Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Quante persone non credono alla teoria dell'evoluzione di Darwin ?

In questo spazio si discute di argomenti di vario genere relativi ai Testimoni di Geova e che non sono inclusi nelle altre sezioni

Moderatore: Cogitabonda

Quante persone non credono alla teoria dell'evoluzione di Darwin ?

Messaggiodi Vieri » 12/02/2019, 13:49

Un interessante articolo di oggi che fa riflettere sul fatto che di negazionisti all'evoluzione non siano solamente i TdG.....

Il risultato del sondaggio Ipsos è stato che in media a credere nell’evoluzione è il 41% della popolazione mondiale. Il 28% si dichiara invece creazionista. Il 31% è incerto. L’evoluzionismo, insomma, prevale, ma in modo non molto netto e non raggiunge la maggioranza assoluta dei consensi.
Quante persone non credono alla teoria dell'evoluzione di Darwin ?

https://www.lastampa.it/2019/02/12/scie ... agina.html
Oggi, 210 anni fa, nasceva Charles Darwin, l’autore, insieme a Alfred Russel Wallace, della Teoria dell’evoluzione: tutte le specie evolvono attraverso mutazioni casuali e tutti gli esseri viventi hanno antenati comuni. Anche l’uomo. Da anni questa data è celebrata in tutto il mondo e anche in Italia con incontri e manifestazioni in quello che è stato battezzato Darwin Day.

Da anni negli Stati Uniti l’Istituto di ricerca Gallup tiene sotto controllo l’opinione della popolazione sul tema dell’evoluzione . Nel 2017 è risultato che il 38% delle persone pensano che l’uomo non sia il prodotto dell’evoluzione e sia stato creato da Dio nella sua forma attuale. Una percentuale esattamente uguale, sempre il 38%, ritiene invece che l’uomo sia il prodotto di una evoluzione, guidata però da Dio, secondo quella che viene chiamata teoria del disegno intelligente (intelligent design). Solo il 19% degli statunitensi ritiene che l’uomo sia il prodotto dell’evoluzione naturale, senza alcun intervento da parte di Dio. Questa percentuale è però in crescita nel tempo: dieci anni fa era era del 14% e 25 anni fa dell’11%. Coloro che credono che l’evoluzione umana sia stata un processo dovuto alla natura, senza alcun intervento divino, sono dunque ancora una minoranza, ma in lenta crescita.

In Europa non esistono dati altrettanto analitici. Nel 2005 l’osservatorio statistico dell’Unione europea Eurostat pose la domanda in una forma diversa . Chiese ai cittadini dell’Unione e di altri Paesi del nostro Continente se sia vera o falsa l’affermazione che l’uomo come lo vediamo oggi sia il frutto dell’evoluzione da specie animali più antiche, senza fare riferimento all’intervento o meno di Dio. Il risultato fu che il 70% delle persone si disse d’accordo, il 20% disse di ritenere falsa questa affermazione e il 10% si dichiarò indeciso. I più decisamente evoluzionisti risultarono norvegesi (85%), svedesi e danesi (83%). I più scettici sulla scienza risultarono invece i turchi (solo il 23% pensava che l’evoluzione della specie umana fosse vera). Gli italiani risultarono perfettamente in media con il resto degli europei (69%).

A livello mondiale una indagine è stata tentata dall’Istituto francese Ipsos per la Reuters nel 2010 intervistando persone in 23 Paesi all’interno di un sondaggio dedicato in realtà anche all’atteggiamento verso l’esistenza di Dio e la vita dopo la morte . La domanda posta era formulata in modo diverso e prevedeva di scegliere tra evoluzionismo e creazionismo, facendo esplicito riferimento alla fede (ritenere che l’uomo sia stato creato da una forza spirituale come il Dio in cui si crede e di non credere che si sia evoluto da altre specie animali). Il risultato del sondaggio Ipsos è stato che in media a credere nell’evoluzione è il 41% della popolazione mondiale. Il 28% si dichiara invece creazionista. Il 31% è incerto. L’evoluzionismo, insomma, prevale, ma in modo non molto netto e non raggiunge la maggioranza assoluta dei consensi.

Secondo Ipsos in testa nella schiera dei Paesi in cui vincono la scienza e l’evoluzionismo ci sono Svezia, Germania e Cina, in coda Arabia Saudita, Turchia, Indonesia e Sud Africa. L’Italia, secondo questa rilevazione, sarebbe nel gruppo dei più incerti, con un 39% di persone incapaci di prendere posizione.

Chi volesse tornare sull'argomento ritengo che essendo l'uomo l'unico che si sia evoluto come conosciamo oggi, rispetto a tutti gli altri animali, nella sua fase evolutiva lunga milioni di anni, quasi sicuramente nei suoi confronti, sia avvenuta una variazione del genoma sicuramente diversa e dovuta forse a fattori eccezionali che anche se non derivanti per chi lo dovesse credere, da una azione "Divina", da una azione esterna come variazioni climatiche improvvise, magnetismo terrestre, raggi gamma, ecc...e vai a sapere che cosa sia successo in svariati milioni di anni e tali da lasciare ancora un mistero il perchè e la precisa ragione di questa UNICA differenziazione....
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 6964
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi VictorVonDoom » 12/02/2019, 14:13

Immagine
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Senior
 
Messaggi: 2256
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25

Ingegneria genetica...

Messaggiodi Vieri » 12/02/2019, 14:57

In effetti se con la recente ingegneria genetica per creare OGM modificando la struttura del genoma ( come realizzato per il grano duro da 30 anni a questa parte) alcune varietà di piante con innesti diversi e l'impiego di altre tecniche particolari sia riuscita a creare varietà di piante non in natura, non si potrebbe escludere questa teoria anche se è pur vero come faceva notare Valentino che l'eventuale presenza di radioattività avrebbe prodotto effetti contrari ma chi lo può sapere alla fine come è andata a finire....
Ognuno poi è libero di pensarla come vuole e di "far ridere le scimmie" ma deve prendere atto anche che oltre a questo più o meno, oltre a questo oggi, non sanno fare....
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 6964
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Valentino » 12/02/2019, 15:22

Vieri cosa diamine c'entra l'ingegneria genetica con l'evoluzione umana? :boh: :conf: :conf:
L'evoluzione umana come l'evoluzione di tutti gli altri organismi si basa sullo stesso meccanismo: mutazioni genetiche e selezione naturale.
Quindi?
Presentazione: viewtopic.php?f=7&t=17403
“Se mi si riesce a convincere, provandomi che le mie idee e le mie azioni sono scorrette, sarò felice di cambiare, perché ciò che io cerco è la verità, dalla quale nessuno ha mai ricevuto danno, mentre lo riceve chi persevera nel proprio errore e nella propria ignoranza.” (Marco Aurelio)
Avatar utente
Valentino
Utente Senior
 
Messaggi: 1751
Iscritto il: 15/01/2014, 6:40

Messaggiodi VictorVonDoom » 12/02/2019, 15:29

"l'uomo l'unico che si sia evoluto come conosciamo oggi"

ma che vuol dire?

Anche i polipi sono gli unici che si sono evoluti come conosciamo oggi, così come le blatte, i gorilla, gli elefanti... ma che significa???

Ci sarà probabilmente anche un coniglio Vieri che pensa:

"il coniglio l'unico che si sia evoluto come conosciamo oggi"

Ogni organismo che conosciamo oggi si è evoluto come conosciamo oggi. Se non lo conosciamo oggi, vuol dire che si è estinto ieri!

:fronte:
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Senior
 
Messaggi: 2256
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25

Messaggiodi Valentino » 12/02/2019, 15:30

Vieri ha scritto:Il risultato del sondaggio Ipsos è stato che in media a credere nell’evoluzione è il 41% della popolazione mondiale. Il 28% si dichiara invece creazionista. Il 31% è incerto. L’evoluzionismo, insomma, prevale, ma in modo non molto netto e non raggiunge la maggioranza assoluta dei consensi.


E quindi? Quello che pensa "la popolazione mondiale" in relazione ad un argomento scientifico è irrilevante. E' rilevante invece ciò che dicono gli "addetti ai lavori".
Del resto lo sappiamo: la scienza non è democratica. Non è che per stabilire l'esistenza della forza di gravità si chiama la gente a votare "SI/NO" come in un referendum! :ironico: :ironico: :risata:
Presentazione: viewtopic.php?f=7&t=17403
“Se mi si riesce a convincere, provandomi che le mie idee e le mie azioni sono scorrette, sarò felice di cambiare, perché ciò che io cerco è la verità, dalla quale nessuno ha mai ricevuto danno, mentre lo riceve chi persevera nel proprio errore e nella propria ignoranza.” (Marco Aurelio)
Avatar utente
Valentino
Utente Senior
 
Messaggi: 1751
Iscritto il: 15/01/2014, 6:40

E dai ancora....

Messaggiodi Vieri » 12/02/2019, 16:13

Valentino ha scritto:Vieri cosa diamine c'entra l'ingegneria genetica con l'evoluzione umana? :boh: :conf: :conf:
L'evoluzione umana come l'evoluzione di tutti gli altri organismi si basa sullo stesso meccanismo: mutazioni genetiche e selezione naturale.
Quindi?

Quindi, .....non hai ancora capito ( ed è la seconda volta che lo spiego) che essendo l'uomo, l'UNICO essere vivente di tutto il mondo animale ad avere queste prerogative, potrebbe anche darsi l'ipotesi ( e parlo solo di ipotesi) che come si possano oggi creare in laboratorio delle variazioni genetiche in maniera artificiale possano essere avvenute, ad un certo momento dell'evoluzione umana, e per cause sconosciute, una variazione diversa dagli altri animali del genoma tale da fare prendere a questi australopitechi o ominidi una "strada diversa" dagli altri animali del tempo che hanno seguito l'evoluzione normale che conosciamo.

Ripeto che non metto in ballo la religione o l'intervento di Dio in questa fase evolutiva, ma non si può nemmeno scartare a priori questa ipotesi esclusivamente scientifica visti i notevoli parametri in ballo .

Del resto sul tema specifico nessuno ancora ritengo sia stato in grado di spiegare "il perchè" con la sola parola evoluzione" uno solo ed uno soltanto su tutta la terra" per "razza", sia così estremamente diverso da tutti gli altri animali.

Spero di essere stato chiaro visto che non parliamo del tempo che fa..... :ironico:
Aveva ragione Valentino quando ha scritto che con te non si può parlare nemmeno del tempo che fa...
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 6964
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi VictorVonDoom » 12/02/2019, 16:30

Anche gli animali con le ali sono gli unici esseri viventi ad avere queste prerogative... che razza di ragionamento è??
I ragni fanno la ragnatela...
Le talpe costruiscono tunnel...
Le api producono il miele...
Quale sarebbe questa prerogativa???
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Senior
 
Messaggi: 2256
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25

Sveglia.....

Messaggiodi Vieri » 12/02/2019, 16:46

VictorVonDoom ha scritto:Anche gli animali con le ali sono gli unici esseri viventi ad avere queste prerogative... che razza di ragionamento è??
I ragni fanno la ragnatela...
Le talpe costruiscono tunnel...
Le api producono il miele...
Quale sarebbe questa prerogativa???

Ora abbiamo alla fine una caterva di animali che giocano a carte, vanno in automobile, o che twittano su facebook... :risata: :risata: :risata:
Ah! una cagnetta Laika è andata anche su un satellite artificiale..... mentre 3 scimmiette nel 1969 sono andate anche sulla Luna...:risata: :risata:
Ma siamo seri per favore.....
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 6964
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi VictorVonDoom » 12/02/2019, 16:54

Ma perchè apri continui thread per ripetere sempre le stesse cose? Abbiamo capito, nonostante le ampie e innumerevoli spiegazioni, sei convinto che dio ci abbia donato la capacità di giocare a carte. Ok, perfetto.
Ora ci hai messo di mezzo le radiazioni. Ovviamente, per te, è stato dio a sparare con il fucile a raggi X per modificare la storia evolutiva dei nostri antenati e giungere fino a noi. Va bene.
C'è bisogno di aprire altri argomenti?
Così... chiedo per curiosità...
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Senior
 
Messaggi: 2256
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25

Messaggiodi Cogitabonda » 12/02/2019, 16:59

Dall'articolo che Vieri ha citato:
I più decisamente evoluzionisti risultarono norvegesi (85%), svedesi e danesi (83%).
Questo dato fa pensare che l'istruzione scientifica di base in quei paesi sia migliore che negli altri. Da parte mia ho un consiglio per chiunque non abbia le idee chiare su cos'è l'evoluzione e come funziona: leggere "L'orologiaio cieco" di Richard Dawkins. Il libro risale agli anni '80, ma credo che sia ancora insuperato quanto a chiarezza e comprensibilità da parte di lettori non ferrati nelle scienze.
Compiacersi di aver ragione è sgradevole - Avere troppa coscienza di sé è odioso - Commiserarsi è infame

Avatar utente
Cogitabonda
Moderatore
 
Messaggi: 8454
Iscritto il: 01/06/2011, 1:45
Località: Nord Italia

Messaggiodi Valentino » 12/02/2019, 17:20

Vieri ha scritto:Quindi, .....non hai ancora capito ( ed è la seconda volta che lo spiego)


Ho capito benissimo invece! Sei tu che non hai ancora capito come "funziona" l'evoluzione.

Vieri ha scritto:che essendo l'uomo, l'UNICO essere vivente di tutto il mondo animale ad avere queste prerogative,


Ti è stato già spiegato. E' l'unico semplicemente perché è l'unico rappresentante del genere HOMO che non si è estinto.
C'è stato infatti un tempo in cui c'erano altri rappresentanti del genere HOMO.

Vieri ha scritto:potrebbe anche darsi l'ipotesi ( e parlo solo di ipotesi) che come si possano oggi creare in laboratorio delle variazioni genetiche in maniera artificiale


Al tempo in cui si è verificata l'evoluzione umana i laboratori di bioingegneria non esistevano. Non ha senso quello che dici.
L'evoluzione avviene attraverso mutazioni genetiche e selezione naturale.

Vieri ha scritto:possano essere avvenute, ad un certo momento dell'evoluzione umana, e per cause sconosciute


Ma le cause dell'evoluzione di tutti gli organismi non sono sconosciute, sono note, e valgono per tutti gli organismi, uomo compreso.

Vieri ha scritto:una variazione diversa dagli altri animali del genoma tale da fare prendere a questi australopitechi o ominidi una "strada diversa" dagli altri animali del tempo che hanno seguito l'evoluzione normale che conosciamo.


L'evoluzione umana sarebbe "anormale"? Non ti seguo. Fai affermazioni piuttosto bizzarre ed antiscientifiche.
Il DNA è soggetto a mutazioni, il DNA di tutti, sia esso animale, vegetale o umano.

Vieri ha scritto:Ripeto che non metto in ballo la religione o l'intervento di Dio in questa fase evolutiva,


Invece sembra che tu faccia proprio questo.

Vieri ha scritto:ma non si può nemmeno scartare a priori questa ipotesi


Vieri quale ipotesi? Tu non hai formulato nessuna ipotesi.

Vieri ha scritto:esclusivamente scientifica visti i notevoli parametri in ballo .


Vieri ripeto che tu non hai formulato nessuna ipotesi scientifica. Parli a ruota libera senza un costrutto. I "parametri in ballo" nell'evoluzione sono noti e li stiamo ripetendo fino alla nausea: mutazioni genetiche e selezione naturale.

Vieri ha scritto:Del resto sul tema specifico nessuno ancora ritengo sia stato in grado di spiegare "il perchè" con la sola parola evoluzione" uno solo ed uno soltanto su tutta la terra" per "razza", sia così estremamente diverso da tutti gli altri animali.


Di nuovo con questa storia. L'homo sapiens è l'unico rappresentante del genere homo a non essersi estinto. Altri rappresentanti del genere homo si sono invece estinti.

Vieri ha scritto:Spero di essere stato chiaro visto che non parliamo del tempo che fa


L'unica cosa chiara e lapalissiana è sempre la tua ignoranza in materia!!!
Non conosci la teoria dell'evoluzione altrimenti non scriveresti il cumulo di sciocchezze che hai scritto.

Vieri ha scritto:Aveva ragione Valentino quando ha scritto che con te non si può parlare nemmeno del tempo che fa


Non ricordo di essermi espresso con queste parole. Ma in effetti è difficile parlare con te quando pretendi di discutere di questioni che ignori profondamente a partire dai "fondamenti".
Ultima modifica di Valentino il 12/02/2019, 17:32, modificato 1 volta in totale.
Presentazione: viewtopic.php?f=7&t=17403
“Se mi si riesce a convincere, provandomi che le mie idee e le mie azioni sono scorrette, sarò felice di cambiare, perché ciò che io cerco è la verità, dalla quale nessuno ha mai ricevuto danno, mentre lo riceve chi persevera nel proprio errore e nella propria ignoranza.” (Marco Aurelio)
Avatar utente
Valentino
Utente Senior
 
Messaggi: 1751
Iscritto il: 15/01/2014, 6:40

Perché c’è solo una specie di esseri umani?

Messaggiodi Valentino » 12/02/2019, 17:26

Presentazione: viewtopic.php?f=7&t=17403
“Se mi si riesce a convincere, provandomi che le mie idee e le mie azioni sono scorrette, sarò felice di cambiare, perché ciò che io cerco è la verità, dalla quale nessuno ha mai ricevuto danno, mentre lo riceve chi persevera nel proprio errore e nella propria ignoranza.” (Marco Aurelio)
Avatar utente
Valentino
Utente Senior
 
Messaggi: 1751
Iscritto il: 15/01/2014, 6:40

Duri a capire....

Messaggiodi Vieri » 12/02/2019, 17:51

Ma Valentino io parlo allora a vanvera ?
E' certo che l'homo sapiens sapiens è l'evoluzione vincente delle altre specie "homo sapiens"compreso l'uomo di Naanderthal col quale si era anche imparentato visto che anche oggi abbiamo ancora una piccola parte dei suoi geni......e chi lo ha mai messo in dubbio....!!

Io se vedi ho parlato PRIMA quando da australopiteco è diventato un ominide ovvero da "semiscimmia" è diventato "semiuomo" (ominide appunto....)
Chiaro !...... :felice:

Io avanzavo solo delle possibili supposizioni, visto poi che in tale materia e specie in quella particolare fase evolutiva da "semisciammia" a "ominide" nessuno ritengo poi, con assoluta precisione possa aver previsto l'esatto livello di intelligenza e di conoscenza verificando solo le dimensioni del cervello...e .basandosi solo sull'impiego di strumenti di pietra che utilizzano anche le scimmie ma che poi nella fase evolutiva sono sempre rimaste tali.....

Anche le scimmie producono utensili "paleolitici"
I cebi barbuti realizzano - forse senza volerlo - punte di pietra appuntite simili a quelle attribuite ai nostri antenati dell'età della pietra.
https://www.focus.it/scienza/scienze/an ... aleolitici

Se qualcun altro andasse poi in questo sito per dire che anche gli animali "sanno accendere un fuoco è cucinano".....
GUARDARE UNA SCIMMIA CHE CUCINA VI FARÀ DUBITARE DELLA VOSTRA SUPERIORITÀ
https://www.finedininglovers.it/blog/ne ... he-cucina/
Questo video, originariamente pubblicato dalla BBC, mostra un bonobo (meglio noto come scimpanzé nano) che cucina. Sì, esatto: una scimmia che cucina. E con cucinare non intendiamo agitare coltelli e forchette in maniera più o meno casuale, ma raccogliere rami e sterpaglie, accendere un fuoco e arrostirci sopra dei marshmallows. Marshmallows che poi divora con gusto, ovviamente.

La star del video, Kanzi, è un primate decisamente particolare, ma ciò non toglie che vengano messe sul tavolo, insieme ai marshmallows arrostiti, diverse questioni sulla superiorità degli umani, nella cui evoluzione è proprio la scoperta del fuoco la tappa fondamentale. D'altronde, Kanzi ha il 90% del nostro patrimonio genetico.

Del resto, non è una novità che molti animali siano intelligenti ma NESSUNO DI LORO ha mai inventato niente con una intelligenza ritengo limitata ad utilizzare quanto avessero a portata di mano o a ricordare e rifare cose alle quali erano state precedentemente ADDESTRATE.....

In breve, almeno per me, il mistero resta.....

PS, Da quanto postato, e ti ringrazio ma mi è sembrato di capire che sicuramente esistevano diverse specie di esseri umani e nessuno lo ha mai messo in dubbio ma come rilevo dall'articolo si parla sempre di evoluzione di diversi tipi di ominidi dei quali ovviamente sopravvisse solo la specie che si era maggiormente evoluta ( ma sempre di ominidi si parla ......
Two million years ago in Africa, several species of human-like creatures roamed the landscape. Some looked surprisingly similar to each other, while others had distinct, defining features.

.....diverse specie di creature simili all'uomo vagavano per il paesaggio

Se invece parliamo di australopitechi:
Da Wikipedia:
Gli australopitechi (Australopithecus Dart, 1925) sono un genere estinto di primati della famiglia degli ominidi, che si ritiene appartenente alla linea evolutiva dell'uomo. Il nome significa "scimmia del sud" (dal latino australis, "meridionale" e dal greco πίθηκος, "scimmia").

Gli australopitechi apparvero all'incirca 4,2 milioni di anni fa con l'Australopithecus anamensis (da alcuni autori ascrivibile però al genere Praeanthropus) ed ebbero un certo successo evolutivo divenendo assai diffusi in Africa, fino ad estinguersi completamente circa 2 milioni di anni fa.

Le attuali conoscenze sull'origine dell'uomo permettono di tracciare, nelle sue tappe essenziali, la storia evolutiva della famiglia di primati di cui facciamo parte, quella degli ominidi, a iniziare dalle fasi molto antiche in cui comparvero gli Australopitechi, probabilmente di poco posteriori al punto di separazione dalla linea che ha condotto ai nostri parenti più prossimi, gli scimpanzé.

:addio:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 6964
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi VictorVonDoom » 12/02/2019, 18:38

Va bene, resta un mistero chiamato dio per te ma non ci fracassare più... La pazienza :risata:
Mamma mia, siamo a livello dello spam più molesto :risatina:
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Senior
 
Messaggi: 2256
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25

NO....

Messaggiodi Vieri » 12/02/2019, 19:11

VictorVonDoom ha scritto:Va bene, resta un mistero chiamato dio per te ma non ci fracassare più... La pazienza :risata:
Mamma mia, siamo a livello dello spam più molesto :risatina:

No è solo un interrogativo scientifico....e sul quale sarebbe stato anche interessante conoscere anche l'opinione di altri oltre a qualla di Valentino che ribatte sempre su cose completamente diverse...
Grazie
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 6964
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Valentino » 12/02/2019, 22:55

Vieri ha scritto:Ma Valentino io parlo allora a vanvera ?


Ipse dixit.

Vieri ha scritto:E' certo che l'homo sapiens sapiens è l'evoluzione vincente delle altre specie "homo sapiens"compreso l'uomo di Naanderthal col quale si era anche imparentato visto che anche oggi abbiamo ancora una piccola parte dei suoi geni......e chi lo ha mai messo in dubbio....!!


Quindi nessun mistero!

Vieri ha scritto:Io se vedi ho parlato PRIMA quando da australopiteco è diventato un ominide ovvero da "semiscimmia" è diventato "semiuomo" (ominide appunto....)
Chiaro !


No Vieri. Non è affatto chiaro, anche perché in meno di due righe hai scritto delle emerite fesserie! Hai inventato delle parole che tassonomicamente non hanno alcun significato.
La parola "semiscimmia" non significa nulla. La parola "semiuomo" nemmeno!
L'australopiteco NON è "diventato un ominide": hai scritto un'altra sciocchezza! Non sai nulla di biologia evolutiva e men che mai di tassonomia. Lo hai appena dimostrato. L'australopiteco era un ominide...non aveva bisogno di "diventarlo"!

Vieri ha scritto:Io avanzavo solo delle possibili supposizioni, visto poi che in tale materia e specie in quella particolare fase evolutiva da "semisciammia" a "ominide"


Di nuovo! Semiscimmia non ha alcun significato e, come già osservato, l'australopiteco è classificato come ominide in tassonomia.

Vieri ha scritto:nessuno ritengo poi, con assoluta precisione possa aver previsto l'esatto livello di intelligenza e di conoscenza verificando solo le dimensioni del cervello...e .basandosi solo sull'impiego di strumenti di pietra che utilizzano anche le scimmie ma che poi nella fase evolutiva sono sempre rimaste tali


E cosa c'entra ora il "livello di intelligenza" dell'australopiteco?

Vieri ha scritto:Del resto, non è una novità che molti animali siano intelligenti ma NESSUNO DI LORO ha mai inventato niente con una intelligenza ritengo limitata ad utilizzare quanto avessero a portata di mano o a ricordare e rifare cose alle quali erano state precedentemente ADDESTRATE.....
In breve, almeno per me, il mistero resta


Quale mistero? L'uomo ha delle facoltà che gli animali non hanno. Questo non è un mistero ma una constatazione di fatto che direi anche lapalissiana. Non è un mistero nemmeno il perché sia così. Le nostre facoltà sono scritte nel nostro DNA ovvero nel nostro patrimonio genetico.

Vieri ha scritto:No è solo un interrogativo scientifico....e sul quale sarebbe stato anche interessante conoscere anche l'opinione di altri oltre a qualla di Valentino che ribatte sempre su cose completamente diverse


Quale interrogativo scientifico? Io non ribatto su cose completamente diverse. Mi attengo a ciò che scrivi. Cosa chiedi esattamente? Cosa provoca le mutazioni? Questo non è un mistero.
Presentazione: viewtopic.php?f=7&t=17403
“Se mi si riesce a convincere, provandomi che le mie idee e le mie azioni sono scorrette, sarò felice di cambiare, perché ciò che io cerco è la verità, dalla quale nessuno ha mai ricevuto danno, mentre lo riceve chi persevera nel proprio errore e nella propria ignoranza.” (Marco Aurelio)
Avatar utente
Valentino
Utente Senior
 
Messaggi: 1751
Iscritto il: 15/01/2014, 6:40

Vaentino.....

Messaggiodi Vieri » 12/02/2019, 23:19

Senti Valentino, se devi sempre criticare parola per parola tutti i termini anche se non scientifici ma che possano rendere l'dea, su quello che volevo dire , con la tua solita supponenza scientifica ed i tuoi soliti commenti, abbi almeno la compiacenza di non dimostrare a tutto il mondo le tue emerite competenze .....e dimmi semplicemente che non sei d'accordo con quello che penso e piantiamola li.

Spesso andando a vedere le "briciole" si perde la conoscenza su come sia fatto veramente il filone di pane.....ed io parlavo proprio di quello....
:addio:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 6964
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi VictorVonDoom » 12/02/2019, 23:22

Deve essere un mistero... Se no poi dio dove lo infila? Diventerebbe superfluo...
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Senior
 
Messaggi: 2256
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25

Messaggiodi Panacca » 14/02/2019, 12:01

Vieri ha scritto:Senti Valentino, se devi sempre criticare parola per parola tutti i termini anche se non scientifici ma che possano rendere l'dea, su quello che volevo dire , con la tua solita supponenza scientifica ed i tuoi soliti commenti, abbi almeno la compiacenza di non dimostrare a tutto il mondo le tue emerite competenze .....e dimmi semplicemente che non sei d'accordo con quello che penso e piantiamola li.

Spesso andando a vedere le "briciole" si perde la conoscenza su come sia fatto veramente il filone di pane.....ed io parlavo proprio di quello....
:addio:


Non farti Impressionare dalle IMPOSTURE INTELLETTUALI dai Finti sapienti!

http://static.lafeltrinelli.it/static/i ... 683152.jpg
Presentazione

Ci sono due tipi di sciocchi:
chi vede complotti dappertutto
e chi non li vede da nessuna parte
entrambi sono dispensati dal Pensare.

Le persone Intelligenti sono piene di Dubbi
Gli Stupidi pieni di Certezze
Avatar utente
Panacca
Utente Senior
 
Messaggi: 1591
Iscritto il: 20/01/2015, 18:49

Messaggiodi Romagnolo » 14/02/2019, 12:36

Ma....io direi che vieri tutto sommato chiede una cosa semplice ,....da dove viene la caratteristica che rende unico nel regno animale il genere umano,...cioè la sua spiccata intelligenza ?
Ovvio per il credente è Dio, per l' evoluzionista è il frutto di processi evolutivi.
Ma alla stessa maniera si potrebbe domandare da dove proviene la caratteristica che rende unico dagli altri un qualsiasi altro essere vivente?
Alla fine .....le risposte rimangono sempre le stesse. :blu:
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Utente Master
 
Messaggi: 5645
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi Valentino » 14/02/2019, 12:37

Panacca ha scritto:Non farti Impressionare dalle IMPOSTURE INTELLETTUALI dai Finti sapienti!

http://static.lafeltrinelli.it/static/i ... 683152.jpg


Anche se sei OT caro Panacca grazie mille per averci ricordato quanto sia importante la peer review in ambito accademico!
Conosco benissimo l'esperimento che documenta il libro.
All'epoca (1996) la pubblicazione "Social Text" NON sottoponeva gli articoli che riceveva alla peer review.
Ecco perché fu così facile per Alan Sokal fregarli!!!
Questo conferma quanto sia importante in ambito accademico il sistema della peer review!
Per chi volesse approfondire:
https://en.wikipedia.org/wiki/Sokal_affair
https://en.wikipedia.org/wiki/Social_Text
Presentazione: viewtopic.php?f=7&t=17403
“Se mi si riesce a convincere, provandomi che le mie idee e le mie azioni sono scorrette, sarò felice di cambiare, perché ciò che io cerco è la verità, dalla quale nessuno ha mai ricevuto danno, mentre lo riceve chi persevera nel proprio errore e nella propria ignoranza.” (Marco Aurelio)
Avatar utente
Valentino
Utente Senior
 
Messaggi: 1751
Iscritto il: 15/01/2014, 6:40

Messaggiodi Mauro1971 » 14/02/2019, 12:54

Romagnolo ha scritto:Ma....io direi che vieri tutto sommato chiede una cosa semplice ,....da dove viene la caratteristica che rende unico nel regno animale il genere umano,...cioè la sua spiccata intelligenza ?
Ovvio per il credente è Dio, per l' evoluzionista è il frutto di processi evolutivi.
Ma alla stessa maniera si potrebbe domandare da dove proviene la caratteristica che rende unico dagli altri un qualsiasi altro essere vivente?
Alla fine .....le risposte rimangono sempre le stesse. :blu:

Il fatto é che dei processi evolutivi abbiamo le prove, nella fattispecie i fossili di crani di altre specie Homo e di altri ominidi nonché i siti dove tribù di altri Homo hanno vissuto. Lo sviluppo dei crani da specie a specie, delka tecnologia, quindi manufatti e "stile di vita" ci provano in maniera chiara e precisa il processo di crescita dell'intellingenza in un percorso evolutivo piuttosto ben tracciato ed evidente.
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Gold
 
Messaggi: 9635
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

Messaggiodi Panacca » 14/02/2019, 13:27

Romagnolo ha scritto:Ma....io direi che vieri tutto sommato chiede una cosa semplice ,....da dove viene la caratteristica che rende unico nel regno animale il genere umano,...cioè la sua spiccata intelligenza ?
Ovvio per il credente è Dio, per l' evoluzionista è il frutto di processi evolutivi.
Ma alla stessa maniera si potrebbe domandare da dove proviene la caratteristica che rende unico dagli altri un qualsiasi altro essere vivente?
Alla fine .....le risposte rimangono sempre le stesse. :blu:


L'uomo è l'unico essere che nudo e crudo non è adatto a vivere sulla Terra, a differenza degli Animali,
ma ha bisogno di una Tecnologia per vivere in modo ottimale
ulteriore prova che non può essere frutto di adattamento, visto che non è adatto!
Presentazione

Ci sono due tipi di sciocchi:
chi vede complotti dappertutto
e chi non li vede da nessuna parte
entrambi sono dispensati dal Pensare.

Le persone Intelligenti sono piene di Dubbi
Gli Stupidi pieni di Certezze
Avatar utente
Panacca
Utente Senior
 
Messaggi: 1591
Iscritto il: 20/01/2015, 18:49

Messaggiodi VictorVonDoom » 14/02/2019, 13:45

Panacca ha scritto:
Romagnolo ha scritto:Ma....io direi che vieri tutto sommato chiede una cosa semplice ,....da dove viene la caratteristica che rende unico nel regno animale il genere umano,...cioè la sua spiccata intelligenza ?
Ovvio per il credente è Dio, per l' evoluzionista è il frutto di processi evolutivi.
Ma alla stessa maniera si potrebbe domandare da dove proviene la caratteristica che rende unico dagli altri un qualsiasi altro essere vivente?
Alla fine .....le risposte rimangono sempre le stesse. :blu:


L'uomo è l'unico essere che nudo e crudo non è adatto a vivere sulla Terra, a differenza degli Animali,
ma ha bisogno di una Tecnologia per vivere in modo ottimale
ulteriore prova che non può essere frutto di adattamento, visto che non è adatto!


1. i nostri "antenati" erano adatti a vivere nel loro ambiente
2. l'ambiente attuale non è quello dei nostri antenati, che infatti si sono evoluti o estinti
3. siamo perfettamente in grado di vivere nel nostro attuale ambiente "tecnologico", dovesse cambiare l'ambiente ci evolveremmo o ci estingueremmo, esattamente come qualsiasi altro organismo
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Senior
 
Messaggi: 2256
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25

Messaggiodi Panacca » 14/02/2019, 13:54

VictorVonDoom ha scritto:
Panacca ha scritto:
Romagnolo ha scritto:Ma....io direi che vieri tutto sommato chiede una cosa semplice ,....da dove viene la caratteristica che rende unico nel regno animale il genere umano,...cioè la sua spiccata intelligenza ?
Ovvio per il credente è Dio, per l' evoluzionista è il frutto di processi evolutivi.
Ma alla stessa maniera si potrebbe domandare da dove proviene la caratteristica che rende unico dagli altri un qualsiasi altro essere vivente?
Alla fine .....le risposte rimangono sempre le stesse. :blu:


L'uomo è l'unico essere che nudo e crudo non è adatto a vivere sulla Terra, a differenza degli Animali,
ma ha bisogno di una Tecnologia per vivere in modo ottimale
ulteriore prova che non può essere frutto di adattamento, visto che non è adatto!


1. i nostri "antenati" erano adatti a vivere nel loro ambiente
2. l'ambiente attuale non è quello dei nostri antenati, che infatti si sono evoluti o estinti
3. siamo perfettamente in grado di vivere nel nostro attuale ambiente "tecnologico", dovesse cambiare l'ambiente ci evolveremmo o ci estingueremmo, esattamente come qualsiasi altro organismo


Nel capire i problemi è determinante l'impostazione del ragionamento per non essere fuorviati
E ci vuole Buon Senso che purtroppo non si spiega ne si impara!

Tieni presente che dai carotaggi polari la Terra è come oggi da 800.000 anni
Presentazione

Ci sono due tipi di sciocchi:
chi vede complotti dappertutto
e chi non li vede da nessuna parte
entrambi sono dispensati dal Pensare.

Le persone Intelligenti sono piene di Dubbi
Gli Stupidi pieni di Certezze
Avatar utente
Panacca
Utente Senior
 
Messaggi: 1591
Iscritto il: 20/01/2015, 18:49

Messaggiodi Vera Icona » 14/02/2019, 14:21

Valentino:

Quale sarebbe l'ipotesi? Che l'uomo è un OGM "artificiale"? Non mi risulta che all'epoca dell'evoluzione umana esistessero laboratori di bioingegneria. :ironico: :risata:
Del resto se mi parli di mutazioni avvenute per mezzo di radiazioni, parliamo comunque di cause naturali di mutazioni genetiche.
Quindi?



Magari quelli degli elohim :ironico:
Avatar utente
Vera Icona
Utente Junior
 
Messaggi: 844
Iscritto il: 02/09/2017, 14:29

Messaggiodi Panacca » 14/02/2019, 14:30

Vera Icona ha scritto:Valentino:

Quale sarebbe l'ipotesi? Che l'uomo è un OGM "artificiale"? Non mi risulta che all'epoca dell'evoluzione umana esistessero laboratori di bioingegneria. :ironico: :risata:
Del resto se mi parli di mutazioni avvenute per mezzo di radiazioni, parliamo comunque di cause naturali di mutazioni genetiche.
Quindi?



Magari quelli degli elohim :ironico:


Sempre meno assurdo dell'Evoluzione
Presentazione

Ci sono due tipi di sciocchi:
chi vede complotti dappertutto
e chi non li vede da nessuna parte
entrambi sono dispensati dal Pensare.

Le persone Intelligenti sono piene di Dubbi
Gli Stupidi pieni di Certezze
Avatar utente
Panacca
Utente Senior
 
Messaggi: 1591
Iscritto il: 20/01/2015, 18:49

Messaggiodi VictorVonDoom » 14/02/2019, 14:33

Panacca ha scritto:Nel capire i problemi è determinante l'impostazione del ragionamento per non essere fuorviati
E ci vuole Buon Senso che purtroppo non si spiega ne si impara!


Il Buon Senso è la materia dell'Università Della Vita o di quella Della Strada? Così per sapere...
Comunque in linea generale, sono d'accordo. Magari seguire i propri consigli male non farebbe.
Ultima modifica di VictorVonDoom il 14/02/2019, 14:48, modificato 1 volta in totale.
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Senior
 
Messaggi: 2256
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25

Mauro...

Messaggiodi Vieri » 14/02/2019, 14:39

Mauro1971 ha scritto:
Romagnolo ha scritto:Ma....io direi che vieri tutto sommato chiede una cosa semplice ,....da dove viene la caratteristica che rende unico nel regno animale il genere umano,...cioè la sua spiccata intelligenza ?
Ovvio per il credente è Dio, per l' evoluzionista è il frutto di processi evolutivi.
Ma alla stessa maniera si potrebbe domandare da dove proviene la caratteristica che rende unico dagli altri un qualsiasi altro essere vivente?
Alla fine .....le risposte rimangono sempre le stesse. :blu:

Il fatto é che dei processi evolutivi abbiamo le prove, nella fattispecie i fossili di crani di altre specie Homo e di altri ominidi nonché i siti dove tribù di altri Homo hanno vissuto. Lo sviluppo dei crani da specie a specie, dela tecnologia, quindi manufatti e "stile di vita" ci provano in maniera chiara e precisa il processo di crescita dell'intelligenza in un percorso evolutivo piuttosto ben tracciato ed evidente.

Mauro ma perchè mi devo sempre ripetere ?
Io non metto assolutamente in discussione TUTTA l'evoluzione umana come mi scrivi:
nella fattispecie i fossili di crani di altre specie Homo e di altri ominidi nonché i siti dove tribù di altri Homo hanno vissuto.

ma la domanda di base era il sapere COME MAI e PERCHE' da Primate ( scimmia animale) siamo passati agli australopitechi e poi agli ominidi..... In breve l'inizio preciso della ramificazione.
Gli australopitechi (Australopithecus Dart, 1925) sono un genere estinto di primati della famiglia degli ominidi, che si ritiene appartenente alla linea evolutiva dell'uomo. Il nome significa "scimmia del sud" (dal latino australis, "meridionale" e dal greco πίθηκος, "scimmia").

Ho usato ( per Valentino) impropriamente in precedenza la parola "semi-scimmia" per passare a "semi-uomo" ma il concetto ritengo possa rendere per i profani l'idea del passaggio da uno stato evolutivo all'altro dove l'aumento riscontrato delle dimensioni del cervello lasciano ancora molti interrogativi in merito circa l'alimentazione e la socialità:
Dimensioni del cervello e abitudini alimentari

http://www.lescienze.it/news/2017/03/28 ... i-3471599/

Il più importante fattore predittivo per le dimensioni del cervello dei primati è il tipo di dieta: è quanto emerge dal più ampio studio di questo tipo condotto finora, grazie a un database di 140 specie diverse (esclusi gli esseri umani). Il risultato mette in discussione l'ipotesi che la complessità cognitiva abbia avuto come fattore evolutivo trainante la complessità dell'organizzazione sociale

Altro interessante articolo:
Cervello dei primati: come comunicano i due emisferi

http://www.lescienze.it/news/2009/12/22 ... ri-572285/

Dal macaco allo scimpanzé il diametro delle fibre di connessione aumenta, ma non così dallo scimpanzé all'uomo. Ciò è sorprendente, date le dimensioni del nostro cervello: le connessioni sono rimaste quelle adatte al cervello dell’Austrolopithecus

Altro articolo interessante:
Cervello: le dimensioni contano

https://www.focus.it/comportamento/psic ... ni-contano

Per la soluzione di problemi pratici, avere un "grande" cervello aiuta, ma a fare la differenza sono le dimensioni relative alla massa corporea, non quelle assolute.

Alla fine cosa vorrei dimostrare?
Nessuna ipotesi religiosa ma solo far notare i miei notevoli interrogativi poichè gli animali sono sicuramente dotati di intelligenza ( ma non in tutti gli aspetti...da come possiamo notare successivamente ) ed in parte come l'uomo, ma solo LUI è dotato UNICO,oltre ad un livello di intelligenza più completo ed enormemente superiore anche del PENSIERO.

In breve: differenze UNICHE ed abissali.

Come si può notare da questa utile pubblicazione di psicologia è interessante notare le notevoli differenze esistenti tra "INTELLIGENZA " e "PENSIERO" che consiglio di leggere poichè mi sembra una analisi molto ben fatta.

http://www.dsu.univr.it/documenti/Occor ... 569086.pdf

Cos'è l'intelligenza?

Possiamo definire l’intelligenza un insieme di capacità costitutive e necessarie (il possesso di una buona disposizione a memorizzare e apprendere, l’abilità nel risolvere problemi, l’attitudine a capire in fretta, l’arguzia, l’elasticità d’uso degli schemi mentali, l’intuizione affettiva, etc.), sebbene l’intelligenza sia una funzione o capacità ben distinta da ciascuna di tali parti considerate singolarmente: il possesso in alto grado di una sola di esse, ad esempio, una grande memoria, può sussistere anche in persone dotate di scarsa intelligenza.

Questa a sua volta può essere:

Intelligenza creativa intesa come la capacità di immaginare un’alternativa non banale nella percezione o nell’uso di qualche cosa.

L’intelligenza logica, di tipo astratto, richiede la capacità di esaminare un evento in modo suddiviso, isolando con l’analisi i fattori che intervengono a originarlo.

Ulteriori note:
Verso la metà degli anni ’80, STERNBERG propose la teoria triarchica dell’intelligenza che include un ampio range di abilità e capacità.
Secondo questa teoria, l’intelligenza consisterebbe di 3 aspetti:

Intelligenza componibile, meccanismi ed abilità mental iche le persone usano per acquisire nuove conoscenze,
pianificare ed eseguire compiti in modo efficace.

Intelligenza esperenziale (basata sull’esperienza),caratterizzata da intuizione ed adattabilità creatività,
efficienza e velocità nel processare le informazioni. È l’abilità nell’applicare l’apprendimento passato nelle nuove
situazioni per risolvere i problemi più facilmente.

Intelligenza contestuale, contrassegnata da una comprensione dell’ambiente. Le persone intelligenti,
secondo Sternberg, sono esperte nello sfruttare al massimo le loro forze e compensare le debolezze. È
l’abilità nell’eseguire comportamenti che sono adattivi nel senso evolutivo.

Test di intelligenza:

Dei test di intelligenza si è però spesso abusato, considerando erroneamente i punteggi da essi ricavati come delle misure assolute, certe, prive di difetti.
Infatti, esistono diversi tipi d’intelligenza, ovvero capacità di comprendere e di risolvere i problemi che operano secondo schemi mentali diversi.
Di conseguenza, per misurare il livello di efficienza di un’intelligenza di un certo tipo, bisogna ideare un test che contenga stimoli e problemi da risolvere adeguati a quel tipo di intelligenza.

Cos'è il pensiero?

Il "Pensiero"può essere definito come quella attività mentale che comprende una serie svariata di fenomeni, come ragionare, riflettere, immaginare, fantasticare, prestare attenzione, ricordare, che permette di essere in
comunicazione con il mondo esterno, con se stessi e con gli altri; nonché di costruire ipotesi sul mondo e sul nostro modo di pensarlo.


Conclusioni:
da come ho potuto notare nell'evoluzione umana dai primati è ovvio sapere che esistono a livello animale, livelli diversi di "intelligenza" dove l'uomo ne rappresenta l'apice.

A tutto questo ritengo però che possa rimanere ancora un mistero di come mai esista nell'uomo anche il "pensiero"
...... immaginare, fantasticare, prestare attenzione, ricordare, che permette di essere in
comunicazione con il mondo esterno, con se stessi e con gli altri; nonché di costruire ipotesi sul mondo e sul nostro modo di pensarlo....

che rimane sempre unico e non assolutamente presente nel mondo animale a qualsiasi livello evolutivo.

In breve: questa è la realtà inconfutabile dei fatti in base ai quali ritengo che ognuno di noi possa essere libero di dare le risposte che vuole...
PS. Se volete ancora pensare di "evoluzione" rammento che il suo significato è : "Svolgimento, sviluppo graduale e completo" dell'intelligenza logica ma non certamente di passare al "pensiero"(immaginare, fantasticare,...credere,...ecc.)

:grazie:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 6964
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Prossimo

Torna a Forum principale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Adsense [Bot] e 5 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici