Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

1Corinzi 7:39

Spazio dove discutere dei problemi relativi ai rapporti tra i TdG e il mondo che li circonda

Moderatore: Gocciazzurra

1Corinzi 7:39

Messaggiodi anima » 14/01/2019, 13:50

1Corinzi 7:39
La moglie è vincolata per tutto il tempo che vive suo marito; ma, se il marito muore, ella è libera di sposarsi con chi vuole, purché lo faccia nel Signore

la wts usa questo versetto per quasi proibire matrimoni tra TDG e non TDG ma togliendola dal contesto geovista cosa vuol dirci questo versetto ?

:boh:
Immagine



La vita è dolore. Chiunque dica il contrario ti sta vendendo qualcosa. William Goldman


Presentazione
Avatar utente
anima
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4942
Iscritto il: 14/02/2013, 16:32

Messaggiodi Romagnolo » 16/01/2019, 18:13

Scusa Anima,..mi ero perso questo post.
Semplicemente vuol dire.....la stessa cosa!
All' epoca ritenevano la fine veramente ormai prossima per cui sarebbe stato stupido sposarsi con un non credente proprio alle soglie del nuovo mondo, questo avrebbe potuto far inciampare la donna cristiana.
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Utente Master
 
Messaggi: 5615
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi anima » 25/06/2019, 13:19

riporto in alto la domanda :bacino:
Immagine



La vita è dolore. Chiunque dica il contrario ti sta vendendo qualcosa. William Goldman


Presentazione
Avatar utente
anima
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4942
Iscritto il: 14/02/2013, 16:32

Boh !

Messaggiodi Vieri » 25/06/2019, 13:43

anima ha scritto:
1Corinzi 7:39
La moglie è vincolata per tutto il tempo che vive suo marito; ma, se il marito muore, ella è libera di sposarsi con chi vuole, purché lo faccia nel Signore

la wts usa questo versetto per quasi proibire matrimoni tra TDG e non TDG ma togliendola dal contesto geovista cosa vuol dirci questo versetto ?
:boh:

Boh! io che non sono mai stato un TdG non ci vedo niente di particolarmente difficile da capire:
Se una rimane vedova è giusto che si possa risposare.
......"purchè lo faccia nel Signore".....certo che potà risposarsi (per un cristiano cattolico) in chiesa.......e non andare a convivere o trovarsi compagnie diverse.....
:ciao:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 6881
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Paxuxu » 25/06/2019, 14:37

Perchè proprio in chiesa si devono risposare?


Paxuxu
Avatar utente
Paxuxu
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3985
Iscritto il: 17/07/2009, 11:40

Paxuxu.....

Messaggiodi Vieri » 25/06/2019, 16:08

Paxuxu ha scritto:Perchè proprio in chiesa si devono risposare?
Paxuxu

Per San Paolo ed i bravi "cristianucci" ovviamente ci si deve sposare in chiesa dato che il matrimonio oltre ed essere un "contratto" è anche un "Sacramento".

Dal Catechismo della Chiesa cattolica.
http://www.vatican.va/archive/catechism ... 3a7_it.htm
Il matrimonio nel Signore

1612 L'Alleanza nuziale tra Dio e il suo popolo Israele aveva preparato l'Alleanza nuova ed eterna nella quale il Figlio di Dio, incarnandosi e offrendo la propria vita, in certo modo ha unito a sé tutta l'umanità da lui salvata, 253 preparando così « le nozze dell'Agnello ». 254

Se poi vuoi risposarti civilmente non penso che nessuno ti scomunicherà.....
:ciao:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 6881
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Francesco Franco Coladarci » 27/06/2019, 12:18

Paxuxu
Perchè proprio in chiesa si devono risposare?


In effetti alle origini il matrimonio era celebrato solo civilmente, dopo la cerimonia gli sposi chiedevano al presbitero la benedizione, la quale veniva accordata, non così se fosse stato un secondo matrimonio, solo nel medioevo iniziando dal XIII secolo in poi la Chiesa ha avocato a se il diritto di celebrare il matrimonio sacramentale, cosa poi riconfermata nel concilio di Trento.

In merito al passo in questione
1Corinzi 7:39
La moglie è vincolata per tutto il tempo che vive suo marito; ma, se il marito muore, ella è libera di sposarsi con chi vuole, purché lo faccia nel Signore


Bisogna considerare che sia al tempo di Paolo che successivamente si stava facendo strada il "Monogamismo Assoluto", una corrente che proibiva di risposarsi dopo la morte del coniuge, il fatto che lo si faccia nel Signore denota le problematiche che sarebbero emerse con un coniuge di fede diversa, bisogna tener conto dell'epoca in cui furono scritte queste parole, in un periodo in cui il cristianesimo era perseguitato, e non di rado alcuni coniugi non cristiani denunciavano il proprio coniuge come cristiano e quindi soggetto o all'abiura o al martirio.
Anche se molta acqua è passata sotto i ponti tale invito di Paolo è sempre attuale in modo particolare per certi tipi di religione o sette (queste ultime anche in ambito cattolico).
“Al di sopra del Papa, come espressione della pretesa vincolante dell’autorità ecclesiastica, resta comunque la coscienza di ciascuno, che deve essere obbedita prima di ogni altra cosa, se necessario anche contro le richieste dell’autorità ecclesiastica.”
(Cardinal Joseph Ratzinger )

skype: el_condor4
Avatar utente
Francesco Franco Coladarci
Moderatore
 
Messaggi: 3786
Iscritto il: 16/07/2009, 20:24


Torna a Costume e società

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici