Nessuno viene provato oltre ciò che può sopportare...

Tutto ciò che riguarda la dottrina dei Testimoni di Geova.

Moderatore: polymetis

Rispondi
jollyana
Nuovo Utente
Messaggi: 21
Iscritto il: 07/10/2009, 16:34
Contatta:

Nessuno viene provato oltre ciò che può sopportare...

Messaggio da jollyana »

Salve a tutti, questo versetto mi ha sempre turbato moltissimo perché penso a tutti coloro che nella vita hanno dovuto sopportare cose orribili. Alcuni sono andati fuori di testa, altri si sono suicidati.
Sicuramente avrete trattato l argomento. Mi potete indicare dove?
Un affettuoso abbraccio
Avatar utente
Vieri
Utente Gold
Messaggi: 8656
Iscritto il: 03/11/2015, 16:55
Contatta:

Re: Nessuno viene provato oltre ciò che può sopportare...

Messaggio da Vieri »

jollyana ha scritto: 08/05/2022, 12:30 Salve a tutti, questo versetto mi ha sempre turbato moltissimo perché penso a tutti coloro che nella vita hanno dovuto sopportare cose orribili. Alcuni sono andati fuori di testa, altri si sono suicidati.
Sicuramente avrete trattato l argomento. Mi potete indicare dove?
Un affettuoso abbraccio
Cara Jollyana, solo Achille che è il gestore del forum potrà darti delle indicazioni in merito ma il Vangelo cita:
Matteo 11,25-30
25 In quel tempo Gesù disse: «Ti benedico, o Padre, Signore del cielo e della terra, perché hai tenuto nascoste queste cose ai sapienti e agli intelligenti e le hai rivelate ai piccoli. 26 Sì, o Padre, perché così è piaciuto a te. 27 Tutto mi è stato dato dal Padre mio; nessuno conosce il Figlio se non il Padre, e nessuno conosce il Padre se non il Figlio e colui al quale il Figlio lo voglia rivelare.
28 Venite a me, voi tutti, che siete affaticati e oppressi, e io vi ristorerò. 29 Prendete il mio giogo sopra di voi e imparate da me, che sono mite e umile di cuore, e troverete ristoro per le vostre anime. 30 Il mio giogo infatti è dolce e il mio carico leggero».
Posso comprendere che in alcune particolari occasioni le notevoli sofferenze umane possano condurti al suicidio per farla finita con la vita ed i vari casi di eutanasia e suicidio assistito lo confermano
https://www.vidas.it/storie-e-news/cose ... eutanasia/
Si è molto parlato di questo in special modo al "diritto" di alcuni nel voler porre fine alle proprie infermità fisiche.

Non si è mai parlato abbastanza delle migliaia di persone che reputo come " gli invisibili" che affrontano serenamente però la loro infelice condizione da anni in un letto o su una sedia a rotelle.
Il perchè di questo ?
Solo la fede in Cristo ti consente di affrontare ed avere la forza ogni giorno di vivere anche in quelle disperate condizioni.

Una volta avevo trovato queste differenze fra il demonio e Gesù Cristo:

Il demonio "prima ti dà", ( tutti i beni della vita o la possibilità di non voler accettare la vita stessa)
e "poi ti prende".....(l'anima)

Gesù prima "ti prende" affidando a lui interamente la tua vita
e poi "ti da"....la vita eterna...

Solo affidandoti integralmente a Dio, il "tuo giogo" sarà leggero.
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Tranqui
Utente Gold
Messaggi: 6461
Iscritto il: 14/02/2013, 17:32
Contatta:

Re: Nessuno viene provato oltre ciò che può sopportare...

Messaggio da Tranqui »

non credo che DIO punisca :triste:
Presentazione


76 – Ci sono estati che ci porteremo addosso per sempre, estati che ricorderemo, estati che sogneremo di vivere ancora.
(Dal film L’estate addosso)


Immagine
Testimone di Cristo
Veterano del Forum
Messaggi: 1418
Iscritto il: 12/12/2014, 13:30
Località: Caserta
Contatta:

Re: Nessuno viene provato oltre ciò che può sopportare...

Messaggio da Testimone di Cristo »

jollyana ha scritto: 08/05/2022, 12:30 Salve a tutti, questo versetto mi ha sempre turbato moltissimo perché penso a tutti coloro che nella vita hanno dovuto sopportare cose orribili. Alcuni sono andati fuori di testa, altri si sono suicidati.
Sicuramente avrete trattato l argomento. Mi potete indicare dove?
Un affettuoso abbraccio
Nessuno viene provato oltre ciò che può sopportare...
Cara jollyana, la citazione biblica non recita come hai scritto.
Eccola:
1Corinzi 10:13
Nessuna tentazione vi ha còlti, che non sia stata umana; però Dio è fedele e non permetterà che siate tentati oltre le vostre forze; ma con la tentazione vi darà anche la via di uscirne, affinché la possiate sopportare.


Queste promesse di D-o , sono per i discepoli e servi di Cristo Gesù IL Signore;
sono per coloro che coscienti di essere dei peccatori, ecco che si sono Ravveduti, si sono convertiti dal loro vano modo di vivere,
confessando IL Signore Cristo, come IL loro Salvatore.....
Non sono promesse per gli atei, agnostici; non sono per quelli che non credono in LUI e che LO disprezzano e LO offendono con le loro azioni.

Chi vive la sua vita come se LUI non esistesse, è causa dei suoi mali, e D-o lo lascia alle sue convinzioni...
Resta che comunque vada, renderà conto a D-o come ognuno.....
Questo leggo..
Ciao
Presentazione
Quanto ci Ama Gesù, Egli Donò la Sua Vita per noi
Luca 23,34 Gesù diceva: «Padre, perdona loro, perché non sanno quello che fanno».

1 Giovanni 4,8 Chi non ama non ha conosciuto Dio, perché Dio è amore.
Avatar utente
deliverance1979
Utente Gold
Messaggi: 6728
Iscritto il: 20/12/2009, 17:36
Contatta:

Re: Nessuno viene provato oltre ciò che può sopportare...

Messaggio da deliverance1979 »

jollyana ha scritto: 08/05/2022, 12:30 Salve a tutti, questo versetto mi ha sempre turbato moltissimo perché penso a tutti coloro che nella vita hanno dovuto sopportare cose orribili. Alcuni sono andati fuori di testa, altri si sono suicidati.
Sicuramente avrete trattato l argomento. Mi potete indicare dove?
Un affettuoso abbraccio
Questa affermazione è molto illusoria e propagandistica.
Che significa sostanzialmente che "Nessuno viene provato oltre ciò che può sopportare..."

Ovvero se supera la persecuzione, per quanto brutale o terribile che sia, vuol dire che ha adempiuto a tale atto fede, in quanto Geova o Dio o chi per lui, lo ha sottoposto al massimo sopportabile e il fedele ha superato la prova.
Mentre invece, qualora dovesse cedere, fare compromesso o abiura, allora non è stato all'altezza?

E chi ci dice di volta in volta la scala della sopportazione che ognuno di noi o che ciascun fedele è all'altezza di sostenere?

"Famo a fidasse" come sempre.

Ovvero, alla TDG maniera, si prendono puntualmente queste scritture e poi gli si dà un'applicazione carica di pathos cosi da incutere al fedele di turno quel senso di insicurezza e di perenne senso di colpa, che gli farà dire tra se e se....

Ma sarò in grado di reggere al limite la prova di fede che mi verrà posta dinanzi? :help: :help: :help:

Ma quale è il limite? :boh: :conf:

Lo sa Geova.... :ciuccio: :mirror:

E comunque anche se al momento della prova non sei in grado di capire, egli (Geova) non permetterà mai che verrai provato oltre... :fronte: :fronte: :fronte: :ciuccio: :ciuccio: :ciuccio: :mirror: :mirror: :mirror:

E quindi quale sarebbe questo limite oltre il quale non posso essere provato, se neanche io lo so?

Non si sà, tutta questa spettativa nel difendere la fede è sempre e comunque avvolta in un mistero carico di aspettativa e pieno di eventuali sensi di colpa di non essere poi all'altezza della prova....

E tale attesa e pathos portano inevitabilmente all'obbediente credulità teocratica, dove per il vero fedele, l''importante per non farsi trovare impreparato è quello pregare e impegnarsi proprio come un atleta per la prova, mettendo al secondo posto tutto il resto... :fronte: :fronte: :fronte:

Quindi come si può ben capire, questo è un ottimo esercizio di paura e di controllo delle masse di fedeli.
La paura peggiore è sempre quella dell'ignoto e dei sensi di colpa di non essere all'altezza.
E quale cosa migliore c'è nel non sapere il "limite di rottura" in termini di sofferenze... e di essere divorati dal dubbio se nel caso si fallisse, è perchè "Geova ha permesso che potessimo essere provati oltre la nostra sopportazione" (cosa che non dovrebbe accadere), o perchè sicuramente siamo stati noi dei deboli e quindi inadatti per nostra colpa a superare la prova... :mirror: :mirror: :mirror: :ciuccio: :ciuccio: :ciuccio: :fronte: :fronte: :fronte:

Un esempio biblico che spesso viene citato per dare ancora più forza al dramma, è quello di Giobbe...
Antico servitore di Geova che viene attenzionato non da un evento sfortunato qualunque, ma addirittura da Satana stesso...
E nella famosa contesa tra Geova e Satana dove la posta in gioco era la fedeltà dell'essere umano Giobbe nei confronti di Geova, l'unica cosa che i due contendenti si dichiararono era quella che Satana poteva provare Giobbe con qualsiasi evento o gesto, a patto che non lo avesse ucciso...

Quindi con questo passaggio biblico si capisce come l'evento delle prove che potrebbero capitare al TDG sono ignote e di dimensioni apocalittiche... :ciuccio: :ciuccio: :ciuccio:

Non solo, nel caso di Giobbe dove la sfida con Satana era aperta e palese, quindi Geova si giocava il tutto per tutto, siamo sicuri che egli non barò con Satana sapendo proprio come sarebbe andata a finire la storia.
Visto e considerato che in questa storiella c'era di mezzo la credibilità di Geova, che era appunto nelle mani del libero arbitrio di Giobbe e delle sue scelte...

E guarda caso, in tutte queste circostanze in cui il servitore di Geova viene sempre messo direttamente alla prova, coincidenza delle coincidenze vuole che Geova casca sempre in piedi, come se tutte le puntate fatte da Satana contro i servitori di Geova, vadano sempre male.... soprattutto quando c'è di mezzo la contesa universale...
Mentre i "cavalli" di Geova vincono sempre.... come se ci fosse un fato fortunato che in qualche maniera li aiuta... :fronte:
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
Achille
Amministratore
Messaggi: 15778
Iscritto il: 10/06/2009, 17:22
Skype: pelide55
Facebook: https://www.facebook.com/#!/achille.lorenzi
Contatta:

Re: Nessuno viene provato oltre ciò che può sopportare...

Messaggio da Achille »

Come al solito, a parole scritte da qualcuno duemila anni fa ed indirizzate ad alcuni individui si vuole dare un valore universale ed eterno, come se si applicassero a tutti ed in ogni tempo.
La realtà è che viviamo in un mondo dove siamo "abbandonati" a noi stessi: al di là delle illusioni o delle convinzioni o degli autoconvincimenti, siamo soli, con i nostri problemi e le nostre difficoltà. Chissà se al tempo in cui queste parole vennero scritte Dio interveniva miracolosamente per aiutare (solo) i credenti. Può darsi che lo abbia fatto ma oggi non fa più niente, e questo da migliaia di anni. Poi, chiaramente, i "credenti", di qualsiasi "setta", cristiana o meno, la pensano diversamente, ma si tratta appunto di avere "fede" o di non averla.
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Vieri
Utente Gold
Messaggi: 8656
Iscritto il: 03/11/2015, 16:55
Contatta:

Re: Nessuno viene provato oltre ciò che può sopportare...

Messaggio da Vieri »

Achille carissimo, avere fede significa non sentirsi mai soli... ed avere sempre la forza di superare ogni avversità della vita . Accettandole sempre per superarle.
Buona giornata.
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Achille
Amministratore
Messaggi: 15778
Iscritto il: 10/06/2009, 17:22
Skype: pelide55
Facebook: https://www.facebook.com/#!/achille.lorenzi
Contatta:

Re: Nessuno viene provato oltre ciò che può sopportare...

Messaggio da Achille »

Vieri ha scritto: 10/05/2022, 11:38 Achille carissimo, avere fede significa non sentirsi mai soli... ed avere sempre la forza di superare ogni avversità della vita . Accettandole sempre per superarle.
Certo, la "fede" significa anche rassegnazione, sopportazione, speranza in un futuro migliore... Ma il punto è se si tratta di realtà o di illusione.
Concretamente, se pensiamo a qualche "intervento" sovrannaturale - la cosiddetta "via d'uscita" di cui si parla nel passo succitato - nulla prova che Dio faccia qualcosa nei confronti di tutti coloro che credono in lui, nelle innumerevoli forme, fedi, sette o religioni esistenti. Per quanto tutti i credenti, di qualsiasi genere, ne siano convinti.
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Vieri
Utente Gold
Messaggi: 8656
Iscritto il: 03/11/2015, 16:55
Contatta:

Re: Nessuno viene provato oltre ciò che può sopportare...

Messaggio da Vieri »

Achille ha scritto: 11/05/2022, 7:53
Vieri ha scritto: 10/05/2022, 11:38 Achille carissimo, avere fede significa non sentirsi mai soli... ed avere sempre la forza di superare ogni avversità della vita . Accettandole sempre per superarle.
Certo, la "fede" significa anche rassegnazione, sopportazione, speranza in un futuro migliore... Ma il punto è se si tratta di realtà o di illusione.
Concretamente, se pensiamo a qualche "intervento" sovrannaturale - la cosiddetta "via d'uscita" di cui si parla nel passo succitato - nulla prova che Dio faccia qualcosa nei confronti di tutti coloro che credono in lui, nelle innumerevoli forme, fedi, sette o religioni esistenti. Per quanto tutti i credenti, di qualsiasi genere, ne siano convinti.
Caro Achille, scrivi " rassegnazione" ma è una parola che cambierei in "accettazione" o presa di coscienza delle nostre debolezze sia fisiche che morali.
San Paolo scriveva che e' dalle nostre debolezze che nasce la nostra forza.

La fede è pertanto rivolta non a pretendere in base a questa dei miracoli e se leggi bene nel Vangelo, a chi gli chiedeva di dimostrare loro, per credere, la potenza di Dio come aveva fatto con Mosè, Gesù non ha mai voluto dare loro seguito.

Fede pertanto non consiste in un rapporto di "do ut des" ma in una sola parola: FIDUCIA INCONDIZIONATA"...senza chiedere mai niente ma solo la presenza di Gesù Cristo sempre dentro di noi come nell'Eucaristia.

È solo la sua presenza viva in noi che ci da sempre la forza per andare avanti nella speranza.
Buona giornata.
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite