Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Io ero ateo...la mia storia

Racconti di vita, esperienze, consigli.

Moderatore: nelly24

Io ero ateo...la mia storia

Messaggiodi Ulell » 29/12/2009, 3:00

Ciao a tutti.
Leggendo le varie risposte al mio messaggio di presentazione,
ho letto di qualcuno che voleva sapere della mia conversione...
Questa è il racconto della mia conversione che ho scritto
tempo fa su forum cattolici, quasi un anno fa (sono entrato
in CL a Gennaio 2009).

A voi :)

Ciao Fratelli e Sorelle di questo forum.
Mi sono deciso, dopo un pò di tempo che vi seguo
e che sono iscritto, a raccontarvi della mia conversione.
E' una storia lunghetta, e vi prego di avere pazienza
se sarò prolisso (e chiedo ai mod di spostare
in sezione più appropiata, nel caso questa non vada bene).

Sin da piccolo, mi hanno insegnato a credere.
Mi hanno mandato al catechismo,
ho fatto la prima confessione, la prima comunione e poi...
e poi basta.
IO non ho mai creduto, sin da prima della comunione.
Non sapevo manco cosa fosse la comunione,
perchè ero li, che ci facevo con quell'abito bianco
a prendere in bocca un ostia che potevo comprare
tranquillamente in farmacia a pacchi da 50 per poche lire.
Io sono cresciuto ateo.
Sono arrivato all'adolescenza, credendo che Dio non esistesse.
Dio per me non c'era, era nulla, la mia vita era altro, era internet
era la tv. E ho continuato così sempre, fin al post-adolescenza.
Poi ho creduto di credere.
Mi sono dedicato all'oratorio, al coro, andavo a messa tutte
le domeniche ma...il punto era sempre quello, io non credevo.
Vedevo l'ostia e continuavo a chiedermi come fosse possibile
la mutazione in corpo di Cristo, e alla fine ho mollato tutto
perchè per me andare a messa era uguale all'andare a teatro
ogni giorno a vedere lo stesso spettacolo.
Mi sentivo solo.
Nessuno capiva la mia situazione, tutti cercavano di "riportarmi
sulla giusta strada" di farmi riacquistare una fede che in realtà
non avevo mai perso, perchè non l'avevo mai avuta.
E mi arrabbiavo con chi mi parlava di Chiesa, Dio e Cristo,
perchè li odiavo. Odiavo loro perchè odiavo me stesso.
Odiavo me stesso perchè finalmente sentivo nascere in me
la voglia di credere, la necessità di Dio cominciava sempre
più a farmi soffrire. E soffrivo il doppio perchè in esterna
dovevo recitare la parte dell'"ateo che tutto sa e piglia
per il sedere i credenti" e dall'altra combattevo io stesso
per avere una fede vera, viva e vitale.
Non sapevo pregare, pregare non sapevo cosa significasse.
Sapevo il padre nostro, l'ave maria, l'eterno riposo ecc..
ma avevano lo stesso valore, per me, di una filastrocca popolare.

QUalcosa in me stava cambiando.
Mia sorella mi parlava frequentemente di Comunione e Liberazione,
di come funzionassero le loro scuole di comunità ecc, ma io non mi
ci ero mai avvicinato.
Però Dio mi stava chiamando, e io cominciavo a sentire la sua voce.

E l'ho sentita la sera della mia conversione, quando il velo mi è caduto
dagli occhi.
Guardavo un film, un semplice film di Don Camillo.
Peppone stava sostenendo un esame, e non riusciva a superarlo.
Ad un certo punto dice una frase "Gesù aiutami!" e io me la sento
rimbalzare in testa, sempre di più. Comincio a dirlo io, "Gesù aiutami!
Gesù aiutami!" e in quel momento ho sentito saltare via quel tappo
che teneva chiusa la mia anima. Mi sentivo leggero, libero e finalmente
privo di catene, e piangevo di gioia.
Dio mi aveva chiamato, e io avevo finalmente risposto.
Segno dei segni, la prima messa che ho fatto da vero credente
aveva come vangelo quello della chiamata degli apostoli...
Coincidenza? chi lo sa.
Ora stò percorrendo piano piano i passi che mi porteranno
a confessarmi e ad accostarmi seriamente al sacramento
della confessione e del perdono.
Devo confessare molto, non sarà facile risalire a tutti i miei errori.
Però prima di poter diventare tempio del signore attraverso
il suo corpo consacrato, voglio avere l'anima pulita, come
quando bambino, mi hanno battezzato.
E ora sono membro di Comunione e Liberazione,
e con loro mi sento a casa e imparo ogni giorno
a vedere Dio in ogni cosa.

Dio sia lodato.
Ulell
Nuovo Utente
 
Messaggi: 15
Iscritto il: 10/12/2009, 7:44

Messaggiodi Gocciazzurra » 29/12/2009, 3:50

Ho trasferito il thread nella apposita sezione "Esperienze vissute".

Gocciazzurra/Mod.
Immagine

Le parole troveranno credito quando i fatti daranno certezze. (Socrate)

Un po' di me Immagine
Avatar utente
Gocciazzurra
Moderatore
 
Messaggi: 5820
Iscritto il: 10/06/2009, 21:09


Torna a Esperienze vissute

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici