi di come in tutto il mondo i tdg rispondano sempre allo stesso modo inventandosi esempi che non c'entrano un cavolo per scusarsi di praticare l'ostracismo, ecco un commento:

"Quando una persona acquista un prodotto a rate o affitta un immobile se non rispetta gli impegni assunti, il suo nome entra in una lista di "crediti insoluti". Quando si tenta di fare un nuovo acquisto o affittare un'altra proprietà, chi affitta o vende certamente consulta questa lista e all'acquirente sarà probabilmente detto che il prodotto o la proprietà non possono essere vendute o affittate a lui. Questa persona potrà lamentarsi di discriminazione? Penso che questo termine è stato abusato in vari segmenti della società. I Testimoni di Geova sono perseguitati in vari modi in tutto il mondo, ma non si lamentano perché sono "discriminati" perché hanno la vera conoscenza sanno che ci sono profezie che si avverano e sanno che a tempo debito, Geova è colui che risolverà tutti i problemi ma fino a quando ciò non accade, tutti saranno informati, ed egli usa i suoi testimoni per fornire questo servizio a Lui, guidato da suo figlio Gesù Cristo, che ha avviato questo lavoro."

Paragonano l'ostracismo al risultare protestati, ma che c'entra? A parte non poter acquistare immobili o prendere le cose a rate, che può essere paragonato al limite alla disassociazione (verso la quale non abbiamo nulla da eccepire), si toglie forse il saluto a chi è protestato? Si smette di associarsi a lui? Si evita quando lo si incontra?
Che cavolo di esempio scemo! E poi il solito vittimismo "i tdg sono perseguitati in tutto il mondo ma non si lamentano di essere discriminati" ma se ogni volta lo scrivono a caratteri cubitali in ogni rivista... e poi perseguitati dove? I paesi che li perseguitano sono gli stessi che perseguitano qualsiasi altro cristiano, però le "profezie" si applicano solo a loro non è vero?
Bah!
"La cosa più triste è che molto spesso chi viene ingannato, o illuso, tende a rimanere strettamente ancorato a quello in cui crede nonostante le evidenze indichino chiaramente che la realtà è diversa. Forse è talmente affezionato alle sue credenze che preferisce chiudersi gli occhi e tapparsi le orecchie di fronte a qualunque cosa possa farle vacillare."
(Torre di Guardia 1/9/2010 p 10)
Avatar utente
Mario70
Utente Gold
 
Messaggi: 6085
Iscritto il: 10/06/2009, 20:28
Località: Roma

Messaggiodi Gabriella Prosperi » 10/08/2011, 7:37

Che non si lamentino è una balla colossale. Giustamente, d'altronde, la' dove i loro diritti non sono riconosciuti si rivolgono ai tribunali fino alla corte europea, ma, al contempo, loro stessi calpestano i diritti altrui.
Gabriella
La cosa più difficile a questo mondo? Vivere! Molta gente esiste, ecco tutto.Oscar Wilde
Presentazione
Avatar utente
Gabriella Prosperi
Utente Platinium
 
Messaggi: 14678
Iscritto il: 11/06/2009, 5:16

Messaggiodi Cogitabonda » 10/08/2011, 11:09

Mario70 ha scritto:Io invece non smetterò mai di meravigliarmi di come in tutto il mondo i tdg rispondano sempre allo stesso modo inventandosi esempi che non c'entrano un cavolo per scusarsi di praticare l'ostracismo, ecco un commento:

"Quando una persona acquista un prodotto a rate o affitta un immobile se non rispetta gli impegni assunti, il suo nome entra in una lista di "crediti insoluti". Quando si tenta di fare un nuovo acquisto o affittare un'altra proprietà, chi affitta o vende certamente consulta questa lista e all'acquirente sarà probabilmente detto che il prodotto o la proprietà non possono essere vendute o affittate a lui. Questa persona potrà lamentarsi di discriminazione?

Ecco una possibile risposta a quell'esempio assurdo, scritta in stile TdG:
Quando una persona, a causa dei suoi numerosi debiti non pagati, perde credito presso banche e commercianti, è automatico che venga esclusa da prestiti, da acquisti a rate, che non ottenga licenze commeciali. Ma sarebbe forse giusto che venisse privata anche della possibilità di fare la spesa in un negozio pagando in contanti? Della possibilità di salire su un treno, d’iscrivere figli a scuola, di essere ammessa in un Pronto Soccorso? No, perché sono tutte attività e situazioni che non hanno legame con ciò che ha commesso e che potrebbe commettere ancora.
Perciò quando un fratello viene disassociato eviteremo di ascoltare da lui parole che vanno contro la fede e la spiritualità, perché potrebbero danneggiare la nostra stessa spiritualità, oltre a far scendere ancora di più nell’apostasia il nostro fratello peccatore. Ma gli toglieremo forse il saluto o smetteremo d’interessarci della sua salute o della sua famiglia? No, perché queste sono comuni espressioni di quell’amore per il prossimo che è alla base della vera religione, e non contengono in sé pericoli per la nostra spiritualità.
Compiacersi di aver ragione è sgradevole - Avere troppa coscienza di sé è odioso - Commiserarsi è infame

Avatar utente
Cogitabonda
Moderatore
 
Messaggi: 8560
Iscritto il: 01/06/2011, 1:45
Località: Nord Italia

Messaggiodi Gabriella Prosperi » 10/08/2011, 11:34

Oppure.....questo cattivo soggetto non contribuira' più alle nostre richieste, nè in denaro, nè in opere, quindi è da evitare, non sia mai convinca anche altri a divenire......insolventi.
Gabriella
La cosa più difficile a questo mondo? Vivere! Molta gente esiste, ecco tutto.Oscar Wilde
Presentazione
Avatar utente
Gabriella Prosperi
Utente Platinium
 
Messaggi: 14678
Iscritto il: 11/06/2009, 5:16

Messaggiodi Achille » 10/08/2011, 14:29

Achille Lorenzi ha scritto:...Quero ver agora quem vai ser a Testemunha de Jeová fanática que vai vir aqui desmentir a procuradora. Tudo o que ela falou pode ser comprovado nas publicações da Torre de Vigia, portanto, cuidado com os desaforos aqui.

Traduzione (mia): Vi saranno ora Testimoni di Geova fanatici che verranno qui a smentire il procuratore. Tutto quello che ha detto può essere letto nelle pubblicazioni della Torre di Guardia, quindi state attenti con gli insulti qui.
Tutto il mondo è paese...
Il fanatismo dei TdG "internettiani" che negano i fatti e cercano di difendere la WTS, contrariamente alle evidenze - arrivando al punto di smentire (minimizzando o negando) quello che si legge nelle stesse pubblicazioni - giungendo anche ad insultare e denigrare gli ex membri, lo ritengo una vera a propria perversione della verità e un ottenebramento delle coscienze, nonchè una mancanza di vero spirito cristiano.
Se fossero ignoranti sarebbero scusabili, ma costoro sanno bene come stanno le cose e cercano, ciò nonostante, di negare la realtà.
I TdG del mondo reale sono spesso persone sincere ed in buona fede che, se interrogate su quello che avviene nell'organizzazione, direbbero semplicemente la verità, senza tentare di negare i fatti.
I TdG internettiani invece sono persone che si sono incallite nella "difesa" di tutto ciò che la WTS fa e dice. Per usare un'espressione biblica, sono diventati "maestri di inganno".
Ma non si può fare nulla contro la verità, e le denunce che avvengono in ogni parte del mondo, sempre più di frequente, riveleranno sempre più quale sia il vero volto di questa organizzazione.

Achille
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 15257
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Mario70 » 10/08/2011, 16:00

Achille Lorenzi ha scritto:
Achille Lorenzi ha scritto:...Quero ver agora quem vai ser a Testemunha de Jeová fanática que vai vir aqui desmentir a procuradora. Tudo o que ela falou pode ser comprovado nas publicações da Torre de Vigia, portanto, cuidado com os desaforos aqui.

Traduzione (mia): Vi saranno ora Testimoni di Geova fanatici che verranno qui a smentire il procuratore. Tutto quello che ha detto può essere letto nelle pubblicazioni della Torre di Guardia, quindi state attenti con gli insulti qui.
Tutto il mondo è paese...
Il fanatismo dei TdG "internettiani" che negano i fatti e cercando di difendere la WTS, contrariamente alle evidenze - arrivando al punto di smentire (minimizzando o negando) quello che si legge nelle stesse pubblicazioni - giungendo anche ad insultare e denigrare gli ex membri, lo ritengo una vera a propria perversione della verità e un ottenebramento delle coscienze, nonchè una mancanza di vero spirito cristiano.
Se fossero ignoranti sarebbero scusabili, ma costoro sanno bene come stanno le cose e cercano, ciò nonostante, di negare la realtà.
I TdG del mondo reale sono spesso persone sincere ed in buona fede che, se interrogate su quello che avviene nell'organizzazione, direbbero semplicemente la verità, senza tentare di negare i fatti.
I TdG internettiani invece sono persone che si sono incallite nella "difesa" di tutto ciò che la WTS fa e dice. Per usare un'espressione biblica, sono diventati "maestri di inganno".
Ma non si può fare nulla contro la verità, e le denunce che avvengono in ogni parte del mondo, sempre più di frequente, riveleranno sempre più quale sia il vero volto di questa organizzazione.

Achille

Totalmente d'accordo, da un lato abbiamo le pubblicazioni dove si dice chiaramente di 'evitare qualsiasi contatto con l'ex' e dove si menzionano esperienze di madri che non frequentano più i propri figli dissociati o figli tdg che non vedono più la propria madre e dove è scritto chiaramente che si possono vedere solo 'per questioni familiari importanti'; dall'altro abbiamo loro che diluiscono quanto sopra asserendo (sapendo di mentire) che:
'I rapporti sociali con i famigliari che non vivono in casa sono ridotti, in base alla coscienza dell'individuo' o che 'in ogni caso si deve mostrare al disassociato gentilezza e benignità umana, non disprezzandolo, guardandolo a lui come Gesù guardava ad un esattore di tasse'.

Ma quando mai? Ma le hanno mai lette veramente le riviste o i libri che parlano di ostracismo? Ma chi credono di prendere in giro?
Gesù non solo ci parlava con gli esattori ma ci mangiava addirittura insieme e a parte Matteo o Zaccheo, i 'numerosi' altri o 'tutti' con i quali cenò, non divennero di certo tutti suoi seguaci.
Sono solo bugiardi degni figli dei loro padri farisei ipocriti.
"La cosa più triste è che molto spesso chi viene ingannato, o illuso, tende a rimanere strettamente ancorato a quello in cui crede nonostante le evidenze indichino chiaramente che la realtà è diversa. Forse è talmente affezionato alle sue credenze che preferisce chiudersi gli occhi e tapparsi le orecchie di fronte a qualunque cosa possa farle vacillare."
(Torre di Guardia 1/9/2010 p 10)
Avatar utente
Mario70
Utente Gold
 
Messaggi: 6085
Iscritto il: 10/06/2009, 20:28
Località: Roma

Messaggiodi Girella » 10/08/2011, 16:04

Caro Achille pur nella mia brevissima esperienza devo effettivamente concordare con quello che hai appena espresso. Le mie ricerche su internet relative ai TdG sono partite proprio da un sito/forum gestito da TdG, quando chiesi informazioni relativamente al loro corpo direttivo ricevetti informazioni vaghe del tipo "non val la pena di approfondire", eppure avevo solo chiesto che mi si spiegasse il background del loro corpo dirigente, curiosità che è stata soddisfatta solo da questo sito/forum.

Che siano anche bugiardi oltre che evasivi lo avevo capito anche da una recente discussione di cui allego un immagine

Immagine
"Il dovere di evitare lo scandalo spesso esige una discrezione rigorosa. Nessuno è tenuto a palesare la verità a chi non ha il diritto di conoscerla". Catechismo della chiesa cattolica, 2489
Avatar utente
Girella
Nuovo Utente
 
Messaggi: 94
Iscritto il: 26/07/2011, 15:28

Messaggiodi Mario70 » 10/08/2011, 16:33

Girella ha scritto:Caro Achille pur nella mia brevissima esperienza devo effettivamente concordare con quello che hai appena espresso. Le mie ricerche su internet relative ai TdG sono partite proprio da un sito/forum gestito da TdG, quando chiesi informazioni relativamente al loro corpo direttivo ricevetti informazioni vaghe del tipo "non val la pena di approfondire", eppure avevo solo chiesto che mi si spiegasse il background del loro corpo dirigente, curiosità che è stata soddisfatta solo da questo sito/forum.

Che siano anche bugiardi oltre che evasivi lo avevo capito anche da una recente discussione di cui allego un immagine

Immagine


Brava Girella e per rinfrescare la memoria (sembra sempre molto corta) ecco chi e dove lo hanno insegnato:

La torre di Guardia del 15/3/1986 pag 18:

"12 Alcuni che hanno uno spirito critico sostengono che l’organizzazione di Geova sia troppo rigida circa il troncare qualsiasi contatto sociale con i disassociati. (II Giovanni 10, 11) Ma perché questi critici la pensano così? Stanno forse mettendo un vincolo familiare o un’errata lealtà a un amico al di sopra della lealtà a Geova, alle sue norme e alle sue esigenze? Tenete presente inoltre che, se si continua ad avere contatti sociali con un disassociato, anche se si tratta di un parente, si può far concludere a colui che ha sbagliato che la sua condotta non sia poi tanto grave, causandogli così altro danno ancora. Non frequentandolo, invece, è possibile si sviluppi in lui il desiderio di riavere ciò che ha perduto. Il modo di fare le cose seguito da Geova è sempre il migliore e serve a proteggerci. — Proverbi 3:5."

La torre di Guardia del 15/04/1988 pag 28:

"14 La situazione è diversa se il disassociato o dissociato è un parente che vive fuori di casa o non è dell’immediata cerchia familiare. Potrebbe essere possibile non avere quasi nessun contatto col parente. Anche se eventuali questioni di famiglia richiedessero qualche contatto, è certo che questi contatti dovrebbero essere mantenuti al minimo, in armonia col principio divino di “non mischiarvi con alcuno che, chiamandosi fratello, sia un fornicatore [o colpevole di un altro peccato grave] . . . con un tale non dovete neppur mangiare”. — 1 Corinti 5:11, Versione Riveduta.
15 Si capisce che questo può essere difficile, a causa dei sentimenti e dei vincoli familiari, ad esempio dell’amore che i nonni provano verso i nipoti. Tuttavia questa è una prova di lealtà a Dio, come spiega la sorella citata a pagina 26. Chiunque provi la tristezza e il dolore che il parente disassociato ha in tal modo causato, può trovare conforto ed essere incoraggiato dall’esempio di alcuni parenti di Cora. — Salmo 84:10-12."

La torre di Guardia del 15/10/1988 pag 28:

"La situazione è diversa se il disassociato o dissociato è un parente che vive fuori di casa o non è dell’immediata cerchia familiare. Potrebbe essere possibile non avere quasi nessun contatto col parente. Anche se eventuali questioni di famiglia richiedessero qualche contatto, è certo che questi contatti dovrebbero essere mantenuti al minimo"

La torre di Guardia del 15/4/1991 pag 16:

"10 Dio comanda che, se un malvagio viene espulso, i cristiani devono ‘cessare di mischiarsi in sua compagnia, non mangiando nemmeno con un tal uomo’. In questo modo i leali che rispettano e vogliono seguire la legge di Dio troncano con lui ogni rapporto, compresi i rapporti sociali. Alcuni di questi cristiani leali potrebbero essere parenti che non fanno parte dell’immediata cerchia familiare né vivono con il trasgressore. Per loro potrebbe essere difficile seguire questo comando divino, proprio come non era facile per i genitori ebrei sotto la Legge mosaica essere fra coloro che giustiziavano un figlio malvagio. Ma il comando divino è chiaro; possiamo quindi essere certi che la disassociazione è un provvedimento giusto"

La torre di Guardia del 1/11/1994:

"20 Ci sono occasioni, però, in cui un servitore di Geova non può mostrare compassione. (Confronta Deuteronomio 13:6-9). ‘Cessare di mischiarsi in compagnia’ di un intimo amico o di un parente che è stato disassociato può mettere a dura prova un cristiano. In tal caso è importante non lasciarsi impietosire. (1 Corinti 5:11-13) Questa fermezza può persino incoraggiare il peccatore a pentirsi. "

Il libro "MANTENETEVI NELL'AMORE DI DIO" edito nel 2008 a pagina 208 dice:

"In altri casi il parente disassociato non fa' parte dell'immediata cerchia familiare o vive fuori casa.Anche se in qualche rara occasione dovesse rendersi necessario avere dei contatti per sbrigare questioni familiari, tali contatti dovrebbero essere mantenuti al minimo. I familiari leali non cercano scuse per avere a che fare con un parente disassociato che non vive sotto lo stesso tetto. La lealta' a Geova e alla sua organizzazione li spinge piuttosto ad attenersi alle istruzioni scritturali sulla disassociazione."


Inserto del Ministero del Regno (km -I 8/2002), agosto 2002, pp.3,4:

"Benefici derivanti dalla lealtà a Geova: Cooperare con la disposizione scritturale della disassociazione ed evitare i trasgressori impenitenti reca benefici. Preserva la purezza della congregazione e ci distingue come sostenitori delle elevate norme morali della Bibbia. (1 Piet. 1:14-16) Ci protegge da influenze corruttrici. (Gal. 5:7-9) Inoltre dà al trasgressore la possibilità di trarre pieno beneficio dalla disciplina ricevuta che lo aiuterà a produrre “un pacifico frutto, cioè giustizia”. – Ebr. 12:11.
Dopo un discorso udito a un’assemblea di circoscrizione, un fratello e sua sorella capirono che dovevano cambiare il modo in cui trattavano la madre, che viveva altrove e che era stata disassociata sei anni prima. Subito dopo l’assemblea l’uomo chiamò la madre e, dopo averle assicurato che le volevano bene, le spiegò che non le avrebbero più parlato se non per questioni familiari importanti. Di lì a poco la madre cominciò a frequentare le adunanze e poi fu riassociata. Inoltre il marito incredulo cominciò a studiare e in seguito si battezzò.
Sostenendo lealmente la disposizione scritturale della disassociazione diamo prova del nostro amore per Geova e rispondiamo a colui che lo biasima. (Prov. 27:11) In cambio possiamo contare sulla Sua benedizione. Il re Davide scrisse di Geova: “In quanto ai suoi statuti, non mi allontanerò da essi. Con qualcuno leale agirai con lealtà”. – 2 Sam. 22:23, 26. "

La torre di Guardia del 15/2/2011 pag 31,32:
"15 Condividiamo il punto di vista di Gesù su coloro che si ostinano a seguire una condotta illegale? Dobbiamo riflettere su queste domande: ‘Sceglierei di frequentare regolarmente qualcuno che è stato disassociato o si è dissociato dalla congregazione cristiana? Che dire se fosse un parente stretto che non vive più in casa?’ Una situazione del genere pu `omettere a dura prova il nostro amore per la giustizia e la nostra lealtà a Dio.
16 Consideriamo l’esperienza di una sorella il cui figlio adulto un tempo amava Geova. In seguito, però, il figlio scelse di praticare impenitentemente l’illegalità. Così fu disassociato dalla congregazione. La sorella amava Geova,ma voleva bene anche al figlio e trovava molto difficile ubbidire al comando scritturale di evitare di frequentarlo.
17 Che consiglio avreste dato a questa sorella? Un anziano la aiutò a capire che Geova comprendeva il suo dolore. La incoraggiò a riflettere sul dolore che dovette provare Geova quando alcuni dei suoi figli angelici si ribellarono. Nel corso del ragionamento, le fece notare che, pur sapendo quanto possa essere dolorosa una situazione del genere, Geova richiede che i peccatori impenitenti vengano disassociati. La sorella prestò ascolto ai consigli e sostenne lealmente la disposizione della disassociazione. Tale lealtà rallegra il cuore di Geova.— Prov. 27:11.
18 Se vi trovate in una situazione del genere, ricordate che Geova vi capisce. Troncando i rapporti con il disassociato o il dissociato, dimostrate di odiare gli atteggiamenti e i comportamenti che hanno portato a questa situazione. Ma dimostrate anche che amate abbastanza il trasgressore da agire nei suoi migliori interessi. La vostra lealtà a Geova può aumentare le probabilità che la persona che ha ricevuto la disciplina si penta e torni a Geova.
19 Una persona che fu disassociata e in seguito venne riassociata scrisse: “Sono felice che Geova ami tanto il suo popolo da far sì che la sua organizzazione sia mantenuta pura. Quello che agli estranei può sembrare un atteggiamento rigido, è un provvedimento sia necessario che veramente amorevole”. Pensate che questa persona sarebbe stata aiutata a pervenire a tale conclusione se i componenti della congregazione, inclusi i suoi familiari, avessero mantenuto con lei contatti regolari mentre era disassociata? Sostenendo la disposizione scritturale della disassociazione dimostriamo di amare la giustizia e riconosciamo il diritto di Geova di stabilire norme di condotta."


Torre di Guardia del 15 luglio 2011 pagine 30-32

"Quando qualcuno che amiamo abbandona Geova:

12 Senza dubbio siamo tutti d’accordo sul fatto che per piacere a Dio dobbiamo essere fisicamente, moralmente e spiritualmente puri. (Leggi Tito 2:14).
A volte però possono sorgere situazioni in cui, sotto questo aspetto, la nostra lealtà al proposito di Dio viene dolorosamente messa alla prova. Supponiamo ad esempio che l’unico figlio di una coppia cristiana esemplare lasci la verità. Avendo preferito “il temporaneo godimento del peccato” a una buona relazione con Geova e con i propri genitori cristiani, il giovane viene disassociato.— Ebr.11:25.
13 I genitori sono affranti. In quanto alla disassociazione, sanno che la Bibbia dice di ‘cessar di mischiarsi in compagnia di qualcuno chiamato fratello che è fornicatore o avido o idolatra o oltraggiatore o ubriacone o rapace, non mangiando nemmeno con un tal uomo’. (1 Cor. 5:11, 13) Comprendono anche che il “qualcuno” menzionato in questa scrittura include i familiari che non vivono sotto lo stesso tetto.

Ma essi amano moltissimo il loro figlio! Sopraffatti dalle emozioni, potrebbero ragionare: ‘Come possiamo aiutare nostro figlio a tornare a Geova se limitiamo drasticamente la nostra associazione con lui? Non sarebbe più utile mantenere contatti regolari?

14 Ci sentiamo vicini a quei genitori. Dopo tutto il loro figlio ha fatto la sua scelta, decidendo di seguire uno stile di vita non cristiano anziché continuare a godere della compagnia dei suoi genitori e degli altri compagni di fede. I genitori, invece, non hanno potuto fare altro che prendere atto della sua decisione. Non sorprende che si sentano impotenti.

15 Cosa faranno adesso questi cari genitori? Ubbidiranno alle chiare istruzioni di Geova?
O si sentiranno giustificati a frequentare regolarmente il loro figlio disassociato sostenendo che si tratta sempre di “necessarie questioni familiari”? Nel prendere la propria decisione, i genitori non devono trascurare di chiedersi cosa pensa Geova di quello che stanno facendo. Lo scopo di Geova è quello di mantenere pura l’organizzazione e, se possibile, di indurre i trasgressori a tornare in sè. In che modo i genitori cristiani possono agire in armonia con questo scopo?
16 Aaronne, fratello di Mosè, si trovò davanti a una situazione difficile in relazione a due suoi figli. Pensate come dev’essersi sentito quando i figli Nadab e Abiu offrirono fuoco illegittimo a Geova e questi li fece morire all’istante. Naturalmente ciò pose fine a qualsiasi associazione i due potessero avere con i loro genitori. Ma non è tutto. Geova comandò ad Aaronne e ai suoi figli fedeli: “Non andate con le teste scompigliate, e non dovete
strappare le vostre vesti [in segno di lutto], affinché non moriate e affinché [Geova]non si indigni contro tutta l’assemblea”. (Lev. 10: 1-6).
Il messaggio è chiaro. Il nostro amore per Geova dev’essere più forte del nostro amore per i familiari che gli divengono sleali.

17 Oggi Geova non mette immediatamente a morte quelli che violano le sue leggi.

Amorevolmente dà loro l’opportunità di pentirsi delle loro opere ingiuste. Ma come si sentirebbe Geova se i genitori di un trasgressore impenitente continuassero a metterLo alla prova frequentando senza necessità il loro figlio disassociato?"


Eh si! "Non glielo hanno insegnato loro"
"La cosa più triste è che molto spesso chi viene ingannato, o illuso, tende a rimanere strettamente ancorato a quello in cui crede nonostante le evidenze indichino chiaramente che la realtà è diversa. Forse è talmente affezionato alle sue credenze che preferisce chiudersi gli occhi e tapparsi le orecchie di fronte a qualunque cosa possa farle vacillare."
(Torre di Guardia 1/9/2010 p 10)
Avatar utente
Mario70
Utente Gold
 
Messaggi: 6085
Iscritto il: 10/06/2009, 20:28
Località: Roma

Messaggiodi Achille » 10/08/2011, 17:13

Volevo postare la testimonianza di Andrea Ricciardulli ma il video su youtube non c'è più.

Potete comunque ascoltarla in questo servizio TV andato in onda nel 2004:

http://www.infotdgeova.it/video/dossier.php

Si veda anche http://www.infotdgeova.it/esperienze/andrea.php

Achille
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 15257
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Achille » 10/08/2011, 17:19

Ho trovato il video:

"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 15257
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Francesco Franco Coladarci » 10/08/2011, 17:29

Interessante ciò che dice al minuto 1,55 in merito al loro tanto decantato "amore cristiano", infatti i TdG si amano facendo la "spia" e spiandosi a vicenda, una sorta di KGB.
Franco
“Al di sopra del Papa, come espressione della pretesa vincolante dell’autorità ecclesiastica, resta comunque la coscienza di ciascuno, che deve essere obbedita prima di ogni altra cosa, se necessario anche contro le richieste dell’autorità ecclesiastica.”
(Cardinal Joseph Ratzinger )

skype: el_condor4
Avatar utente
Francesco Franco Coladarci
Moderatore
 
Messaggi: 3848
Iscritto il: 16/07/2009, 20:24

Messaggiodi Achille » 10/08/2011, 18:00

Molti media in Brasile hanno parlato di questa discriminazione verso gli ex-membri:

Clicca per vedere l'immagine a dimensioni originali

Clicca per vedere l'immagine a dimensioni originali

http://i.imgur.com/kjzbQ.jpg

http://i.imgur.com/Gk3aJ.jpg

http://i.imgur.com/006ba.jpg
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 15257
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Aquarivs » 10/08/2011, 18:01

Non dicono loro che la verità non può essere nascosta? E allora su andiamo avanti. Vedremo quanto le loro verità reggeranno il confronto con le loro stesse pubblicazioni.
In quanto al paragone con i debiti, non ho parole. Come si può equiparare un discorso economico con uno familiare? :test:
Aquarivs
 

Messaggiodi abuonconsiglio » 10/08/2011, 22:15

So che alcuni cari fratelli della Betel e molti sorveglianti e anziani sono dei nostri assidui lettori, anche se ci considerano apostati della peggior specie.
Ora, non vorrei sembrare rompiscatole, ma questa frase "non glielo abbiamo insegnato noi" è da un punto di vista dottrinale della WT apostasia allo stato puro. Lo sanno anche i bambini dei tdg che l'unico autorizzato da Dio a insegnare è lo schiavo fedele e discreto e non mi risulta che jwfelix sia uno di loro.

Ora questa cosa mi rende perplesso. Un testimone di Geova che legge questa frase su tale forum pro tdg ha tutto il diritto di scandalizzarsi e da ridire, nè conosco un apostata che abbia mai osato pensare una simile mostruosità!

Peccato che anche se "dotrinalmente sbagliata" l'abbia scritto il campione di Misterbianco.

Secondo voi gli anziani agiranno per riprendere un uomo con questi intendimenti? E se non lo fanno, ci pensate voi cari fratelli nominati dallo spirito santo che servite l'associazione mondiale su mandato diretto dello Schiavo fedele e discreto a eliminare l'influenza corruttrice del lievito?

Girella ha scritto:
Immagine

Avatar utente
abuonconsiglio
Utente Senior
 
Messaggi: 572
Iscritto il: 24/11/2009, 9:17

Messaggiodi Achille » 11/08/2011, 5:32

Mi ha scritto il promotore di questa denuncia per discriminazione contro la WTS in Brasile.
Incollo la sua e-mail:

From: sebastianramos7
Sent: Wednesday, August 10, 2011 10:01 PM
To: Achille Lorenzi
Subject: Sociedade Torre de Vigia é denuncia pelo MPF - Inédito

Caros amigos, boa tarde!!!

Meu nome é Sebastião Ramos, sou autor de uma denúncia contra uma discriminação religiosa atípica no Brasil, que se estende pelo resto do mundo.

O Ministério Público Federal denunciou a Sociedde Torre de Vigia de Bíblias eTratados e a Associação Bíblica e Cultural de Fortaleza por discriminação religiosa contra ex membros

A seguir, assistam, por favor, reportagens minha e da procuradora da República, Nilce Cunha Rodrigues sobre a ACP, e, se desejar, se manifestarem, fiquem a vontade... DIVULGUEM ESTA NOTÍCIA

Fraternalmente,
Sebastião Ramos - UFC- Univerisdade Federal do Ceará

http://youtu.be/sB-xvnyXYyA - Procuradora da República se manifesta pela TV Diário sobre a Ação Civil Pública...

http://youtu.be/hF4KQ7dPpwU - Empresa de Testemunha de Jeová é condenada por não aceitar contratar desassociada.

http://youtu.be/bh_dCGfF2pA - Mesmo assunto por uma TV filiada A Globo de Cuiabá - MT

http://www.dhdiversidadereligiosa.com.b ... not175.htm - CRDHDR se manifesta em favor dos discriminados

http://oglobo.globo.com/cidades/mat/201 ... 004229.asp - Matéria do Jornal O Globo

http://www1.folha.uol.com.br/poder/9513 ... acao.shtml - A Folha de São Paulo aborda a temática

http://i.imgur.com/kjzbQ.jpg - Diario do Nordeste - dentre outros...

http://www.otempo.com.br/otempo/colunas ... icao=16015 - Artigo publicado hoje, no maior Jornal Mineiro O Tempo

http://extestemunhasdejeova.net/forum/v ... =9414&sid=

eddf7900d063638ce6d694774776cd17 - Repercussão na Europa

Foto di manifestazioni contro la discriminazione degli ex-membri:

Immagine

Immagine
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 15257
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi ZionsWatchTower » 11/08/2011, 21:10

Questa azione è molto importante per noi brasiliani. Grazie per la divulgazione. :strettamano:

Che la discriminazione agrifoglio!
Avatar utente
ZionsWatchTower
Nuovo Utente
 
Messaggi: 5
Iscritto il: 09/11/2010, 1:49
Località: San Paolo - Brasile

Messaggiodi daniela47 » 12/08/2011, 6:41

E’ bellissimo questo collegamento ad altri forum, ad altri paesi anche lontanissimi, bello e rassicurante.
Significa che molti lottano per far conoscere le tristi realtà geoviste.
Da quanto si evince in brasile è molto sentita la cosa.
Ipotizzo e spero che ancora tanti altri paesi del mondo, si intreccino agli altri forum, e che essendoci una unità di intenti importanti come le denunce e la prevenzione, si formi una bella forza che dia coraggio e sprone a coloro che vogliono uscire, nonchè la giusta prevenzione per coloro, che corteggiati dalle tecniche geoviste, potrebbero cascare nella rete della W.T.
Avatar utente
daniela47
Utente Gold
 
Messaggi: 5436
Iscritto il: 16/07/2009, 18:38

Messaggiodi Achille » 13/08/2011, 6:21

Articolo sul caso.
Ho tradotto con google, cercando poi di rendere il testo più comprensibile. Alcuni punti che non comprendevo li ho tralasciati, mettendo delle parentesi quadre [...].
L'essenziale comunque è chiaro e comprensibile.

Azione Pubblica Civile per discriminazione religiosa

29 Luglio 2011

Senza precedenti in Brasile, la causa chiede provvedimenti ingiuntivi per vietare atti discriminatori

Il funzionario Sebastião de Oliveira Ramos, 53 anni, è un uomo di fede. Fa la sua preghiera e la lettura della Bibbia ogni giorno, e segue i precetti cristiani. Fino al 2008 è stato nella congregazione dei Testimoni di Geova a cui era associato dal 1998. Frequentava la Sala del Regno del Distretto Parco di Gerusalemme e divenne un servitore di ministero, posizione appena inferiore a quella di anziano. Ora, in un processo senza precedenti in Brasile, egli accusa l’organizzazione religiosa di promuovere la discriminazione religiosa contro i suoi ex seguaci. L'Azione Pubblica Civile, […] ha chiesto provvedimenti ingiuntivi per vietare le pubblicazioni e gli atti che costituiscono una discriminazione contro gli ex membri, sotto pena di una multa di $ 10.000 per ogni atto identificato.

Tutto è cominciato quando Sebastian avrebbe commesso un errore che lo ha portato ad essere espulso dalla congregazione, ha scritto articoli per giornali per pubblicizzare le loro credenze. "Ho parlato bene dei Testimoni di Geova in questi articoli. […] Ma mi sono trovato a essere imputato in un tribunale ecclesiastico”, spiega.

Ha detto che in tribunale non c'erano testimoni della difesa, solo tre anziani che hanno deciso di disassociarlo dalla congregazione. "La cosa peggiore è che durante il processo, gli altri membri non sanno perché siete stati citati in giudizio, e questo da spazio per pensare a qualsiasi cosa".

Esclusione

Per i Testimoni di Geova, la dissociazione equivale alla scomunica cattolica, ma loro vanno oltre. I membri della congregazione, compresi amici e parenti del disassociato, sono istruiti a rompere le relazioni e anche a non rivolgere la parola, per non essere anch’essi tagliati fuori dalla comunità.

"Mia sorella e mia nipote sono i Testimoni di Geova. Ma da allora non posso andare a casa sua, posso parlare solo di questioni domestiche. E’ stato orribile perché era una grande amica”, si lamenta.

Sebastiao Oliveira dice che altri amici cui lavora non hanno più pranzato con lui e non lo guardano più in faccia. Servitore dell’Università Federale del Ceará (UFC), […] gli è stato vietato l'ingresso alla Scuola Materna di Assis Chateaubriand da una dipendente. Lei è una testimone di Geova e ha sostenuto che non poteva essere nello stesso luogo con un disassociato.

"La cosa peggiore è che quando ci si converte, si viene esortati a frequentare soltanto i membri della comunità. Ma quando si abbandona l’adesione o si sceglie un'altra religione, si perdono questi rapporti che si sono costruiti nel corso degli anni e si è isolati. C'è una pressione molto forte a non parlare anche tra gli ex membri della congregazione”.

Al di là della azione pubblica civile, Oliveira ha attivato la Corte di Stato contro due leader dei Testimoni di Geova. Egli sostiene che nel corso di una cerimonia pubblica in Piazza Ferreira, ha ricevuto delle minacce. "Hanno detto 'devi essere tranquillo, altrimenti avrai solo qualche giorno di vita'", dice.

Attivismo

Oggi Oliveira dice che si relaziona con persone di tutte le confessioni per la lotta contro la discriminazione religiosa. "In qualche modo quello che è successo è stato buono per me perché ho cambiato il mio modo di relazionarmi con gli altri, aprendo i miei orizzonti al rispetto delle differenze. Ma ci sono persone che non riescono a gestire la pressione, sono traumatizzati dall'isolamento, per non parlare dei casi di suicidio. E questo non può continuare”.

DIGNITA’ UMANA Procuratore evidenzia affronto alla Costituzione

L'Associazione Pubblica Civil Action accusa la Società Torre di Guardia di Bibbie e Trattati, che rappresenta i Testimoni di Geova in Brasile e Ceará, e l'Associazione Biblica e culturale di Fortaleza. Entrambe sono accusate di promuovere la discriminazione religiosa e di esercitare pressione sui loro sostenitori per non intrattenere rapporti con gli apostati, come sono chiamati dai testimoni di Geova quelli che hanno abbandonato la fede.

Secondo il procuratore Nilce Cunha Rodrigues, autore dell'azione, la pratica adottata dai testimoni di Geova contro il disassociato e dissociato (chi chiede l’uscita volontaria dalla congregazione) va contro i principi costituzionali quali la dignità umana, la tutela della famiglia, così come la libertà di associazione e di credo.

"Lo Stato non può interferire nella libertà di credo. Ma il modo in cui questa o quella religione si esprime limita i diritti fondamentali garantiti dalla Costituzione. Nella mia comprensione, quando gli imputati stabiliscono una serie di divieti e di sanzioni per evitare il rapporto dei loro membri con l’espulso e il dissociato, questo si configura come discriminazione”.

Il procuratore sostiene che tali linee guida […] non […] per decisione spontanea di ogni individuo, ma può anche essere motivata dal timore di essere espulsi dalla comunità.

"Queste persone sono escluse dai legami creati nel corso degli anni. Ci sono pubblicazioni che dicono che non possono scambiare anche un 'ciao'. Per non parlare degli effetti devastanti che questa provoca […] nelle famiglie […] ", dice. Telefonicamente, l'avvocato Edmar Alves….


Fonte: http://diariodonordeste.globo.com/mater ... go=1018146
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 15257
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Mario70 » 13/08/2011, 8:03

Ho una sola cosa da dire:
GRANDE OLIVERA!
Ce ne vorrebbero anche da noi di persone così.
Interessante anche la sanzione pecuniaria sugli articoli ostracizzanti sscritti dalla WT, bella idea.
"La cosa più triste è che molto spesso chi viene ingannato, o illuso, tende a rimanere strettamente ancorato a quello in cui crede nonostante le evidenze indichino chiaramente che la realtà è diversa. Forse è talmente affezionato alle sue credenze che preferisce chiudersi gli occhi e tapparsi le orecchie di fronte a qualunque cosa possa farle vacillare."
(Torre di Guardia 1/9/2010 p 10)
Avatar utente
Mario70
Utente Gold
 
Messaggi: 6085
Iscritto il: 10/06/2009, 20:28
Località: Roma

Messaggiodi Achille » 13/08/2011, 20:56

Mario70 ha scritto:Ho una sola cosa da dire:
GRANDE OLIVERA!
Ce ne vorrebbero anche da noi di persone così.
Interessante anche la sanzione pecuniaria sugli articoli ostracizzanti sscritti dalla WT, bella idea.
Ramon mi ha ringraziato per aver parlato nel forum della questione:

«Obrigado pela atenção. Esta ACP poderá alcançar as partes mais remotas da terra, especialmente contemplar os desasosciados e dissociados».

Ramon mi ha segnalato anche il seguente link:

http://extestemunhasdejeova.net/forum/v ... =16&t=9460

Complimenti a Ramon per il suo coraggio e la sua determinazione :strettamano:
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 15257
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Achille » 17/08/2011, 14:41

Manifesti affissi per le strade di Fortaleza:

Immagine

Immagine

Immagine

Fonte: http://extestemunhasdejeova.net/forum/v ... =16&t=9524
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 15257
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi remigio » 17/08/2011, 15:02

Achille Lorenzi ha scritto:
Achille Lorenzi ha scritto:...Quero ver agora quem vai ser a Testemunha de Jeová fanática que vai vir aqui desmentir a procuradora. Tudo o que ela falou pode ser comprovado nas publicações da Torre de Vigia, portanto, cuidado com os desaforos aqui.

Traduzione (mia): Vi saranno ora Testimoni di Geova fanatici che verranno qui a smentire il procuratore. Tutto quello che ha detto può essere letto nelle pubblicazioni della Torre di Guardia, quindi state attenti con gli insulti qui.
Tutto il mondo è paese...
Il fanatismo dei TdG "internettiani" che negano i fatti e cercano di difendere la WTS, contrariamente alle evidenze - arrivando al punto di smentire (minimizzando o negando) quello che si legge nelle stesse pubblicazioni - giungendo anche ad insultare e denigrare gli ex membri, lo ritengo una vera a propria perversione della verità e un ottenebramento delle coscienze, nonchè una mancanza di vero spirito cristiano.
Se fossero ignoranti sarebbero scusabili, ma costoro sanno bene come stanno le cose e cercano, ciò nonostante, di negare la realtà.
I TdG del mondo reale sono spesso persone sincere ed in buona fede che, se interrogate su quello che avviene nell'organizzazione, direbbero semplicemente la verità, senza tentare di negare i fatti.
I TdG internettiani invece sono persone che si sono incallite nella "difesa" di tutto ciò che la WTS fa e dice. Per usare un'espressione biblica, sono diventati "maestri di inganno".
Ma non si può fare nulla contro la verità, e le denunce che avvengono in ogni parte del mondo, sempre più di frequente, riveleranno sempre più quale sia il vero volto di questa organizzazione.

Achille

mi domando a quale interesse fanno questo
Avatar utente
remigio
Nuovo Utente
 
Messaggi: 16
Iscritto il: 31/07/2011, 16:04

Messaggiodi Achille » 19/08/2011, 20:09

Lettera ricevuta oggi da Ramos:

http://extestemunhasdejeova.net/forum/v ... =16&t=9548

Prezados amigos e prezadas amigas, muito bom dia!!!

Nosso caso ganhou maior visibilidade, ontem, quando tivemos ímpar oportunidade de podermos explanar nossos queixumes a ministra Maria do Rosário, em uma Audiência Pública. Ela, nos ouviu antentamente, desde a sua chegada, ao ver nossas faixas postadas nas galerias da Assembléia Legislativa.

A visita da ministra, consideramos um fato marcante para a nossa luta, e a nossa história no combate a intolerância religiosa.

Clicando no link acima, observarão, detalhadamente, todas as informações...

Atenciosamente,

Sebastiao Ramos

Traduzione (parziale) con google (ho omesso una frase che non capivo) :

Cari amici e cari amici, buona giornata!

Il nostro caso è diventato visibile ieri, quando abbiamo avuto l'opportunità unica essendo in grado di spiegare le nostre lamentele al ministro Maria do Rosario in una pubblica udienza. .... vedere i nostri striscioni esposti nelle gallerie dell'Assemblea legislativa.

La visita del ministro, che consideriamo un fatto importante per la nostra lotta, la nostra storia nel combattere l'intolleranza religiosa.

Cliccando sul link qui sopra, trovate in dettaglio tutte le informazioni ...

Cordiali saluti,

Sebastian Ramos
---------------------------------
Alcune foto dell'evento:

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 15257
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22


Messaggiodi Achille » 24/08/2011, 18:50



E' in portoghese ma si riesce a capire abbastanza.
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 15257
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Achille » 06/09/2011, 17:55

Ho ricevuto oggi queta e-mail da Ramos:

http://www.grossnews.com.br/content/view/356/53/ - Ex Testemunhas de Jeová denunciam exclusão e discriminação no GRITO

http://www.arquidiocesedefortaleza.org. ... o-lagamar/

Caros amigos e caras amigas

O Grito dos excluídos, que se realiza, Dia da Pátria, 7 de setembro, foi instituído para chamar à atenção da sociedade para as péssimas condições em que vivem os excluídos e desprovidos sociais. Reivindica-se, saúde, educação, emprego e moradia... Nós, Ex Testemunhas de Jeová, participaremos, neste ano, das atividades do Grito dos Excluídos, pelo fato, de termos sidos excluídos e discriminados, por amigos e familiares ligados a congregação. Continue lendo, clicando no primeiro link acima...

Atenciosamente,

Sebastiao Ramos

Traduzione (approssimativa) mia e di google:

Cari amici e care amiche

Il Grido degli esclusi, che si terrà, Independence Day, il 7 settembre è stata istituita per sensibilizzare la società alle condizioni di vita spaventose in cui vivono gli esclusi ed emarginati. Si reclamano salute, istruzione, occupazione e alloggio ... Noi, ex Testimoni di Geova, parteciperemo quest'anno alle attività del Grido degli Esclusi, in quanto, siamo esclusi e discriminati da amici e parenti legati alla congregazione. Continua a leggere cliccando sul primo link sopra ...

Cordiali saluti,

Sebastian Ramos
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 15257
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22


Messaggiodi Achille » 18/09/2011, 10:19

Una TV brasiliana ha parlato di questo caso e di come i TdG trattano i disassociati:

"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 15257
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Prossimo

Torna a Rassegna stampa

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici