Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

E' giusto che un fuoriuscito dica di sè: ma quanto sono stato scemo?

Sezione in cui si trovano discussioni particolarmente interessanti e che possono riguardare tutti gli utenti - vecchi e nuovi - del forum

Moderatore: Achille

E' giusto che un fuoriuscito dica di sè: ma quanto sono stato scemo?

Messaggiodi Ilaria » 04/11/2019, 18:48

Mi sembra utile far conoscere uno scambio di battute condotto da me e altri nel gruppo fb TdGeova (l'altra verità). Marina Rizzi Ogni volta che vengo a sapere qualcosa sui TDG mi rendo conto di quanto scema sono stata a farmi condizionare tutta la vita da costoro e penso a tutti quelli che ancora ci credono. Se ti azzardi a dire qualcosa, li difendono a spada tratta e dicono che siamo tutti apostati.
Ileana Mortari Marina Rizzi. Cara Marina, a mio modesto parere, tu non dovresti affatto sentirti in colpa per aver creduto per anni a quello che ora conosci veramente: false promesse, sottili inavvertibili ricatti, etc. Questa situazione mi ricorda la 1° novella del Decamerone, dove un frate noto per la sua rettitudine confessa e assolve un manigoldo impenitente; il frate non ne ha colpa, ha considerato l'altro come se fosse una persona onesta e leale come lui. E' l'altro che è stato così abile e cinico da raggirare il confessore. Con i TdG è un po' la stessa cosa; essi, già ben manipolati e "motivati", posseggono abilità incredibili per accalappiare letteralmente la gente, uncinandola nei momenti di fragilità, depressione, lutto, e magari approfittando di una curiosità per la Bibbia o di altri interessi e poi sapete meglio di me cosa succede dopo. E' ottima cosa che sui social ormai da almeno 15 anni si faccia molta informazione, come in questi gruppi di ex; ma a mio avviso questa informazione resta un po' circoscritta agli ex e a chi, come me, e tanti altri, si interessa della cosa, pur non avendo mai messo piede in una Sala del Regno. Il vero problema è raggiungere la massa; da due anni io approfitto di ogni occasione per parlare dei TdG; molti restano a bocca aperta sentendo la squallida verità che sta dietro la facciata, e finalmente capiscono che i TdG non sono solo quelli dei citofoni e delle trasfusioni, segno che non hanno la minima percezione dei guasti e delle tragedie provocate dalla WT e tanto meno vanno a cercare siti e pagine FB che pure informano abbondantemente. Bisogna escogitare dei modi per far sapere di queste piattaforme. Personalmente ho fatto una scelta ben precisa: non perdo 1 minuto del mio prezioso tempo a discutere con gli aderenti alla Torre; secondo me infatti è perfettamente inutile illudersi di far capire loro le innumerevoli contraddizioni, le assurdità, le ipocrisie, le falsità, etc, tanto, manipolati come sono, non capiscono un'acca di quanto diciamo. Magari può essere più utile raggiungere gli inattivi e i dubbiosi, nei quali dovrebbe essersi aperto un piccolo varco. Io però, non essendo ex, non so come fare e quindi impiego le mie energie e competenze a informare il più possibile la gente comune su quello che bellamente ignora; per questo motivo ho già scritto alcuni opuscoli, sia in digitale che in cartaceo, che mi si possono richiedere tramite Messenger della mia pagina FB.
Antonio Morelli Miglietta: Io so solo una cosa, che più ti allontani dalla wts, più lontano vai, più sei distante da loro. Ed è un percorso graduale...è per questo che spingono, come spingevano noi, a non leggere letteratura “apostata”, a non parlare con gli ex, ecc...perchè basta il primo passo, leggere qualcosa, parlare con qualcuno.....ma questo primo passo deve avvenire senza forzature, da dentro la persona tdg stessa.
Ileana Mortari Antonio Morelli Miglietta: sono perfettamente d'accordo; è solo a quel punto che può servire un nostro intervento graduale, moderato, ma costante. Io ho trovato molto utile il testo di Randall Watters “Come aiutare i Testimoni di Geova mentalmente condizionati", nel sito http://www.parrocchiaroccella.it/come%2 ... 0i%20testi… .
parrocchiaroccella.it
www.parrocchiaroccella.it Colgo l'occasione per esprimere a voi ex tutta la mia stima e possibilmente la mia solidarietà. Altro che "apostati", se mai lo siete dalla falsità! In realtà siete voi gli autentici "cercatori della verità", di quella verità di cui i TdG si spacciano subdolamente e spudoratamente come gli unici detentori! A quanto ho capito dalle vostre esperienze, così simili, eppure così "uniche", si potrebbe dire che i pochi o tanti anni passati in quella prigione nemmeno dorata siano paragonabili a una disgrazia, come purtroppo capitano nella vita: un incidente, un terremoto, un uragano, un masso che cade all'improvviso.... con la differenza abissale che le disgrazie naturali non sono controllabili oltre certi limiti, mentre la disgrazia di finire in questo gorgo di Maelstrom (cfr.E.A.Poe) è una cinica opera umana che va contrastata in tutti i modi. Senza generalizzare, perchè ognuno ha giustamente i suoi percorsi e i suoi tempi, ritengo che la vostra esperienza e testimonianza siano quanto mai preziose ed auguro a tutti che la vita, prima o poi, vi ripaghi largamente.Ilaria
Ilaria
Nuovo Utente
 
Messaggi: 28
Iscritto il: 10/06/2018, 9:37

Messaggiodi VictorVonDoom » 04/11/2019, 19:01

Non sono molto d'accordo.
Se una parziale giustificazione può essere data a chi in questo culto ci nasce e quindi è condizionato da bambino e ha tutto da perdere socialmente, discorso diverso è chi si fa abbindolare da adulto.
E oggi, con la possibilità di informarsi cadere preda di queste sette è quasi imperdonabile.
Sicuramente questi gruppi fanno leva sulle debolezze che chiunque può attraversare in certi momenti della vita. Ma sono proprio le NOSTRE debolezze che dobbiamo combattere, deresponsabilizzare chi si è fatto abbindolare lo predispone soltanto ad essere preda di qualcun altro domani.
Anche chi ci è nato ha la sua dose di responsabilità, perché poi si diventa adulti e si sceglie in una qualche misura di continuare a farsi prendere in giro.
È salutare a mio avviso invece riconoscere di essere stati dei fessi, proprio perché si starà più attenti in futuro.
Se non si prende coscienza e non ci si assumono le proprie responsabilità non si va da nessuna parte.
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Senior
 
Messaggi: 2213
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25

Messaggiodi Mauro1971 » 04/11/2019, 21:32

VictorVonDoom ha scritto:Non sono molto d'accordo.
Se una parziale giustificazione può essere data a chi in questo culto ci nasce e quindi è condizionato da bambino e ha tutto da perdere socialmente, discorso diverso è chi si fa abbindolare da adulto.
E oggi, con la possibilità di informarsi cadere preda di queste sette è quasi imperdonabile.
Sicuramente questi gruppi fanno leva sulle debolezze che chiunque può attraversare in certi momenti della vita. Ma sono proprio le NOSTRE debolezze che dobbiamo combattere, deresponsabilizzare chi si è fatto abbindolare lo predispone soltanto ad essere preda di qualcun altro domani.
Anche chi ci è nato ha la sua dose di responsabilità, perché poi si diventa adulti e si sceglie in una qualche misura di continuare a farsi prendere in giro.
È salutare a mio avviso invece riconoscere di essere stati dei fessi, proprio perché si starà più attenti in futuro.
Se non si prende coscienza e non ci si assumono le proprie responsabilità non si va da nessuna parte.

:quoto100:
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Gold
 
Messaggi: 9603
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

Messaggiodi Romagnolo » 04/11/2019, 22:37

Paolo decise di andare alle genti delle nazioni e Pietro scelse di predicare ai giudei.
A ciascuno il suo speciale campo d' azione.
A te Ilaria tocca informare più spiccatamente chi come te non è mai stato tdg, noi ex ci proviamo con le debite misure con chi ancora frequenta questo culto.
Tempo fa realizzai un biglietto stampabile che indirizzava a questo e ad un' altro sito e lo caricai qui sul forum...unico problema..non ricordo come risalirvici. :lingua:
Stamparseli e Lasciarli in giro ,...magari nei bar, nelle sale d' attesa dei medici, nelle tabaccherie o sui pullman,...può essere fatto di tutto per informare la gente,...basta ingegnarsi.
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Utente Master
 
Messaggi: 5607
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi deliverance1979 » 04/11/2019, 22:46

VictorVonDoom ha scritto:Non sono molto d'accordo.
Se una parziale giustificazione può essere data a chi in questo culto ci nasce e quindi è condizionato da bambino e ha tutto da perdere socialmente, discorso diverso è chi si fa abbindolare da adulto.
E oggi, con la possibilità di informarsi cadere preda di queste sette è quasi imperdonabile.
Sicuramente questi gruppi fanno leva sulle debolezze che chiunque può attraversare in certi momenti della vita. Ma sono proprio le NOSTRE debolezze che dobbiamo combattere, deresponsabilizzare chi si è fatto abbindolare lo predispone soltanto ad essere preda di qualcun altro domani.
Anche chi ci è nato ha la sua dose di responsabilità, perché poi si diventa adulti e si sceglie in una qualche misura di continuare a farsi prendere in giro.
È salutare a mio avviso invece riconoscere di essere stati dei fessi, proprio perché si starà più attenti in futuro.
Se non si prende coscienza e non ci si assumono le proprie responsabilità non si va da nessuna parte.


Provo a rifinire quello che tu hai tagliato con l'accetta.
Premettendo che, spesso, i culti come quello dei TDG, per loro stessa ammissione (non ultimo il thread in cui si parlava della testimonianza data dai TDG nei pressi dei cimiteri, luoghi di riflessione e di transito di persone in pena), puntano ad un targhet di persone psicologicamente deboli dopo un lutto, una delusione amorosa o religiosa, la perdita di un lavoro, una profonda sensibilità verso le ingiustizie delle religioni massificate o della politica e via dicendo.
Di conseguenza, quando colpiscono il segno, in poche parole sparano sulla croce rossa.
Senza contare poi il potere del love bombing e della grandissima vaccata del nuovo mondo di Geova, dove la persona si vede totalmente deresponsabilizzata ad agire nei confronti del malvagio mondo di Satana, che presto verrà annientato, e quindi che senso ha migliorarlo, ma, si vede attratta sempre di più dalla gravità del mondo geovista con le sue abitudini e routine (adunanze, predicazione, frequentazione dei TDG e della congregazione e via dicendo).

Penso quindi che la sbornia iniziale di questa nuova scoperta, che porterà la persona a frequentare per mesi, anni e forse decenni, questo culto che riempirà la sua mente di una realtà parallela in cui ci si illude veramente di vivere negli ultimi giorni di questo mondo, e che presto verrà Harmagheddon (presto... 145 anni...vabbè, lasciamo stare), sia quindi molto grossa, e che per smaltirla ci vorranno diversi anni.

Per contro, lasciare il culto, in base alla propria personalità, forza di volontà e situazione sociale, e di indipendenza economica, per qualcuno, l'abbandono di tale religione (da battezzato, e quindi con tutte le conseguenze relative all'ostracismo geovista nei confronti di chi lascia impenitente tale culto) può risultare un'impresa più ardua del previsto.
Non scordiamoci mai che molti sono cadute vittime di questa religione, per via delle loro fragilità ed insicurezze.

E' una giustificazione?
No, sguazzare nella codardia può andare bene per un pò di tempo, ma certo, rimanere TDG tutta la vita, vivendo una doppia vita, frequentando le adunanze, e però, non condividendo, anzi, aborrendo quello che si dice sul podio o che viene scritto nelle pubblicazioni, certo, non è il massimo di dignità umana.
Una vita da Fantozzi, non è da scrivere sul proprio curriculum.
Certo, chi nasce, ha una dose minore di responsabilità, ma anche qui, una personalità indottrinata fin dall'infanzia a credere alle vaccate geoviste, con il suo mondo limitato alla congregazione ed alle conoscenze della congregazione, con il mondo non TDG dipinto come malvagio, demonico e pericoloso, riuscire a saltare il fosso non è un'impresa da tutti.

Personalmente, ripensando al mio trascorso da TDG, con il senno di poi, il senno di ora, mi sento un coglione a non aver abbandonato tutto e tutti prima.
Ma la storia con i Se e con i Ma non si riesce a fare.
Forse, non aveva raggiunto il grado di maturazione alle fanta cazzate geoviste tale, da mandare tutti a quel paese.
Ma alla fine, quando ho capito i che vaccata grottesca ero stato educato, ero cresciuto, e per la quale ho subito anni di rinunce, umiliazioni e diversità, la mia furia è diventata incontenibile.
E come disse Arnold, nel film Terminator 3.... "L'ira è meglio della rassegnazione"....

E' si, soprattutto quando è il momento di dire basta e di agire.
Ora, quando viene tale momento di dire basta e di agire?

Hè, bella domanda...
Per qualcuno ci vuole qualche mese, per altri ci vorranno degli anni, per ancora (forse molti TDG ancora li dentro) MAI, fanno finta di essere felici e contenti della loro condizione....

Anche perchè, uscire da questo culto non è solo una questione di ostracismo, che per carità, per qualcuno fa tanto, per altri come me, nulla.... ma sti caxxi se non mi parlano.... capirai che perdita socio culturale.
Però, a me, la voragine che mi si è aperta, è stata la consapevolezza di essere stato appunto un coglione a seguire questo culto, e di quanti treni, opportunità e cose ho perso nei 20 anni da TDG.

Il cercare di recuperare questo GAP o parte di esso, comporta sforzi, sacrifici, e soprattutto crolli emotivi.
Non tutti vogliono scendere a patti con l'immensa distesa che offre loro la libertà, e che per percorrere quella distesa, verso nuovi lidi, non sempre positivi (l'esperienza e la libertà costano sforzo e fatica), serve un grande coraggio, ma ancora di più, un profondo senso autocritico, di mettersi in gioco, di mettersi in discussione e di fare sforzi sovrumani.

Uno che esce dai TDG è come la persona che dopo un incidente deve riabilitarsi, e per riavere quelle capacità normali, che hanno tutte le persone di default, deve fare uno sforzo tremendo.

Chi ha voglia di fare questo, prova ad andare avanti con mille difficoltà, ma molti altri ci rinunciano.
Altri, dopo aver provato i costi della libertà decidono di tornare nei TDG, per poi trovarsi stretti ancora in quella morsa psicologica che avevano lasciato, motivo per cui escono nuovamente dal culto, per poi rientrare.... e cosi avanti ad intermittenza.
Le personalità e le situazioni sono molto varie, ed ognuno deve condurre la propria nave verso un porto tranquillo.
E' facile raggiungere la propria stabilità?
No, e forse molti di noi non la raggiungeranno mai.

Purtroppo, dopo 10 - 20 - 30 anni di un culto che ha veicolato la vita di una persona e gli ha fatto vivere una vita non sua, con mille passioni perse, emozioni represse, conoscienze limitate ed ambizioni sopite, i treni persi in molti campi della vita sono molti.
E per treni non parlo solo dei treni di successo, ma anche dei treni che hanno dato delusioni e brutte esperienze, le quali servono anche per crescere e per formarsi.
Essere stati in una religione del divieto totale, è come essere stati degli animali in cattività, incapaci di seguire la propria strada.

L'ho fatta lunga..... è lo sò.... :strettamano:
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Master
 
Messaggi: 5533
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Mah

Messaggiodi Mario70 » 04/11/2019, 23:29

Facciamo finta (per chi non ci crede) che abbiano ragione gli atei, quindi noi tutti siamo frutto del big bang con i vari scontri di galassie, l'evoluzione ecc...
Da questo punto di vista è scemo chiunque crede in qualcosa di soprannaturale, sia esso dio, gli dèi, la forza pensante alla namiorenghekio o alla star wars ecc...
Ecco perché non è così assurdo aver creduto ai tdg, l'unica differenza sta nel rischio che determinate credenze possano nuocere alla vita dei singoli che ci credono, tipo l'astensione ai trapianti e ai vaccini prima e alle trasfusioni ora e alla morte sociale per chi abbandona questo culto, la separazione dal mondo con ciò che ne consegue appartiene anche ad altri culti anche più integerrimi dei tdg tipo gli amish ad esempio, se non avessero inventato queste cose sarebbero una religione tra le tante e come pensano gli atei, saremmo stati semplicemente degli scemi tra scemi, insomma saremmo stati in buona compagnia :risatina:
«È vero, in tempi passati vi sono stati alcuni che hanno predetto la "fine del mondo", annunciando perfino una data specifica. Alcuni hanno raccolto intorno a sé gruppi di persone ... aspettando la fine. Tuttavia non è accaduto nulla. La "fine" non è venuta. Si sono resi colpevoli di falsa profezia» (Svegliatevi!, 22/4/1969, p. 23).
Presentazione
Avatar utente
Mario70
Utente Master
 
Messaggi: 5872
Iscritto il: 10/06/2009, 20:28
Località: Roma

Rispondo a Van Dom e a Deliverance

Messaggiodi Ilaria » 05/11/2019, 8:17

Ovviamente io rispetto l'opinione di tutti; vorrei però far presente a Van Dom che un punto forte della sua argomentazione (è imperdonabile oggi chi non è informato) è esattamente la ragione principale per cui ho deciso di fare quello che sto facendo. Certo che sarebbe imperdonabile uno così; ma, se si esclude la cerchia dei parenti, amici e conoscenti dei TdG, quanti sono oggi così bene informati, da essere responsabili della propria dabbenaggine? milioni di persone, e allora gli imperdonabili calano vertiginosamente.
Ringrazio Deliverance, che ha fornito una testimonianza circostanziata ed equilibrata circa le varie situazioni che si vengono a creare, presentate chiaramente e realisticamente, senza sconti. E' proprio di questo che hanno bisogno le persone come me, senza esperienza diretta e, a ben discernere, non mancano anche video di questo tipo. Scusate se mi ripeto, ma questi video già numerosi potrebbero anche triplicarsi, senza purtroppo raggiungere la massa. Prometto una buona ricompensa a chi mi svelerà il trucco per farli passare oltre confine! Deliverance, scusa se te lo dico, ma in futuro nei post che mi riguardano , cerca di evitare certi termini, cui - anche a causa del mio passato di prof. - sono allergica! Perdonami Ilaria
Ilaria
Nuovo Utente
 
Messaggi: 28
Iscritto il: 10/06/2018, 9:37

Messaggiodi Jeff » 05/11/2019, 9:26

L'argomento è molto complesso. Credo che sia un errore cercare di racchiudere in un'idea ,un concetto,una regola le migliaia e migliaia di esperienze vissute. Ogni ex TdG ha fatto percorsi diversi. Io posso parlare della mia esperienza,di ciò che ho vissuto io. È vero che si possono trovare punti in comune tra tutte le esperienze dei fuoriusciti ma ogni singolo ex TdG ha deciso di lasciare la WTS per sue ragioni personali. Io continuo a ripetere che se non fossi mai stato TdG oggi come oggi non lo sarei mai diventato perché la vita è piena di impegni e la vita da TdG è una "non-vita". E poi con un minimo di accortezza chiunque può capire che è la WTS è una truffa. Ma nonostante tutto c'è sempre chi ci abbocca perché credere in una religione è insito in noi e chi diventa TdG è perché trova una comunità di brave persone con cui puoi trascorrere il tempo libero,persone che non fumano,non bestemmiano e che in linea di massima di cui ti puoi fidare. A nessuno interessa se le previsioni della Torre di Guardia hanno fallito da 150 anni. L'importante è far parte di un popolo unito,di brave persone che si amano l'un l'altro e poi si vedrà...
Avatar utente
Jeff
Nuovo Utente
 
Messaggi: 225
Iscritto il: 24/04/2018, 6:42

Messaggiodi VictorVonDoom » 05/11/2019, 10:11

Ilaria ha scritto:Ovviamente io rispetto l'opinione di tutti; vorrei però far presente a Van Dom che un punto forte della sua argomentazione (è imperdonabile oggi chi non è informato) è esattamente la ragione principale per cui ho deciso di fare quello che sto facendo. Certo che sarebbe imperdonabile uno così; ma, se si esclude la cerchia dei parenti, amici e conoscenti dei TdG, quanti sono oggi così bene informati, da essere responsabili della propria dabbenaggine? milioni di persone, e allora gli imperdonabili calano vertiginosamente.


Ma guarda, ovviamente ben vengano le iniziative per informare da parte di ex-TdG e anche persone come te.
Ma davvero, anche se non ci fossimo ne noi ne persone come te, mai come oggi l'ignoranza è una scelta.
Faccio qualche esempio pratico del mondo dei TdG così ci capiamo: se mi vieni a dire che Gerusalemme è stata distrutta nel 607 per far combaciare la tua teologia relativa al 1914, mentre basta sfogliare un qualsiasi libro di storia o fare una minima ricerca online per vedere che la storia dice altro... ma di che stiamo parlando?
Se mi vieni a raccontare che il diluvio è stato un evento realmente accaduto e GLOBALE, con le cime dei monti coperte... e poi basta fare una piccola ricerca in rete e andare a vedere come stanno le cose... (basterebbe il semplice buon senso comunque)
Se mi vieni a raccontare che la storia dell'uomo inizia circa 6000 anni fa, quando c'erano Adamo ed Eva il serpente e il frutto nel giardino di Eden... cioè davvero, ma stiamo ancora a parlare?
Ho fatto una manciata di esempi tra i più eclatanti! Non ho menzionato come sia "facile" andare a vedere la storia delle religioni, della Bibbia, la storicità o meno di certi eventi, l'interpretazione che gli studiosi (quelli veri) danno di certi passi... potremmo continuare per settimane a stilare un elenco.
C'è bisogno di un ex TdG per sapere o capire tutte ste cose? Dai su...
Capisci perchè dico che chi si è fatto abbindolare dai TdG può e DEVE incolpare anche (non voglio osare dire SOLO) se stesso?
Purtroppo gli "imperdonabili" AUMENTANO vertiginosamente, altro che diminuire. E mi ci metto pure io eh, che ci sono nato e cresciuto. Ma davvero non sapevo in fondo, arrivato ad una certa età e andando a scuola, che stavo credendo ad una marea di boiate madornali? Ma certo che in fondo lo sapevo. Solo che VOLEVO continuare a credere, era più facile, era più facile evitare di farsi domande e scavare a fondo (ma neanche a fondo per tante cose).
E chi posso incolpare di tutto questo? I miei genitori (mia madre)? Sicuramente. Ma fino ad una certa età. Poi ci ho messo del mio. Quindi si, chi ci nasce può essere "scusato" fino ad una certa età, poi anche basta.
Ma chi si fa convertire da adulto... oggi... onestamente...
Sicuramente poi più tempo passa e più è difficile uscire dalla setta, ma come ha fatto notare notare deliv poi è questione di codardia o semplicemente perchè stiamo bene nella nostra comfort zone. Poi arriva un punto o succede qualcosa che rompe l'indottrinamento e si esce dalla religione. Ma non è onesto intellettualmente dire "non ho avuto nessuna responsabilità" in quello che mi è successo. Mi sa di discorso delle milizie naziste che "eseguivano solo gli ordini". O di quelli truffati da wanna marchi e dal mago nascimiento o come cavolo si chiama. No, sicuramente ti hanno imbrogliato, ma ci hai messo (molto) del tuo! Non sono "truffe" così complicate da scoprire, si crede fondamentalmente perchè si VUOLE credere. E se non si prende coscienza di questo, domani crederai ad altro e ti farai truffare ancora!
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Senior
 
Messaggi: 2213
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25

Rispondo a Victor Von Doom

Messaggiodi Ilaria » 05/11/2019, 13:45

Grazie per aver chiarito ed esemplificato il tuo pensiero. So bene che, come ha detto Jeff, il problema è molto complesso e avevo scritto infatti nel mio post "esperienze simili, ma nello stesso tempo uniche", perchè le decine di persone che ho ascoltato sono appunto "uniche". D'altronde ci tenevo a capire meglio la cosa, visto che c'è in giro gente che sostiene che tanto la manipolazione mentale è ovunque e che un ex, in quanto tale, è per principio inaffidabile! Se non altro, porto avanti una linea ben diversa da quella citata. So bene che le reazioni delle persone sono diverse, perchè individuali; ma, se si vuole porre un argine al dilagare di questo scempio, bisognerà pure trovare una linea di condotta, che certo tenga conto della pluralità. Grazie a tutti coloro che sono intervenuti e che mi hanno consentito di ampliare la mia visuale. Ilaria
Ilaria
Nuovo Utente
 
Messaggi: 28
Iscritto il: 10/06/2018, 9:37

Messaggiodi Wyclif » 05/11/2019, 13:52

Ilaria ha scritto: Colgo l'occasione per esprimere a voi ex tutta la mia stima e possibilmente la mia solidarietà. Altro che "apostati", se mai lo siete dalla falsità! In realtà siete voi gli autentici "cercatori della verità", di quella verità di cui i TdG si spacciano subdolamente e spudoratamente come gli unici detentori! A quanto ho capito dalle vostre esperienze, così simili, eppure così "uniche", si potrebbe dire che i pochi o tanti anni passati in quella prigione nemmeno dorata siano paragonabili a una disgrazia, come purtroppo capitano nella vita: un incidente, un terremoto, un uragano, un masso che cade all'improvviso.... con la differenza abissale che le disgrazie naturali non sono controllabili oltre certi limiti, mentre la disgrazia di finire in questo gorgo di Maelstrom (cfr.E.A.Poe) è una cinica opera umana che va contrastata in tutti i modi. Senza generalizzare, perchè ognuno ha giustamente i suoi percorsi e i suoi tempi, ritengo che la vostra esperienza e testimonianza siano quanto mai preziose ed auguro a tutti che la vita, prima o poi, vi ripaghi largamente.Ilaria


:quoto100:

Grazie !

Gli apostati sono il Corpo Direttivo dei Testimoni di Geova che hanno apostatato dalla parola di Dio insegnando e divulgando lr loro mutevoli opinioni umane, sono moderni Diotrefi essi buttano fuori dalla congregazione i loro adepti solo perché gli fanno notare che la Bibbia non insegna le loro mutevoli opinioni, prima li diasassociano e poi con il tempo attuano le spiegazioni degli apostati. Dio a suo tempo farà ingoiare al Corpo direttivo tutti i soprusi che ha perpetrato contro di noi e le povere vitti,e della pedofilia.
Presentazione





"Dobbiamo ubbidire a Dio quale Governante anziché agli uomini" Atti 5:29
Avatar utente
Wyclif
Utente Senior
 
Messaggi: 1800
Iscritto il: 14/12/2014, 9:22

Messaggiodi renato-c » 06/11/2019, 8:30

Buon Giorno .Non è questione di essere scemi . Purtroppo grazie di aver aperto gli occhi , ci si è accorti dell'inganno . Hanno approfittato del nostro buon cuore e sincerità . Purtroppo l'ambiente cui si viveva nessuno ci ha aiutato a capire l'inganno perchè ignoranti in molti campi sia di istruzione e religiosamente .Uno dei suoi problemi ne parla in casa ,ma se in casa non trova risposta ? Purtroppo la maggioranza anche degli amici sono religiosi per modo di dire una volta all'anno a Pasqua e come possono aiutarti ? Invece i tdGeova sono più addestrati nella conoscenza della loro religione perchè tutti devono insegnarla agli altri e tengono scuola così detta teocratica per fare discepoli. Uno viene colpito dalla loro sincerità e da come maneggiano la Bibbia e tu chiedi poi in casa e agli amici e nessuno sa risponderti . Come scrisse Franz tutti sono vittime di altre vittime. perciò nessuno è scemo . Io sono stato una loro vittima per una trentina di anni i miei migliori anni della mia vita ,ma ne sono uscito grazie allo studio autodidatta su tematiche come religione comparata ,filosofia ecc... Certo . sono stato ingannato ,ma quanto fatto e vissuto è sto con sincerità di cuore . La vita mi ha insegnato tante cose positive lo stesso . l'unico rammarico è di natura economica ,perchè tanti sacrifici in vista di Harmaghedon ,mia moglie ha fatto sempre la pioniera e ora si campa con una sola pensione perchè non ha mai svolto un lavoro pagato causa predicazione.Ho aiutato con la mia conoscenza ad uscire tutta la famiglia moglie nata come si dice nella verità e tre figli e ora sono un nonno felice con quattro nipoti e siamo tutti molto uniti . Praticamente il danno è economico e non è da poca cosa ,ma moralmente nessun danno . Buona giornata
Avatar utente
renato-c
Utente Senior
 
Messaggi: 1362
Iscritto il: 17/07/2009, 20:28

Messaggiodi deliverance1979 » 06/11/2019, 8:35

Ilaria ha scritto:D'altronde ci tenevo a capire meglio la cosa, visto che c'è in giro gente che sostiene che tanto la manipolazione mentale è ovunque e che un ex, in quanto tale, è per principio inaffidabile!


Hè, anche qui bisogna aprire una finestra sul buio.
Un ex è inaffidabile....
Molto comoda per molti questa definizione.
Soprattutto se i molti sono coloro che sono rimasti dall'altra parte della barricata, o che, facendo parte di un gruppo politico, o religioso ideologicizzato, vedono con grande terrore o antipatia gli ex degli altri culti o movimenti simili al loro.
Questo perchè qualsiasi ex appartenuto ad un movimento chiuso o ristretto, sia esso politico, religioso, della criminalità organizzata o di un qualsiasi altro club esclusivo o di nicchia, può aprire al mondo intero ciò che veramente accade all'interno delle segrete stanze, rivelando dettagli che per chi sta fuori sarebbero invece inaccessibili

D'altronde, affermare che gli "ex" sono inaffidabili a prescindere, è una vaccata pazzesca....

Ve la immaginate una potenza militare e politica degna di questo nome che non fa uso di spie per la sua intelligence?
E la spia che cosa è se non una persona che ricopre incarichi di una certa importanza, responsabilità o di altra natura, che passa (per soldi, per convinzione o per altri motivi), informazioni delicate che altrimenti non potrebbero essere conosciute?
Quindi se un ex è inaffidabile, le informazioni provenienti queste persone sono inaffidabili, ed i servizi segreti militari e civili non servono quindi.... :fronte: :fronte: :fronte:

Tuttavia, è con le informazioni provenienti da persone di questo tipo, che si vincono o ci si perdono le guerre convenzionali o contro la criminalità... che si compiono missioni di salvataggio di ostaggi o di eliminazione di terroristi, si evitano attentati, come anche, ci si fanno anche delle porcate....

Ma si potrebbero parlare dei pentiti di mafia, di ex appartenenti a gruppi politici che hanno permesso al mondo di conoscere determinate questioni solo perchè erano inseriti in determinate situazioni interne a gruppi altrimenti inaccessibili.
Mi sembra che le informazioni provenienti da tali persone non sono proprio tutto pattume.... sono anche servite.
Vogliamo parlare dei moderni Assange e di Wikileaks?
Tutti inaffidabili?
Si, per gli avversari o ex amici di tali persone sicuramente....

Quindi, prima di dire che una persona, fuoriuscita da un movimento, è automaticamente inaffidabile e priva di credibilità, io ci penserei non due volte, ma mille volte.
Poi possiamo discutere sulla motivazione che spinge un ex ad uscire dal vecchio gruppo ed a parlare della sua esperienza agli altri.

Delusione?
Vendetta?
Esibizionismo?
Giustizia?
Vantaggi personali?

Non tutti gli ex sono uguali e neanche le motivazioni della loro uscita, cosi come le informazioni che daranno.
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Master
 
Messaggi: 5533
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi Wyclif » 06/11/2019, 15:48

deliverance1979 ha scritto:
Hè, anche qui bisogna aprire una finestra sul buio.
Un ex è inaffidabile....
Molto comoda per molti questa definizione.
Soprattutto se i molti sono coloro che sono rimasti dall'altra parte della barricata, o che, facendo parte di un gruppo politico, o religioso ideologicizzato, vedono con grande terrore o antipatia gli ex degli altri culti o movimenti simili al loro.
Questo perchè qualsiasi ex appartenuto ad un movimento chiuso o ristretto, sia esso politico, religioso, della criminalità organizzata o di un qualsiasi altro club esclusivo o di nicchia, può aprire al mondo intero ciò che veramente accade all'interno delle segrete stanze, rivelando dettagli che per chi sta fuori sarebbero invece inaccessibili

D'altronde, affermare che gli "ex" sono inaffidabili a prescindere, è una vaccata pazzesca....

Ve la immaginate una potenza militare e politica degna di questo nome che non fa uso di spie per la sua intelligence?
E la spia che cosa è se non una persona che ricopre incarichi di una certa importanza, responsabilità o di altra natura, che passa (per soldi, per convinzione o per altri motivi), informazioni delicate che altrimenti non potrebbero essere conosciute?
Quindi se un ex è inaffidabile, le informazioni provenienti queste persone sono inaffidabili, ed i servizi segreti militari e civili non servono quindi.... :fronte: :fronte: :fronte:

Tuttavia, è con le informazioni provenienti da persone di questo tipo, che si vincono o ci si perdono le guerre convenzionali o contro la criminalità... che si compiono missioni di salvataggio di ostaggi o di eliminazione di terroristi, si evitano attentati, come anche, ci si fanno anche delle porcate....

Ma si potrebbero parlare dei pentiti di mafia, di ex appartenenti a gruppi politici che hanno permesso al mondo di conoscere determinate questioni solo perchè erano inseriti in determinate situazioni interne a gruppi altrimenti inaccessibili.
Mi sembra che le informazioni provenienti da tali persone non sono proprio tutto pattume.... sono anche servite.
Vogliamo parlare dei moderni Assange e di Wikileaks?
Tutti inaffidabili?
Si, per gli avversari o ex amici di tali persone sicuramente....

Quindi, prima di dire che una persona, fuoriuscita da un movimento, è automaticamente inaffidabile e priva di credibilità, io ci penserei non due volte, ma mille volte.
Poi possiamo discutere sulla motivazione che spinge un ex ad uscire dal vecchio gruppo ed a parlare della sua esperienza agli altri.




:ok: :ok: :ok:
Presentazione





"Dobbiamo ubbidire a Dio quale Governante anziché agli uomini" Atti 5:29
Avatar utente
Wyclif
Utente Senior
 
Messaggi: 1800
Iscritto il: 14/12/2014, 9:22

Messaggiodi Romagnolo » 06/11/2019, 18:50

Non dimenticate che la stessa Wtutilizza in continuazione storie ed esperienze di ex membri di altre religioni che hanno aderito poi ai tdg, di ex affiliati a partiti politici, di ex atleti....e tutti hanno qualcosa da criticare della loro precedente adesione a quelle realtà per giustificare il fatto di essere poi divenuti TdG.
Ora se l' Organizzazione usa le testimonianze degli ex, e l' Organizzazione è diretta da Dio,....ne consegue che Dio stesso ritiene valida e credibile la testimonianza di un ex qualunque sia la sua provenienza.
Per cui con ciò La sapienza umana degli studiosi umani tanto cari agli apologeti TdG viene surclassata dalla sapienza divina.
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Utente Master
 
Messaggi: 5607
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi Gocciazzurra » 06/11/2019, 18:59

Premetto che per mancanza di tempo no ho potuto leggere i vari commenti circa l'argomento proposto da Ilaria e magari ripeterò cose già dette.
Comunque sia sono d'accordo con Ilaria facendo però un distinguo del periodo temporale.
Nel 1974, quando conobbi i Tdg, sarebbe improprio darsi dello scemo a posteriori poichè all'epoca le informazioni sui Tdg era pari allo zero. Pertanto non avevamo gli strumenti per contrastare le manipolazioni che avvenivano a nostra insaputa proprio perchè adescati in periodi di fragilità e vulnerabilità della nostra vita.

Attualmente invece, con l'avvento prezioso di Internet, abbiamo modo di approfondire e confrontarci largamente circa la setta e quindi se uno si fa irretire proprio sveglio non è.
Immagine

Le estati volano sempre… gli inverni camminano! (Charles Schulz)
Un po' di me Immagine
Avatar utente
Gocciazzurra
Moderatore
 
Messaggi: 5546
Iscritto il: 10/06/2009, 21:09

Risposta a Gocciazzurra

Messaggiodi Ilaria » 07/11/2019, 8:45

In effetti la persona che ha detto quella frase deve essere più o meno dei tuoi tempi. Però non sarei così sicura che l'informazione tanto abbondante che abbiamo oggi in cartaceo (varie autobiografie di ex) e soprattutto in digitale non possa più scusare. Io stessa, che uso molto i social, ignoravo completamente l'esistenza di siti e gruppi-pagg.FB sui TdG, prima di decidere che mi interessava la cosa; solo da quel momento è partita la mia ricerca su Internet. Di conseguenza penso che moltissima gente si trovi nella stessa situazione mia anteriore all'interessamento. Avevo anche pensato di scrivere con pseudonimo una sorta di libro-shock che spopolasse, per appunto suscitare l'interesse nei milioni di persone che sono nella stessa situazione del 1974 riguardo ai TdG (cioè identificati con citofoni e trasfusioni e nient'altro). Ma solo l'idea che poi sarei stata certamente attaccata dai "capi" e difensori ad oltranza della WT e avrei "perso" tanto tempo a difendermi e a ribadire cose che tanto quelli non capiranno mai senza uscire dalla manipolazione mentale, mi ha fatto cambiare direzione e mettere il progetto all'ultimo posto. Che fare allora?
Proverò a mettere dei post nei siti di carattere scolastico ed educativo, lì sì con quelle pagine shockkanti che spero facciano aprire gli occhi e inducano a cercare come ho fatto io, e soprattutto a stare alla larga dai TdG e magari rendere edotti anche amici, parenti e conoscenti! E questo per la prevenzione. Poi mi sto accorgendo della grandissima utilità dei social per mettere in contatto le migliaia di vittime della WT per i motivi che voi conoscete meglio di me; è interessante comunque che io e altri non ex veniamo apprezzati e anche cercati, perchè mostriamo la nostra solidarietà e magari possiamo anche dare una mano alle persone, a seconda della nostra esperienza e competenza.
Ilaria
Nuovo Utente
 
Messaggi: 28
Iscritto il: 10/06/2018, 9:37

Messaggiodi renato-c » 07/11/2019, 19:34

Salve .
come disse lo scienziato "tutto è relativo " In verità al mondo ci sono moltissime religioni e molto dipende dal luogo in cui si nasce .Poi persone sincere si interrogano e indagano e magari cambiano religione e questo succede in tutte le religioni che dei fedeli lasciano le file . e allora ? Il cattolico che diventa tdG dirà : come sono stato scemo e viceversa il tdG che diventa cattolico dirà :come sono stato Scemo . Non è perciò questione di essere scemi .La questione è che ci sono persone più sensibili ai problemi religiosi e fanno il loro percorso fatto anche di sbagli e e tentativi per trovare la verità .Invece chi non si pone il problema esempio ...se fossi nato in India o Giappone o in Cina di certo non sarei cattolico o tdG ecc.... e allora quale è la verità ? Perciò il problema è molto complesso e spesso volentieri chi si interroga è visto male in tutte le religioni perchè la religione predica come somma virtù l'obbedienza e chi si interroga è apostata ,persona pericolosa . guai ragionare col proprio cervello ma bisogna accettare quello che dice l'unto del Signore sia Papa che schiavo fedele discreto dei tdG . Conosciamo molto bene preti sospesi a divinis perchè magari hanno preso moglie e perciò hanno disobbedito ,invece il prete che ha l'amante ,non viene sospeso a divini perchè è peccato e tutti siamo peccatori .Chiaro ? Idem tdG ..uno s'interroga come mai Harmaghedon non viene o altro ? apostata ! disassociato .Invece se è pedofilo ,poverino ha peccato . Chiaro il concetto ? Le religioni sono tutte uguali ,tutte sono dententrici della verità e guai a contraddire se contradici allora o te ne vai o ti si manda via e allora se vado via o mi mandano via sono scemo ?
Avatar utente
renato-c
Utente Senior
 
Messaggi: 1362
Iscritto il: 17/07/2009, 20:28

Messaggiodi Gocciazzurra » 08/11/2019, 15:24

Ilaria ha scritto:In effetti la persona che ha detto quella frase deve essere più o meno dei tuoi tempi. Però non sarei così sicura che l'informazione tanto abbondante che abbiamo oggi in cartaceo (varie autobiografie di ex) e soprattutto in digitale non possa più scusare. Io stessa, che uso molto i social, ignoravo completamente l'esistenza di siti e gruppi-pagg.FB sui TdG, prima di decidere che mi interessava la cosa; solo da quel momento è partita la mia ricerca su Internet. Di conseguenza penso che moltissima gente si trovi nella stessa situazione mia anteriore all'interessamento.
Praticamente avvalori quanto ho scritto perchè se una persona ignora l'argomento e gli viene proposto, se è sveglio, prima di accettarlo e/o discuterlo si informa in rete e quindi può ben valutarlo e trarne le dovute considerazioni. Ed è quindi molto più difficile farsi irretire oggi dai Tdg.
Complimenti per il lavoro di informazione/prevenzione che hai deciso di divulgare.
Immagine

Le estati volano sempre… gli inverni camminano! (Charles Schulz)
Un po' di me Immagine
Avatar utente
Gocciazzurra
Moderatore
 
Messaggi: 5546
Iscritto il: 10/06/2009, 21:09

Messaggiodi VictorVonDoom » 08/11/2019, 16:06

Gocciazzurra ha scritto:
Ilaria ha scritto:In effetti la persona che ha detto quella frase deve essere più o meno dei tuoi tempi. Però non sarei così sicura che l'informazione tanto abbondante che abbiamo oggi in cartaceo (varie autobiografie di ex) e soprattutto in digitale non possa più scusare. Io stessa, che uso molto i social, ignoravo completamente l'esistenza di siti e gruppi-pagg.FB sui TdG, prima di decidere che mi interessava la cosa; solo da quel momento è partita la mia ricerca su Internet. Di conseguenza penso che moltissima gente si trovi nella stessa situazione mia anteriore all'interessamento.
Praticamente avvalori quanto ho scritto perchè se una persona ignora l'argomento e gli viene proposto, se è sveglio, prima di accettarlo e/o discuterlo si informa in rete e quindi può ben valutarlo e trarne le dovute considerazioni. Ed è quindi molto più difficile farsi irretire oggi dai Tdg.


Aggiungo che per certe panzane che sparano i TdG non c'è manco bisogno della rete, erano chiare anche 50 anni fa.
Ma dai su, il paradiso terrestre, scene di persone che giocano nel giardino di casa con i leoni... i morti resuscitati in carne ed ossa... e poi quando non ci entreremo più? Boh, nascite bloccate... non si sa... poi si vede, dio provvede... intanto muto e obbedisci. Ma potrei elencarne 100 mila altre... (senza contare che tutta la religione dei TdG si basa sul presupposto fondamentale che miliardi di persone saranno scannate per permettere a loro di "godere" in futuro).
E scusate, a uno che ha creduto queste cose in età adulta, me compreso, non gli posso neanche dire che è stato un fesso?
Capisco il politically correct, ma a volte è la verità nuda e cruda è più salutare di sentirsi dire "non è stata colpa tua, tranquillo".
Si VUOLE credere perchè alcune cose sono belle da sentire, più o meno, e ci si casca con tutte le scarpe.
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Senior
 
Messaggi: 2213
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25

Messaggiodi Gocciazzurra » 08/11/2019, 21:39

VictorVonDoom ha scritto:
Gocciazzurra ha scritto:
Ilaria ha scritto:In effetti la persona che ha detto quella frase deve essere più o meno dei tuoi tempi. Però non sarei così sicura che l'informazione tanto abbondante che abbiamo oggi in cartaceo (varie autobiografie di ex) e soprattutto in digitale non possa più scusare. Io stessa, che uso molto i social, ignoravo completamente l'esistenza di siti e gruppi-pagg.FB sui TdG, prima di decidere che mi interessava la cosa; solo da quel momento è partita la mia ricerca su Internet. Di conseguenza penso che moltissima gente si trovi nella stessa situazione mia anteriore all'interessamento.
Praticamente avvalori quanto ho scritto perchè se una persona ignora l'argomento e gli viene proposto, se è sveglio, prima di accettarlo e/o discuterlo si informa in rete e quindi può ben valutarlo e trarne le dovute considerazioni. Ed è quindi molto più difficile farsi irretire oggi dai Tdg.


Aggiungo che per certe panzane che sparano i TdG non c'è manco bisogno della rete, erano chiare anche 50 anni fa.
Ma dai su, il paradiso terrestre, scene di persone che giocano nel giardino di casa con i leoni... i morti resuscitati in carne ed ossa... e poi quando non ci entreremo più? Boh, nascite bloccate... non si sa... poi si vede, dio provvede... intanto muto e obbedisci. Ma potrei elencarne 100 mila altre... (senza contare che tutta la religione dei TdG si basa sul presupposto fondamentale che miliardi di persone saranno scannate per permettere a loro di "godere" in futuro).
E scusate, a uno che ha creduto queste cose in età adulta, me compreso, non gli posso neanche dire che è stato un fesso?
Capisco il politically correct, ma a volte è la verità nuda e cruda è più salutare di sentirsi dire "non è stata colpa tua, tranquillo".
Si VUOLE credere perchè alcune cose sono belle da sentire, più o meno, e ci si casca con tutte le scarpe.

Beh, francamente all'inizio mi ricordo nettamente che mentre il tdg parlava a me all'ex marito degli angeli, della guerra nei cieli, ecc., io ho formulato il pensiero: "ma questo è matto!". Poi nel corso del tempo l'ex marito si convinceva sempre di più e visto l'urgente battesimo in vista del 1975 decise di battezzarsi spronando anche me a farlo. Io, stupidamente, lo assecondai per compiacerlo ma per diversi anni non andai a predicare nè mi sentivo una Tdg. L'andazzo cambiò quando, per motivi di violenza psico-fisica sprofondai in una profonda depressione e fu così che iniziai ad attaccarmi a "Geova" pregandolo di liberarmi da quell'inferno. Quindi la mia "fessitudine" fu quella di compiacere l'ex marito (che era lui la causa della mia depressione) e nello stato di zombie in cui mi trovavo non ero certo in grado di discernere le sparate dei Tdg.

Cmq va detto che in qualsiasi religione (anche in quelle orientali) ci sono delle boiate pazzesche che l'individuo di turno (vedi anche Michelle Hunzicher), per motivi di fragilità emotiva di un certo periodo della vita, ingolla in buona fede. Queste persone non le chiamerei fesse, ma disperate.
Immagine

Le estati volano sempre… gli inverni camminano! (Charles Schulz)
Un po' di me Immagine
Avatar utente
Gocciazzurra
Moderatore
 
Messaggi: 5546
Iscritto il: 10/06/2009, 21:09

Messaggiodi renato-c » 09/11/2019, 7:37

Buon giorno :-)
La religione è una cosa seria ,ma purtroppo ,come già detto ,molto è dovuto dall'educazione ricevuta sin dall'infanzia e dall'ambiente ove si vive . Poi uno crescendo ,anche se non è d' accordo con tante storie ,ragiona che in fin dei conti la religione gli ha dato una dritta nella vita e magari non la prende molto seriamente ed è religioso all'acqua di rose e continua la sua vita con il solito tran tran di come fan tutti ,perchè in fin dei conti quello che conta è fare il bene e comportarsi bene come la religione insegna .
Poi però la vita non è facile ed è piena di difficoltà e tristezze ,malattie,morte ecc... e allora visto che gli uomini deludono ecco che uno si rivolge a Dio . Sin da piccino ti hanno insegnato che il Vangelo e la Bibbia è la parola di Dio e arrivano questi che te la rigirano come gli pare e tu ignorante, ( ecco un'altro punto importante " L'Ignoranza " ) vedi che il discorso che ti fanno è davvero scritto così . Ti rivolgi alla famiglia agli amici ,ma ne sanno meno di te ,ti rivolgi al parroco , (parlo dei miei tempi ) sa solo dirti che non li devi ascoltare perchè sono contro la Chiesa e vai all'inferno ecc... Uno è disorientato e accetta uno studio da loro e uno si convince che fa la volontà di Dio perchè segue ciò che è scritto e non quello che dicono gli uomini ,anzi .... più ti insultano e più diranno male di te e ti perseguiteranno ,questa è la prova che sei nella strada giusta che è stretta e tortuosa ed è vera la profezia che sarete perseguitati causa del nome di Gesù. Allora come uscirne ? Se ne esce con la conoscenza .Si è stati abbindolati causa ignoranza e se ne esce con la conoscenza . All'interno , basta il cibo spirituale dello schiavo fedele e discreto ,perciò conoscere altro è superfluo e mal visto e poco spirituale .Gli studi non sono incoraggiati e uno è bombardato da adunanze e predicazione un lavaggio del cervello continuo .
Come aprire gli occhi ? Questo avviene come nel films Fahrenheit 451 quello che è successo al pompiere Montag che invece di bruciare i libri incominciò a leggerli .La conoscenza ! Buona giornata
Avatar utente
renato-c
Utente Senior
 
Messaggi: 1362
Iscritto il: 17/07/2009, 20:28

Messaggiodi deliverance1979 » 09/11/2019, 10:05

VictorVonDoom ha scritto:i morti resuscitati in carne ed ossa...


Sperando che non siano gli zombi di George A. Romero.... :ironico:

VictorVonDoom ha scritto: e poi quando non ci entreremo più?


Spazio, ultima frontiera.... ti ricorda qualcosa?
Non a caso l'uomo dovrà vivere per sempre, ed essendo perfetto, avrà un corpo capace di andare nello Spazio, sopportare meglio tali avversità, e trasformare l'intero universo in un paradiso.
La terra è solo il punto di partenza del proposito di Geova... :ciuccio: :ciuccio: :ciuccio: :fronte:

VictorVonDoom ha scritto:Si VUOLE credere perchè alcune cose sono belle da sentire, più o meno, e ci si casca con tutte le scarpe.


Esatto... :quoto100:

Gocciazzurra ha scritto:Cmq va detto che in qualsiasi religione (anche in quelle orientali) ci sono delle boiate pazzesche che l'individuo di turno (vedi anche Michelle Hunzicher), per motivi di fragilità emotiva di un certo periodo della vita, ingolla in buona fede. Queste persone non le chiamerei fesse, ma disperate.


esatto,
Torre di guardia del 1988 - 7/15, paragrafo 16, pagina 13


Sottotitolo

Perché dobbiamo “continuare ad annunciare”

16 Un’altra cosa che ci aiuterà a rimanere positivi è il ricordare che lo zelo nelle attività di predicazione del Regno è una dimostrazione di lealtà a Geova. E poi, i territori cambiano in molti modi. La gente si sposta, o magari le loro circostanze si modificano. L’ultima volta che abbiamo fatto loro visita possono non aver mostrato interesse, ma la perdita del lavoro, la morte di una persona cara, un cambiamento significativo nella lotta fra le superpotenze, una grave malattia, o altre cose ancora possono far sì che la prossima volta che andiamo da loro reagiscano favorevolmente. Altri, appreso che un amico o un parente è diventato testimone di Geova, possono voler parlare con noi per sapere quali nostre credenze abbiano potuto produrre tale cambiamento.

E' lo sò, siamo noi malvagi apostati che pensiamo sempre male...
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Master
 
Messaggi: 5533
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi Mauro1971 » 10/11/2019, 10:26

Mario70 ha scritto:...se non avessero inventato queste cose sarebbero una religione tra le tante e come pensano gli atei, saremmo stati semplicemente degli scemi tra scemi, insomma saremmo stati in buona compagnia :risatina:


Buongiorno Mario.

Avevo letto questa tua e mi ero ripromesso di rispondere appena possibile.

So che il tuo è un tono giocoso ma ne approfitto in quanto molti pensano che noi si dia dello "scemo" o dell'imbecille ai credenti.
Ora io posso solo parlare per me ovviamente, ma non è il mio caso.

Mi spiego meglio.
Ho portato in occasioni diverse video di varie conferenze dove viene affrontato il "credere" dal punto di vista delle neuroscienze e della biologia evoluzionistica.
Personalmente condivido quelle ossservazioni e penso che l'Uomo abbia degli atavismi che portano diversi effetti emergenti, tra i quali una "predisposizione a credere ci possa essere qualcosa la dove non vediamo nulla", così come trovo rilevantissimo il fatto che il nostro cervello si sia evoluto di modo che la nostra coscienza sia incosciente di tutto ciò che riguarda il nostro corpo ma che viene gestito "in automatico" dalle parte pià antiche dello stesso, in modo invisibile al nostro Io, comportando la sensazione di avere un corpo, di abitarlo, ma non di "esserlo". Cerdo questa sia l'illusione fondante dalla quale viene qualsiasi forma di "fede", pensiero mio.
Ora la faccio brevissima ma aggiungiamo a questo tutti i vari aspetti psicologici del singolo e di massa, dai bias di conferma ai frame di riferimento, ecc... ecc..

Questo connota una dimensione umana che non ha nulla a che vedere con l'essere scemi o meno.
Per cui non credo che chi crede sia scemo così come non credo che chi non crede sia più intelligente.

Poi se uno è scemo lo è a prescindere, ma questa è tutta un'altra storia per quanto sia un'aggravante.
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Gold
 
Messaggi: 9603
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

Messaggiodi Mario70 » 10/11/2019, 11:14

Mauro1971 ha scritto:
Mario70 ha scritto:...se non avessero inventato queste cose sarebbero una religione tra le tante e come pensano gli atei, saremmo stati semplicemente degli scemi tra scemi, insomma saremmo stati in buona compagnia :risatina:


Buongiorno Mario.

Avevo letto questa tua e mi ero ripromesso di rispondere appena possibile.

So che il tuo è un tono giocoso ma ne approfitto in quanto molti pensano che noi si dia dello "scemo" o dell'imbecille ai credenti.
Ora io posso solo parlare per me ovviamente, ma non è il mio caso.

Mi spiego meglio.
Ho portato in occasioni diverse video di varie conferenze dove viene affrontato il "credere" dal punto di vista delle neuroscienze e della biologia evoluzionistica.
Personalmente condivido quelle ossservazioni e penso che l'Uomo abbia degli atavismi che portano diversi effetti emergenti, tra i quali una "predisposizione a credere ci possa essere qualcosa la dove non vediamo nulla", così come trovo rilevantissimo il fatto che il nostro cervello si sia evoluto di modo che la nostra coscienza sia incosciente di tutto ciò che riguarda il nostro corpo ma che viene gestito "in automatico" dalle parte pià antiche dello stesso, in modo invisibile al nostro Io, comportando la sensazione di avere un corpo, di abitarlo, ma non di "esserlo". Cerdo questa sia l'illusione fondante dalla quale viene qualsiasi forma di "fede", pensiero mio.
Ora la faccio brevissima ma aggiungiamo a questo tutti i vari aspetti psicologici del singolo e di massa, dai bias di conferma ai frame di riferimento, ecc... ecc..

Questo connota una dimensione umana che non ha nulla a che vedere con l'essere scemi o meno.
Per cui non credo che chi crede sia scemo così come non credo che chi non crede sia più intelligente.

Poi se uno è scemo lo è a prescindere, ma questa è tutta un'altra storia per quanto sia un'aggravante.


Ovviamente l'ho detto in tono scherzoso riprendendo la parola del post originale, il rispetto deve sempre prevalere, però il succo del mio discorso rimane:
Se uno si sente scemo (da solo) per aver creduto in determinate dottrine (togliendo quelle che mettono a rischio la vita per le quali si va oltre la "scemenza" vedi i casi dei suicidi collettivi di alcune sette) allora é in buona compagnia perché altri come loro ad esempio hanno creduto che il sesso va fatto solo per procreare (facendo 5, 8 o 10 figli) oppure che il maiale o la mucca o il vino o altro non si possano mangiare o bere perché impuri o vietati ecc...
Nel momento in cui si crede nelle motivazioni per le quali certe cose non si fanno, ci si adatta a non farle, ma se ad un certo punto si cambia idea, mi sembra normale per queste persone reputarsi (da sole) di essere state delle "sceme" ad averci creduto.
La tentazione di vedere queste cose assurde per chi è all'esterno (ed ovviamente non crede) è normale, ma noi che siamo stati dentro e ci abbiamo creduto sappiamo che non sempre la logica e il raziocinio hanno la meglio, perché se non fosse così non esisterebbe la manipolazione mentale, volontaria o involontaria che sia; se viviamo e cresciamo in un ambiente dove è normale credere in certe cose, volenti o nolenti in quelle cose ci crediamo anche noi, ed anche se non ci nasciamo, se riescono a convincerci che un essere superiore esiste e ci ha comandato di non fare o mangiare certe cose, alla fine lo possiamo accettare anche noi, sia perché il crederci ci dà una speranza per il futuro (vedi vita eterna), sia per l'amore che riceviamo da coloro che ci credono insieme a noi e ricordiamoci che è sempre l'amore il motore finale che spinge l'uomo a fare compromessi, perche come ho già detto in altre circostanze è la paura di essere da soli e la consapevolezza che finisca tutto con la nostra morte ad aver spinto l'uomo a credere in certe cose.
Il discorso è comunque complesso e non può essere ricondotto ad essere scemi o non scemi.
«È vero, in tempi passati vi sono stati alcuni che hanno predetto la "fine del mondo", annunciando perfino una data specifica. Alcuni hanno raccolto intorno a sé gruppi di persone ... aspettando la fine. Tuttavia non è accaduto nulla. La "fine" non è venuta. Si sono resi colpevoli di falsa profezia» (Svegliatevi!, 22/4/1969, p. 23).
Presentazione
Avatar utente
Mario70
Utente Master
 
Messaggi: 5872
Iscritto il: 10/06/2009, 20:28
Località: Roma

Messaggiodi Mauro1971 » 10/11/2019, 11:37

Beh Mario, personalmente sono convinto che il credere non abbia nulla a che vedere con la ragione ma sia un moto quasi unicamente emotivo. La razionalizzazione arriva dopo, a giustificare ciò che si crede.
Se ci si risvetglia allora i'accettare di essere stati un po' fessi a credere certe assurdità può essere, e questo io penso, un campanello d'allarme molto utile per i percorsi personali futuri.
Una cosa che ho notato perà girando un po' per la rete, e come ci sia una quota parte di TdG che rifiuta questa presa di coscienza e mantiene immutata la propria forma mentis spostando semplicemente l'oggetto della propria fede, cambiando quindi corrente del Cristianesimo in cui credere e spesso molto simile al Geovismo, ma non mutando il modo in cui credono.
Questi normalmente incolpano in toto la Wts e decisamente rifiutano qualsiasi analisi di coscienza personale.

Non saprei definire esattamente il motivo, ma questi ultimi mi generano un sentimento di tristezzza.
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Gold
 
Messaggi: 9603
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

Messaggiodi sandrosolustri » 10/11/2019, 13:02

Argomento del forum molto interessante . Però in questo caso penso che meriterebbe anche un 'indagine ideologica più che religiosa . Mi spiego meglio : Probabilmente ogni uno di noi nell'arco della propria vita ( o per educazione ricevuta o per scelta autonoma ) ha seguito più o meno fervidamente ideologie politiche o religiose .... poi ? Poi qualcosa è successo . Tuttora , tra le mie tante e molteplici letture , una che considero tuttora caposaldo della la mia maturazione intellettuale è stato un libro, anzi, il libro LA TRAGEDIA DEI COMUNISTI ITALIANI : le vittime del P.C.I. in Unione Sovietica . E' un libro del 2001 tuttora introvabile che focalizza quanto mai , come un'ideologia possa a tutti gli effetti trasformarsi da tragedia in redenzione . Qui si arriva al nocciolo della questione ; Chi pensate sia mai stato in grado di far crollare questa ideologia in campo globale ? Nulla di quanto la maggioranza possa ragionevolmente sostenere : Non è stata l'America , il Papa , la Massoneria , o gli apostati ex comunisti . E' stata la nuova generazione dei capi del Politbjuro cioè l'Organo direttivo del Partito comunista sovietico. E che c'azzecca coi TdG ? C'azzecca, c'azzecca. I nuovi capi del Politbjuro avevano in mano tutta la monumentale storiografia del partito dagli albori sino al giorno in cui affermarono la storica proposizione che rimando a fine pagina . A questo mondo , nulla è eterno , non è stato eterno Lenin , Stalin , Chruscev , Breznev e compagnia bella . A pari merito non saranno eterni Russel ed i capi dell'attuale movimento . Ed il giorno in cui Dio vorrà , qualcuno riesaminerà il tutto : Partendo dagli albori Massoni , passando per tutte le profezie inadempiute sino alle attuali migliaia di sterili per non dire atroci regole imposte copiosamente dall'organizzazione ... e qualcuno ne prenderà coscienza ci rifletterà e farà il passo che riporterà alla fatidica enunciazione che ho lasciato in sospeso : << VI DEVO DIRE L'ATROCE , LA DOLOROSA VERITA' :COMPAGNI, CI SIAMO SBAGLIATI ! >> .
sandrosolustri
Nuovo Utente
 
Messaggi: 5
Iscritto il: 30/06/2019, 11:55

Messaggiodi renato-c » 10/11/2019, 14:54

Salve
quando diventai tdG ,stetti male per almeno 6 mesi perchè deluso dalla religione cattolica ,ma idem quando lascia i tdG stetti male molti mesi . Quello che questo forum non capisce e non potete mai capire le vittime dell'inganno .Sparate assurdità sulla dottrina dei tdGeova ma la Chiesa ne ha più di loro. fatevi un esame di coscienza ADDIO !
Avatar utente
renato-c
Utente Senior
 
Messaggi: 1362
Iscritto il: 17/07/2009, 20:28

Messaggiodi Mauro1971 » 10/11/2019, 15:09

renato-c ha scritto:Salve
quando diventai tdG ,stetti male per almeno 6 mesi perchè deluso dalla religione cattolica ,ma idem quando lascia i tdG stetti male molti mesi . Quello che questo forum non capisce e non potete mai capire le vittime dell'inganno .Sparate assurdità sulla dottrina dei tdGeova ma la Chiesa ne ha più di loro. fatevi un esame di coscienza ADDIO !

E non solo i Cattolici ma ogni religione et similia.
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Gold
 
Messaggi: 9603
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

Messaggiodi VictorVonDoom » 10/11/2019, 15:21

renato-c ha scritto:Salve
quando diventai tdG ,stetti male per almeno 6 mesi perchè deluso dalla religione cattolica ,ma idem quando lascia i tdG stetti male molti mesi . Quello che questo forum non capisce e non potete mai capire le vittime dell'inganno .Sparate assurdità sulla dottrina dei tdGeova ma la Chiesa ne ha più di loro. fatevi un esame di coscienza ADDIO !


E quindi? È una gara a chi fa peggio? Il forum poi si occupa dei TdG, non di altre religioni. Onestamente non ho capito l'intervento...
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Senior
 
Messaggi: 2213
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25

Prossimo

Torna a In evidenza

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici