Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Se non sapessi combattere saremmo morti

Per discutere di temi ed argomenti di vario genere.

Moderatore: Quixote

Se non sapessi combattere saremmo morti

Messaggiodi Neca » 25/04/2019, 7:28

L'esperienza di Rossella Setti! Siamo arrivati a questo punto, devi imparare a combattere se vuoi sopravvivere ad attacchi del genere e questo grazie ai buonisti che vogliono ogni tipo di migrante, compresi questi! https://video.repubblica.it/edizione/bo ... 895/333491
Presentazione Se violenti una donna o un bambino, violenti te stesso! Ma tu non vuoi farti del male, vero? Allora smettila di violentare ed uccidere donne e bambini! Solo i vigliacchi lo fanno!
Avatar utente
Neca
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3094
Iscritto il: 18/04/2012, 10:56

Messaggiodi Achille » 25/04/2019, 10:42

Non strumentalizziamo episodi di criminalità per dare addosso agli immigrati. Fatti del genere vengono commessi spesso anche da cittadini italiani.
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 13081
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Mauro1971 » 25/04/2019, 10:55

Da un lato Neca ha anche ragione, nel senso che dovrebbero essere lasciate entrare solo persone "oneste".
In linea di principio ha un suo perchè.
Il problmea è: come li distingui?
Non facciamo entrare più nessuno e condanniamo a morte una quantità di esseri umani, tra cui donne e bambini?

Non è affatto semplice.
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Gold
 
Messaggi: 9592
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

Messaggiodi Ray » 25/04/2019, 11:37

Ma le altre nazioni come fanno ?
Fai entrare realmente chi fugge dalla guerra ,rifugiati e perseguitati politici et simile.
I criminali che se ne restassero dove sono che in Italia ne abbiamo da esportare.

Un controllo dapprima con i documenti , se si è privi si contatta lo stato di appartenenza per informazioni
o i familiari ,vicini o altro del richiedente per controllare immediatamente se sta dicendo la verità.
Ray

Le falsificazioni e le varianti involontarie si accumulano man mano che un testo è ricopiato attraverso i secoli. Ogni scriba riproduce gli errori degli scribi precedenti e ne aggiunge di propri. Non possediamo alcun originale dei libri del nuovo testamento, ma neppure copie eseguite direttamente sugli originali, né copie di copie...Bart D. Ehrman
Genesi
Avatar utente
Ray
Utente Platinium
 
Messaggi: 11387
Iscritto il: 04/01/2012, 18:27
Località: "città nuova"

Messaggiodi deliverance1979 » 25/04/2019, 12:56

Sapersi difendere a mani nude e saper usare un'arma da fuoco, a mio modestissimo parere sono cose che ognuno dovrebbe saper fare.
Primo, perchè comunque l'esercizio fisico migliora la persona.
Secondo perchè nella vita, certe conoscenze, cosi come il pronto soccorso o il saper riparare un oggetto, possono sempre tornare utili.

tanto per capirsi...


Va da se che poi l'allenamento muscolare ed il senso del combattimento aiutano... soprattutto se ci si allena di continuo.

Se poi si preferisce la difesa con la pistola, le tecniche cambiano... fuoco e movimento...





Questi sono solo alcuni esempi di auto difesa
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Master
 
Messaggi: 5498
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi Neca » 25/04/2019, 16:09

Achille ha scritto:Non strumentalizziamo episodi di criminalità per dare addosso agli immigrati. Fatti del genere vengono commessi spesso anche da cittadini italiani.

In Italia i crimini commessi contro le donne vengono commessi per la maggior parte da italiani, ma questi erano africani! Avrei scritto la stessa cosa se fossero stati italiani! Conosco molti immigrati africani che sono perbene perciò non ho nulla contro di loro, il problema è che in Italia siamo arrivati al punto che per potersi difendere bisogna imparare le arti marziali cosa che anni fa non serviva farlo! Le nostre piazze e le nostre strade sono invase dalla criminalità, non si può più stare tranquilli, non si può più uscire la sera in tutta tranquillità nemmeno se abiti in un piccolo centro, questo perchè in Italia è opinione comune che si possa delinquere senza ricevere una condanna esemplare! E ciò spesso è realtà! Io sono contro la violenza in genere! Qualche anno fa partecipai attivamente alla giornata contro la violenza sulle donne e sui bambini e certamente Rossella Setti non è da esaltare ma di certo c'è che la situazione è sfuggita di mano alla giustizia italiana perchè non c'è certezza della pena e quando c'è è una pena leggera, in questo modo si è instaurata nella mente degli italiani e degli extracomunitari l'opinione comune secondo la quale, in Italia, si può commettere qualsiasi tipo di reato che tanto si rimane sostanzialmente impuniti e che,se ti va male, subisci al massimo una pena all'acqua di rose! Il sig.Salvini che in campagna elettorale aveva promesso maggior sicurezza per propri sudditi come me lo spiega questo episodio? E' migliorata davvero la situazione da quando è diventato Ministro degli Interni? Direi proprio di no! Quel senegalese che ha aggredito due tutori dell'ordine era stato colpito da due decreti di espulsione, ma era ancora in Italia, come mai? Cosa ci faceva ancora quà? Cosa sta facendo il sig.Salvini? Nulla! Gli italiani si sentono come mi sento io,"Solo ed abbandonato da uno Stato che si ricorda che esisto solo quando si tratta di pagare!" Non siamo tutelati nè protetti e temo che molti italiani seguiranno il consiglio di Rossella la quale ha consigliato di imparare le arti marziali perchè lo Stato Italiano non difende i suoi sudditi!
Presentazione Se violenti una donna o un bambino, violenti te stesso! Ma tu non vuoi farti del male, vero? Allora smettila di violentare ed uccidere donne e bambini! Solo i vigliacchi lo fanno!
Avatar utente
Neca
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3094
Iscritto il: 18/04/2012, 10:56

Messaggiodi anima » 25/04/2019, 17:36

ma la violenza non chiama violenza ? sono d accordo sulla difesa personale NECESSARIA non alla violenza per hobby :pugnopc:
Mi presento

L’uomo che sposta le montagne comincia portando via i sassi più piccoli.


Immagine
Avatar utente
anima
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4880
Iscritto il: 14/02/2013, 16:32

Messaggiodi deliverance1979 » 25/04/2019, 19:01

anima ha scritto:ma la violenza non chiama violenza ?


in che senso?

La violenza dell'aggressore chiama sicuramente la giusta risposta violenta dell'aggredito... sempre che riesca a difendersi prontamente.

anima ha scritto:sono d accordo sulla difesa personale NECESSARIA non alla violenza per hobby


Come fai a difenderti se non ti eserciti?

Se devi affrontare un aggressore, avvezzo alla lite, con alle spalle forse dieci o più risse varie, senza una minima preparazione atletica e tecnica di come si schiva un pugno, come si da un pugno, quali parti del corpo colpire per far male, come fai a difenderti, improvvisi lì?
e neanche basta poi.

Lo stesso per l'uso di un'arma da fuoco, se non conosci il rinculo che produce l'arma, il tipo di rumore, in sostanza, se non prendi confidenza con l'arma, come fai a difenderti?
Certo, se non ce l'hai il problema non sussiste, ma se vieni aggredito, il non averla e se ce l'hai, non saperla usare, li il problema sussiste.

Tornando alla situazione di Neca e dell'intervista, chi si è difeso dall'aggressione, era una donna che lottava sul ring, abituata a prendere colpi ed a reagire ai colpi.

cioè, prova a toccare il c..o o a molestare ad una di queste.... senti che rumore di carrozze...


Capisco che non tutte le donne fanno questo sport, ma di sicuro, in caso di aggressione, una delle ragazze sopra citate ha molte più chance di venirne fuori più o meno bene.
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Master
 
Messaggi: 5498
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi Neca » 25/04/2019, 23:07

anima ha scritto:ma la violenza non chiama violenza ? Sono d accordo sulla difesa personale NECESSARIA non alla violenza per hobby :pugnopc:


La stessa Rossella ha ammesso che è utile imparare il kickboxing K1 per sentirsi più sicuri! Lei non ha usato la violenza per hobby, ha semplicemente difeso se stessa e il fidanzato! Chi pratica il Kickboxing diventa aggressivo sul ring, ma fuori dal ring diventa normale perchè nessun maestro di arti marziali insegnerebbe ai suoi allievi ad essere aggressivo al di fuori del ring,la ragazza, prima di reagire è stata circondata minacciata a parole e spintoni, solo dopo aver ricevuto spintoni ed aver visto il proprio ragazzo a terra ha reagito,e tenere testa a 8 di loro ci vuole fisico e molta forza! Purtroppo queste situazioni si sono ripetute anche a Udine, un tg regionale ha riferito che in Borgo Stazione a Udine c'è stata una rissa tra extracomunitari, una donna è stata importunata, e il bello è che la Polizia e i Carabinieri pattugliano costantemente quella zona, eppure i crimini li commettono lo stesso! Quella gente lì va espulsa seduta stante e se sono italiani vanno incarcerati all'istante e buttare la chiave, ma purtroppo in Italia abbiamo i buonisti!
Presentazione Se violenti una donna o un bambino, violenti te stesso! Ma tu non vuoi farti del male, vero? Allora smettila di violentare ed uccidere donne e bambini! Solo i vigliacchi lo fanno!
Avatar utente
Neca
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3094
Iscritto il: 18/04/2012, 10:56

Messaggiodi Socrate69 » 26/04/2019, 5:57

L'aumento delle violenze da parte degli immigrati non è cosa nuova. Ciò aveva fatto nascere in Germania il movimento "120db" per denunciarle, specie quelle commesse sulle donne, e altre nazioni hanno seguito.
https://www.ilprimatonazionale.it/ester ... el-90968/#
Il rischio 0 non esiste, ma l'immigrazione va controllata da capo a coda, se non si vuole cadere nel caos.
In una nota città della Svizzera, pochi giorni fà, le autorità hanno dovuto intervenire più spesso per tranquilizzare i residenti di un quartiere che la sera non osavano più uscire da casa loro o far venire ospiti, perché da anni la zona è coperta da una rete di immigrati clandestini e non, che si danno al traffico di droga.
L'ignorante afferma, il saggio dubita, il sapiente riflette - Aristotele

Presentazione
Avatar utente
Socrate69
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4035
Iscritto il: 18/12/2013, 15:44

Messaggiodi Testimone di Cristo » 26/04/2019, 11:34

A mio modesto parere, non mi piace che, immigrati tutti indistintamente debbano entrare in Italia come altrove, per vederteli scorazzare per le strade , senza controllo "perchè troppi" , e come si vede attraverso i media o striscia la notizia, vederli a spacciare , e portare morte.
Ecco di criminali in Italia ve ne sono anche troppi; quindi a mio avviso dico:
Si , solo a donne, bambini ed anziani per essere accolti ,ma da tutta la comunità europea e non solo dall'Italia.
Mentre tutti costoro che li si vede ben in carne, giovani....,dico NO, se come tanti di loro ,dobbiamo vederli per le strade affiliati alla criminalità, spacciando droga, vederli aggredire persone come la coppia in questione, rubare, violentare donne...., e vederteli entrare in casa e distruggere famiglie in pochi secondi, dico ancora NO
Poi se c'è chi, gli piace essere buonista senza usare il cervello, beh dico, che se vogliono ,possono portarseli anche a casa propria, ma io non li voglio trovare di sera indisturbati a delinquere e violentare donne , come avviene spesso in Italia.
Buona giornata
Presentazione
Quanto ci Ama Gesù, Egli Donò la Sua Vita per noi
Luca 23,34 Gesù diceva: «Padre, perdona loro, perché non sanno quello che fanno».
Testimone di Cristo
Utente Senior
 
Messaggi: 1070
Iscritto il: 12/12/2014, 12:30
Località: Caserta

Messaggiodi nelly24 » 26/04/2019, 12:38

No, non dobbiamo strumentalizzare le notizie come spesso lo fanno i mass media che ci raccontano quello che vuole la classe governante.
Non possiamo chiudere gli occhi di fronte ai dati che tra gli immigrati ci sono circa 30% di criminali (dai piccoli delinquenti , a terroristi, assassini, stupratori, cannibali /es. Innocent Osegale, che nome inapproriato!/etc.). Non é un caso che spesso si sente dire: Non tutti i musulmani sono terroristi – peró tutti i terroristi sono musulmani.
Perché l'immigrazione é ben vista dai politici e governanti (es. Soros)? Semplicemente – si tratta di schiavismo moderno con un giro di guadagni da capogiro. La maggior parte degli immigrati finisce a lavorare sui campi per 18 ore al giorno sotto il sole cocente, lavorano per pochi spiccioli, molti finiscono per i »pezzi di ricambio« - traffico di organi – svaniscono nel nulla, e dato che sono gli immigrati sono migliaia, nessuno se ne accorge se qualcuno di loro sparisce; le donne sfruttate come prostitute….. Sostenere l'immigrazione significa sostenere la schiavitú, sostenere tutti i morti in mare (gli sbarchi cesserebbero nel momento in cui tutta l'Europa direbbe BASTA. Anche i bambini sanno che si va pescare finché i pesci abboccano. I VERI disgraziati rimangono nei loro paesi d'origine (es. Africa!) Sono loro a soffrire, a morire di fame, stremati dalle guerre e incapaci di intraprendere il lungo viaggio verso l'Europa. Tra gli immigrati vedo uomini palestrati, con smartphone che io non potrei permettermi. Dove sono i bambini denutriti??
Al tg ho sentito parlare il Papa di mafia – che fa parte della »cultura« Italiana. Ma come? Non basta la mafia italiana? Abbiamo bisogno della mafia russa, albanese e ora quella nigeriana? Scusate, mi sembra che ci siano abbastanta criminali »nostrani, caserecci«. O mi sbaglio?
La criminalitá organizzata é solo un danno collaterale. O forse credete che i politici amano il proprio popolo? Non siate ingenui – ognuno di loro pensa solo ai propri guadagni, ad arricchirsi il piú possibile in meno tempo possibile.
E poi c'é un altro problema a cui voi maschi non date peso, perché tanto fate parte della specie superiore. TUTTE le religioni prediligono l'uomo e la donna é un essere inferiore. Stiamo importando gente per la quale é normalissimo stuprare la donna, perché nei loro paesi nessuno li mette in galera; perosne che praticano l'infibulazione, matrimoni con bambine di 8 anni, persone da paesi in cui un'avvocatessa che diffendeva i diritti delle donne é finita in carcere per 33 anni con 148 frustate – sentenza definitiva…. Devo continuare? La possibilitá che un maschio adulti diventi vittima di stupro é minima –ma per la donna non é cosí! La sitazione é grave e ogni giorno peggiora.
Aprite gli occhi, se non si interviene con maniere forti, tra 10-15 anni noi donne dovremo portare il burqa anche in Europa. Ma tanto a Soros & Co.non interessa nulla – vogliono i loro guadagni e possibilmente comprarsi l'immortalitá.
«Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi.»
C'è una forza motrice più forte del vapore, dell'elettricità e dell'energia atomica: la volontà.Albert Einstein
"Mi piacciono le persone che....no, niente. Mi piacciono gli animali"

Presentazione
Avatar utente
nelly24
Moderatore
 
Messaggi: 4529
Iscritto il: 11/12/2009, 20:53
Località: Slovenia

Messaggiodi Socrate69 » 26/04/2019, 13:01

http://tuttiicriminidegliimmigrati.com/

E solo per l'Italia.

Va detto comunque che molti riescono (anche se dopo anni e sforzi) ad integrarsi e a vivere una vita per bene.
L'ignorante afferma, il saggio dubita, il sapiente riflette - Aristotele

Presentazione
Avatar utente
Socrate69
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4035
Iscritto il: 18/12/2013, 15:44

Messaggiodi anima » 26/04/2019, 13:33

deliverance1979 ha scritto:
anima ha scritto:ma la violenza non chiama violenza ?


in che senso?

La violenza dell'aggressore chiama sicuramente la giusta risposta violenta dell'aggredito... sempre che riesca a difendersi prontamente.

anima ha scritto:sono d accordo sulla difesa personale NECESSARIA non alla violenza per hobby


Come fai a difenderti se non ti eserciti?

Se devi affrontare un aggressore, avvezzo alla lite, con alle spalle forse dieci o più risse varie, senza una minima preparazione atletica e tecnica di come si schiva un pugno, come si da un pugno, quali parti del corpo colpire per far male, come fai a difenderti, improvvisi lì?
e neanche basta poi.



Lo stesso per l'uso di un'arma da fuoco, se non conosci il rinculo che produce l'arma, il tipo di rumore, in sostanza, se non prendi confidenza con l'arma, come fai a difenderti?
Certo, se non ce l'hai il problema non sussiste, ma se vieni aggredito, il non averla e se ce l'hai, non saperla usare, li il problema sussiste.

Tornando alla situazione di Neca e dell'intervista, chi si è difeso dall'aggressione, era una donna che lottava sul ring, abituata a prendere colpi ed a reagire ai colpi.

cioè, prova a toccare il c..o o a molestare ad una di queste.... senti che rumore di carrozze...


Capisco che non tutte le donne fanno questo sport, ma di sicuro, in caso di aggressione, una delle ragazze sopra citate ha molte più chance di venirne fuori più o meno bene.


ci si puo difendere anche con una padella

Mi presento

L’uomo che sposta le montagne comincia portando via i sassi più piccoli.


Immagine
Avatar utente
anima
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4880
Iscritto il: 14/02/2013, 16:32

Messaggiodi nelly24 » 26/04/2019, 13:42

anima ha scritto:

ci si puo difendere anche con una padella

Si, cara, é vero, ma io non vado in giro con una padella e non ho mai visto una donna che in cittá circoli con una padella o un mattarello.
«Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi.»
C'è una forza motrice più forte del vapore, dell'elettricità e dell'energia atomica: la volontà.Albert Einstein
"Mi piacciono le persone che....no, niente. Mi piacciono gli animali"

Presentazione
Avatar utente
nelly24
Moderatore
 
Messaggi: 4529
Iscritto il: 11/12/2009, 20:53
Località: Slovenia

Messaggiodi Gocciazzurra » 26/04/2019, 15:02

Non volevo intervenire perchè è un tema scottante e non avevo voglia di impelegarmi, ma il tema del 3D non è, a mio avviso, una strumentalizzazione per colpevolizzare gli immigrati. E' solo un dato oggettivo. E la responsabilità primaria è sicuramente del Governo che ha sbagliato non nell'accettare l'immigrazione in sè, ma non ponendo delle restrizioni - da subito - al numero esagerato di dette immigrazioni arrivando così a penalizzare gli italiani e a rendere ingestibile il problema.
Poi ci si mettono pure gli immigrati a fare la loro parte. Quale? Per esempio non pagando le rate condominiali con la conseguenza che nel mio condominio ci hanno "tagliato" il riscaldamento da ormai 5 anni, per esempio orinando sull'ascensore quando rientrano sbronzi di birra e anche defecando in prossimità del cortile,oppure dichiarando di abitare in 2/3 nell'appartamento quando invece è un porto di mare con un andirivieni di altri loro connazionali con il relativo uso spropositato di acqua che solo i poveri 4 sfigati italiani devono sobbarcarsi. In alcuni appartamenti c'è prostituzione e spaccio di stupefacenti.
Mica finita: in cantina hanno riempito di mille masserizie ogni spazio disponibile costringendoci a farle rimuovere a spese a nostro carico, senza parlare poi che hanno rubato tutte le lampadine tanto da impedire di metterne di nuove. E vogliamo parlare della raccolta differenziata? Ma vogliamo scherzare? Quelli non si degnano nemmeno di aprire il cassonetto (spesso vuoto) e lasciano a terra degli enormi sacchi neri che contengono di tutto, o inseriscono rifiuti nei cassonetti non idonei. E le multe chi le paga? ...........
E ne potrei raccontare di altre ma mi fermo qui.
Ma, occhio! L'ipocrisia di buona parte della Società continua ad applicare il buonismo tacciandoci di essere razzisti. Ma certo che sono razzista! Ma non per il loro colore, ma per il loro comportamento che si basa sulla perfetta conoscenza dei loro diritti infischiandosene beatamente dei loro doveri.

Certo, quelli che ho elencato sono solo reati minori perchè per gli stupri ecc. ne avete già parlato.
Ed è inutile dire che non tutti i migranti sono così: ma per quanto mi riguarda ho parlato di problemi oggettivi che hanno penalizzato di brutto noi italiani.
Immagine

Le estati volano sempre… gli inverni camminano! (Charles Schulz)
Un po' di me Immagine
Avatar utente
Gocciazzurra
Moderatore
 
Messaggi: 5541
Iscritto il: 10/06/2009, 21:09

Messaggiodi deliverance1979 » 26/04/2019, 15:47

anima ha scritto:ci si puo difendere anche con una padella


Verissimo....



Ma è sempre uno allenato.. :ironico:

Queste tecniche provengono dal combattimento da strada o militare a mani nude.

Lo stesso autore ha fatto anche un discorso molto interessante su un'aggressione con il coltello.
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Master
 
Messaggi: 5498
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Poveri immigrati, tutti gli vanno addosso.......brutti cattivoni, razzisti

Messaggiodi Verdemare » 26/04/2019, 16:11

Achille ha scritto:Non strumentalizziamo episodi di criminalità per dare addosso agli immigrati. Fatti del genere vengono commessi spesso anche da cittadini italiani.


http://www.ilgiornale.it/news/cronache/ ... 67520.html


mmenta
I dati dimostrano che l'emergenza c'è e, se possibile, va pure affrontata. I reati degli stranieri non stanno diminuendo, ma sono in crescita.


Lo dicono i freddi numeri. Oggi dal ministero dell'Interno ha diffuso le statistiche sui reati commessi in Italia nel 2018. O meglio, nei primi sei mesi di quest'anno. Bene. Cosa emerge? Che tra l'1 gennaio e il 30 giugno del 2018 sono state denunciate e/o arrestate 429.506 persone, di cui 136.876 stranieri (il 31,9% del totale). E già questo potrebbe portare ad una prima riflessione: secondo l'Istat la popolazione straniera nel Belpaese si aggira intorno all'8%. Ma se tra i criminali la percentuale sale fin quasi al 32%. Ma andiamo a vedere il confronto con il 2017. L'anno scorso, sempre nei primi sei mesi, le persone denunciate o arrestate erano state 464.784, di cui 127.264 stranieri (il 27,4%). Quindi il gab è del +4,5%. Si tratta di un trend in parziale controtendenza rispetto al dato degli ultimi tre anni: nel 2015 la percentuale di stranieri denunciati/arrestati era pari al 31,4% del totale per poi scendere al 29,2% nel 2016 e al 29,8% l'anno scorso. Tra i reati contestati agli stranieri risultano in crescita violenze sessuali (+5,7%), rapine (+5,7%), furti (+5,1%), truffe e frodi informatiche (+4,3%) e quelli legati agli stupefacenti (+5,2%).E pensare che mentre i reati degli stranieri aumentano, quelli generali sono in riduzione. Nei primi sei mesi del 2018, rispetto allo stesso arco di tempo dell'anno precedente, sono diminuiti del 7,5% il numero totale dei denunciati e arrestati e sono calate le rapine (-5,5%), le estorsioni (-9,1%), i furti (-8,1%) e i reati legati agli stupefacenti (-3,3%). Unica nota negativa, le violenze sessuali, che nell'ultimo anno sono cresciute del +6,1%.
Avatar utente
Verdemare
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3688
Iscritto il: 14/01/2012, 9:11

La giustizia italiana è la peggiore d’Europa:

Messaggiodi Vieri » 26/04/2019, 18:21

alla STAMPA di oggi:
https://www.lastampa.it/2019/04/26/ital ... agina.html

La giustizia italiana è la peggiore d’Europa: “Sempre più lenta e inefficiente”
Il giudizio della Commissione europea: il nostro Paese è maglia nera non solo per le sentenze di primo grado, ma anche per quelle di secondo e terzo

La giustizia italiana è sempre più inefficiente e lenta. Nonostante i continui richiami della Commissione i tempi necessari per risolvere contenziosi civili e commerciali aumentano. Nel 2016 ci volevano 514 giorni per arrivare ad una sentenza di primo grado, nel 2017 ce ne sono voluti, in media, 548. Un mese in più. E’ il dato più alto di tutta Europa. Nessuno deve attendere un anno e mezzo per un pronunciamento di primo grado. Ma l’Italia è maglia nera anche per le sentenze di secondo grado e terzo grado. Oltre due anni per un secondo pronunciamento (843 giorni), e tre anni e mezzo per la sentenza definitiva (1.299 giorni).

Dai dati raccolti dalla relazione annuale di valutazione sulla giustizia della Commissione europea, non brilla neppure la giustizia amministrativa. Nel 2017 ci sono voluti 887 giorni decisioni in questi tribunali. Peggio hanno saputo fare solo Cipro, Malta e Portogallo. I Tar sono comunque in controtendenza: in un’Italia dove i tempi della giustizia crescono, a livello amministrativo si riducono di più di un mese (-38 giorni).

Potrebbe essere un problema di risorse. L’Italia è il nono Paese dell’Ue per soldi spesi nel sistema della giustizia, l’equivalente di 96 euro per cittadino. Ma il 63% di quello che viene investito dallo Stato nel sistema giustizia serve a coprire i salari dei giudici e del personale dei tribunali. Le difficoltà del sistema Italia si spiegano allora probabilmente con la penuria di giudici. Il Paese è 23esimo su 27 (non disponibili i dati britannici) per numero di giudici per ogni 100mila abitanti: appena 10. Pochi, considerando che in Croazia e Slovenia se ne contano più di 40 (43 e 42 rispettivamente).

Lentezze e inefficienze incidono sulla percezione del sistema della giustizia. Appena il 37% degli italiani ritiene che i giudici siano indipendenti. Solo in Croazia, Slovacchia, Bulgaria, e Spagna c’è una sfiducia maggiore. Neppure le imprese scommettono sulla giustizia italiana. Solo il 39% di esse considera giudici e tribunali indipendenti. Un motivo per non investire nel Paese.

«Il quadro di valutazione dell’Ue arriva in un momento in cui le sfide allo stato di diritto stanno aumentando in alcune parti d’Europa», sottolinea il commissario europeo per la giustizia, Vera Jourova. «Purtroppo, alcuni altri stanno invertendo le tendenze positive». Un riferimento anche all’Italia.

Quello che molti non vogliono capire è il diffuso grado di insicurezza attualmente percepito dalla popolazione italiana e della giustizia italiana, che oltre ad essere inefficiente è notevolmente di manica larga e potrete anche condividere lo spirito di quei poliziotti che avevano arrestato quella persona di colore che li aveva presi a sprangate e che il giorno dopo se lo sono di nuovo tranquillamente rivisto in giro.....
Ma uno deve farsi quasi ammazzare per 1300 euro al mese ed essere preso anche in giro ?..... :boh:

E' pur vero che questi immigrati ( principalmente di colore) non sono tutti criminali ma dobbiamo dividerli per conto mio in varie "caregorie":

- Quelli che sono riusciti a trovarsi un lavoro serio e continuativo in fabbrica o in aziende agricole (anche in base alla loro maggiore cultura e capacità di adattamento), hanno famiglia e si sono perfettamente integrati.

- Quelli onesti che sbarcano il lunario in piccoli lavoretti e di fronte ai supermercati e direi anche se sono gentili e disponibili come la persona che aiuta sempre mia moglie a portare la spesa alla fine non sono fastidiosi ma direi utili per alcune persone.

- Quelli che vivono in albergo, con la bicicletta, il cellulare, e frequentano quando vogliono lezioni di italiano a spese nostre e senza poi fare niente...

- I poveri disperati che vivono in baraccopoli peggiori di quelle che hanno lasciato per essere SFRUTTATI dal caporalato del Sud Italia a 3-4 euro l'ora a 12 - 14 ore al giorno...

- Gli sbandati che vivono per le strade o in baraccopoli fuori città e che si barcamenano come possono....con piccoli furtarelli...

- Gli sbandati singoli che spesso compiono atti di intolleranza e di inciviltà ( non pagare il biglietto nei treni,...compiere atti osceni se non vere e proprie aggressioni o molestie alle donne )

- I criminali violenti veri e propri che sia singoli gestiti dalla mafia che spacciano droga locale o del loro paese ( mafia Nigeriana) con il noto loro sistema di sfruttamento della prostituzione)

Conclusioni spicciole: alla fine circa il 30% va in galera effettivamente ma a questi "ufficiali" moltissimi altri se la cavano con gli "arresti domiciliari" ad uno senza fissa dimora :risata: o con una semplice "raccomandazione"... :ironico:

Quindi è anche pensabile che certe manifestazioni che si definiscono "razziste" alla fine derivino da una notevole paura ed esasperazione di persone dove in molti quartieri di grandi città, ritengo sia estremamente difficile vivere serenamente.

Poi è sempre un dato di fatto che se solo l'8-9 % della popolazione delinque e fa parte del 30 % delle nostre patrie galere,...ritengo che il problema esista e che sia da considerare molto seriamente.

Solo con una segnalazione precisa di tutti i clandestini senza nome ( circa 90.000..) leggi ed una Giustizia più efficienti: ( chi spaccia droga anche poca deve andare in galera per 10 anni..) con più rigide disposizioni anti degrado si potrà rendere questo paese non dico "uguale" al resto d'Europa ma almeno simile.....

Per gli amministratori e dipendenti pubblici ........assenteisti ed inefficienti ? Meno inutili processi e più licenziamenti in tronco....
E di questi tempi perdere un lavoro a tempo indeterminato di punto in bianco ritengo che possa risultare il maggiore deterrente ad una inefficienza diffusa in molti ambienti statali, regionali e comunali.....

-
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 6838
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi deliverance1979 » 26/04/2019, 20:52

Comunque, le chiacchiere stanno a zero.
Quando sei per la strada devi difenderti come meglio puoi, con quell'addestramento di base che hai o che improvvisi al momento, ma quando stai in casa tua, non esiste arma migliore di questa...

Fucile calibro 12 con munizioni Buckshot o per noi italiani, cartuccia 11/0, volgarmente chiamata a pallettoni.

Clicca per vedere l'immagine a dimensioni originali

Clicca per vedere l'immagine a dimensioni originali

Ogni colpo con 9 pallettoni dal diametro di 8.6 mm ciascuno che ti prendono a distanza ravvicinata ti aprono. Punto.



Un piccolo aneddoto.
Sono leggermente appassionato di armi, non un fissato.
Qualche mese fa dormivo beato e tranquillo a casa.
La mia zona è molto tranquilla, ad eccezione di qualche piccolo furto di appartamento non succede mai nulla.
Bene, quella sera sento una botta secca provenire dal piano di sotto e mi sveglio di soprassalto.
Noi abbiamo le camere al secondo piano ed il piano giorno a primo piano, con entrata al piano terra.
Quindi se uno dovesse compiere un'effrazione male che va deve farsi due piani di scale, bene che va, se ne deve fare comunque una.
Avevo immaginato che cosa poteva essere, visto che era successo una cosa simile anche in passato, ma la certezza non ce l'avevo.
La mia compagna terrorizzata ha voluto che controllassi.
Logicamente il fesso di casa che sono io, sono sceso per vedere cosa potesse essere successo con lei dietro.
Adrenalina a 1000, ma, con l'orecchio teso nel silenzio della notte, cercavo di percepire qualche ulteriore rumore, visto che se in casa c'è un intruso, per quanto voglia stare fermo per uno o due minuti, qualche rumore o segno della sua presenza, deve comunque produrla.
Anche perchè, uno che si sveglia di soprassalto, e pensa che qualcuno gli è entrato in casa, ha i sensi tesi a percepire segni di eventuali presenze, ed a meno che non fai parte delle forze speciali o sei un ninja, ma dubito che uno con un tale addestramento sprechi il suo tempo per uno sfigato come me.
Fatto sta, che mentre mi facevo coraggio per scendere e vedere che fosse successo, arrivo in cucina e noto che è tutto a posto, stessa cosa al piano di sotto.
Alla fine controllo quello che pensavo potesse essere stato in principio, ovvero, una bottiglia di vino in cucina, aveva fermentato ed aveva fatto partire il tappo che era caduto sopra ad un porta pasta di alluminio e vetro.
Il tappo leggermente pesante, caduto da 50 - 70 cm sopra il coperchio di alluminio che ha risuonato sul vetro, ed ha prodotto un rumore come di una finestra che si rompe.
Io me lo ricordavo un rumore del genere, ma, come sempre vattela a pesca.

Comunque, anche se sono sceso con una certa "tranquillità", il solo fatto di sapere che in caso di bisogno, avevo a disposizione un giocattolo come sopra descritto, questa cosa ti da tutta un'altra prospettiva e coraggio.

Un'amica di mia madre, ricca, con una villa, che gli sono entrati per l'ennesima volta i ladri in casa, e lei, al piano di sopra, con il marito, vedere dai monitor delle videocamere i ladri al piano di sotto, e loro sopra, senza armi e senza possibilità di difenderti, bè, che dire... non è il massimo.
Mentre chiami la polizia ed aspetti che questi arrivino, preghi il signore ogni secondo che passa, sperando che quelli non salgano e ti fanno barba e capelli...
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Master
 
Messaggi: 5498
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Al caro Dely

Messaggiodi Quixote » 26/04/2019, 22:25

Eh, mio caro, sai bene la simpatica antipatia (o l’antipatica simpatia) che abbiamo uno per l’altro. Pure non posso accettare la tua propaganda armaiola. Forse ricordi che anni fa ho aperto un thread sulle arti marziali, che ho praticato regolarmente per 10 anni, e irregolarmente dopo. Quindi figurati, so (o sapevo, dati i sopraggiunti limiti di età) ben difendermi. E pure repello alla vostra superficialità, ma, e non perchè nel frattempo sono diventato mod, non mi sento piú di partire in quarta contro la vostra incoscienza, contro il vostro fare di tutta l’erba un fascio (e purtroppo devo constatare che anche altri mod lo fanno), come in passato feci su un quesito inerente la pena di morte. Reduce da un fresco lutto, che mi ha lasciato in eredità, fra le altre cose, quelle armi che tu incensi, ho ben pensato di disfarmene, perché non saprei vivere con la coscienza di aver ammazzato un uomo, quanto vuoi “cattivo”, lupo in una società di lupi. Nessun uomo merita di morire, tutti abbiamo amato con Cristo e odiato con Hitler (E. Fromm). Sono assai deluso dalla vostra superficialità, e sia detto non con rancore, ma con compassione “cristiana”, se il termine mi appartenesse. Trovo davvero triste che, in questo thread, nessuno si muova a controbattere la vostra inconsapevole arroganza, il vostro filo-americanismo alla John Wayne, il vostro, in ultima analisi, gretto egoismo, teso a mantenere quel vano frivolo economico che avete acquisito, quasi fosse davvero vostro merito, e il non parteciparne a chi ha il solo difetto di essere nato in una civiltà che voi considerate, a torto, meno evoluta della vostra.
Καὶ ἠγάπησαν οἱ ἄνθρωποι μᾶλλον τὸ σκότος ἢ τὸ φῶς.
E gli uomini vollero piuttosto le tenebre che la luce.
GIOVANNI, III, 19. (G. Leopardi, La ginestra, esergo)
======================================
Primo postPresentazioneStaurós: palo o croce? (link esterno)
Avatar utente
Quixote
Moderatore
 
Messaggi: 4167
Iscritto il: 15/08/2011, 22:26
Località: Cesena

Messaggiodi play » 27/04/2019, 3:57

Quoto Achille perché non sopporto la strumentalizzazione dell'informazione.
Quoto anche Quix perché trovo che i seguaci della religione di Rambo siano ridicoli quanto è ridicolo Salvini quando si fa fotografare con il mitra.
Il problema è molto complicato e non se ne esce riducendo la questione ad un incontro/scontro tra Chuck Norris e Bruce Lee.
play
Utente Senior
 
Messaggi: 1529
Iscritto il: 23/12/2011, 8:56

Messaggiodi deliverance1979 » 27/04/2019, 8:10

Caro Quix, è vero noi siamo agli opposti, ma converrai con me che la violenza e la compassione fanno parte del nostro pianeta e della nostra natura, quindi dobbiamo conviverci, soprattutto con la prima.

Parliamo di sapersi difendere da un'aggressione.
E' giusto è sbagliato?

E' una scelta personale.
Logicamente se si parla di auto difesa ci sono delle scuole di pensiero, che derivano dalle molte esperienze civili e militari di come si fanno determinate cose, dalla lotta a mani nude all'uso delle armi.
Quindi, è normale poi che uno che è addestrato a fare questo e lo fa per anni, nel qual caso dovesse averne bisogno, se la caverà meglio di chi dovrà improvvisare.

play ha scritto:perché trovo che i seguaci della religione di Rambo siano ridicoli quanto è ridicolo Salvini quando si fa fotografare con il mitra.


Bè caro Play, meglio un ministro degli interni che si fa fotografare con un mitra, stile FBI primi tempi, che le facce da fessi dei politically correct che tutto ispirano meno che un senso di protezione, anzi, mi sento preso in giro due volte dalla loro incoerenza.
Primo, perchè giudicano la mia forma mentis come barbara, mentre però loro si spacciano come dispensatori di progresso con il culo degli agenti di scorta scelti che li proteggono e che si sono addestrati all'uso della violenza a posto loro, senza contare tutto l'apparato dei servizi segreti messo a loro disposizione per fargli da ulteriore ombrello protettivo.
Secondo, perchè mi parlano di questi argomenti vivendo nei quartieri bene, e frequentando grazie al loro status sociale ed economico certi ambienti dell'alta società, dove al massimo che può succedere, una distorsione alla caviglia nello scendere uno scalino per via dei tacchi alti?

Se sono cosi sicuri del loro grottesco mondo idilliaco, perchè non fanno come i ministri dei paesi del Nord Europa che viaggiano senza scorta?
Il mondo non è cosi bello come loro vorrebbero dipingerlo agli altri?

Quixote ha scritto:Trovo davvero triste che, in questo thread, nessuno si muova a controbattere la vostra inconsapevole arroganza, il vostro filo-americanismo alla John Wayne, il vostro, in ultima analisi, gretto egoismo, teso a mantenere quel vano frivolo economico che avete acquisito, quasi fosse davvero vostro merito, e il non parteciparne a chi ha il solo difetto di essere nato in una civiltà che voi considerate, a torto, meno evoluta della vostra.


Qui possiamo fare un discorso infinito.
Se è vero che l'uomo è un animale, gli animali conquistano il territorio e stabiliscono delle gerarchie.
Ora, in tutte le civiltà, ci sono le persone che stanno meglio economicamente e socialmente, e quelle che stanno peggio, e questo accade anche nelle regioni più remote.
Gli immigrati che provengono dall'Africa, anche nel loro paese esiste chi se la passa meglio e chi se la passa peggio, e spesso tale vantaggio economico è stato preso in passato con la forza o mantenuto con la forza.
Ora, se iniziamo ad applicare questo tuo ragionamento di parità sociale ad ogni aspetto della nostra vita, scoppierebbe una guerra peggiore della rivoluzione francese.

Quando tu parli di "vano frivolo economico che avete acquisito, quasi fosse davvero vostro merito", questo metro di misura sarebbe casus belli ottimale per iniziare una guerra di dimensioni apocalittiche contro ogni potere, ogni ordinamento ed ogni convenzione che per forza di cose avvantaggia alcuni a discapito di altri (spesso molti), con conseguenze di disgregazione sociale inimmaginabili.

Dettaglio meglio...

Che diritto abbiamo noi occidentali di stare meglio di una parte del mondo?
Che diritto ha il capo tribù di stare meglio dei suoi simili?
Che diritto ha il ricco imprenditore di guadagnare enormi fortune con le capacità degli operai?

Come vedi il mondo si divide tra chi comanda e chi segue, chi è più furbo o capace e guida un gruppo o nazione, ed altri che lo seguono (anche per opportunismo).
E' purtroppo o per fortuna non lo so, questo è un equilibrio naturale che noi umani ci diamo per formare una società.
Poi le società basate su questo aspetto possono essere più o meno belle, efficienti o progredite e con tutte le loro storture.

Adesso, nel momento in cui tu cerchi di giustificare o capire un atteggiamento "barbaro" compiuto da parte di un migrante che è nato in una condizione sfortunata, e quindi si ritrova a delinquere, io potrei risponderti che se assecondiamo la sua rabbia, il suo disagio e la sua inadeguatezza su molti aspetti, poi dobbiamo estendere questa cosa anche nella nostra società, dove io, potrei avere quella stessa rabbia nei confronti di chi è più ricco di me e che vive nel mio stesso quartiere, ha frequentato la mia stessa scuola ma, a causa delle conoscenze dei suoi genitori e della sua situazione, ha avuto dei vantaggi economici molto maggiori dei miei.
Quindi, anche io sarei giustificato a compiere violenza nei confronti di chi ha accumulato ricchezze provenendo da una famiglia benestante o ricca ed è vissuto sempre negli agi non per merito suo.
Oppure, facciamo un discorso ad intermittenza, il migrante che da un livello di ricchezza e benessere di zero o uno, ha il diritto di emergere anche con vari mezzi al livello due, mentre invece se io parto da un livello di ricchezza o benessere pari a quattro o cinque, devo stare al mio posto ed accontentarmi non potendo usare gli stessi metodi per arrivare ad un livello di benessere di sei o sette.

Tolta la sopravvivenza di base, ovvero mangiare, bere ed il riparo, che anche qui, hanno uno standard ed un comfort proporzionali ai soldi che uno ha e che partono da un piatto di pasta ed acqua consumati dentro una baracca, fino alla cucina stellata servita in una villa, il "di più" è tecnicamente superfluo...

Mo noi umani ci siamo sviluppati molto su quel "di più" oltre la sopravvivenza.
E nelle varie civiltà abbiamo basato lo sviluppo dell'economia oltre la soglia della sopravvivenza e nei confronti di tutte quelle cose che potremmo definire secondarie.

Molti hanno avuto dei torti o subito dei traumi che possono giustificare qualsiasi atto di violenza utile per sfogare la propria rabbia, per rivendicare un proprio diritto, per progredire economicamente o sulla scala sociale.

Siccome molte delle storture sociali provengono da disparità economiche, di nazione di appartenenza, di ceto sociale e via dicendo, la difesa, anche armata, va a colmare tutte quelle lacune in cui lo Stato non è presente e non può essere presente per mancanza di soldi, per mancanza di uomini e perchè non possiamo fisicamente avere una pattuglia di polizia o di militari ad ogni incrocio.

Quindi ci si arrangia come si può.

Poi sul fatto di uccidere o invece di mettere in fuga l'aggressore nel qual caso uno ne abbia l'opportunità, questo è un altro discorso.
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Master
 
Messaggi: 5498
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi Testimone di Cristo » 27/04/2019, 8:37

Quixote ha scritto:Nessun uomo merita di morire, tutti abbiamo amato con Cristo e odiato con Hitler (E. Fromm). Sono assai deluso dalla vostra superficialità, e sia detto non con rancore, ma con compassione “cristiana”, se il termine mi appartenesse. Trovo davvero triste che, in questo thread, nessuno si muova a controbattere la vostra inconsapevole arroganza, il vostro filo-americanismo alla John Wayne, il vostro, in ultima analisi, gretto egoismo, teso a mantenere quel vano frivolo economico che avete acquisito, quasi fosse davvero vostro merito, e il non parteciparne a chi ha il solo difetto di essere nato in una civiltà che voi considerate, a torto, meno evoluta della vostra.


Caro Angelo, poichè mi poni nel calderone..., :sorriso: per quanto mi riguarda, io ho scritto altro.

Nessun uomo merita di morire,

Sono d'accordo
Buona giornata a tutti :sorriso:
Presentazione
Quanto ci Ama Gesù, Egli Donò la Sua Vita per noi
Luca 23,34 Gesù diceva: «Padre, perdona loro, perché non sanno quello che fanno».
Testimone di Cristo
Utente Senior
 
Messaggi: 1070
Iscritto il: 12/12/2014, 12:30
Località: Caserta

Messaggiodi Achille » 27/04/2019, 9:09

Testimone di Cristo ha scritto:A mio modesto parere, non mi piace che, immigrati tutti indistintamente debbano entrare in Italia come altrove, per vederteli scorazzare per le strade , senza controllo "perchè troppi" , e come si vede attraverso i media o striscia la notizia, vederli a spacciare , e portare morte.
Ecco di criminali in Italia ve ne sono anche troppi; quindi a mio avviso dico:
Si , solo a donne, bambini ed anziani per essere accolti ,ma da tutta la comunità europea e non solo dall'Italia.
Mentre tutti costoro che li si vede ben in carne, giovani....,dico NO, se come tanti di loro ,dobbiamo vederli per le strade affiliati alla criminalità, spacciando droga, vederli aggredire persone come la coppia in questione, rubare, violentare donne...., e vederteli entrare in casa e distruggere famiglie in pochi secondi, dico ancora NO
Poi se c'è chi, gli piace essere buonista senza usare il cervello, beh dico, che se vogliono ,possono portarseli anche a casa propria, ma io non li voglio trovare di sera indisturbati a delinquere e violentare donne , come avviene spesso in Italia.
Buona giornata
In un unico post vengono riassunti tutti i luoghi comuni, di stampo filo razzista, che ormai dilagano in Italia. Questi sono i risultati della propaganda politica che viene continuamente diffusa. Alla faccia del diritto internazionale e anche dei valori umani (per non dire cristiani) che dovrebbero imporre ad ogni persona il dovere di soccorrere e di accogliere chiunque abbia bisogno di aiuto.
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 13081
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Quix....

Messaggiodi Vieri » 27/04/2019, 9:48

Trovo davvero triste che, in questo thread, nessuno si muova a controbattere la vostra inconsapevole arroganza, il vostro filo-americanismo alla John Wayne, il vostro, in ultima analisi, gretto egoismo, teso a mantenere quel vano frivolo economico che avete acquisito, quasi fosse davvero vostro merito, e il non parteciparne a chi ha il solo difetto di essere nato in una civiltà che voi considerate, a torto, meno evoluta della vostra.

In questo thread cerco allora di portare un po' di moderazione fra quelli del "grilletto facile" e i "buonisti ad oltranza"desiderosi di un mondo (perduto alla Jurassik Park) idilliaco dove tutti indistintamente sono uguali economicamente e con pari diritti (ma direi anche di doveri).

Primo appunto: la foto di Salvini con il mitra.

Non mi pare che sia in un atteggiamento "guerresco" e che induca a pensare al fatto di usarlo tutti e bisognerebbe anche verificare meglio, indipendentemente dalle strumentalizzazioni politiche, in quale contesto sia stata fatta questa foto, probabilmente scattata in una caserma dove gli erano state fatte vedere le armi in dotazione alla polizia. se uno prende in mano pertanto un mitra per vederlo meglio, mentre magari glielo mettono anche in mano....non noto particolari istigazioni alla violenza.....

E se gli avessero messo in mano allora una statuetta di Padre Pio, cosa avrebbero detto ? Che si fosse convertito e diventare prete ?.... :ironico:

Faccenda del "gretto egoismo" e del vano frivolo economico che avete acquisito, quasi fosse davvero vostro merito"

In fatto di benessere economico acquisito io penso che si faccia spesso un po' di confusione derivato anche dalla considerazione di un po' di invidia dei "perdenti" rispetto a chi nella vita si sia dato da fare più di loro.

La constatazione alla quale tali persone non desiderano accettare ( comodo per loro..) è che l'intelligenza, la volontà, l'intraprendenza delle persone ( per fortuna) è sempre diversa da persona a persona oltre a considerare anche giustamente la cosiddetta "fortuna" nell'aver avuto occasioni favorevoli o meno che da alcuni sono state anche prese per fare un "passo in più " degli altri.

Il merito ?
Certo che non tutti sono stati "figli di papà e trovarsi la Porche in garage, ma dai nostri padri, che come il mio cenava a caffellate, per pagarsi la rata del mutuo,.... a molti di noi, se hanno oggi raggiunto, non dico la ricchezza, ma un certo grado si serenità economica, certamente non gli è stata regalata facendo sacrifici notevoli ed avuto anche spesso il coraggio e l'intraprendenza di prendere le giuste decisioni al momento opportuno.

Se una persona quindi ha raggiunto tali risultati, mi sembra da un lato giusto che debba pensare ad aiutare economicamente anche il prossimo più disagiato e che per motivi diversi non abbia beneficiato delle stesse opportunità.

Nel contempo ritengo che possa essere anche comprensibile, non parlo di "egoismo" ma di un "distinguo" tale da non pensare di doversi privare di punto in bianco di tutto per equipararsi all'ultimo arrivato che magari non ha fatto niente in vita sua.

Questo concetto di "uguaglianza marxista" sappiamo bene che ha portato al disastro economico e sociale di questo modello che sopravvive solo in un unico paese al mondo a regime dittatoriale che è la Korea del Nord.

"quasi fosse davvero vostro merito"

Anche qui occorre fare un "distinguo" e non fare di tutta l'erba un fascio dove occorre dividere l'imprenditoria sana ( ormai vedo un po' in estinzione...) quella di solo carattere finanziario dove contano solo i soldi e non le persone...fino all'economia della "mazzetta" con lo scopo di arricchirsi il più possibile indipendentemente e direi egoisticamente senza badare a nessuna regola di onestà e di rispetto del prossimo.

Va da se che questi due tipi di cosiddetta "imprenditoria" sono dei cancri che disgraziatamente corrodono la nostra società da tempo e dove l'uomo passa sempre in secondo piano rispetto ai soldi, soldi, soldi, .......

Detto questo, per concludere, se un imprenditore sano, ha una idea, la mette in pratica la commercializza ed è in grado di ampliare nel tempo la propria attività assumendo alla fine centinaia di persone e dando una speranza a tante famiglie, nel rispetto delle regole del lavoro vigenti e pagando le tasse, potrà anche guadagnare 100 volte o più di un loro dipendente ?

Si,... potrà avere la villa ( magari nemmeno faraonica..) la "barca" al mare farà una vita sicuramente più agiata ma spesso reinvestirà i suoi utili per creare altro lavoro innescando un circolo virtuoso per tutti....

Parliamo ora di "persone di colore" che arrivano allora in Italia senza arte né parte.

Quanti di loro hanno veramente il desiderio di capire la società nella quale vogliono inserirsi cercando di adattarsi e non di credere ancora alle loro tradizioni e modo di pensare, in genere decisamente diverso dal nostro? Sicuramente una parte di loro ci sta faticosamente tentando semprechè una struttura statale efficiente dia loro le possibilità.

Altri invece, disgraziatamente, come vediamo ogni giorno, notando questo stato di "benessere", ben superiore alla realtà che hanno lasciato e non conoscendo la nostra storia passata, anche recente, di due guerre e di grandi sconvolgimenti sociali, ritengono anche loro di avere il DIRITTO di essere SUBITO come gli altri.
Come ?
Immaginatelo voi, dal possedere facilmente una donna,..al furto ed allo spaccio di droga che è il mestiere più facile e redditizio del mondo.

In conclusione il problema è estremamente complesso e non ritengo che si possa risolvere con quattro parole sia di estremo "buonismo" sia di esasperato "giustizialismo".
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 6838
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Testimone di Cristo » 27/04/2019, 10:30

Achille ha scritto:
Testimone di Cristo ha scritto:Alla faccia del diritto internazionale e anche dei valori umani (per non dire cristiani) che dovrebbero imporre ad ogni persona il dovere di soccorrere e di accogliere chiunque abbia bisogno di aiuto.


Bravo achille, accogliere chi ha bisogno di aiuto: donne bambini e anziani,, e non in modo indiscriminato..., poichè "non tutti " in larga misura li trovi nelle maggiori piazze di Italia e in giro sparsi, a spacciare droga ed affiliati alla criminalità.
Achille caro, io vivo nei dintorni di Castelvolturno " a pochi km. da Casal di Principe....; penso tu sappia dov'è .
E, in questa , vi è un quartiere in possesso di immigrati, e ti assicuro che se tu ci abitassi, fuggiresti, poichè anche la Polizia fatica ad entare in quella cittadina, diventata possesso di Nigeriani e immigrati di altre nazioni, che ne hanno fatto il ghetto di spacciatori, sfruttatori della prostituzione e della riduzione in schiavitù , dove bande di Nigeriani e co....hanno fatto di quello, un territorio in loro possesso, dove la violenza ed il crimine sono all'ordine del giorno, e questo non è sicuramente un caso isolato in Italia.
Ecco il frutto di una immigrazione incontrollata , se per te va bene tale tipo di accoglienza ,per me NO.
Poi come ho scritto, visto che le politiche dello stato, non sono atte ,a buttar fuori chi delinque , ma semplicemente li invitano a lasciare il territorio Italiano, ecco che sono del parere che ,debbano essere accolte, solo: donne bambini e anziani....
Ciao
Presentazione
Quanto ci Ama Gesù, Egli Donò la Sua Vita per noi
Luca 23,34 Gesù diceva: «Padre, perdona loro, perché non sanno quello che fanno».
Testimone di Cristo
Utente Senior
 
Messaggi: 1070
Iscritto il: 12/12/2014, 12:30
Località: Caserta

Messaggiodi Neca » 27/04/2019, 11:06

. Pure non posso accettare la tua propaganda armaiola.

io sono contro la violenza e quindi contro le armi!
E pure repello alla vostra superficialità, ma, e non perchè nel frattempo sono diventato mod, non mi sento piú di partire in quarta contro la vostra incoscienza, contro il vostro fare di tutta l’erba un fascio (e purtroppo devo constatare che anche altri mod lo fanno), come in passato feci su un quesito inerente la pena di morte.
Ho solo specificato che si trattava di nordafricani! Io sono contro quelli che vengono per delinquere! Conosco molti extracomunitari che sono brava gente!
Trovo davvero triste che, in questo thread, nessuno si muova a controbattere la vostra inconsapevole arroganza, il vostro filo-americanismo alla John Wayne, il vostro, in ultima analisi, gretto egoismo, teso a mantenere quel vano frivolo economico che avete acquisito, quasi fosse davvero vostro merito, e il non parteciparne a chi ha il solo difetto di essere nato in una civiltà che voi considerate, a torto, meno evoluta della vostra.]

Io ho solo specificato che siamo arrivati a questo per poterci difendere da attacchi vili come quello subito da Rossella e il suo fidanzato! Non ho esaltato lei, ho solo specificato l'assenza di uno Stato che dovrebbe tutelare e difendere i suoi cittadini ma non lo fa, tanto che la polizia è intervenuta 10 minuti dopo che era stata avvisata del pestaggio che si stava verificando in quel vicolo, se fosse stata una ragazza qualsiasi cosa sarebbe accaduto? Perchè ci hanno messo 10 minuti per intervenire? La mia non era una strumentalizzazione per dare addosso agli extracomunitari, era ed è una strumentalizzazione per dare addosso ad uno Stato (quello italiano) che, ripeto, non difende i suoi sudditi! Ho sbagliato specificando che questi erano africani, non era mia intenzione scatenare una ridda di commenti come questi, speravo che i lettori capissero il senso delle mie parole, ma mi sono espresso male e di questo chiedo scusa!
Presentazione Se violenti una donna o un bambino, violenti te stesso! Ma tu non vuoi farti del male, vero? Allora smettila di violentare ed uccidere donne e bambini! Solo i vigliacchi lo fanno!
Avatar utente
Neca
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3094
Iscritto il: 18/04/2012, 10:56

Messaggiodi Mario70 » 27/04/2019, 12:02

Quixote ha scritto:Eh, mio caro, sai bene la simpatica antipatia (o l’antipatica simpatia) che abbiamo uno per l’altro. Pure non posso accettare la tua propaganda armaiola. Forse ricordi che anni fa ho aperto un thread sulle arti marziali, che ho praticato regolarmente per 10 anni, e irregolarmente dopo. Quindi figurati, so (o sapevo, dati i sopraggiunti limiti di età) ben difendermi. E pure repello alla vostra superficialità, ma, e non perchè nel frattempo sono diventato mod, non mi sento piú di partire in quarta contro la vostra incoscienza, contro il vostro fare di tutta l’erba un fascio (e purtroppo devo constatare che anche altri mod lo fanno), come in passato feci su un quesito inerente la pena di morte. Reduce da un fresco lutto, che mi ha lasciato in eredità, fra le altre cose, quelle armi che tu incensi, ho ben pensato di disfarmene, perché non saprei vivere con la coscienza di aver ammazzato un uomo, quanto vuoi “cattivo”, lupo in una società di lupi. Nessun uomo merita di morire, tutti abbiamo amato con Cristo e odiato con Hitler (E. Fromm). Sono assai deluso dalla vostra superficialità, e sia detto non con rancore, ma con compassione “cristiana”, se il termine mi appartenesse. Trovo davvero triste che, in questo thread, nessuno si muova a controbattere la vostra inconsapevole arroganza, il vostro filo-americanismo alla John Wayne, il vostro, in ultima analisi, gretto egoismo, teso a mantenere quel vano frivolo economico che avete acquisito, quasi fosse davvero vostro merito, e il non parteciparne a chi ha il solo difetto di essere nato in una civiltà che voi considerate, a torto, meno evoluta della vostra.


Totalmente d'accordo con la tua analisi, questo è il tema che mi fa imbestialire più di ogni altro ed è per questo che non intervengo, un solo appunto:
Rimango basito nel constatare come l'unica regola aurea del cristianesimo ovvero fai agli altri quello che gli altri vorresti facciano a te e il secondo comandamento ovvero ama il tuo prossimo come te stesso, siano portati avanti da chi cristiano non lo è, non solo, questi presunti cristiani attaccano coloro che applicano questi comandamenti tacciandoli di ipocrisia e "buonismo" parola insulsa inventata da gente ignorante capace solo di guardare al proprio ristretto e volgare orticello.
Attacchiamo la persona o le persone che compiono il male e non il genere o la provenienza di queste, perché a prescindere dalla razza o dal sesso o dalla provenienza, siamo tutti uguali, esseri umani appartenenti alla stessa specie umana, stesso dna, non ci vuole una laurea per capirlo, dove siamo nati lo ha deciso il caso o il destino o Dio per chi ci crede.
«È vero, in tempi passati vi sono stati alcuni che hanno predetto la "fine del mondo", annunciando perfino una data specifica. Alcuni hanno raccolto intorno a sé gruppi di persone ... aspettando la fine. Tuttavia non è accaduto nulla. La "fine" non è venuta. Si sono resi colpevoli di falsa profezia» (Svegliatevi!, 22/4/1969, p. 23).
Presentazione
Avatar utente
Mario70
Utente Master
 
Messaggi: 5861
Iscritto il: 10/06/2009, 20:28
Località: Roma

Messaggiodi deliverance1979 » 27/04/2019, 13:08

Allora, vedo che qui stiamo parlando per massimi sistemi e non per praticità.

Se la ragazza in questione non fosse stata un'atleta di box thailandese o Muay Thai, oggi staremo qui ad ascoltare l'ennesima storia del ragazzo picchiato a sangue, e di lei picchiata e violentata.
La cosa che mi dispiace è che questa ragazza non gliè ne ha suonate tante, ma tante, ma tante a questi vigliacchi, oggi per fortuna loro sono usciti con le loro gambe dalle proprie abitazioni.

Quindi a fronte di questo decade totalmente la teoria che l'addestramento non paga.
Una donna impacciata, impaurita e scoordinata, avrebbe fatto una fine molto brutta, lei ed il suo ragazzo.
Quindi se saper usare le mani, o delle armi non serve a niente, figuriamoci il non saperlo fare. :fronte:

Che poi gli aggressori fossero extracomunitari, la cosa mi è indifferente, anche se a mio modesto parere è in realtà peggiorativa, perchè a casa di altri ti dovresti comportare meglio dei padroni di casa, solitamente la buona educazione vuole questo.
Ma vedo che la paternale della buona educazione vale solo quando si deve fare la morale buonista agli italiani.

La seconda cosa che mi ha disgustato, è il vedere oggi, in diretta televisiva su Rainews 24, come le forze dell'ordine andavano a prelevare questo schifo di persone cosi... con tutte le premure del caso.

Fosse stato per me, in questi casi, a ciascuno di loro avrei fatto sperimentare una decina di minuti, che significa essere pestato a sangue da 6 o 7 agenti di polizia... cosi che anche loro (gli aggressori) avrebbero imparato la lezione sul proprio loro c..o, e avrebbero sperimentato sulla propria pelle il risultato delle conseguenze dell'azione che stavano per compiere gratuitamente ai danni di due poveracci, che per fortuna, stavolta, sono riusciti a difendersi.

Volete chiamarla vendetta, rappresaglia?
Mi va bene tutto, ma è una tecnica che funziona o per lo meno che pareggia i conti.

La cosa che trovo sconvolgente è di come si cerchi sempre la giustificazione nei confronti dell'aggressore e non dell'aggredito.

Chi è contro la violenza è semplicemente contro la natura dell'essere umano, e quando poi ha qualche problema, per coerenza non dovrebbe chiamare una qualsiasi forza armata o di polizia.
Il pagare le tasse non significa nulla se parliamo di principi morali astratti.
Se sono contro la droga e nello stato in cui vivo è legalizzata non la userò mai e ne parlerò sempre male.
Lo stesso vale per l'aborto.
Se sono per la non violenza, non posso ipocritamente nascondermi dietro la frase " Siccome pago le tasse" ed "Accetto lo Stato sociale attuale", allora ci sono le forze dell'ordine o i militari o chi a posto loro che utilizza la violenza a posto mio.
Se vogliamo avere il c..o parato, ci deve essere sempre qualcuno brutale e forte, ed addestrato all'uso della violenza per proteggerci da altri uomini violenti, facendo rispettare delle regole.

Il problema è che spesso questi uomini di legge sono castrati da leggi restrittive, non possono essere ovunque ed il normale cittadino viene lasciato in balia di se stesso.
Qui non c'è il super eroe di turno che al primo strillo di femmina o grido di aiuto compare a far vincere il bene sul male.

Se poi voi non volete addestrarvi a combattere, non volete saper usare un arma, siete pacifisti ad oltranza mi sta anche bene, ma non potete pensare di avere una superiorità morale sugli altri, quando poi per salvarvi e salvare la vostra famiglia o proprietà o altro, vi serve la violenza e l'addestramento degli altri.
Qualcosa non porta.
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Master
 
Messaggi: 5498
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Prossimo

Torna a Fuori Tema

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici