Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

ARCHIVIO ONLINE WATCHTOWER VS ARCHIVIO ONLINE AVVENTISTA: CHI E' PIU' TRASPARENTE?

Segnalazioni di pagine web che abbiano attinenza con i TdG e con le scienze bibliche.

Moderatore: Achille

ARCHIVIO ONLINE WATCHTOWER VS ARCHIVIO ONLINE AVVENTISTA: CHI E' PIU' TRASPARENTE?

Messaggiodi Metallo Pesante » 27/05/2021, 15:06

Di recente l'attivista inglese Lloyd Evans ha pubblicato un video intitolato 10 Pubblications You Win't Find on Watchtower Online Library (cioè "10 pubblicazioni che non troverai nella Watchtower Online Library", che comprende di fatto, oltre a tutto quello che è stato pubblicato dall'età di Russell a quella di Rutherford, le Torre di Guardia dal 1879 al 1949 e le Svegliatevi! dal 1946 al 1969 e le relative antenate, cioè The Golden Age e Consolation, i vecchi Annuari, fra cui spicca quello del 1934 dove c'è la "Dichiarazione dei Fatti" inviata da Rutherford a Hitler, nonché i manuali degli anziani, fra cui Pascete il Gregge di Dio, ed. 2019 e 2020).



Cercando in rete, ho segnalato all'amico Achille Lorenzi e a Salentino questo bellissimo sito, che hanno già segnalato, comprendente, in pdf, tutto quello che manca sulla Biblioteca Online della Watchtower e sui vecchi CD-Rom della Società, ovvero il sito franco-inglese La Bibliothèque JW-Wayback:

http://jw-wayback.org/static1/bibliotheque

Per farvi comprendere che l'insabbiamento del proprio passato è una caratteristica delle sette (e infatti pure la Chiesa di Gesù Cristo e dei Santi degli Ultimi Giorni amano ritoccare il proprio passato dalle tracce più scomode e politicamente scorrette) vi mostro una mia scoperta, e cioè questo link, il sito della Office of Archives, Statistics, and Research, commissionato dalla General Conference of Seventh-day Adventists (cioè la Conferenza generale degli Avventisti del Settimo Giorno negli USA, un sistema di governo sinodale presbiteriano modificato), dove in pdf c'è TUTTO l'archivio storico degli avventisti, da William Miller a oggi, con video, foto, pdf di riviste, libri e opuscoli.

Link: https://documents.adventistarchives.org/default.aspx

Perché l'archivio della Watchtower Society non è aperto agli storici e nell'archivio online c'è solo materiale dal 1950 in avanti? :ironico: Altra differenza fra setta e religione: la trasparenza!

Sì, gli Avventisti sono i cugini dei TdG, e sono squinternati, fissati pure loro con date (1844 al posto del 1914, data in cui aspettavano il rapimento in cielo, ma che fu mutata in quella dove Gesù in realtà aveva cominciato a scrivere gli eletti nel libro della vita, e segna l'inizio dei loro "ultimi giorni", dato che lo Spirito Santo avrebbe inviato lo spirito di profezia a Ellen White, la fondatrice dell'avventismo del settimo giorno) e cronologie, salutismo alimentare e fissa per l'ebraismo, ma non sono rigidi come la Watchtower Society, perché non sono una setta... Esempio? Una mia parente TdG studiava con una famiglia avventista, e la loro chiesa mica gli ha fatto il comitato giudiziario per apostasia! Il TdG può studiare la Bibbia con un valdese, un evangelico, un luterano, un cattolico, un pentecostale o un'avventista del settimo giorno? Meditate gente...

Anzi, quasi quasi vedo le annate 1966/1975 per vedere che dicevano della fissa sulla fine dei TdG... :risata: :risata: :risata: C'è tutto e in pdf!

Carl Olof Jonsson scriveva nell'introduzione del libro I tempi dei Gentili: la profezia senza fine dei Testimoni di Geova che gli avventisti pubblicarono roba contro il 607 a.E.V. e Albert D. Schroeder, del Corpo Direttivo, disse che stavano tramando assieme agli apostati in un discorso ... Il mega-complotto contro gli unti (una fissa che avevano in testa i membri dell'allora Corpo Direttivo, a ridosso del 1975) nasce perché negli Stati Uniti gli Avventisti del Settimo Giorno pubblicarono dei libri per smontare il 1914 e al CD s'incavolarono perché tenevano conferenze negli USA e diversi TdG ci andavano, destabilizzandosi nella fede...

P.S. Tra l'altro: la struttura della Chiesa Avventista è ... presbiteriana, con al vertice il General Conference of Seventh-day Adventists, un sinodo di tipo presbiteriano ... Non teocratico/dittatoriale... :conf: Come dice un sito avventista italiano:

È il «sinodo» mondiale della chiesa cristiana avventista, anche se il termine non è usato abitualmente. La Conferenza Generale riunisce tutte le Unioni, delle quali è l’espressione. L’assemblea della Conferenza Generale è la massima autorità della chiesa avventista dal punto di vista amministrativo e dottrinale. Il comitato esecutivo della Conferenza Generale, viene eletto ogni cinque anni da un’assemblea costituita dai delegati nominati dalle Unioni. La Conferenza Generale gestisce in modo decentrato i vari territori in cui sono presenti le Unioni tramite distaccamenti amministrativi: le Divisioni (o Regioni). Ogni Divisione (o Regione) ha un proprio comitato esecutivo, nominato dall’assemblea della Conferenza Generale. https://gliavventistirispondono.it/chi-sono-gli-avventisti/07-lorganizzazione/


Notate bene: la loro Conferenza Generale situata negli Stati Uniti d'America, comparabile al Corpo Direttivo, viene eletto ogni cinque anni dai delegati delle varie Unioni, e tutte la cariche, dai pastori ai diaconi, e salendo fino alla Conferenza Generale, sono eletti da apposite assemblee...
Metallo Pesante
Utente Junior
 
Messaggi: 390
Iscritto il: 29/06/2020, 8:17

Messaggiodi Mauro1971 » 27/05/2021, 15:50

Vero.

Peró quelli di loro che mi sia capitato di incontrare si sono rivelati molto piú invasati dei TdG.
Fuorissimi.
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)
"Io riconosco di essere un dilettante nella misura in cui io cerco ricavare diletto da tutto ciò che faccio" (Philo Vance)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Platinium
 
Messaggi: 10536
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

Messaggiodi Peter » 27/05/2021, 19:27

Probabilmente è vero che non sono una setta e sono più soft su alcuni cose, ma il fatto che devono versare la decima tutti i mesi, non possono bere alcolici, devono mangiare vegetariano, senza contare le stranezze dottrinali, alla fine passare da loro ai tdg o ai mormoni è una gara a chi è meno peggio...
Peter
Nuovo Utente
 
Messaggi: 61
Iscritto il: 23/05/2021, 17:13

Messaggiodi Metallo Pesante » 28/05/2021, 18:07

Peter ha scritto:Probabilmente è vero che non sono una setta e sono più soft su alcuni cose, ma il fatto che devono versare la decima tutti i mesi, non possono bere alcolici, devono mangiare vegetariano, senza contare le stranezze dottrinali, alla fine passare da loro ai tdg o ai mormoni è una gara a chi è meno peggio...


Carissimo Peter, perché una costante dell'avventismo - che poi è presente nel geovismo - come pure nel pentecostalismo e nel protestantesimo battista, è il cosiddetto biblicismo o letteralismo, e una peculiarità del fondamentalismo. Un'enciclopedia dice che il fondamentalismo è:

[L']Atteggiamento di chi attribuisce alle proprie opinioni, e in particolare alla propria fede religiosa, un valore assoluto e dominante rispetto a quelle altrui (sia nell'ambito della propria comunità nazionale sia nei rapporti fra i diversi Stati). Più specificamente, come movimento religioso in senso proprio e con questo nome, il fondamentalismo nasce tra il 1878 e il 1918 nell'ambiente evangelico degli Stati Uniti, precisamente nella Chiesa battista, in opposizione al protestantesimo modernista accusato di voler adattare le verità del cristianesimo alla società contemporanea, per ciò stesso snaturandole. La denominazione deriva dal titolo (I Fondamentali) di alcuni volantini, apparsi negli USA tra il 1910 e il 1915, nei quali venivano enunciati i punti irrinunciabili del cristianesimo così come rivelati dalle verità bibliche (appunto i fundamentals: dogma della Trinità, divinità di Cristo, sua concezione verginale, redenzione, resurrezione, giudizio universale, autenticità dei miracoli del Vangelo), che secondo questa impostazione vanno accettate senza bisogno di ricorrere a verifiche storiche, archeologiche o scientifiche. Si tratta pertanto di una posizione di biblicismo radicale, per la quale la Bibbia non contiene semplicemente – come per la maggior parte delle Chiese nate dalla Riforma luterana – la Parola di Dio testimoniata da Cristo (e quindi è considerabile “Parola di Dio” in senso derivato e secondario rispetto a Cristo che è Parola di Dio in senso proprio), ma è Parola di Dio, perché da Dio ispirata direttamente e indifferentemente in ogni parte dei testi sacri. Perciò tutta la Bibbia è egualmente autorevole e infallibile, anche in campi diversi da quello teologico, e pertanto cade la distinzione tra Antico e Nuovo Testamento, essendo il primo giudicato come rivelazione, anche indipendentemente dal suo riferimento al secondo. Il fondamentalismo appare dunque una forma di letteralismo biblico, storicamente già presente da secoli nell'ambito del protestantesimo (posizioni simili avevano per esempio nel Cinquecento gli anabattisti) e risultante da un'estrema applicazione di uno dei principi dottrinali tipici della Riforma: la Bibbia come unica fonte della rivelazione. Benché accompagnato quasi sempre da una profonda pietà cristocentrica, che induce un'intensa e persino rigida vita morale, il fondamentalismo si è caratterizzato per una marcata critica antiecumenica condotta in particolare dall'International Council of Christian Churches (ICCC), organismo che, raccogliendo calvinisti e rigidi biblicisti di varia tendenza, fu fondato nel 1948 da C. McIntire in polemica contro la tolleranza mostrata dal Consiglio Ecumenico verso le correnti più liberali del protestantesimo, inclini al razionalismo. Un'ispirazione fondamentalista hanno i gruppi eredi del pietismo, presenti nelle varie chiese, parte dei battisti, i pentecostali, i Fratelli di Plymouth e alcuni avventisti, mentre il fondamentalismo protestante americano, dagli ultimi decenni del Novecento, è organizzato in varie correnti, tutte antiecumeniche, e si esprime soprattutto nelle figure di predicatori televisivi, che annunciano come unica via di salvezza la meticolosa osservanza delle leggi evangeliche e la preghiera. Caratteristica di questi apostoli del fondamentalismo statunitense è una visione negativamente apocalittica del mondo e un concetto nettamente individualistico della salvezza, connesso al successo personale nel campo professionale, alla difesa della libertà d'impresa, ai valori tradizionali, all'esaltazione del patriottismo e in politica a una forte ispirazione integralista di orientamento conservatore. Con significato più ampio, talora sovrapposto a quello di integralismo (che pretende un sistema unitario negatore della pluralità dei concetti e dei programmi, a differenza del fondamentalismo che esige l'applicazione rigorosa dei principi d'origine senza concessioni evoluzionistiche né adattamenti alle circostanze mutate), il termine fondamentalismo, a partire dagli anni Settanta, viene anche utilizzato per indicare tutte le tendenze che, basandosi sull'interpretazione letterale del testo ritenuto sacro e su una forte identità culturale, traggono da ciò motivo per rifiutare ogni ipotesi d'evoluzione storica sui principi fondamentali della propria fede e per trasferire questi principi anche nell'ambito della vita sociale e politica. - https://www.sapere.it/enciclopedia/fondamentalismo.html
Metallo Pesante
Utente Junior
 
Messaggi: 390
Iscritto il: 29/06/2020, 8:17


Torna a La pagina dei Links

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici