Alla wt sono certi che i romani giustiziavano tramite il palo

Un'analisi delle pubblicazioni passate e presenti dei TdG

Moderatore: Achille

Rispondi
Avatar utente
Romagnolo
Utente Gold
Messaggi: 6920
Iscritto il: 27/07/2014, 14:08
Contatta:

Alla wt sono certi che i romani giustiziavano tramite il palo

Messaggio da Romagnolo »

Torre di guardia per lo studio Aprile 2020
Era consuetudine dei romani che i condannati venissero inchiodati o legati a un palo da vivi, e Geova permise che suo Figlio fosse messo a morte in quel modo
Questa qui riportata è una nota in calce relativa al paragrafo 6 del terzo articolo di studio "Continuiamo a essere grati per il riscatto".
Ora io non dico che gli antichi romani potessero in determinate circostanze per praticità oggettiva ricorrere all' appendere il condannato o ad un albero o ad un solo palo, ma qui la WT sta palesemente insinuando ai suoi fedeli che presso gli antichi romani fosse consuetudine appendere i condannati non a delle croci ma a dei comuni pali!
Purtroppo mancano di riportare un qualsiasi riferimento storico da cui traggono le loro convinzioni.
Sù wikipedia invece abbondano le prove che il metodo consueto per i romani fosse il ricorrere alla figura a croce.
Forse un po diversa da quella comune al giorno d' oggi ma sempre croce era.
https://it.wikipedia.org/wiki/Crocifiss ... condannato" onclick="window.open(this.href);return false;.
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Barzillai

Messaggio da Barzillai »

Sono sicuri che nessuno andrà a verificare la correttezza di tale affermazione.
Se qualcuno lo facesse i bias farebbero il loro lavoro…diciamo che nessuno lasci i jw per queste incongruenze
Antonyos
Nuovo Utente
Messaggi: 110
Iscritto il: 15/05/2019, 13:57
Contatta:

Messaggio da Antonyos »

Effettivamente per avere conferme che fosse come dice la WT non andavo a controllare le controprove o credevo fossero cose fatte dai primi cristiani apostati.
Croce o non croce poco importa, è un loro cavallo di battaglia per dire "siamo diversi" "ecco perché diciamo la verità" "ecco la luce spirituale" "voi fate questo e noi no".
Ho visitato diversi posti, chiese antiche, catacombe, dove c'erano tantissime pitture fatte dai primi cristiani, e ricorreva sempre la croce, gli angeli, Maria e tutto ciò che professa la chiesa. Ora mi chiedo tutti questi erano acciecati da Satana che li ha manipolati per fargli fare quei dipinti? Calcoliamo anche che essendo molto antichi, si era più vicini alla nascita del cristianesimo ed alla diaspora perciò se mi devo basare sui fatti...
Avatar utente
Wyclif
Veterano del Forum
Messaggi: 1897
Iscritto il: 14/12/2014, 9:22
Contatta:

Messaggio da Wyclif »

Eppure non sempre sono certi di quello che dicono i Testimoni di Geova


Un commento del Corpo Direttivo mostra la non certezza al cento per cento della morte di Cristo sul Palo:

. “....Può ben darsi che Cristo sia stato messo al palo su un tipo di crux (stauròs) chiamato crux simplex. Un palo del genere fu illustrato da Giusto Lipsio, studioso cattolico del XVI secolo....”


Torre di Guardia 1987 15 Agosto pagina 23
Presentazione





"Dobbiamo ubbidire a Dio quale Governante anziché agli uomini" Atti 5:29
Nimrod
Nuovo Utente
Messaggi: 71
Iscritto il: 09/10/2022, 18:24
Contatta:

Re:

Messaggio da Nimrod »

Antonyos ha scritto: 29/06/2021, 14:15 Effettivamente per avere conferme che fosse come dice la WT non andavo a controllare le controprove o credevo fossero cose fatte dai primi cristiani apostati.
Croce o non croce poco importa, è un loro cavallo di battaglia per dire "siamo diversi" "ecco perché diciamo la verità" "ecco la luce spirituale" "voi fate questo e noi no".
Ho visitato diversi posti, chiese antiche, catacombe, dove c'erano tantissime pitture fatte dai primi cristiani, e ricorreva sempre la croce, gli angeli, Maria e tutto ciò che professa la chiesa. Ora mi chiedo tutti questi erano acciecati da Satana che li ha manipolati per fargli fare quei dipinti? Calcoliamo anche che essendo molto antichi, si era più vicini alla nascita del cristianesimo ed alla diaspora perciò se mi devo basare sui fatti...
Ciao, ci sarebbe da tenere conto quando l’uso della croce venne utilizzata.
722F5712-6A4F-4842-837A-62542EA0532B.jpeg
722F5712-6A4F-4842-837A-62542EA0532B.jpeg (17.6 KiB) Visto 275 volte
118BCA49-7AED-442A-BD52-34E6ED6DAD5B.jpeg
118BCA49-7AED-442A-BD52-34E6ED6DAD5B.jpeg (17.88 KiB) Visto 275 volte
4E90D1A1-3F7F-4098-B31E-8952581D4F88.jpeg
4E90D1A1-3F7F-4098-B31E-8952581D4F88.jpeg (17.7 KiB) Visto 275 volte
L’ultimo”padre della chiesa” biblico era l’apostolo Giovanni.
Fu l’ultimo che poté come il corpo direttivo insegnare le dottrine principali dall’alto ed è anche definito come quello che agisce da restrizione in tessalonicesi prima della grande apostasia che Paolo profetizzò. Dopodiché gli altri cristiani forse si trovarono senza un ‘capo’ ma era un periodo di intensa persecuzione quello quindi non si hanno delle prove di successioni.

Quindi non si definì più cristianesimo primitivo che era nato dagli ebrei ma si trasformò in un cristianesimo romano fatto d vescovi romani.
Avatar utente
Achille
Amministratore
Messaggi: 15959
Iscritto il: 10/06/2009, 17:22
Skype: pelide55
Facebook: https://www.facebook.com/#!/achille.lorenzi
Contatta:

Re: Re:

Messaggio da Achille »

Nimrod ha scritto: 13/11/2022, 16:54Dopodiché gli altri cristiani forse si trovarono senza un ‘capo’ ma era un periodo di intensa persecuzione quello quindi non si hanno delle prove di successioni.
Esistono invece prove ben documentate di una "successione apostolica". Nota cosa scrisse Ireneo di Lione (nato nel 130 e morto nel 202 d.C.):

Ma poiché sarebbe troppo lungo in quest’opera enumerare le successioni di tutte le Chiese, prenderemo la Chiesa grandissima e antichissima e a tutti nota, la Chiesa fondata e stabilita a Roma dai due gloriosi apostoli Pietro e Paolo. Mostrando la tradizione ricevuta dagli apostoli e la fede (cf. Rm 1,8) annunciata agli uomini che giunge fino a noi attraverso le successioni dei vescovi […]. Infatti con questa Chiesa, in ragione della sua origine più eccellente, deve necessariamente essere d’accordo ogni Chiesa, cioè i fedeli che vengono da ogni parte — essa nella quale per tutti gli uomini è sempre stata conservata la tradizione che viene dagli apostoli.

Dunque, dopo aver fondato ed edificato la Chiesa, i beati apostoli affidarono a Lino il servizio dell’episcopato; di quel Lino Paolo fa menzione nelle lettere a Timoteo (cf. 2Tm 4,21). A lui succede Anacleto. Dopo di lui, al terzo posto a partire dagli apostoli, riceve in sorte l’episcopato Clemente, il quale aveva visto gli apostoli stessi e si era incontrato con loro ed aveva ancora nelle orecchie la predicazione e davanti agli occhi la loro tradizione. E non era il solo, perché allora restavano ancora molti che erano stati ammaestrati dagli apostoli. Dunque, sotto questo Clemente, essendo sorto un contrasto non piccolo tra i fratelli di Corinto, la Chiesa di Roma inviò ai corinzi un’importantissima lettera per riconciliarli nella pace, rinnovare la loro fede e annunciare la tradizione che aveva appena ricevuto dagli apostoli […].

A questo Clemente succede Evaristo e, ad Evaristo, Alessandro; poi, come sesto a partire dagli apostoli, fu stabilito Sisto; dopo di lui Telesforo, che dette la sua testimonianza gloriosamente; poi Igino, quindi Pio e dopo di lui Aniceto. Dopo che ad Aniceto fu succeduto Sotere, ora, al dodicesimo posto a partire dagli apostoli, tiene la funzione dell’episcopato Eleutero. Con quest’ordine e queste successioni è giunta fino a noi la tradizione che nella Chiesa a partire dagli apostoli è la predicazione della verità.

E questa è la prova più completa che una e medesima è la fede vivificante degli apostoli, che è stata conservata e trasmessa nella verità.

IRENEO DI LIONE, Adversus Haereses III, 3,1-3.
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Nimrod
Nuovo Utente
Messaggi: 71
Iscritto il: 09/10/2022, 18:24
Contatta:

Re: Alla wt sono certi che i romani giustiziavano tramite il palo

Messaggio da Nimrod »

Va bene, però questi successori non scrissero più nulla e non furono ispirati a scrivere altri Libri della Bibbia come invece fecero gli apostoli o altri scrittori biblici.
Se Dio avesse fatto continuare -ad ispirare delle pagine della Bibbia come ha fatto fino a Rivelazione l’avrebbe fatto.

Per quanto riguarda la successione:Ad esempio quando Giuda tradì Gesù e morì, tirarono a sorte per far prendere il suo posto e scelsero Mattia, così che il numero degli apostoli rimase sempre 12.
Paolo disse che ci sarebbe stato quello che avrebbe agito come freno , non disse che erano molti ma uno. Forse il numero di questi doveva diminuire man mano che quel sistema di cose doveva finire come oggi il CR.
Comunque Credo che fosse Giovanni come citato in precedenza.
Quindi se questi padri di cui tu parli sarebbero i successori come mai non esiste più un corpo direttivo di anziani o pastori che dirigevano?

Da quello che ho potuto constatare furono per lo più studiosi e filosofi. Apportarono le loro considerazioni ma non le troviamo nelle Bibbie, ma in libri di teologia.

Non essendo ispirate non provengono da Dio, non mi risulta di nessuno degli scrittori biblici o dei profeti che abbiano scritto delle fonti extrabibliche.

Le fonti extrabibliche che noi troviamo oggi sono di conferma o di critica alle sacre scritture e risalgono al II secolo DC.

Concordi?
Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti