1 Timoteo 3:15 ...di quale colonna parla Paolo?

Sezione dove porre domande sulla Bibbia e sulla sua interpretazione

Moderatore: Achille

Rispondi
Salentino
Nuovo Utente
Messaggi: 39
Iscritto il: 18/12/2020, 11:44
Facebook: padre stefano greco
Contatta:

1 Timoteo 3:15 ...di quale colonna parla Paolo?

Messaggio da Salentino »

1Timoteo 3,15
"ma se dovessi tardare, voglio che tu sappia come comportarti nella casa di Dio, che è la Chiesa del Dio vivente, colonna e sostegno della verità"
Questo versetto, spesso citato nelle discussioni con i testimoni di Geova, è da sempre molto discusso e possiamo avere almeno QUATTRO interpretazioni, da quanto capisco incrociando vari commentarii. A cosa si riferisce Paolo parlando di "colonna e fondamento della verità"?

1. Alcuni dicono a Timoteo, che in Galati 2: 9 è chiamato "la colonna", Perché posto a sostenere e difendere la verità di Dio contro false dottrine e falsi maestri; ed è così chiamato per la stessa ragione per cui si dice che Pietro, Giacomo e Giovanni siano pilastri, cioè sostenitori della verità di Dio. .

2. Altri suppongono che la colonna e il fondamento della verità siano riferiti a Dio: il greco e che ὁς εστι, che è, dovrebbe essere fornito come riferito immediatamente a Θεος, Dio, appena prima. Con questo modo di interpretazione il passaggio leggerà così: Affinché tu possa sapere come dovresti comportarti nella casa di Dio, che è la Chiesa del Dio vivente, che è (ὁς εστι) la colonna e il fondamento della verità. Aggiungo però che sarebbe l'unico punto della Scrittura dove Dio viene definito colonna o sostegno della Verità, anche se OVVIAMENTE lo è...

3. Altri pensano che queste e parole si debbano intendere riferite alla Chiesa del Dio vivente; e in questo caso il relativo femminile ἡτις εστι, che è, deve essere ripetuto immediatamente dopo εκκλησια, la Chiesa. La casa di Dio è la Chiesa del Dio vivente; Quale (chiesa) è il pilastro e il fondamento della verità. Cioè: la piena rivelazione della verità di Dio è nella chiesa cristiana.

4. Infine, altri rimandano il tutto a το της ευσεβειας μυστηριον, il mistero della pietà; e traduci la clausola così: Il mistero della pietà è il pilastro e il fondamento della verità; ma non è molto favorito dalla disposizione delle parole nell'originale.

La virgola, assente ovviamente nei testi originali, non lascia propendere per la versione che escluda che Paolo stia riferendosi alla Chiesa quando parla di Colonna e fondamento della verità. Sarei curioso di un Vostro parere per chi può sul testo greco.
Avatar utente
nardo
Utente Junior
Messaggi: 430
Iscritto il: 20/02/2016, 21:09
Contatta:

Messaggio da nardo »

Quello che scrivi è preso parola per parola dal commentario alla Bibbia di Adam Clarke, che aveva un bias anticattolico (indentificava la chiesa Cattolica con l'anticristo).
Non è sorpredendente quindi che nel suo commentario la colonna non è chiaramente identificata nella chiesa.
Ἐγώ εἰμι ἡ ὁδὸς καὶ ἡ ἀλήθεια καὶ ἡ ζωή· οὐδεὶς ἔρχεται πρὸς τὸν Πατέρα εἰ μὴ δι’ ἐμοῦ.
Salentino
Nuovo Utente
Messaggi: 39
Iscritto il: 18/12/2020, 11:44
Facebook: padre stefano greco
Contatta:

Si infatti confermo che si tratta del Commentario di Clarke

Messaggio da Salentino »

ma il testo greco da adito a queste quattro interpretazioni? L'obiezione infatti mi è stata mossa da una evangelica. Grazie!
Avatar utente
nardo
Utente Junior
Messaggi: 430
Iscritto il: 20/02/2016, 21:09
Contatta:

Messaggio da nardo »

Secondo me no, il testo punta ad ad identificare sia stylos che hedraioma con l'ekklesia.
Ἐγώ εἰμι ἡ ὁδὸς καὶ ἡ ἀλήθεια καὶ ἡ ζωή· οὐδεὶς ἔρχεται πρὸς τὸν Πατέρα εἰ μὴ δι’ ἐμοῦ.
virtesto
Veterano del Forum
Messaggi: 1397
Iscritto il: 20/09/2009, 17:10

Paolo non scrisse quelle Lettere.

Messaggio da virtesto »

Si definiscono 'Pastorali' le Lettere a Timoteo e sicuramente non furono scritte da Paolo. La maggior parte dei vocaboli non sono i suoi usuali e poi per tanto altro. Vedi per esempio al cap. 3; si parla dei compiti che deve avere un episcopo o vescovo e poi si parla anche del diacono. E' roba del II° secolo quando si era già formata una Chiesa organizzata. Una Chiesa , fra l'altro, organizzata dai vincenti fra Ellenisti (Paolo) e Giudaizzanti (Pietro). Vinse Pietro. Per cui le argomentazioni sono quelle che sono .Ne puoi trarre da qui la versione logica di quei versetti.

Pensa che Paolo scrisse le sue , forse, sei Lettere verso il 50/55 d.C.per cui non c'era ancora una definizione di Chiesa.
Avatar utente
Vieri
Utente Gold
Messaggi: 9616
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55
Contatta:

Ma per me più semplicemente...

Messaggio da Vieri »

Il termine “chiesa” deriva dalla parola greca ekklesía, che significa "assemblea” o “color che sono convocati”.
Quindi per me, più semplicemente Paolo diceva che "l'assembla dei credenti" ( la chiesa del Dio vivente) rappresenta la colonna portante e sostegno della verità predicata da Cristo....
Pensando allora che la "chiesa"( intesa come oggi come organizzazione religiosa strutturata) fosse intesa solo nel termine greco che anche oggi significa proprio "unione di fedeli".......
Matteo 18
18 In verità vi dico: tutto quello che legherete sopra la terra sarà legato anche in cielo e tutto quello che scioglierete sopra la terra sarà sciolto anche in cielo.
19 In verità vi dico ancora: se due di voi sopra la terra si accorderanno per domandare qualunque cosa, il Padre mio che è nei cieli ve la concederà. 20 Perché dove sono due o tre riuniti nel mio nome, io sono in mezzo a loro».
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
nardo
Utente Junior
Messaggi: 430
Iscritto il: 20/02/2016, 21:09
Contatta:

Messaggio da nardo »

Vieri ha scritto:[
Quindi per me, più semplicemente Paolo diceva che "l'assembla dei credenti" ( la chiesa del Dio vivente) rappresenta la colonna portante e sostegno della verità predicata da Cristo....
Che è poi letteralmente e realmente quello che è successo visto che per buona parte la promulgazione era per via orale.
L'ekklesia è la colonna e la base della verità.
Ἐγώ εἰμι ἡ ὁδὸς καὶ ἡ ἀλήθεια καὶ ἡ ζωή· οὐδεὶς ἔρχεται πρὸς τὸν Πατέρα εἰ μὴ δι’ ἐμοῦ.
Sandro
Veterano del Forum
Messaggi: 1256
Iscritto il: 30/06/2019, 12:55
Contatta:

Se vi fidate del commentario di sandrosolustri

Messaggio da Sandro »

...come comportarti nella casa di Dio, ètis estin ecclesia = questa è la chiesa..., colonna e sostegno della verità. Etis estin si riferisce alla Chiesa del Dio vivente (la quale) è colonna e sostegno della verità.
Poi non sono un prof. di greco.
Testimone di Cristo
Veterano del Forum
Messaggi: 1488
Iscritto il: 12/12/2014, 12:30
Località: Caserta
Contatta:

Messaggio da Testimone di Cristo »

1 Timoteo 3, 14 Ti scrivo queste cose sperando di venir presto da te, 15 affinché tu sappia, nel caso che dovessi tardare, come bisogna comportarsi nella casa di Dio, che è la chiesa del Dio vivente, colonna e sostegno della verità. 16 Senza dubbio, grande è il mistero della pietà: Colui che è stato manifestato in carne, è stato giustificato nello Spirito, è apparso agli angeli, è stato predicato fra le nazioni, è stato creduto nel mondo, è stato elevato in gloria.

Caro Salentino, questo è un passo molto citato dai zelanti tdwts, ma lo citano meccanicamente ,senza riflettere minimamente che non possono rifarsi ad esso per identificarsi come tale colonna...,e mi spiego.

Se lo si esamina partendo dalla parola "verità", si deve considerare che La Verità non è solamente il messaggio evangelico per la salvezza della intera umanità, ma è Una persona, ossia Gesù Cristo IL Signore, IL Grande Dio e Salvatore.

Infatti Paolo e gli apostoli erano servi di Cristo Gesù..., e IL Suo Nome predicavano alle genti "Israeliti e gentili"; LUI era il cardine del loro messaggio evangelico, e che IL Suo Nome era da invocare per essere perdonati, redenti, Riconciliati col Padre Suo.
Quindi La Ekklesia di Dio è formata da tutti coloro che "come gli apostoli e i primi discepoli" invocarono e invocano il Nome del Signore Gesù, i quali appunto predicano Cristo.

Si veda Filippo al funzionario di Candace Atti 8, 36-38
oppure Paolo al carceriere di Filippi "Atti 16....
Ora visto che un tdwts, mai invocherà il Nome del Signore Gesù..., e visto che sostanzialmente il loro è un altro vangelo, ecco che sono tutt'alpiù una organizzazione fra le tante, ma non certo la Ekklesia di Dio, colonna e sostegno della Verità "che è Cristo Gesù"
Spero averti risposto in qualche modo..
Saluti
Quindi la colonna è l'Ekklesia, e la Verità è Cristo Gesù IL Signore, e chiunque confessa con la bocca e crede col cuore che Lui è IL Figlio di Dio che doveva venire IL Salvatore del mondo, è perdonato, salvato..., da tutti i peccati per i quali non possono essere perdonati rifacendosi alla Legge.
Lui ha detto altresì:
Gv. 6, 6:47 In verità, in verità vi dico: chi crede in me ha vita eterna.
Presentazione
Quanto ci Ama Gesù, Egli Donò la Sua Vita per noi
Luca 23,34 Gesù diceva: «Padre, perdona loro, perché non sanno quello che fanno».

1 Giovanni 4,8 Chi non ama non ha conosciuto Dio, perché Dio è amore.
Salentino
Nuovo Utente
Messaggi: 39
Iscritto il: 18/12/2020, 11:44
Facebook: padre stefano greco
Contatta:

Grazie moltissime

Messaggio da Salentino »

... per tutte le risposte! sono state molto illuminanti.
Avatar utente
Tranqui
Utente Gold
Messaggi: 7508
Iscritto il: 14/02/2013, 16:32
Contatta:

Re: 1 Timoteo 3:15 ...di quale colonna parla Paolo?

Messaggio da Tranqui »

lo dice. Il versetto stesso
Presentazione


Tutto posso in colui che mi dà la forza.
Filippesi 4:13


L'albero a cui tendevi / la pargoletta mano, / il verde melograno / da' bei vermigli fior, / nel muto orto solingo / rinverdí tutto or ora / e giugno lo ristora / di luce e di calor.
Giosuè Carducci, Pianto antico, in Rime nuove, 1887
:gelato:
Avatar utente
Achille
Amministratore
Messaggi: 16614
Iscritto il: 10/06/2009, 17:22
Skype: pelide55
Facebook: https://www.facebook.com/#!/achille.lorenzi
Contatta:

Re: 1 Timoteo 3:15 ...di quale colonna parla Paolo?

Messaggio da Achille »

Tranqui ha scritto: 17/04/2024, 21:52 lo dice. Il versetto stesso
Di quale di queste quattro interpretazioni parla il versetto stesso?

1Timoteo 3,15
"ma se dovessi tardare, voglio che tu sappia come comportarti nella casa di Dio, che è la Chiesa del Dio vivente, colonna e sostegno della verità"
Questo versetto, spesso citato nelle discussioni con i testimoni di Geova, è da sempre molto discusso e possiamo avere almeno QUATTRO interpretazioni, da quanto capisco incrociando vari commentarii. A cosa si riferisce Paolo parlando di "colonna e fondamento della verità"?

1. Alcuni dicono a Timoteo, che in Galati 2: 9 è chiamato "la colonna", Perché posto a sostenere e difendere la verità di Dio contro false dottrine e falsi maestri; ed è così chiamato per la stessa ragione per cui si dice che Pietro, Giacomo e Giovanni siano pilastri, cioè sostenitori della verità di Dio. .

2. Altri suppongono che la colonna e il fondamento della verità siano riferiti a Dio: il greco e che ὁς εστι, che è, dovrebbe essere fornito come riferito immediatamente a Θεος, Dio, appena prima. Con questo modo di interpretazione il passaggio leggerà così: Affinché tu possa sapere come dovresti comportarti nella casa di Dio, che è la Chiesa del Dio vivente, che è (ὁς εστι) la colonna e il fondamento della verità. Aggiungo però che sarebbe l'unico punto della Scrittura dove Dio viene definito colonna o sostegno della Verità, anche se OVVIAMENTE lo è...

3. Altri pensano che queste e parole si debbano intendere riferite alla Chiesa del Dio vivente; e in questo caso il relativo femminile ἡτις εστι, che è, deve essere ripetuto immediatamente dopo εκκλησια, la Chiesa. La casa di Dio è la Chiesa del Dio vivente; Quale (chiesa) è il pilastro e il fondamento della verità. Cioè: la piena rivelazione della verità di Dio è nella chiesa cristiana.

4. Infine, altri rimandano il tutto a το της ευσεβειας μυστηριον, il mistero della pietà; e traduci la clausola così: Il mistero della pietà è il pilastro e il fondamento della verità; ma non è molto favorito dalla disposizione delle parole nell'originale.
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Tranqui
Utente Gold
Messaggi: 7508
Iscritto il: 14/02/2013, 16:32
Contatta:

Re: 1 Timoteo 3:15 ...di quale colonna parla Paolo?

Messaggio da Tranqui »

La terza ? :boh:
Presentazione


Tutto posso in colui che mi dà la forza.
Filippesi 4:13


L'albero a cui tendevi / la pargoletta mano, / il verde melograno / da' bei vermigli fior, / nel muto orto solingo / rinverdí tutto or ora / e giugno lo ristora / di luce e di calor.
Giosuè Carducci, Pianto antico, in Rime nuove, 1887
:gelato:
Avatar utente
Achille
Amministratore
Messaggi: 16614
Iscritto il: 10/06/2009, 17:22
Skype: pelide55
Facebook: https://www.facebook.com/#!/achille.lorenzi
Contatta:

Re: 1 Timoteo 3:15 ...di quale colonna parla Paolo?

Messaggio da Achille »

Tranqui ha scritto: 18/04/2024, 15:23 La terza ? :boh:
Perché lo chiedi? Se è così chiaro quello che la Scrittura dice (come hai scritto sopra) non c'è motivo di fare questa domanda.
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite