Il mio libro di racconti biblici

In questo spazio si discute di argomenti di vario genere relativi ai Testimoni di Geova e che non sono inclusi nelle altre sezioni

Moderatore: Cogitabonda

Rispondi
Moonchild
Nuovo Utente
Messaggi: 1
Iscritto il: 09/11/2020, 11:10
Contatta:

Il mio libro di racconti biblici

Messaggio da Moonchild »

Salve a tutti,

Mi chiamo Davide e mi sono iscritto al forum per un motivo molto preciso. Prima di parlarne, vorrei presentarmi e darvi delle coordinate sulla mia esperienza con i TdG. Non sono mai stato ufficialmente TdG, mia madre era ed é disassociata e mio padre ateo. Ma sia nella famiglia di mia madre che in quella di mio padre moltissimi lo erano, e sono stato esposto a tutte le loro dottrine per anni. Questo mi ha creato seri problemi che ho risolto solo in etá adulta, ma c´é una cosa di cui mi sono reso conto solo adesso ed é il motivo per cui vorrei discutere con voi.

Da qualche anno ho letto molto sui traumi infantili e su come questi traumi definiscono poi la personalitá una volta cresciuti. La personalitá di ognuno di noi si forma tra 0 e 8 anni. In quel periodo il cervello di un bambino é come una spugna che assorbe tutto quello che viene insegnato dall´ esterno, e lo interiorizza in modo molto piú profondo di quanto avvenga da adulto. In quel contesto, anche degli eventi apparentemente insignificanti possono essere vissuti dal bambino come veri e propri traumi che poi condizioneranno in maniera determinante la sua vita da adulto.

Uno dei ricordi piú particolari della mia infanzia é che per un periodo piú o meno lungo (é difficile quantificare dato che i bambini hanno una percezione del tempo dilatata), intorno ai 4 anni, ho vissuto una specie di depressione. Non so se la parola depressione sia corretta. Ero tristissimo, come se percepissi un male onnipresente e l´esistenza di un dolore universale. Ricordo perfettamente che la notte piangevo a causa di tutto questo male che percepivo. Nel corso della mia vita ho ripensato spesso a questi ricordi e mi meravigliavo del fatto che da bambino potessi avere una visione cosí negativa della vita e della realtá.

Ci ho riflettuto con gli strumenti che ho acquisito in questi anni e mi sono reso conto che molto probabilmente la causa di tutto questo dolore fosse additabile a Il mio libro di racconti biblici. Questo testo mi é stato regalato dai miei familiari TdG non appena sono nato. Ricordo perfettamente i loro incoraggiamenti a leggerlo continuamente, e i loro complimenti per il fatto che lo sapessi a memoria. Probabilmente guardavo le immagini prima ancora di imparare a leggere. A quanto mia madre ricordi, lo avevo sempre tra le mani.

Ho cominciato a cercare informazioni specifiche su questo testo e ho trovato molto poco. Una manciata di video di persone comuni e una sola analisi fatta da una psicologa (che purtroppo non riesco piú a trovare). Questa psicologa spiegava come coloro che abbiano letto questo libro da bambini al posto di un normale libro di fiabe, da grandi sono spesso tendenzialmente infelici e di scarso successo (successo ovviamente inteso come realizzazione dei desideri piú profondi).

Tutti concordano su un elemento fondamentale: le illustrazioni che accompagnano il testo sono violente e disturbanti e mai dovrebbero essere presenti in un libro per bambini. Piaghe e ferite da cui escono rivoli copiosi di sangue, volti in agonia, distorti e in alcuni casi diabolici, scene di violenza inaudita, bambini fatti morire (preferisco non postarle per motivi di copyright, ma potete trovarle nei racconti Un figlio buono e uno cattivo, Giganti sulla terra, Il diluvio universale, Un re malvagio governa l´Egitto, Le 10 piaghe, Attraverso il Mar Rosso, Giobbe é fedele a Dio, L´uomo piú forte). La lista é molto lunga. Il motivo per cui certi film horror e/o violenti sono vietati ai minori é appunto perché i bambini piccoli sono molto vulnerabili e influenzabili. Immagini violente e disturbanti possono avere un effetto profondo sulla loro psiche e creare ansia e psicosi. Il CD ne deve essere perfettamente consapevole perché in molte versioni online alcune delle immagini in questione non sono presenti o comunque tagliate, mentre sono presenti e intere quando scarichi il testo completo. Per me la piú terribile é quella in cui si vede una donna che, con un bambino in fasce tra le braccia, durante il Diluvio ha trovato rifugio su una roccia che verrá presto sommersa. Una immagine che dovrebbe insegnare che, se Geova vuole, anche la morte di un neonato senza alcuna colpa é giustificata. É criminale che dei bambini vengano esposti a certe immagini e a certi concetti.

Erano queste immagini la ragione dei mio dolore infantile? Ovviamente le immagini sono un complemento al testo, lo amplificano. Ed é infatti quando ho riletto i racconti che ho trovato quello che cercavo. Lo scopo di ogni racconto (sono stati scelti con molta perizia) é di insegnare che il mondo é malvagio, governato da Satana, e che tutti gli esseri umani, ad eccezione di una minoranza esigua di buoni, sono perfidi e cattivi. Non c´é assolutamente nessuna speranza di miglioramento a parte la distruzione finale che ucciderá tutti tranne i TdG. La figura di Geova é raccapricciante. Un Dio a cui si deve obbedire senza fiatare, anche quando quello che chiede é atroce, senza senso, ingiusto, come uccidere dei bambini innocenti. Anche il solo mettere in discussione il volere di Geova é un peccato grave che porta sofferenza e spesso una vera e propria punizione. Si deve obbedire e basta, senza pensare. Tutti i racconti insistono su questo concetto, e sono strutturati per programmare i bambini a non ribellarsi mai, ad accettare l´autoritá senza fiatare, in pratica, ad essere servi obbedienti. Come in 1984 di Orwell, dove il Partito spende enormi risorse sui bambini, perché se programmati a dovere a quell´etá, saranno degli adulti che accetteranno tutto quello che il Grande Fratello impone senza neanche metterlo in discussione.

Nel libro sono presenti 83 racconti tratti dal Vecchio Testamento e solo 30 dal Nuovo. Non penso questo sia dovuto al fatto che il VT sia piú grande del NT, ma perché il Dio del VT é piú in linea con il messaggio che in questo caso si vuole veicolare, e cioé che peccato/disobbedienza = punizione/sofferenza. A conferma di ció, é presente il racconto pressocché sconosciuto Due donne coraggiose, dove Iael uccide un filisteo nel sonno per volere di Geova, ed é invece assente la storia dell´adultera in Giovanni 8:1-11, probabilmente uno dei passaggi piú importanti dell´intera Bibbia, e che contiene “Chi è senza peccato scagli la prima pietra”. I racconti inculcano anche l´idea che cercare di migliorarsi, di raggiungere qualsiasi forma di successo, é sbagliato. Nel leggerlo mi sono reso conto che a livello inconscio una persona esposta a questo libro non sarebbe stata solo sottomessa a Geova e di conseguenza alle decisioni del Corpo Direttivo, ma a qualsiasi forma di autoritá, e quindi questa persona sarebbe stata facile oggetto di manipolazione e abuso in qualsiasi ambito. Da qui la vita triste e senza successo né gratificazioni.

Ma questa psicologa sottolineava anche un altro elemento che da solo non avevo minimamente notato. Spiegava che il bambino TdG, o comunque un bambino come me che sia stato esposto a quei concetti per anni, prova un profondo senso di colpa nei confronti del mondo che lo circonda. Il bambino capisce benissimo infatti che tutte le persone che vede e conosce, e che non sono TdG, moriranno presto tra atroci sofferenze e che egli é parzialmente responsabile di questo. Un TdG adulto infatti ha gli strumenti per predicare, puó esporre i concetti del Geovismo alle persone che conosce e se queste non si convertono alla fine é un problema loro, lui ha fatto il suo dovere. Il bambino non ha questi strumenti e si sente incapace di fare qualsiasi cosa. Da qui la sofferenza e il senso di colpa.

Questa analisi é stata per me una rivelazione. Mi sono ricordato infatti che quando andavo a scuola pensavo esattamente questo, e avrei voluto fare qualcosa per salvare gli altri bambini ma non ne ero capace. Per non parlare poi delle mie sorelle, e soprattutto di mia madre che era addirittura disassociata. È facile capire come quell´infanzia sia stata un vero incubo.

Ci tenevo a condividere con qualcuno questa piccola ricerca che ho fatto, e vorrei sapere se qualcuno in questo forum ha del materiale su questo libro. Probabilmente ci sono molti altri elementi manipolatori che non ho notato e per me sarebbe molto importante approfondire questo argomento. Spero possiate aiutarmi. Grazie.

Davide
Avatar utente
Socrate69
Utente Master
Messaggi: 4509
Iscritto il: 18/12/2013, 15:44
Contatta:

Messaggio da Socrate69 »

Ciao Davide, e benvenuto :strettamano: .
Interessante l'analisi che citi della psicologa, se la puoi ritrovare, ben venga.
Per quanto mi riguarda ero quasi adolescente quando fù pubblicato, e fin lì si studiava "Grande insegnante", o "Paradiso perduto...", sicché, a parte ricordare molto bene le illustrazioni "gore" a cui ti riferisci, non penso che abbiano, almeno per me, avuto forte impatto a livello subconscio.
Ricordo comunque che con i nostri figli non abbiamo insistito con tale libro, anzi, dopo qualche anno venne fuori la versione 2.0 del "Grande insegnante", e su quello basavamo lo studio.
In quanto a "Racconti biblici", una volta lo regalammo a una vicina che allevava da sola il figlio, ce lo restituì dopo pochi giorni dicendoci che conteneva immagini troppo violente... Questo ci fece parecchio riflettere.
Qui molte delle illustrazioni violente del libro (notare non solo quelle pubblicate da Cedar ma anche quelle dell'utente Mickey mouse:
https://www.jehovahs-witness.com/topic/ ... ies?page=3" onclick="window.open(this.href);return false;
Ogni religione si fonda sulla paura dei molti e sull’astuzia dei pochi - Stendhal

Presentazione
Avatar utente
Tranqui
Utente Gold
Messaggi: 7304
Iscritto il: 14/02/2013, 16:32
Contatta:

Messaggio da Tranqui »

:biinfo: mi venne letto anche a me quel libro ma niente traumi. ad ogni bambino un effetto diverso :ciuccio:
Presentazione


Tutto posso in colui che mi dà la forza.
Filippesi ......


Immagine
Avatar utente
Jeff
Utente Senior
Messaggi: 508
Iscritto il: 24/04/2018, 7:42
Contatta:

Messaggio da Jeff »

Benvenuto Davide ! Ho letto con interesse la tua esperienza. Si dice che l'infanzia è l'età della spensieratezza e la più felice ma non è proprio corretto anzi spesso è l'età delle paure, degli incubi delle angosce. Io ho iniziato lo studio con i TdG a 12 anni quindi ero già grandicello quando ricevetti in regalo il famoso libro giallo di cui parli. In età prescolare anche a me turbarono certe illustrazioni di libri per bambini. Una di queste era contenuta in una famosa storia de " I musicanti di Brema" il disegnatore era sicuramente un artista ma il gatto era un gatto dell'orrore e i briganti avevano facce troppo cattive per un libro per bambini, forse il libro era per adolescenti ,fatto sta che io quel libro non l'ho più scordato.
Sandro
Veterano del Forum
Messaggi: 1256
Iscritto il: 30/06/2019, 12:55
Contatta:

Nuoce alla salute

Messaggio da Sandro »

In effetti mi domando come mai sul pacchetto delle sigarette sia obbligatorio scrivere NUOCE GRAVEMENTE ALLA SALUTE mentre non viene scritto su quel tipo di letteratura, con la differenza che dal fumo ci si può disintossicare...
Benvenuto caro amico.
Avatar utente
deliverance1979
Utente Gold
Messaggi: 6775
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36
Contatta:

Messaggio da deliverance1979 »

Ciao Davide, e benvenuto nelle tenebre di fuori.... o forse ci sei sempre stato.... vabbè..benvenuto lo stesso.

Le osservazioni che tu hai postato sono molto importanti, ed infatti accomunano non solo i TDG ma qualsiasi ideologia religiosa o politica che appunto basa la propria esistenza sull'indottrinamento delle generazioni più giovani.
Non a caso, l'indottrinamento geovista, che poi si basa su un millenarismo apocalittico, non può che non basare la sua educazione sul fatto di vedere la vita in bianco e nero.

Chi è approvato da Geova e chi invece giace nelle mani di Satana.
Chi ha la "verità" della bibbia, e chi invece banchetta alla tavola delle filosofie demoniche.
Chi fa parte della congregazione, e chi è del mondo.

Con queste premesse si generano delle storture agghiaccianti.
Ora, mentre per un adulto, o persona adulta che purtroppo si è fatta lusingare dal marketing teocratico ed è diventato TDG in età adulta, la fase iniziale di "traumi" e divieti infantili ed adolescenziali se li è saltati a piè pari (anche se poi sarebbe interessante sapere perchè una persona normale, con una vita normale, vada ad interessarsi ad un movimento oscurantista del genere.... anche il background di tali persone sarebbe molto interessante da analizzare).

Comunque, per me, "Il mio libro di racconti biblici", forse è stato il meno traumatico.... anche se, tale libro, pieno di figure ed immagini, doveva servire ad educare il giovane TDG per quello che sarebbe dovuta venire dopo..."La separazione dal mondo..."
Anzi...
Diciamo pure che le scene di guerra o splatter del vecchio testamento (che a volte suonavano molto alla "Giustiziere della notte") mi sono sempre piaciute... :ironico:

Come dicevo prima, la cosa che per me è stata veramente traumatizzante è stata la famosa "Separazione dal mondo...." questa si, penso che mi abbia provocato qualche serio trauma che ancora mi porto dietro oggi....
Perchè quella dei TDG è una separazione dal mondo terribile.
Ti fanno vivere nel mondo per decenni (in attesa di Harmaghedon che non viene mai, quindi ansia e sensi di colpa per il destino apocalittico del mondo), ma non ne devi fare parte.
Un pò come affamarti e portarti ad un buffet pieno di ogni prelibatezza e tu devi resistere, non devi assolutamente toccare nulla, solo guardare.

Ovvero l'andare a scuola ed essere sempre quello diverso, ovvero l'unico che all'ora di religione si alzava ed andava via dalla classe con poi tutte le domande puntuali degli altri compagnetti sul perchè non facevo religione,

quello che il sabato o la domenica andava a suonare ai campanelli ed all'adunanza tutto acchittato con la divisa geovista con giacca e cravatta (infatti quando oggi vedo persone in giacca e cravatta, che teoricamente dovrebbe essere un abbigliamento di rappresentanza, purtroppo per loro gli affibbio l'esteriorità degli sfigati geovisti),

quello che non festeggiava i compleanni ed altre feste innocenti quali natale, pasqua, capodanno, carnevale, etc, (perche erano usante che venivano messe dalla WTS in cattivissima luce descrivendole in chiave pagano-demonica), e che quando c'erano tali festività, non si doveva assolutamente partecipare (mentre tutti gli altri mangiavano e si divertivano), perchè in quel momento Geova e la corte angelica ti stavano osservando, e similmente Satana.... avresti fatto compromesso per un pasticcino o una fetta di torta, partecipando ad una festa pagana disapprovata da Geova? (Ahh dimenticavo, all'epoca non ero neanche battezzato, ma la disciplina e la rigidità educativa era come se lo fossi...)

quello che non praticava sport agonistici o giochi della gioventù, figurarsi arti marziali o chi per loro....

quello che non poteva avere giocattoli con armi e soldatini o roba del genere, Geova non tollera la violenza... Geova.... quello del vecchio testamento che a me piaceva molto proprio perchè era splatter.... :ironico:

quello che non poteva fare la corte ad una ragazzetta del mondo, quello che quando usciva con i compagnetti del mondo erano sempre litigate continue perchè non li dovevo frequentare (e non parliamo di teppisti, piantagrane o persone disagiate e con problemi di droga, alcol o fedina penale sporca),

quello che il lunedì quando tornavi a scuola e tutti avevano qualcosa da raccontare di ciò che avevano fatto nel week end (sport, uscita con gli amici, hobby vietati dalla WTS, discoteca), tu che gli rancontavi, che eri stato all'adunanza ed in servizio a sparare fanta vaccate teocratiche? :ciuccio: :ciuccio: :ciuccio:

Quello che di martedì o giovedì aveva le adunanze serali, quindi anche in questo caso, qualsiasi attività extra religiosa che sarebbe potuta essere accettata da tale culto, spesso veniva fatta (dalle mie parti per lo meno) in questi giorni, o comunque in uno di questi due giorni. Decenni a sentirsi ripetere le stesse cose trite e ritrite, con tutte le

E sono questi i presupposti che la WTS utilizza per indottrinare i figli dei TDG, farli diventare degli "emarginati" volontari nei confronti del mondo che li circonda, facendo si che vedano questa religione e la congregazione come unico punto di riferimento.
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
Achille
Amministratore
Messaggi: 16306
Iscritto il: 10/06/2009, 17:22
Skype: pelide55
Facebook: https://www.facebook.com/#!/achille.lorenzi
Contatta:

Messaggio da Achille »

Ciao Davide, benvenuto nel forum.

E' molto interessante quello che scrivi.
Certamente questo libro ha "plasmato" la mente di molti bambini, condizionando la loro esistenza.
Ma non è solo un libro, è l'intera esistenza nell'organizzazione che condiziona e plasma le menti di piccoli e grandi.
I bambini ovviamente sono più vulnerabili e plasmabili, è per questo che ora la WTS produce anche video e cartoni animati per i bambini.
Abbiamo ora i piccoli Lele e Sofia :triste:

Vedi un esempio in questa pagina: https://www.infotdgeova.it/come-rendere ... ttato.html" onclick="window.open(this.href);return false;
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Romagnolo
Utente Gold
Messaggi: 7028
Iscritto il: 27/07/2014, 14:08
Contatta:

Messaggio da Romagnolo »

Ciao Davide, benvenuto anche da parte mia :strettamano:
Il libro dei racconti biblici, anche io come te lo ebbi tra le mani da bambino pur non essendo TdG, lo lasciarono a mia nonna e io ci guardavo ogni tanto senza manco sapere che era letteratura geovista. :lingua:
Mi colpirono in senso negativo il disegno del Diluvio,...ma mi facevano tenerezza e una porofonda tristezza i due mammuth sulla cima della montagna che rivolti verso l' arca sembravano voler dire " per favore non abbandonateci qui!" :piange:
L' altre che oggi giudico da irresponsabili l' avercela messa ( vado a memoria perchè non ho più il libro) è quella in cui si vede il soldato tenere per un piede il neonato che Salomone aveva ordinato di tagliare in due per scoprire chi fosse realmente la madre.
La scena aveva quasi una punta di macabro,...mi è sempre venuto da pensare a come sarebbe apparso il bimbo mozzato in due. :cer:
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Sandro
Veterano del Forum
Messaggi: 1256
Iscritto il: 30/06/2019, 12:55
Contatta:

Messaggio da Sandro »

SCUSATE, MA IO SONO SCONVOLTA DAI CARTONI ANIMATI DEI TESTIMONI DI GEOVA. SE CONOSCETE FAMIGLIE CHE EDUCANO I FIGLI COSI' , CHIAMATE GLI ASSISTENTI SOCIALI.

Selvaggia Lucarelli
Avatar utente
Achille
Amministratore
Messaggi: 16306
Iscritto il: 10/06/2009, 17:22
Skype: pelide55
Facebook: https://www.facebook.com/#!/achille.lorenzi
Contatta:

Messaggio da Achille »

Romagnolo ha scritto:Ciao Davide, benvenuto anche da parte mia :strettamano:
Il libro dei racconti biblici, anche io come te lo ebbi tra le mani da bambino pur non essendo TdG, lo lasciarono a mia nonna e io ci guardavo ogni tanto senza manco sapere che era letteratura geovista. :lingua:
Mi colpirono in senso negativo il disegno del Diluvio,...ma mi facevano tenerezza e una porofonda tristezza i due mammuth sulla cima della montagna che rivolti verso l' arca sembravano voler dire " per favore non abbandonateci qui!" :piange:
L' altre che oggi giudico da irresponsabili l' avercela messa ( vado a memoria perchè non ho più il libro) è quella in cui si vede il soldato tenere per un piede il neonato che Salomone aveva ordinato di tagliare in due per scoprire chi fosse realmente la madre.
La scena aveva quasi una punta di macabro,...mi è sempre venuto da pensare a come sarebbe apparso il bimbo mozzato in due. :cer:
https://wol.jw.org/it/wol/mp/r6/lp-i/my/2005/71" onclick="window.open(this.href);return false;

https://wol.jw.org/it/wol/mp/r6/lp-i/my/2005/460" onclick="window.open(this.href);return false;

Link alle immagini nel sito della WTS.
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Cogitabonda
Moderatore
Messaggi: 8664
Iscritto il: 01/06/2011, 2:45
Località: Nord Italia
Contatta:

Messaggio da Cogitabonda »

Benvenuto Davide! È molto interessante quello che racconti, ed è anche molto triste. Ciò che si dice o si fa ai bambini, in bene o in male, produce effetti molto forti. L'organizzazione dei TdG lo sa certamente, e non si fa scrupolo di angosciare i piccoli.
Leggerti mi ha fatto tornare in mente un thread di diversi anni fa, proprio sull'angosciante letteratura geovista per i ragazzi. Se t'interessa leggerlo, è qui: viewtopic.php?f=24&t=17260&p=278707
Compiacersi di aver ragione è sgradevole - Avere troppa coscienza di sé è odioso - Commiserarsi è infame
Metallo Pesante
Utente Junior
Messaggi: 456
Iscritto il: 29/06/2020, 9:17
Contatta:

Messaggio da Metallo Pesante »

sandrosolustri ha scritto:SCUSATE, MA IO SONO SCONVOLTA DAI CARTONI ANIMATI DEI TESTIMONI DI GEOVA. SE CONOSCETE FAMIGLIE CHE EDUCANO I FIGLI COSI' , CHIAMATE GLI ASSISTENTI SOCIALI.

Selvaggia Lucarelli
Allora dovranno far retate! Ricordo un fratello con un figlio piccolo che incavolò con la moglie perchè questa gli faceva vedere solo Lele & Sofia, mentre lui diceva che ogni tanto ci sta, ma un bambino deve vedere cartoni "normali" per potersi poi rapportare coi coetanei a scuola e all'asilo! Infatti, concordo! Ma di genitori Lele&sofiadipendenti ne conosco! Putroppo! E parlo di gente giovane, trentenni e quarantenni, che molto lealmente, fanno fare ai pargoli scorpacciate di quei cartoni!
Testimone di Cristo
Veterano del Forum
Messaggi: 1451
Iscritto il: 12/12/2014, 12:30
Località: Caserta
Contatta:

Messaggio da Testimone di Cristo »

Benvenuto Davide :sorriso:

Sempre cose nuove e tristi allo stesso tempo imparo dal conoscere questa organizzazione... :triste:

E pensare che da ragazzo "sebbene le difficoltà......, :sorriso: con altri coetanei, me ne andavo per le campagne raccogliendo noci, funghi e pesche e a fare ragazzate, immersi nel verde in belle giornate...
Poveri ragazzi cresciuti nell'org. geovista, visto quanto....
Buona giornata
Presentazione
Quanto ci Ama Gesù, Egli Donò la Sua Vita per noi
Luca 23,34 Gesù diceva: «Padre, perdona loro, perché non sanno quello che fanno».

1 Giovanni 4,8 Chi non ama non ha conosciuto Dio, perché Dio è amore.
Avatar utente
Marvin The Martian
Nuovo Utente
Messaggi: 129
Iscritto il: 25/09/2020, 11:55
Contatta:

Messaggio da Marvin The Martian »

sandrosolustri ha scritto:SCUSATE, MA IO SONO SCONVOLTA DAI CARTONI ANIMATI DEI TESTIMONI DI GEOVA. SE CONOSCETE FAMIGLIE CHE EDUCANO I FIGLI COSI' , CHIAMATE GLI ASSISTENTI SOCIALI.

Selvaggia Lucarelli
Benvenuto Davide.

Tornando ai cartoni animati purtroppo tutti i genitori TDG con figli piccoli usano Lele & Sofia per indotrinarli e anestetizzarli mentalmente.
Vi confido che non ho mai sopportato questi cartoni animati gli ho sempre definiti propaganda nazzista.
Avatar utente
deliverance1979
Utente Gold
Messaggi: 6775
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36
Contatta:

Messaggio da deliverance1979 »

Metallo Pesante ha scritto:Ma di genitori Lele&sofiadipendenti ne conosco! Putroppo! E parlo di gente giovane, trentenni e quarantenni, che molto lealmente, fanno fare ai pargoli scorpacciate di quei cartoni!
Di invasati, tra le nuove generazioni, ce ne saranno sempre, soprattutto tra coloro che vogliono fare carriera spirituale ed ambiscono a diventare anziani, servitori di ministero e via dicendo.

Ma allora, che cosa non sta funzionando all'interno di casa WTS?
Se fossero cosi granitici, non venderebbero sale del regno, sale delle assemblee, o farebbero altre cose del genere, visto che rispetto a molti anni fa, i TDG del XXI secolo sono sostanzialmente poco meno del doppio rispetto a quelli di fine XX secolo.
Quindi, se la fede fosse rimasta la stessa, non dico di ampliare ulteriormente l'opera con nuove filiali o sale del regno o sale delle assemblee.... ma almeno mantenere quelle che si avevano e che erano già belle che pagate dai predecessori.
Quindi, già questo è un primo sintomo che la fede di facciata poi differisce molto dalla sostanza.

Sarebbe interessante capire come sia cambiata l'educazione geovista dei figli dai tempi de "Il mio libro dei racconti biblici" ai video teocratici in stile cartoon quali, "Sparlock il mago guerriero" (dove i TDG sono stati presi per il culo da tutto l'universo) o Lele e Sofia....

Secondo me l'educazione geovista, pur continuando ad essere teocratica ed imbarazzante, ha perso moltissimo della sua rigidità degli anni passati.
Sicuramente, rispetto al mondo, c'è sempre quella sorta di separazione o diversificazione, ma penso che piano piano si stanno secolarizzando anche loro.
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
Tranqui
Utente Gold
Messaggi: 7304
Iscritto il: 14/02/2013, 16:32
Contatta:

Messaggio da Tranqui »

[youtube][/youtube]
Presentazione


Tutto posso in colui che mi dà la forza.
Filippesi ......


Immagine
Avatar utente
Tranqui
Utente Gold
Messaggi: 7304
Iscritto il: 14/02/2013, 16:32
Contatta:

Re: Il mio libro di racconti biblici

Messaggio da Tranqui »

In un mercatino dell usato ho trovato il libro racconti biblici
Presentazione


Tutto posso in colui che mi dà la forza.
Filippesi ......


Immagine
Avatar utente
Ostinataecontraria
Nuovo Utente
Messaggi: 14
Iscritto il: 22/10/2023, 23:41
Contatta:

Re: Il mio libro di racconti biblici

Messaggio da Ostinataecontraria »

Sarebbe interessante ritrovare l'analisi della psicologa di cui parla Moonchild.

Il mio libro dei racconti biblici lo si trova facilmente in vendita online. Per quanto riguarda disamine approfondite sulle conseguenze dell'esposizione infantile a certe immagini neanche io ho mai trovato niente degno di nota.

È comunque evidente che molte illustrazioni presenti nel libro giallo siano inadatte ai bambini.
Io sono una che difficilmente ricorda cosa ha mangiato a pranzo, ma alcune immagini le ho ancora stampate nel cervello dopo decenni. Il già citato diluvio, Caino che uccide Abele (con tanto di pozza di sangue), Izebel che viene gettata dalla finestra... sono soltanto le prime che mi vengono in mente.
Chi è cresciuto lì dentro è stato esposto a una miriade di immagini disturbanti, basti pensare a quelle di armaghedon, onnipresenti sulle loro riviste.

Per chi mastica un po' l'inglese lascio questo link

Avatar utente
Tranqui
Utente Gold
Messaggi: 7304
Iscritto il: 14/02/2013, 16:32
Contatta:

Re: Il mio libro di racconti biblici

Messaggio da Tranqui »

Per me l immagine piu cruda credo sia quella di una decapitata testa,ma non ricordo i personaggi
Presentazione


Tutto posso in colui che mi dà la forza.
Filippesi ......


Immagine
Avatar utente
Tranqui
Utente Gold
Messaggi: 7304
Iscritto il: 14/02/2013, 16:32
Contatta:

Re: Il mio libro di racconti biblici

Messaggio da Tranqui »

Tranqui ha scritto: 24/10/2023, 14:35 Per me l immagine piu cruda credo sia quella di una decapitata testa,ma non ricordo i personaggi
Forse GIovanni battisti ? :boh:
Presentazione


Tutto posso in colui che mi dà la forza.
Filippesi ......


Immagine
Avatar utente
Achille
Amministratore
Messaggi: 16306
Iscritto il: 10/06/2009, 17:22
Skype: pelide55
Facebook: https://www.facebook.com/#!/achille.lorenzi
Contatta:

Re: Il mio libro di racconti biblici

Messaggio da Achille »

Immagine
Allegati
1102014654_univ_lsr_lg.jpg
1102014654_univ_lsr_lg.jpg (254.58 KiB) Visto 157 volte
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Tranqui
Utente Gold
Messaggi: 7304
Iscritto il: 14/02/2013, 16:32
Contatta:

Re: Il mio libro di racconti biblici

Messaggio da Tranqui »

Achille ha scritto: 07/02/2024, 15:37 Immagine
Non adatta,nemmeno ad un adulto :test:
Presentazione


Tutto posso in colui che mi dà la forza.
Filippesi ......


Immagine
Avatar utente
Vieri
Utente Gold
Messaggi: 9347
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55
Contatta:

Re: Il mio libro di racconti biblici

Messaggio da Vieri »

Buon giorno e grazie per aver riproposto questa questa riflessione di Davide che ho trovato molto interessante.
Tra le tante condivisibili osservazioni ho trovato però queste parole che sono per me degne di riflessione:
Nel libro sono presenti 83 racconti tratti dal Vecchio Testamento e solo 30 dal Nuovo. Non penso questo sia dovuto al fatto che il VT sia piú grande del NT, ma perché il Dio del VT é piú in linea con il messaggio che in questo caso si vuole veicolare, e cioé che peccato/disobbedienza = punizione/sofferenza.
Quello che infatti ho sempre contestato in questa "setta" è il fatto che desiderino chiamarsi "Congregazione cristiana dei testimoni di Geova" quando NON SONO CRISTIANI.
Perchè questo ?
Quando non si riconosce il valore e le parole del Vangelo ma anzi lo si mette in secondo piano come dimostrato e si considera Gesù solo ed esclusivamente come l 'angelo Michele
Da Jw.org
Gesù e l’arcangelo Michele sono la stessa persona?

▪ In poche parole, la risposta è sì. In molte culture non è insolito che una persona abbia più nomi. Lo stesso si può dire di alcuni personaggi di cui parla la Bibbia. Ad esempio, il patriarca Giacobbe è anche chiamato Israele. (Genesi 35:10) L’apostolo Pietro viene chiamato in cinque modi diversi: Simeone, Simone, Pietro, Cefa e Simon Pietro. (Matteo 10:2; 16:16; Giovanni 1:42; Atti 15:7, 14) Ma come facciamo a essere sicuri che Michele è un altro nome di Gesù? Ecco le prove scritturali.

Nella Bibbia ci sono cinque riferimenti alla potente creatura spirituale chiamata Michele, tre dei quali nel libro di Daniele. In Daniele 10:13, 21 si legge che un angelo in missione viene aiutato da Michele, il quale è descritto come “uno dei primi principi” e “il vostro principe”. Più avanti, in Daniele 12:1, viene detto riguardo al tempo della fine: “Sorgerà Michele, il gran principe che sta a favore dei figli del tuo popolo”.

Michele è menzionato di nuovo in Rivelazione, o Apocalisse, 12:7. Qui leggiamo che “Michele e i suoi angeli” combattono una guerra risolutiva il cui esito è l’espulsione dal cielo di Satana e dei suoi angeli malvagi.
Ma ci rendiamo conto che alla fine questo "libro per piccoli" e le loro idee religiose sono completamente all'opposto del vero messaggio di Cristo ?
Gesù non ha portato un messaggio di obbedienza assoluta, di sottomissione, di pene atroci per chi non gli crede e di guerre galattiche con Satana, ma assolutamente il CONTRARIO.

Se loro avessero letto bene la parabola dei vignaioli con il messaggio di grande SPERANZA dove anche quelli "dell'ultim'ora" possono salvarsi non parlerebbero di pene tremende e di atrocità diverse.

Se notiamo infatti la Bibbia scritta da autori diversi in diverse epoche presenta alla fine una evoluzione del concetto di Dio dove da sterminatore dei nemici e Colui che genera benessere per gli ebrei solo a chi gli obbedisce ciecamente ed in breve "Uno da temere e da obbedire ciecamente", si passa infine specie nei libri sapienziali ad un Dio di amore e di speranza e di perdono.

In breve le parole del Vangelo alla fine ribadiscono ed evidenziano questo aspetto dove la parola SPERANZA e PERDONO sono sempre evidenti.
Non per niente Gesù viene chiamato il REDENTORE poichè tramite i suoi insegnamenti ed il suo sacrificio ha condotto l'uomo non ad una vita intrisa di pessimismo e di paura ma di SPERANZA dando la forza di affrontare tramite la fede il Lui le avversità della vita.

In conclusione per i tdG, andare a basarsi e rimarcare praticamente solo ed esclusivamente alcuni passi biblici scritti allora per un popolo ignorante dove esistevano solo dei principi semplici come per i bambini: "se ti comporti bene ti compro il gelato e se no ti picchio" porta ad una visione completamente distorta della religione veramente cristiana e tale da non essere definita come tale.

Il rimarcare poi ad ogni passo l'idea delle "punizioni divine" porta ovviamente ad un clima di perenne paura e non di speranza.
Dove sono e dove si trovano le parole? "Io sono la via, la verità e la VITA"
La vita è speranza e non paura.....
:saggio:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Peter
Utente Junior
Messaggi: 287
Iscritto il: 23/05/2021, 18:13
Contatta:

Re: Il mio libro di racconti biblici

Messaggio da Peter »

A me da bambino non scioccavano quei disegni (basta dire che amavo i cartoni animati giapponesi, dai robot all'uomo tigre), mi piacevano in particolare i racconti del vecchio testamento, come Sansone e Davide contro Golia tra i miei preferiti, mentre i racconti del nuovo testamento li trovavo noiosi.
Avatar utente
Peter
Utente Junior
Messaggi: 287
Iscritto il: 23/05/2021, 18:13
Contatta:

Re: Il mio libro di racconti biblici

Messaggio da Peter »

Vieri ha scritto: 08/02/2024, 12:27 Buon giorno e grazie per aver riproposto questa questa riflessione di Davide che ho trovato molto interessante.
Tra le tante condivisibili osservazioni ho trovato però queste parole che sono per me degne di riflessione:
Nel libro sono presenti 83 racconti tratti dal Vecchio Testamento e solo 30 dal Nuovo. Non penso questo sia dovuto al fatto che il VT sia piú grande del NT, ma perché il Dio del VT é piú in linea con il messaggio che in questo caso si vuole veicolare, e cioé che peccato/disobbedienza = punizione/sofferenza.
Quello che infatti ho sempre contestato in questa "setta" è il fatto che desiderino chiamarsi "Congregazione cristiana dei testimoni di Geova" quando NON SONO CRISTIANI.
Perchè questo ?
Quando non si riconosce il valore e le parole del Vangelo ma anzi lo si mette in secondo piano come dimostrato e si considera Gesù solo ed esclusivamente come l 'angelo Michele
Da Jw.org
Gesù e l’arcangelo Michele sono la stessa persona?

▪ In poche parole, la risposta è sì. In molte culture non è insolito che una persona abbia più nomi. Lo stesso si può dire di alcuni personaggi di cui parla la Bibbia. Ad esempio, il patriarca Giacobbe è anche chiamato Israele. (Genesi 35:10) L’apostolo Pietro viene chiamato in cinque modi diversi: Simeone, Simone, Pietro, Cefa e Simon Pietro. (Matteo 10:2; 16:16; Giovanni 1:42; Atti 15:7, 14) Ma come facciamo a essere sicuri che Michele è un altro nome di Gesù? Ecco le prove scritturali.

Nella Bibbia ci sono cinque riferimenti alla potente creatura spirituale chiamata Michele, tre dei quali nel libro di Daniele. In Daniele 10:13, 21 si legge che un angelo in missione viene aiutato da Michele, il quale è descritto come “uno dei primi principi” e “il vostro principe”. Più avanti, in Daniele 12:1, viene detto riguardo al tempo della fine: “Sorgerà Michele, il gran principe che sta a favore dei figli del tuo popolo”.

Michele è menzionato di nuovo in Rivelazione, o Apocalisse, 12:7. Qui leggiamo che “Michele e i suoi angeli” combattono una guerra risolutiva il cui esito è l’espulsione dal cielo di Satana e dei suoi angeli malvagi.
Ma ci rendiamo conto che alla fine questo "libro per piccoli" e le loro idee religiose sono completamente all'opposto del vero messaggio di Cristo ?
Gesù non ha portato un messaggio di obbedienza assoluta, di sottomissione, di pene atroci per chi non gli crede e di guerre galattiche con Satana, ma assolutamente il CONTRARIO.

Se loro avessero letto bene la parabola dei vignaioli con il messaggio di grande SPERANZA dove anche quelli "dell'ultim'ora" possono salvarsi non parlerebbero di pene tremende e di atrocità diverse.

Se notiamo infatti la Bibbia scritta da autori diversi in diverse epoche presenta alla fine una evoluzione del concetto di Dio dove da sterminatore dei nemici e Colui che genera benessere per gli ebrei solo a chi gli obbedisce ciecamente ed in breve "Uno da temere e da obbedire ciecamente", si passa infine specie nei libri sapienziali ad un Dio di amore e di speranza e di perdono.

In breve le parole del Vangelo alla fine ribadiscono ed evidenziano questo aspetto dove la parola SPERANZA e PERDONO sono sempre evidenti.
Non per niente Gesù viene chiamato il REDENTORE poichè tramite i suoi insegnamenti ed il suo sacrificio ha condotto l'uomo non ad una vita intrisa di pessimismo e di paura ma di SPERANZA dando la forza di affrontare tramite la fede il Lui le avversità della vita.

In conclusione per i tdG, andare a basarsi e rimarcare praticamente solo ed esclusivamente alcuni passi biblici scritti allora per un popolo ignorante dove esistevano solo dei principi semplici come per i bambini: "se ti comporti bene ti compro il gelato e se no ti picchio" porta ad una visione completamente distorta della religione veramente cristiana e tale da non essere definita come tale.

Il rimarcare poi ad ogni passo l'idea delle "punizioni divine" porta ovviamente ad un clima di perenne paura e non di speranza.
Dove sono e dove si trovano le parole? "Io sono la via, la verità e la VITA"
La vita è speranza e non paura.....
:saggio:
Beh non è che l'inferno di fuoco eterno per i peccatori che insegna il cattolicesimo sia molto meglio della distruzione ad armaghedon dei tdg :diablo: Poi dire che non sono cristiani perché credono che Gesù sia l'arcangelo Michele e non Dio allora porta alla conclusione che anche nel 1 secolo Paolo e gli apostoli non erano cristiani visto che non credevano alla divinità di Gesù (neanche nella sua preesistenza) come Valentino ci ha spiegato molto bene. Poi sono d'accordo con te Vieri che i Tdg hanno un approccio infantile nel loro modo di vedere il rapporto con Dio.
Avatar utente
Vieri
Utente Gold
Messaggi: 9347
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55
Contatta:

Re: Il mio libro di racconti biblici

Messaggio da Vieri »

Ciao Peter.
gli apostoli non erano cristiani visto che non credevano alla divinità di Gesù (neanche nella sua preesistenza) come Valentino ci ha spiegato molto bene.
Scusa ma questo è il pensiero di Valentino ( che non crede ...) e dei "suoi" professori .....ma a me risulta che papa Ratzinger abbia detto il contrario e che mi domando sempre la ragione per la quale se né gli apostoli né San Paolo credessero nella deicità di Gesù per un secolo intero, ad un certo punto, opplà !, venne fuori "stranamente" l'idea da un gruppo di cristiani che Gesù fosse invece di origine divina ed il Figlio di Dio.
Poi sempre "stranamente" solo grazie ad un imperatore ed a vari concili questa "idea" prese il sopravvento tanto che oggi, uno "sparuto gruppo di cristiani" di 2,4 miliardi di persone credono ancora a questa cosa....
Ci penso sempre..... :ironico:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Master
Messaggi: 3849
Iscritto il: 14/05/2016, 20:25
Contatta:

Re: Il mio libro di racconti biblici

Messaggio da VictorVonDoom »

Vieri ha scritto: 11/02/2024, 11:49 credono ancora a questa cosa....
Ci penso sempre..... :ironico:
Eh, pure io... Ancora nel 2024...
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
Vieri
Utente Gold
Messaggi: 9347
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55
Contatta:

Re: Il mio libro di racconti biblici

Messaggio da Vieri »

VictorVonDoom ha scritto: 11/02/2024, 22:07
Vieri ha scritto: 11/02/2024, 11:49 credono ancora a questa cosa....
Ci penso sempre..... :ironico:
Eh, pure io... Ancora nel 2024...
Ciao miscredente, se volevi fare dell'ironia non l'ho capita......
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti