Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Il persuasivo messaggio geovista negli anni sessanta in Italia

Sezione in cui si analizzano le vicende storiche dell'organizzazione

Moderatore: Achille

Il persuasivo messaggio geovista negli anni sessanta in Italia

Messaggiodi Metallo Pesante » 23/09/2021, 14:26

Cronaca dell'assemblea internazionale “Pace in Terra”, tenutasi al Palazzetto dello Sport di Roma all'EUR. L'edizione romana del quotidiano socialista l’Avanti! del 12 agosto 1969, a p. 3, titola:

«Ventimila “Testimoni di Geova” annunciano l'avvento della pace». Nel sottotitolo viene sottolineato che «Secondo la loro interpretazione della Bibbia dovrebbe avere inizio in questi anni il ‘regno di Dio’ e la terra trasformarsi in un nuovo Eden». Dopo una descrizione sommaria delle dottrine della Watchtower Society e le persecuzioni subite da Hitler e Mussolini, l'articolista, Franco Cuomo, riporta che:

Alcuni dati potranno fornire in maniera eloquente la misura dell’impegno con cui essi vi si dedicano: nel corso del 1968 i ‘ministri’ italiani del culto (che l’anno scorso erano ancora 12.886 e non 15.334, quanti risultano dalla rilevazione del giugno 1969) hanno dedicato due milioni 279.333 ore alla predicazione, visitato un milione 205.333 ore alla predicazione, intrapreso studi biblici con 12.043 potenziali nuovi nuovi adepti e distribuito due milioni 987.576 libri, riviste e opuscoli.


https://avanti.senato.it/js/pdfjs-dist/web/viewer.html?file=/files/reader.php?f%3DAvantiIII/AVANTI_ROMA/1969/1969_7-8-9/1969_8_12_187_Edizione-romana.pdf

Come mai questo incremento del quasi 16% in un solo anno? Come mai il messaggio della Società Torre di Guardia, in quegli anni, sarà così persuasivo? Non è perché, come suggerisce il sottotitolo il regno di Dio in una terra paradisiaca «dovrebbe avere inizio in questi anni», cioè allo scadere dei seimila anni di storia dell'uomo, che secondo il libro di Frederick W. Franz Vita eterna nella libertà dei figli di Dio, uscito in inglese nel 1966 e in italiano nel 1967, scadevano nell'autunno del 1975? Beh, più esplicito sarà il quotidiano romano Il Tempo, che due giorni dopo, il 12 agosto 1969, nell'articolo “Riusciremo a battere Satana nell'agosto 1975”, sempre nell'atto di documentare la medesima assemblea internazionale, spiega ai lettori cosa motivava i Testimoni di Geova di allora:

L'anno scorso, il loro presidente [dei TdG] Nathan Knorr ha spiegato nell'agosto 1975 che sarebbe avvenuta la fine di 6,000 anni di storia umana. Gli fu chiesto, poi, se non fosse l'annuncio della fine del mondo, ma lui rispose alzando le braccia al cielo in un gesto rassicurante: «Oh no, anzi: nell'agosto 1975, solo la fine del inizierà un'era di guerre, violenza e peccato e un lungo e fruttuoso periodo di 10 secoli di pace durante il quale le guerre saranno bandite e il peccato vinto…' Ma come avverrà la fine del mondo del peccato e come è stato possibile stabilire l'inizio di questa nuova era di pace con una precisione così sorprendente? Interpellato, un dirigente ha risposto: “È semplice: attraverso tutte le testimonianze raccolte nella Bibbia e grazie alle rivelazioni di numerosi profeti abbiamo potuto stabilire che è proprio nell'agosto 1975 (non sappiamo però il giorno) che Satana sarà definitivamente sconfitto e comincerà la nuova era di pace”.


Ma è evidente che, nella teologia dei TdG, che non prevede la fine del pianeta terra, ma del sistema umano “governato da Satana”, “la fine di un'era di guerre, violenza e peccato” e “l'inizio di un lungo e fruttuoso periodo di 10 secoli di pace durante i quali le guerre saranno bandite e il peccato sconfitto” avrà luogo solo dopo la battaglia di Armaghedon! Insomma, Nathan H. Knorr ha semplicemente applicato la tecnica della “guerra teocratica”, dicendo ai giornalisti quello che lui reputava potesse non ledere l'onore della Watch Tower Bible and Tract Society of Pennsylvania. Quando non accadde nulla, qualche interessato che non si limitava a leggere La Torre di Guardia e la Svegliatevi!, mandò una lettera alla Betel di Roma per ricevere conferme e delucidazioni, ed ecco la risposta che gli fu data in una lettera della filiale di Roma siglata SCB:SSA datata 9 settembre 1975:

Egregio Sig.
Rispondiamo alla sia lettera e da noi letta con estrema attenzione e pensiamo che faccia bene a informarsi prima di prestar fede ad affermazioni simili. Non deve mai dimenticare che oggigiorno quasi tutte le pubblicazioni hanno scopo di lucro. Per questo, scrittori e giornalisti si sforzano di piacere ad alcune categorie di persone… Oppure ricorrono al sensazionale o al bizzarro per aumentare le vendite, anche a costo di distorcere la verità. Praticamente ogni giornale e fonte di pubblicità, è pronto a plasmare il pubblico sentimento secondo la volontà di Satana.
Naturalmente non abbiamo fatto alcuna dichiarazione riguardante una fine del mondo nel 1975. Si tratta di una falsa notizia che è stata ripresa da numerosi giornali ed emittenti radio.
Sperando di essere stati compresi, Le inviamo i nostri saluti sinceri.


Una falsa notizia inventata di sana pianta o ricavata dalla letteratura distribuita massicciamente di casa in casa?
Allegati
Lettera della filiale di Roma siglata SCB.SSA del 9 settembre 1975.jpg
Lettera della filiale di Roma siglata SCB.SSA del 9 settembre 1975.jpg (61.61 KiB) Osservato 311 volte
Metallo Pesante
Utente Junior
 
Messaggi: 395
Iscritto il: 29/06/2020, 9:17

Torna a La storia dei Testimoni di Geova

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici